BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

***** ***** *****

4 marzo 2015

RICEVO E VOLENTIERI PUBBLICO


IL COMMENTO IN PRIMA PAGINA...



" Molti amici virtuali,solitudine reale.."...



Caro Emilio è il nostro cellulare che è diventato un ostacolo alle connessioni umane...Quindi,è un limite e non un mezzo di arricchimento della nostra vita.
In una società liquida,è facile confondere il virtuale con il reale...
Lo smantellamento delle sicurezze e una vita liquida sempre più frenetica "costringe"il singolo ad adeguarsi alle attitudini del gruppo per non sentirsi escluso.... 
Un S.M.S. non si nega a nessuno e con la comodità di restare al calduccio nella propria abitazione,possiamo persino tastare sul P.C per comunicare una nostra partecipazione ad una manifestazione,(persino ad un evento);avvenimenti che non vedremo mai.....

I “mi piace” e i “partecipo” si sprecano… Tutti a cliccare su quei due tasti magici...

Pigiare un tasto:non costa sacrifici, e ci rende simpatici ai 150-200-300-1000 amici che frequentano le numerose tribù di Facebook...
Trovo veramente interessante questa competizione in rete a chi detiene il record di amicizie... 
Vorrei conoscere il significato che ognuno di noi attribuisce ad una relazione...
Ovvero:Che valore diamo e come costruiamo le nostre relazioni.....

Per quale motivo:siamo ossessionati dal contatto virtuale che ci perseguita in maniera compulsiva in ogni momento della giornata....Persino in treno,oppure al Bar mentre consumiamo un caffè......
La tentazione di sbirciare, leggere, twittare è veramente forte! Un piccolo tocco… sì dai… magari mentre la persona davanti a noi ci parla...


Preferiamo rintanarci nel mondo virtuale del contatto internet a quel mondo reale del rapporto personale che poteva essere anche conflittuale,ma portava con se il dono della chiarezza.... Era visivo:la mimica facciale,nonché la gestualità del movimento rivelava al mondo reale le vere e autentiche convinzioni dell'amico,del compagno,del collega........

Per concludere:sarebbe meglio spegnere il computer, uscire di più di casa e crearsi una “rete” di amici nel mondo reale....
La libertà è partecipazione ci ammoniva GIORGIO GABER....
Ed è una partecipazione sia alla vita che alla democrazia.....Per sfuggire ad un omologazione che diventa ogni giorno più spietata....



Salvatore Valerio




3 marzo 2015

"QUANDO SARO’ GRANDE" DI FABIO MIELE

Mentre molti giovani d’oggi si limitano a comunicare via email, sms, facebook con un linguaggio quasi tribale, certamente non in Italiano, avere in mano un piccolo libro, del costo di €11,00, scritto da un giovane è cosa che lascia un tantino perplessi.

Fabio Miele, figlio del collega Luciano operatore addetto alla sorveglianza, ha scritto questo testo che è consigliato a tutte le scuole, cominciando dalla quinta elementare in poi, potendo essere paragonato ad una “guida” per i ragazzi che si stanno formando nella vita quotidiana, per intensità e per il significato.


Il protagonista di questo romanzo, Phil, crede che la vita inizia e finisca attraverso i Social Network sopra citati: infatti dobbiamo ammettere che non c’è più contatto fisico, un contatto telefonico, addirittura non esiste più un “Ciao, come stai?”. Il suo amico, Drake di Tigerville, gli fa capire i Valori della vita.
A tal proposito voglio ricordare a tutti gli Amici di Vesuvianando cosa sempre succede quando su Facebook si annuncia un Evento, una Manifestazione di protesta: i “mi piace” e i “partecipo” non si contano… Tutti a cliccare su quei due tasti… Poi si va in piazza e ci sono i soliti… quattro gatti. Quelli veramente incazzati, quelli veramente impegnati, quelli che non si abbattono per la pioggia, il vento, il freddo o per la data e l’orario della manifestazione.


Per le feste natalizie dell’anno scorso volli comportarmi in un modo che lasciò molti sorpresi: risposi a viva voce, tramite cell, a tutti gli sms, a tutti i post di fb, a tutte le email inviatemi per augurio. Intendevo, così, riappropriarmi di una cosa piacevole: scambiare due chiacchiere, in libertà, a voce, non per iscritto… Anche solo per dire “Ho ricevuto i tuoi auguri: ti ringrazio di cuore, al punto che ho voluto telefonarti subito…”. Pur non disdegnando la corposità di un biglietto scritto a mano…
Ecco perché, in tal senso, il libro “Quando sarò grande” di Fabio Luciano Miele ha una sua particolarità, un suo specifico senso.
Per questo si augura all’Autore un buon successo di vendita e di critica.

