BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

......

26 maggio 2014

STAZIONE EX CIRCUMVESUVIANA DI NAPOLI PORTA NOLANA, ENNESIMO TENTATIVO DI FURTO DEI SOLITI "NOTI !"

Eh si, questa volta pare proprio che il volto degli scassinatori che durante la notte tra domenica 25 e lunedì 26 maggio, hanno tentato di ripulire Peppino il tabaccaio della stazione di Napoli porta nolana, non resterà ignoto. Le telecamere della tabaccheria De Martino hanno infatti ripreso  i tratti dei due scassinatori, che a quanto sembra appaiono nitidamente dalle immagini. 

LA VETRINA ROTTA DA QUELLO CHE SEMBREREBBE UN TIRANTE 
DI UNO SCAMBIO FERROVIARIO, USATO PER LO SCASSO

Ma veniamo alla cronaca. 
A raccontarci i fatti, la guardia giurata della Security Service che da tre anni fornisce il servizio di vigilanza all'azienda EAV di servizio sotto il palazzo di direzione di ex circumvesuviana che chiameremo Francesco (nome di fantasia), in quanto l'agente ha preferito non dare i propri connotati, tantomeno prestarsi agli scatti fotografici di rito.


LA PORTA D'INGRESSO DELLA SEDE DELLA SOCIETA' COOPERATIVA
INTERNA ALL'AZIENDA, MAURIZIO CAPUANO"
Era da poco passata la mezzanotte - ci riferisce Francesco - quando ho sentito dei rumori molto forti provenire dal piano ferro della stazione, come se qualcuno stesse colpendo ripetutamente con un corpo contundente una superfice. Mi sono subito messo in contatto con la mia centrale operativa - continua la guardia giurata -  perchè la mia competenza non prevede che io lasci il mio posto in direzione. 
Così avuto il nulla osta ad intervenire  dai propri superiori Gaetano, pistola in pugno si è portato al piano ferro, attraverso il cancello che dalla direzione porta al primo binario del piazzale dei treni. 


L'OGGETTO  APPARENTEMENTE
"FERROVIARIO", (SEMBREREBBE UN 

TIRANTE DI UN VECCHIO DEVIATOIO),
USATO PER SFONDARE LA VETRINA
Una volta lì, coperto dai metrostar in sosta, Francesco è arrivato quasi alle spalle dei due malviventi mentre ancora tentavano di sfondare, con un palo di ferro (nella foto) la porta d'ingresso dello "storico" locale tabaccheria dei De Martino. All'alt della guardia giurata della security service , i due si davano alla fuga lungo i binari, in direzione della fermata di piazza Garibaldi con tra le mani parte della refurtiva. Refurtiva che poi hanno lasciato definitivamente vistosi inseguiti dalla guardia giurata che non ha mollato la presa fino all'ultimo. 

Alla fine i due si sono dileguati probabilmente dalla stessa direzione da cui sono arrivati. Anche la porta dell'ufficio della Società cooperativa Maurizio Capuano attiguo alla tabaccheria è stata distrutta dai colpi dei due ladri (vedi foto) ma con tutta probabilità, lo scopo era quello di raggiungere attraverso di esso, il vero obiettivo del raid 
che ad una prima valutazione sembrerebbero essere 
proprio i locali dei De Martino.   

Dal nostro corrispondente 
da piano ferro

4 commenti:

Anonimo ha detto...

in questo articolo non si parla della Guardia Giurate aziendale un certo Francesco Accadia dal quale e' partita l'idea di cercare la refurtiva sui binari tra Nolana e Piazza Garibaldi. Tentativo andato a buon fine!

francesco ha detto...

guard.accadia@gmail.com

franz ha detto...

francesco non e' un nome di fantasia ma e' quello della GG Accadia che ha contribuito al recupero della refurtiva!

franz ha detto...

sono ancora in attesa che venga pubblicato il mio commento cosi' come si fa in un paese democratico!