BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

E' DECEDUTO IL MACCHINISTA IN PENSIONE PASQUALE COPPOLA...

19 gennaio 2016

IL GRAN FINALE



                                                                                                                    

                                                                                                                     

                                                                                                                               https://www.youtube.com/watch?v=WuZPWxMWmdk

                                                                                        "La verità,è come la poesia.E alla maggior parte della gente sta sulle palle la poesia..."(da La grande scommessa)


                                                                                                                              .....ANATOMIA DI UN DISASTRO N° 10....

                                                                                           ....DISQUISIZIONI DELLA PENNA NERA SUL CONVITATO DI PIETRA...
                                             ..."Presenza incombente ma invisibile, muta, e perciò inquietante e imprevedibile, che tutti conoscono ma che nessuno nomina..."
                                                                                                                          

                                                                                                                               https://www.youtube.com/watch?v=WuZPWxMWmdk

                                                                                        "La verità,è come la poesia.E alla maggior parte della gente sta sulle palle la poesia..."(da La grande scommessa)


                                                                                                                              .....ANATOMIA DI UN DISASTRO N° 10....

                                                                                           ....DISQUISIZIONI DELLA PENNA NERA SUL CONVITATO DI PIETRA...
                                             ..."Presenza incombente ma invisibile, muta, e perciò inquietante e imprevedibile, che tutti conoscono ma che nessuno nomina..."

Egregio Signor Vitozzi,leggendo le sue osservazioni sul blog mi sono accorto che nel testo manca qualcosa...Nell'analisi non c'è nessuna critica sui limiti del Blog,non c'è nessun approfondimento sui motivi che hanno indotto i precedenti "giornalini"a chiudere bottega;e nessuna osservazione sul tipo d'informazione di questi " bollettini"definiti in maniera audace autonomi(?)"...Erano veramente liberi:"Collegare"-"Circumvesuviana informazioni"-"Andata & Ritorno"-"Circumvesuvianando"???Ma,siamo sicuri che potevano informare o scrivere su "TUTTO"???Ma esiste il DOVERE d'informare sul "TUTTO"???Può un giornale "indipendente" informare,se viene sottoposto ad un controllo "muto"(?) ma incombente,e sempre presente in azienda????E' una libertà vigilata,la nostra?Ed ha un limite questa libertà?
Eppure scrivere e siglare commenti sono gesti elementari in ogni democrazia....E noi,possiamo definirci liberi,se non ci viene concesso il diritto di esprimere opinioni sul Blog??? Su questi interrogativi,invece,si tace!!!
Poi,convengo con lei,che manca la spinta propulsiva di un tempo;così come condivido che www.vesuvianando.blogspot.it,è l'unico strumento d'informazione che resta;infine approvo il gloria in excelsis da lei intonato sui fasti del passato,quando ancora esisteva il diritto di parola,ed i commenti non erano stati sottoposti al "BAVAGLIO"...
Quindi,al postino,i conti non tornano ed il testo,a volerlo rigirare tra le mani, risulta incompleto......Quel dire e non dire....Quell'invito a scrivere che sa di forzatura,in un Blog dove aleggia una presenza incombente ma invisibile,muta,e perciò inquietante e imprevedibile,che tutti conoscono ma che nessuno nomina.......
Riscontro delle lacune,ed una clamorosa assenza,direi una terribile omissione su un argomento importante che ha segnato profondamente il declinante cammino del Blog...
Lei mi chiederà,perché DECLINANTE?Il Blog volge al termine?Si avvia al tramonto?
Non lo so!
A parer mio,avrebbe bisogno di una piccola riforma;un cambio filtro,una verifica sul tagliando della manutenzione sulle cose da dire e su quello che non si può dire.... 
Occorre una inderogabile modifica alle regole che sono vecchie,e stantie.La partecipazione è scarsa;ed i commenti sono stati resi innocui;di fatto li possiamo definire: "imbavagliati".  Se non s'interviene con la medicina giusta,il virus dell'indifferenza non viene debellato...

Fatta questa doverosa digressione,veniamo a noi....