Ad majora!

Emilio Vittozzi

22 febbraio 2015

DIMENSIONI PARALLELE

(.https://www.youtube.com/watch?v=4T3THHVG1Z8)

                                                                                                                                                                                                                            

Inseguendo un BIANCONIGLIO Alice approda nel Paese delle meraviglie. La protagonista del libro di ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE si infila nella tana del piccolo mammifero e cade in una realtà estranea, completamente diversa: un universo distinto eppure connesso con il mondo reale... "Un mondo parallelo" al nostro....                                                          
Questo personaggio nel libro di Alice ha una pelliccia bianca e gli occhi rosa,con un panciotto ed un grosso orologio a cipolla...Nel libro di Carroll lavora presso la regina di cuori....Il nostro funzionario,invece lavora alle dipendenze di roma........E' sembrato,tra tanti personaggi che hanno popolato il nostro mondo,una delle poche creature a possedere una perfetta capacità mentale...Sa fare di conto ed eccelle nelle sottrazioni....Come un araldo,ha svegliato"il popolo dormiente" comunicandoci quali erano gli atti e le decisioni prese dal governo.....
Il suo compito era chiaro:ramazzare,bonificare,pulire  l'ambiente,ridare credibilità all'azienda e toglierci dal pantano del debito......UNA MISSION QUASI IMPOSSIBILE,direte voi.....Negli studi della paramount distribuescion,tutto è possibile.... La regia è perfetta,sono riusciti a registrare e filmare:le insolvenze,i decreti,le trame,i PIANI,gli accordi segreti,le bufale spaziali e i retro-pensieri.......

(A proposito di retro-pensieri,ascoltate ciò che pensa :Il BIANCONIGLIO )

"Questa volta niente ACQUARIO,niente vasca,niente AFERS e ne pesciolini rossi,non parlerò nemmeno di Schettino e del botto sullo scoglio.......Il difficile per voi viene adesso....IL mio PIANO riprende a correre,ed è un documento che ci impegna e che v'impicca....
La prima e la più importante valutazione da fare è che la fase della televendita di Vetrella è conclusa o quanto meno sospesa....Il roboante esordio e le ubriacanti promesse del mago del monopoli non ci sono più.....Il mestatore ha imparato a fare i conti con la realtà,ed io purtroppo non ho potuto e non ho saputo fare di meglio... La realtà è quella che è.....Lo sapete che non ci sono i soldi a sufficienza per aumentare i corrispettivi del Contratto di Servizio,e noi non siamo in condizione di sottrarci al vincolo di bilancio ed alle strettoie del debito...La mia ricetta? Sempre la stessa:con un pò di tagli,sforbiciando di qua e potando di là recupereremo la produttività e riusciremo a sanare il debito dell'azienda...."

Bisogna capirlo,impegnato da tre anni in questa fatica di SISIFO il BIANCONIGLIO ha dovuto sorbirsi un cappellaio matto e molti strani figuri che gli hanno fatto saltare sia i bottoni del panciotto che la molla del suo orologio a cipolla .....E saltando la molla dell'orologio il TEMPO non lo misura più .....Il suo imperativo è quello di aiutare i " poveri dirigenti a mantenere il salario ed il posto di lavoro "....
Sconcerto dei dipendenti,aiutare i poveri dirigenti va bene,ma per poterlo fare davvero,devono rimanere poveri e quelli poveri non lo sono mai stati .......



                                                                                                                                                                            https://www.youtube.com/watch?v=i1Sa7ZBv68w                          

                                                                                                                                                                                                         

