BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

E' DECEDUTO IL MACCHINISTA IN PENSIONE PASQUALE COPPOLA...

20 aprile 2016

CONTINUANO LE INFORMATIVE DI MICHELE CANNAVACCIUOLO.....

Nel primo pomeriggio di martedi 19, grazie ad un gruppo di pensionati al loro senso civico, alla loro strenua volontà, ad un encomiabile spirito di sacrificio ed una grande dose di pazienza, si è compiuto un piccolissimo passo verso il giusto riconoscimento del proprio diritto ad un futuro sereno ed un a serena vecchiaia.
Il giorno 27 Aprile alle ore 17.00 presso la Prefettura di Napoli è stato formalizzato un tavolo di lavoro tra Prefettura, Regione Campania ,Curatela fallimentare ed EAV srl
oggetto del tavolo:
TFR dipendenti ex eavbus.
Un grazie di cuore ai pensionati che per giorni hanno peregrinato tra televisioni prefettura regione ed azienda, sempre con estremo senso di responsabilità ed estremo senso civico, mai una voce fuori posto mai un alterato discorrere ma solo ed unicamente un chiedere con forza ma serenamente le proprie ragioni, è stato commovente il momento del riconoscimento delle nostre ragioni, è stato esaltante il saluto delle forze dell'ordine nell'accomiatarci dalla sede dell'Eav da noi occupata ieri mattina.
Un grazie a loro, al Prefetto di Napoli, al Presidente della regione Campania, un grazie al Presidente del consiglio di amministrazione dell'Eavsrl, attento e disponibile alla problematica, non ha esitato a metterci la faccia. Grazie ai Giudici della Curatela disponibili alla discussione.
Ovviamente non finisce qua, il grosso deve venire, saremo ovviamente a presidiare il piazzale della Prefettura a Piazza Plebiscito il 27/4.Sinceramente fiduciosi che le aperture dimostrate dalle parti in causa possano concretizzarsi finalmente in una liberatoria accoglienza del nostro avere.
Consentitemi un personale pensiero a chi umilmente si è svestito del proprio essere per schierarsi un passo a fianco dei pensionati rinunciando ad una facile vetrina anche elettorale, lavorando nell'ombra. Continuiamo così la ragione espressa in maniera civile non sempre viene sopraffatta dalla forza .GRAZIE GRAZIE GRAZIE

Michele Cannavacciuolo

1 commento:

EMILIO VITTOZZI ha detto...

* Incredibile...
Dopo una vita lavorativa, scendere in piazza per ri-chiedere quanto ti spetta, nulla di più!
Lavori, mattina, sera e notte, giorni feriali e giorni festivi e poi... Quanto hai accumulato, poof, non c'è più...
Ma scherziamo? Ma facciamo sul serio?
Io voglio quanto mi spetta, non un'elemosina!
E non ho padrini: nè Renzi, nè Berlusconi...
I miei "padrini": i Colleghi di lavoro, nelle mie stesse condizioni!

Questo mi viene in mente dopo aver letto le riflessioni di Michele Cannavacciuolo, a cui invio un grosso, sincero, sentito "Forza!"...
Estendibile, ovviamente, a tutti i Colleghi dell'EAV bus.

EMILIO VITTOZZI