Lei dice che,"vari collaboratori"sono andati via(per vari motivi)........Seguono i puntini....Mi dica,giovane amico:può dirmi i motivi?Se parlo di censura,lei cosa mi risponde?
E' possibile che non abbia mai sentito parlare di censura???E' possibile,che in tutti questi anni,non si è mai imbattuto nel bavaglio al BLOG?Nè che si sia mai chiesto perchè tanti collaboratori hanno preferito eclissarsi? Perchè,secondo lei: sono andati via?Dovevano,forse,denunciare il clima intimidatorio(irrespirabile),prima che diventasse il nuovo bavaglio dell'informazione:targata Volturno ???
Minacce,ritorsioni,bufale sparate verso il personale ad alzo zero...Dichiarazioni alla stampa sul personale che non collaborava...Si scatenò persino la caccia all'untore con la panzana degli scioperi in bianco;intanto si trasferivano i dipendenti degli uffici ad altro incarico(SIC!),provando a ricollocarli alla rinfusa laddove servivano e buttando tra i rottami dell'E.A.V.,la vecchia trascorsa esperienza a sbrigar scartoffie ed a catalogar i faldoni...Qualcuno di questi(che io ho conosciuto)era un valente e operoso impiegato specializzato nel S.A.P.,eppure divenne un rottame e fu spedito come un pacco postale in un impianto territoriale dell'infrastruttura(nella Cavalleria appiedata della Manutenzione)
E tutto questo,ad uso e consumo dei nuovi padroni del volturno,che sostituivano i predetti dipendenti con dei baldi giovanotti della motorizzata cavalleria al seguito....
Brontolii e cicalecci sul blog,tranne qualche penna al cianuro che mal si tollerava.......Si chiusero persino i commenti,e senza i commenti qualsiasi Blog diventa asfittico e muore nell'apatia e nell'indifferenza generale.......
Ebbene,abbiamo vissuto la censura in tanti modi,ma l'ultimo,è il più pulito:evita rogne,contenziosi e spiegazioni,ignora le domande ed evita le risposte......E' un metodo classico: "Oscurare-nascondere-impedire-evitare.."...
Capisco che dare ascolto ai disobbedienti e alle voci fuori dal coro,dice male e porta con se solo rogne,ma sottrarsi non è un indice di buona salute ne per l'informazione e ne per un blog che dichiara di rendere pubblici sia i fatti che i misfatti del trasporto pubblico locale...Egregio signor Emilio, se guarda bene,vedrà che con i fatti e con i misfatti la misura è stata ampiamente superata e tale misura ha riempito un ambiente già saturo:di tracotanza,e di impunità.....
Non voglio dire che la disobbedienza sia una virtù,però più spesso di quando si creda,disobbedire è un indice di buona salute democratica....
Al contrario,l'unanimità,come ci insegna la storia,esprime:conformismo e apatia,fino a soggezione e costrizione....
E' quello che forse si vuole?
Certamente il conformismo e l'apatia sono due condizioni essenziali per chi amministra il potere....
Un potere abituato ad amministrare la cosa pubblica attraverso l'abuso;con un elastica interpretazione della norma;e mediante il consenso dei sudditi più fedeli...
In sette anni di collaborazione al blog,spesso per non dire sempre,mi sono imbattuto in questo clima appiccicoso-vischioso-melmoso e nella censura...Molte volte,la richiesta partiva da alcuni commentatori che non amavano "gli scritti corsari"(SIC!);altre volte il bavaglio veniva imposto dai vertici aziendali.....
Negli ultimi tempi invece,si è imposto l'oscuramento.....
Ho chiesto più volte al Direttore,mi spieghi qual'è la ragione che si censurano i miei articoli....Osservavo,chiedevo spiegazioni,ero disposto persino ad un aiutino nel correggere i pezzi incriminati(cosa che ho praticamente fatto da solo)ma non c'era risposta...
Con questo metodo:si sono oscurati i miei ultimi articoli....Anche prima,non è che le cose andassero bene:articoli bocciati,poi modificati e taluni oscurati e poi inaspettatamente recuperati a furor di popolo???(SIC!).....Così è iniziata la saga sugli ultimi 10 episodi dell'ANATOMIA DI UN DISASTRO;prese avvio dall'inchiesta della magistratura sullo sciupio di 8 milioni di euro(circa),tutti ne parlavano tranne noi...
Eppure il direttore conosceva la mia disponibilità a fornire all'interlocutore che si sentiva offeso,le mie autentiche generalità......Ed allora?Non dovevo più disturbare il manovratore?E chi erano i manovratori?
Forse,i politici ed i dirigenti assoldati al nobile scopo di:"distruggere l'azienda senza mai pagare dazio.."..
Oppure i loro soci:i graziosi sindacalisti che hanno fatto il bello e il cattivo tempo???(C'è qualcuno tra di loro che ha intruppato in azienda tutto quello che si poteva intruppare...).
Egregio Signor Vitozzi,il compito dell'Amministratore e dei dirigenti è quello di governare l'azienda,non decidere se i palinsesti dei programmi(pardon gli articoli)siano giusti o sbagliati.....
Egregio caporedattore:ha mai provato a scandalizzarsi su questa piccolissima verità?NO?Ed è un male,perchè di editti bulgari ne è pieno il paese,ma anche Vesuvianando non scherza.........
....Ricordo,che la muta dei cani(i cortigiani)venne già sciolta dai cacciatori nel vecchio blog(Circumvesuvianando).... Un fuoco di fila,su quello che si poteva scrivere oppure meno; di ciò che poteva essere pubblicato e di quello che non doveva essere pubblicato.....Con pochi ed esili argomenti,cazzeggiavano sul gusto dei lettori.....
"Sarà interessante o forse meno?.."Sarà stata la forma,il contenuto,gli argomenti che si trattava,sta di fatto che per lo più erano indigesti....
Sembravano bambini in un negozio di giocattoli che affermavano:" E' tutta roba nostra "...E cominciavano a giocare:sulle feste,sui locali,sui menù e sui ricchi premi e cotillons...
Mentre l'azienda già si squagliava....