                                                                                                         Riassunto delle puntate precedenti

                                                                                                                                                                                                                                                                                                            Non c'è una sola delle legittime speranze che avevamo 5 anni fa che non sia andata delusa......
Una volta hanno provato a declamare un piano;un'altra volta si è deciso di fare il look al debito;un'altra volta hanno tentato,senza successo,di rivitalizzare una manutenzione in coma farmaceutico;in quella successiva ci hanno iniettato adrenalina con una fumosa liquidità... 
In pratica:niente di quello che sarebbe dovuto succedere è successo,e sono state deluse anche le aspettative più modeste......C'è da chiedersi se questi ultimi anni siano passati davvero.....Insomma,visto che viviamo in un eterno presente:c'è qualcuno che mi può dire:che cazzo di fine ha fatto il FUTURO??
Ora,tutti sanno che l'esistenza di DIMENSIONI PARALLELE ha sempre colpito l'immaginario collettivo,e in un mondo come il nostro,fatto di buchi neri e nebulose planetarie è proprio IL FUTURO che vaga....
UN  FUTURO che " doveva " sembrare roseo,un ruolo questo che evidentemente non gli si ad-dice visto che ha cambiato profilo di settimana in settimana....E' per questo che il FUTURO non si fa più vedere neppure dalle persone più care....
Uno aspetta IL FUTURO,ma è IL FUTURO che è fuggito tempo fa....Adesso tutti lo cercano ma il marrano,ha dei complici che lo nascondono molto bene ....Tanto per definizione,il futuro nessuno lo riconosce......
A questo punto chi paga è il PRESENTE,che ogni mattina è sottoposto agli esperimenti di finti esperti che si travestono nelle maniere più improbabili;quel PRESENTE che arringa la folla su quello che succederà,ma soprattutto tace su quelli che tutti sanno...Siamo sepolti vivi in un museo delle cere e tenuti buoni con dei " twitter " mentre ci decomponiamo.....Dovremmo incazzarci per questo,ma forse non siamo più abbastanza "VIVI "per farlo....
E' IL NOSTRO PRESENTE CHE INVECCHIA ORRIBILMENTE SENZA POTER MORIRE.....

                                                                                                              
                                                                                                                                                                                                

                                                                                                                                                                 LE NUVOLE 

                                                                                                                                                                                                  
                                                                                                                                                                    



                                                                                                                                                       Le notizie, come si sa,vanno e vengono,un pò come le nuvole di Aristofane o di De Andrè(fate voi).....Alcune si fermano mentre altre scivolano via....Entrano nel dimenticatoio oppure passano inosservate....Come è accaduto con il documento per il contenimento del costo del lavoro;come è avvenuto con il mancato finanziamento al FONDO DI SOSTEGNO..........
Nessuna scossa,nessun vagito,nemmeno un leggero battito del cuore....Tre notizie che apparentemente sembrano appassionare solo i cultori dell'orrido...Eppure rivelano,tra tante chiacchiere,un futuro plumbeo,forse fosco, pesantemente grigio,opprimente per la cappa di piombo che avvolge il presente e che non fa intravedere un futuro........Sono tre notizie che sono lì tra noi e il cielo e che promettono:lacrime di pioggia....

1)Alla notizia numero 1 posiziono: 'E cchiacchiare s' 'e porta 'o viento;'e maccarune jèncheno 'a panza.......

Ovverosia:Il FONDO Regionale per il trasporto pubblico locale non è stato mai finanziato.....Sono 4 anni che piove sul presente e porta con se l'incertezza sui livelli occupazionali..... Aziende con un pesante indebitamento;in crisi economica;con un'incapacità/impossibilità a realizzare un nuovo piano industriale....La dotazione iniziale del FONDO doveva essere di 15 milioni di euro....Nun se vist na lira....

2)La notizia  numero 2  :"Chiacchiere e tabacchere e legno 'o banco 'e nun 'e' impegna.
Ovverosia:non è stata prevista nemmeno una clausola di salvaguardia occupazionale.......Con  i bandi di gara dietro l'angolo(articolo 18 del D.L. 422/1997)si rischia l'applicazione integrale dell'articolo 26 del R.D. 148/1931....Il che tradotto vuole dire:licenziamenti per quei dipendenti che rivestono una qualifica in cui risultino delle eccedenze(esuberi)...FOTOGRAFA l'attimo fuggente del JOB ACT vesuviano....

3)Al numero 3 posizioniamo:"Senza DENARE nun se cantano messe",disse zi' mòneco à badessa....
Ovverosia il BIANCONIGLIO (Il commissario)non sapendo più che pesci prendere ha imposto,nel documento presentato alle organizzazioni sindacali dall'ente autonomo del volturno,il taglio sugli organici e sul costo del lavoro....L'obiettivo è quello di recuperare almeno 15 milioni di euro a seguito della sottrazione,della stretta,del giro di vite operata dalla regione campania sulle risorse economiche destinate al CONTRATTO DI SERVIZIO(In pratica 152 milioni di euro anziché i previsti 167)....

Tre terribili notizie per un organizzazione sindacale che ha firmato,con l'accordo regionale di Ottobre 2011,delle cambiali in bianco.......
E' la sciocca strategia dello struzzo che nasconde la testa sotto la sabbia,per non ammettere i propri errori.....Ognuno per se,sembra essere la parola d'ordine....E se applicata al gregge smarrito e dormiente del Volturno sigilla:IL TRIONFO dell'incoscienza....


                                                                                                                                                                             INSEGUENDO IL BIANCONIGLIO                                           


Carissimo BIANCONIGLIO, vorrei dirle, per onestà, che non sono mai stato un suo fan, ma ritenni giusto,che per evitare l'onta del fallimento,IL VOLTURNO fosse commissariato.....In pratica:c'era la necessità di affidare le sorti di questa sciaguratissima azienda ad un commissario estraneo alle logiche dei partiti e delle consorterie...
Un fallimento dei partiti e della politica che ROBERTO SAVIANO definì :" IL SISTEMA"..... 
A sentire ROBERTO:"IL SISTEMA era un ingegnoso congegno brevettato da una strana coppia,che rinverdiva i fasti gloriosi di un passato mai del tutto dimenticato,in una terra assetata di lavoro e flagellata da un illegalità diffusa......La coppia d'assi formata dal NicK-e dal Sant'Antonio ra fragola,inquinò e impedì qualsiasi altra scelta industriale in nome di un consenso politico e di una logica spartitoria dei beni pubblici... "
Per restare nel nostro mondo(I trasporti) fu ROMA che affidò l'impresa del risanamento,ad un uomo,lontano dagli intrighi di palazzo e non implicato nei guasti,negli intrallazzi e nelle rovine prodotte da eterne oligarchie che avevano creato:consorzi,enti,finanza creativa,e massiccia occupazione di posti di lavoro
La REGIONE CAMPANIA incapace di arginare la furia devastatrice del debito,si  rivolse a Roma per  questuare un salvataggio....Prima super Mario MONTI si inventò i piani per salvare L’Italia;firmò l’accordo europeo sul Fiscal Compact;impose il patto di stabilità  alle REGIONI;racimolò un po’ di  soldi per regalarle alle banche….Poi ci disse:vi concedo l’utilizzo dei  fondi F.A.S.,a condizione che ci sia un uomo che garantisca per noi…Un uomo che sia lontano dalle consorterie che vi hanno amministrato….. Concluse con un’ammonizione:nomineremo un funzionario governativo che chiameremo il BIANCONIGLIO…..Gli affideremo poteri in deroga alle LEGGI REGIONALI ed avrà tutti gli strumenti normativi per operare;garantirà lo sblocco di 100 milioni per il 2012 e di altri 100 per il 2013,fino a giungere ai 700 necessari per il risanamento,assicurati con una quota dalle addizionali tolte alla sanità.........
Il Bianconiglio infine giunse e per sfuggire ai supplicanti si rintanò per redigere un piano quinquennale di risanamento.......Doveva accertare prima, ed estinguere poi, un indebitamento,allora valutabile,in 700 milioni di euro....
Il postino di BASKERVILLE,temendo l’assedio,il giorno 8 Luglio del 2012,consegnò al direttore del BLOG un articolo che aveva come titolo: “MOBILITAZIONE GENERALE: SALVIAMO IL BIANCONIGLIO”….. Nell'articolo s'invitavano i sofferenti e i penitenti a cingere con un cordone protettivo l’uomo che veniva da Roma...
(Da:MOBILITAZIONE GENERALE SALVIAMO IL BIANCONIGLIO...)

-----” Appena la notizia ha fatto il giro della ferrovia,un grido si è propagandato nell’etere e sui binari: chiunque esso sia SALVIAMO IL COMMISSARIO!!! Salviamo il BIANCONIGLIO!! Macchinisti,corazzieri ai tornelli,cantonieri,ciambellani,aiutanti di campo, assistenti al soglio,guardie svizzere al varco d’ingresso aziendale,fuochisti della Società Mutuo Soccorso,operai in sala macchine,operai al segnalamento,uomini di fatica, sono pregati di convergere al segnale convenuto in Piazza Nolana, possibilmente in divisa,e cingere di un cordone protettivo il Palazzo D’Inferno a protezione del BIANCONIGLIO,assediato da: Cicisbei,postulanti e supplicanti uniti nell'avanzare richieste per ottenere favori ....Per accedere a benefici,incarichi,uffici o più semplicemente per ricevere un udienza... Difenderlo da pataccari, cacicchi, corte,Virgilio il dotto e la sua claque, l'Arturo di Camelot e i suoi prodi,Il Nellino,il Maghetto,Cosimin il guascone della Cata-lagna e dei soviet di fabbrica,la divina diva, Peppeniello o pellirosso,Giuvanniell ca chitarra,ed il PICCOLO Peppino (meglio conosciuto come il menestrello Apicella…. lo strimpellatore del Palazzo)…..L’ora è grave....Mai:nemmeno dopo la disfatta di Cascetta-Bassolindo;nemmeno dopo il disastro del deragliamento del 6 agosto;nemmeno dopo l’inchino e l’urto terribile del Concordia contro lo scoglio del debito,l’azienda fu altrettanto in pericolo….Il nemico ci ascolta,ci guarda e studia le sue contromosse…..Nun ne vo sapè che è fernuta a zezzenella:e sò passat e tiemp Bell …Nutre la speranza che si avveri la profezia gattopardesca del Tommaso di Lampedusa:Tutto cambia,affinché nulla muti….Dunque si attivi la MOBILITAZIONE GENERALE e non si escludano misure estreme come l’abolizione della parola “ TRATTATIVA “…Sincronizzate gli orologi e coordinate gli interventi che arriva il “ BIANCONIGLIO.
Chiudete tutti gli accessi e i varchi ai tornelli che L'ORA E' GRAVE!!!!""-----

E mai parole furono più profetiche…Con documenti,commenti,prese di posizione e lettere di protesta il Commissario finì sulla griglia…..Bisogna convenire che un Bianconiglio grigliato o allo spiedo,non è cosa che si vede tutti  i giorni…..
Spesso mi sono chiesto in questi mesi: se non ci riesce il Bianconiglio(immacolato dai traffici dei consorzi) a dare una scossa per farci uscire da questo pantano, non ci riesce più nessuno….
Non mi dilungherò sul coma farmaceutico in cui versava l’azienda con soli 40-50 treni che circolavano per assicurare un servizio che non possiamo definirlo sicuro; dimenticherò il trauma del  taglio alla fornitura elettrica per morosità ;non mi cimenterò con le insolvenze che bussavano alla porta;non voglio ricordare l’indice di gradimento dei dirigenti,dei politici,degli amministratori che ci hanno governato,quelli che tanto per intenderci ricavano ancora vitto, alloggio e auto blu.
Senza dimenticare i Sindacati inclini ad ogni sotterfugio,ed abituati ai miasmi ed agli intrighi di corte,e invischiati nel sottobosco di governo con promozioni,e assunzioni più o meno pilotate ....
Insomma:tutti quelli che volevano e vogliono ancora bene all'azienda si aspettavano una scossa.....
La parola scossa, mi rendo conto, fa parte di un linguaggio forse primitivo e poco raziocinante ma, esaurita per sfinimento l’epoca dei Grandi Progetti Inutili;delle grandi promesse,delle grandi puttanate e delle grandi chiacchiere, oggi il programma consta di sole quattro parole: non ne possiamo più......
E allora scusatemi Signor Commissario,ma  la sua scossa quando cazzo arriva
Per tutte queste settimane-mesi-, ho sfogliato febbrilmente  la margherita:mi chiedevo ma il bianconiglio ci ama o non ci ama;ha intenzione di salvarci oppure si è intruppato tra quelli che ci hanno fottuto....???.
Febbrilmente,mosso da una mania compulsiva:ho visitato il blog;ho sfogliato i giornali;ho divorato il minculpot  dell’informazione del Volturno;mi sono sorbito gli oroscopi,le palle di vetro e i vaneggiamenti del Vetrella,….Insomma:ero pronto a cogliere il segnale dell’ora X:per strappare una bottiglia di  Folonari d'occasione. 



                                                                                                                                                                  

                                                                                                                                                                                               

                                                                      LA SCOSSA                                                                                                                                                                                                       Lunedì ho letto: “E'" pronto il piano di salvataggio abolisco l’intrallazzo e riprenderem il cammino…Il futuro sarà radioso e il Ministro templare LUPI lavora per noi……Ho subito pensato: ecco, ci siamo.  
Martedì l’annuncio: “Fondi freschi sono in arrivo,ed  è stata un’altra iniezione di adrenalina. 
Mercoledì:si disse il Commissario ha stoppato  il VETRELLA sul contratto di servizio....(Povero ventriloquo, come farà adesso senza il suo monopoli? )Ma poi mi è venuto un dubbio:ma il Vetrella non l’aveva già rottamato?Poi,ahimè, ho scoperto che il Vetrella facendo melina a centrocampo ridusse il contratto di servizio,ed in contropiede,mentre tu PIETRO ti sorbivi l'applauso del pubblico non pagante che sfuggiva ai tornelli,ha segnato il suo golazzo e ci ha fregato.... 
Giovedì, la riunione con mani di forbice e la disposizione  sulla bigliettazione autonoma con un calcio in culo all’Antonietta di Unico Campania è stata, d’accordo,una scossa ai vecchi e sonnacchiosi riti di palazzo,con un consorzio che taglieggiava le aziende di trasporto,ma non era ancora la Scossa,perché intanto il fantomatico biglietto autonomo delle tre aziende non solo,venne bloccato in PAUSA STILL ma dopo un pò si ripresentò sotto la forma di un T.I.C....E con il ticchettio del TIC il consorzio rientrò nel gioco del monopoli dove chi vince è solo quello che fornisce le regole sui biglietti e chi ha la matta in mano è L'ACAM,il CONSORZIO,l'Asessore e tutto il CUCUZZARO.........
In un ordinario venerdì,carissimo PIETRO, hai battagliato con le organizzazioni sindacali sui contratti di solidarietà,e sui soldi che non bastavano mai….Poi hai preteso che il corrispettivo tagliato dal contratto di servizio venisse recuperato con il taglio al costo del lavoro...(Ma evidentemente ancora non bastava)
Poi,SABATO, sei scomparso dalle cronache di palazzo,e le stanze sono state subito rioccupate dal Nellino mani di forbice,da Harry Potter- mago del monopoli ,e dal ministro templare Lupi disceso dal nord per promettere mari per navigare e MONTI da scalare…
(Mi sono chiesto:sarà la Spending Rewiev,il lascito di SUPERMARIO BROS???)…..
In vista della riunione sindacale hai annunciato una “sorpresina” ,un patto per abbattere sprechi e disordine organizzativo…..Mi sono chiesto:Potrebbe essere la prima grande botta a un sistema di potere fondato sui privilegi e sulle trattative indecenti che tramando-tramando hanno scaricato la debacle di un azienda sulle spalle dei lavoratori….
Intanto,mentre schiacciavi un pisolino, nel palazzo di PORTA NOLANA si accettavano nuove iscrizioni dopo l'emanazione di un'ordine di servizio che fotografava l'organigramma della struttura di primo livello firmato dall'Amministratore Unico:il NELLINO POLESE........
E mentre tu,per ammazzare il tempo(ma è possibile ammazzare il tempo nella tua dimensione?)ti facevi un solitario,il carro del vincitore si riempiva per raccogliere tutti i neofiti volturniani e non,che sbarcavano da ogni dove alla spicciolata:chi a bordo di panfili;chi da yacht presi a leasing;chi a nuoto;chi da zattere di salvataggio recuperate in extremis.....
Il 13 GIUGNO del 2014,la Protezione civile,preoccupata dalla ressa ci comunicava:
1)Non si devono respingere i profughi;
2)Nel caso di un rifiuto,i richiedenti asilo di PORTA NOLANA,devono essere momentaneamente alloggiati in strutture provvisorie di raccolta...
3)Le strutture di raccolta furono da subito chiamati: i C.I.R(Centri identificazione e di riciclaggio).....
4)All'imbarco si identificavano i profughi,che venivano esaminati,per capire:da dove provenivano(?);da chi scappavano(?);quale calamità si era abbattuta su di loro(?);chi avevano frequentato;chi avevano servito;la frequenza degli incontri era limitata solo all'orario di lavoro(?);e se non era limitata solo all'orario di lavoro quali erano i preziosi servigi resi .?.....
5)Dopo l'identificazione,ci fù un giuramento di fedeltà:modello CANOSSA.....
6)La COMMISSIONE ESAMINATRICE ,dopo aver esaminato i richiedenti asilo ,lì piazzò:in uffici,dipartimenti,Divisioni,oppure in strutture create su misura per quei ritardatari che non intendevano rinunciare all'ultimo giro di valzer,prima dell'elezione Regionale del 2015...
7)E mentre lei,caro commissario,si gustava il suo TE',LA LUCCI ci ricordava che l’armonizzazioni delle  retribuzioni comportava per i lavoratori,una riduzione nelle buste paghe di 500 EURO pro-capite .....E mica era finita qui?NOSSIGNORI!Ci fu suggerito di prepararci ad una rigorosa austerità quaresimale,ovverosia:"ASTIPATV L'ACQUA PE QUANNO TENIT SETE..."....
8)E infatti la retribuzione di GENNAIO del 2015(tanto per non cambiare mai)ci fu accreditata con 7 giorni di ritardo....….
Mi sono detto,che sfiga amico mio,il citrullo gira che ti ri-gira colpisce,dal di dietro,con l’ombrello di ALTAN il lavoratore  un poco flesso ed a reddito fesso….…..
9)E la famosa scossa?Quella tanto declamata da poeti e sognatori:Non c'era.....
10)Intanto,per non perdere l'abitudine allo strazio:si randellavano i viaggiatori con gli aumenti sui biglietti,con il TIC e con un servizio ferroviario che a definirlo indecente è riduttivo......

E  il repulisti delle classi dirigenti che ci hanno inguaiato?Caro Commissario,(mi sono chiesto)forse lo farai di domenica?
Ma se il settimo giorno è destinato al riposo,non potrai e non vorrai mica infierire sui nostri poveri dirigenti giusto la DOMENICA?
Ci fu detto,niente paura,:la domenica è il giorno consacrato al signore......DOMENICA E' SEMPRE DOMENICA: Si sveglia la città con le campane...Al primo din-don del Gianicolo Sant'Angelo risponde DIN-DON-DAN....(strimpellava il mai dimenticato Mario Riva).
Pertanto capisco che non si può!Mai colpire i propri pari!

                                                                                                                                                                        https://www.youtube.com/watch?v=PRjp8x3M6t0

                                                                                                                                                                                           E'   SEMPRE   DOMENICA,.....QUI!


Come si capisce,eravamo impazienti , perché temevamo che anche il suo “cambiamento” poteva finire soffocato dalla stessa casta di sempre,quella della conservazione permanente. 
Ed è andata proprio così!
Dopo la coppia Bassolindo-NICK;dopo il quartetto Caldoro- Nellino(Mani di forbice)-il Vetrella(Mago del Monopoli)-la NORMA Desmond(la grande diva) e quindici anni di parole inutili;di patacche;di accordi e trattative consumati nei retrobottega di taverne....Tra le ombre di consorterie illegittime con patti siglati mentre i lavoratori erano in ferie;con una riduzione delle retribuzioni che gli stessi firmatari avevano vergogna di mostrare,visto che non era stata dibattuta e ne sottoposta a referendum tra i lavoratori....
In poche parole:si sono divise le spoglie di un cadavere che esalava il respiro affannoso del morituro,e nonostante ciò ci siamo ritrovati sempre al punto di partenza....Vivere in un eterno presente con un FUTURO che non arriva mai.... 
Caro COMMISSARIO,l'ENTE Autonomo del Volturno è una trappola,ormai lo sappiamo fin troppo bene,risucchia ferocemente ogni cosa nel suo degrado quotidiano:aspirazioni,giudizi,piani di rientro,piani industriali,fondi per la manutenzione,proponimenti.....E le nostre cifre,continuano ad essere da medioevo: 40 milioni di euro per mancati introiti sulla bigliettazione del trasporto pubblico locale;19 milioni di viaggiatori in meno;46 treni che circolavano nei primi giorni del 2015;e con i debiti a gogò....
Ma del resto chi governa e parla del trasporto bada ad altro e non lascia alcuna traccia sensibile,quasi a confermare che in fondo in fondo è meglio svendere,che così un risultato a casa lo portano sempre....
Quindi,se non ci si lascia troppo irretire dai questuanti che bussano alla sua porta,e se si mantiene la schiena dritta e le orecchie sgombre,l'aura di mediocrità che avvolge il volturno rimane inalterata,pesante e per niente digeribile....Converrà che per il T.P.L  della nostra regione,questo è un male.....Peggio:UN EUTANASIA!
Peccato,allora,per tanta sua fatica ....In fondo qualche passettino in avanti l'aveva fatto,ma del resto il volturno tende sempre a rimettere dritto il timone verso rotte più sicure(Ah,Ah,Ah,Ah...!) e poco rischiose(Scoglio del debito permettendo)......
Confessa sù che per lei dev'essere stato anche una questione di rassegnazione ;magari un tentativo di asserragliarsi davanti a cose gradevoli(mentre si leggono numeri e grafici in caduta libera),se non riesce a concretizzare una risposta convincente che non sia solo il suo famoso piano di rientro dal debito....
Avrà capito,spero, che il segmento dei trasporti è un universo dove imperversano gli spacconi.......
Dopo tre anni,mi auguro,che si sarà reso conto bazzicando testimonianze e supertecnici con lo scappellamento a destra che tutto concorre a tracciare l'identikit del fanfarone....Questa dicitura,si adatta a una disparata varietà di individui,accomunati dall'unanime disprezzo per la regola fondante della competenza e del pensiero e cioè che per scrivere o parlare è necessario avere qualcosa da dire....In pratica,caro PIETRO,il cialtrone è un assiduo frequentatore della casa cinematografica della paramount distribuescion.....

La mia letterina termina qui.......Resto dell'opinione che non possiamo alimentare ingiustificate speranze e ne tanto-meno generare fastidiosi equivoci.....
Che peccato,caro PIETRO se considero i suoi proclami,il suo rispettabile curriculum,la sua COERENZA  nel colpire in maniera inflessibile sprechi e disavanzi: aver sciupato l'occasione della sua vita.....Si è limitato a percuotere,con il taglio del costo del lavoro,quel dipendente che lavora nelle condizioni vergognose che tutti conoscono.....E il suo imperturbabile STILE,dove l'ha smarrito????Chissà se con tutti gli ampi poteri in deroga alle leggi regionali ci potrà finalmente dire se questa azienda e capace di ritornare a vivere......
Ma soprattutto forzando la sua proverbiale ritrosia al dover riparlare di queste presenze imbarazzanti e tutt'ora incomprensibili ai miei occhi,visto il loro continuo fallimento,se ritiene giusto che a pagare siano sempre gli stessi ......Ma soprattutto:ci dica,perché gli stessi personaggi che ci hanno rovinato sono ancora in sella....????
Perché,caro PIETRO continua a tollerare questa insopportabile vergogna?????


                                                                                                                                                                                                        CLOPPETE- CLOPPETE -CLOPPETE

Dopo un lungo sonno,mi sono svegliato e credevo nel dormiveglia di trovarmi in CIRCUMVESUVIANA:invece era L'E.A.V!
Tutti sullo staffone  e lanciati alla carica con un cancelletto che non si chiudeva bene...Mi sono guardato intorno,gli sguardi erano allucinati e tutti fissavano l'orizzonte....Nessuno che mostrasse di accorgersi delle diversità delle divise e dei gradi...Nelle carrozze tanti erano gli ufficiali ma pochi " i soldati semplici "....
L'importanza del momento veniva data alla scenografia,al movimento,alla bandiera moscia e al logo che non c'era....
Qualcuno se n'era accorto che il logo non c'era,qualcuno s'era fermato,qualcuno spaesato era indeciso se scendere oppure continuare a sognare....
Molti facevano CLOPPETE CLOPPETE CLOPPETE con la bocca per imitare il cavallo;molti si accontentavano di essere pagati ad ore o pagati sul diritto di chiamata(sarà la reperibilità sul guasto?);altri erano pronti ad essere retribuiti a progetto se c'era un progetto....Altri erano indecisi se potevano essere pagati con un contratto a tutele de-crescenti mentre c'era chi preferiva la più sicura UNA TANTUM......
Adesso,molti sono sicuri che ci sarà un CONTRATTO VERO,forse addirittura si potrà essere essere venduto alla pari....Oppure no,dipende sempre da chi gareggia con i bandi;ma dipende molto anche da chi compra ma soprattutto da chi svende......
PERCHÉ'(ci ammonisce il saggio) IL FUTURO NON CAPITA,......SCEGLIE!!!!!!!!


                                                                                                                                                                        
                  
     IL POSTINO SUONA SEMPRE DUE VOLTE                                                                                                                                                                             
                                                                                                                                                                                     

21 febbraio 2015

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO PER GLI OPERATORI DEGLI IMPIANTI FISSI: STAZIONI, FERMATE E PASSAGGI A LIVELLO

Si da avviso che per ottenere il rilascio del permesso di transito valevole per l'anno in corso (2015), è necessario consegnare all'ufficio gestione turni (PGIR:Presenziamento e gestione turni rete), il permesso di transito 2014 ormai scaduto. 

Il rilascio del nuovo permesso non sarà contestuale alla consegna di quello vecchio ma avverrà in un secondo momento. 

Saremo noi dell'ufficio a dare avviso per il ritiro. 

CHI NON HA IL PERMESSO DI TRANSITO 2014 DA CONSEGNARE, DOVRA' DICHIARARNE LE MOTIVAZIONI PER ISCRITTO:

ESEMPIO: MAI AVUTO, SMARRITO, MAI RITIRATO, ECC.....

19 febbraio 2015

MANIFESTAZIONE DI UTENTI E DIPENDENTI AZIENDE DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

Sabato 21 febbraio 2015, alle ore 17:00, nei pressi della fermata TOLEDO della Linea 1 della Metropolitana di Napoli, ci sarà una manifestazione di utenti e dipendenti delle aziende del Trasporto Pubblico Locale. 
BASTA AUMENTI, BASTA TAGLI, BASTA PAROLE VUOTE.
RIPRENDIAMOCI I DIRITTI !!
PARTECIPIAMO TUTTI ALLA MANIFESTAZIONE