Quindi,che ci siano stati attacchi al sottoscritto è cosa risaputa,ma voglio chiarire subito una cosa:non sono un martire e dal punto di vista informativo non ho la stoffa del vecchio frate guglielmo,che fu il primo espulso dal BLOG....
Volevo solo fare informazione,ed è quella che a fasi alterne mi è stata negata...Come ho già detto,un tempo ci furono le liste di proscrizione ed aggiungere un altro nome a quella vecchia lista sarebbe mortificante soprattutto per chi ritiene d'essere la voce dei fatti e dei misfatti delle tre aziende del Volturno.....Intanto la sostanza dei fatti resta inalterata : non si pubblicano gli articoli e ne si danno spiegazioni....
La sensazione è quella che sia sgradito,tutto quello che non corrisponde alla narrazione degli epici sforzi del Volturno,e di chi,entrato anni fa nella stanza dei bottoni,intende ancora raccontare una favola che non esiste più....
Ed è strano non accorgersi che c'è una lottizzazione che promuove,di volta in volta,questo o quel dirigente....E nonostante l'alternarsi al potere di maggioranze politiche diverse:la sostanza dei fatti resta inalterata...Per il momento:non c'è un futuro,siamo stati salvati da un decreto emanato dal governo che ha protratto per il 2016 la moratoria sui debiti scongiurando un possibile default;l'azienda sopravvive attraverso un'iniezione di farmaci e viene sorvegliata(nel suo coma indotto)da dotti medici,e sapienti accorsi al suo capezzale...(SIC!)
Ho iniziato a scrivere con l'incidente ferroviario di Castellammare Terme(poteva essere una tragedia),e concludo la mia attività lavorativa con l'ultimo incidente ferroviario di Dazio di cui non c'è traccia nel blog...



Eppure a leggere le cronache e le denunce del personale sembra che ci siano delle carenze strutturali sugli impianti e delle deficienze sul sistema della SICUREZZA...Un treno della Cumana si è inclinato in marcia e colpisce quello fermo in stazione(bilancio 8 feriti e linea bloccata)e nessuno in azienda e ne sul blog ne parla.......Strano:NO???Forse,siete degli inguaribili ottimisti...Dei progressisti che anelano la libertà di stampa e sbandierano la redenzione del mondo con il trionfo della giustizia e della morale ma tacciono sia sui fatti che sui misfatti....
Un ultima osservazione,alla penna nera non interessa il succedersi delle stagioni politiche:io mi sono sentito libero di trattare allo stesso modo sia il Gregorium che il Nellino...Ed è questo l'unico dovere di chi lavora,di chi conosce,osserva ma non evita di fare le pulci al potere facendo(per quello che è possibile)informazione e non annacquando i fatti o tacendo sui misfatti...
Cordiali saluti....
LA PENNA NERA....

       


La Penna Nera.....

                                                                                 ......Il Teorema del Postino sul frontespizio del BLOG......

Nel frontespizio del Blog a carattere cubitale viene scritto:

IL BLOG, OSPITA MA NON CONDIVIDE A PRESCINDERE IL CONTENUTO DEI TESTI, DEI VIDEO O DELLE FOTO PUBBLICATI. OGNUNO SI PRENDE LA RESPONSABILITÀ' PER CIO' CHE SCRIVE. SE RICHIESTI PER GIUSTA CAUSA, I DATI DEGLI "OPINIONISTI" NON PALESI MA CONOSCIUTI, VERRANNO FORNITI. QUALORA I TESTI, LE FOTO, I VIDEO E QUANT'ALTRO PUBBLICATO SU QUESTE PAGINE DOVESSE RISULTARE IN CONTRASTO CON L'ART. 21 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA, VERRÀ' RIMOSSO AD HORAS....

Quindi,secondo l'estensore del frontespizio,ognuno si prende la responsabilità per ciò che scrive,e se richiesti per giusta causa,i dati degli opinionisti non palesi ma conosciuti, verranno immediatamente forniti...E qualora i testi,dovessero risultare in contrasto con l'articolo 21 della Cost. Italiana verranno rimossi ad horas....
Egregio Direttore,ma se alcuni dei miei testi non sono stati mai pubblicati: perchè non prova a spiegarne i motivi?????
Cosa c'era che non suonava,che non andava giù:sui miei ultimi tre articoli???Sulle ultime novità della saga dell'anatomia di un disastro???Cos'era indigeribile???
Egregio Giovanni,bisogna farsi un pò di forza.Se lei è per principio contro i reati d'opinione,e se lei pensa che la libertà d'espressione sia un valore non negoziabile, inghiottisca la delusione di essersi contraddetto e s'intruppi tra i tanti che l'aborriscono questo principio...Se lei ritiene che gli articoli del postino,accusato di esprimere opinioni estreme,indigeribili,ma pur sempre opinioni,non siano pubblicabili in quanto lesive del prestigio(?)altrui:lo dica e lo scriva!!!
Il sottoscritto crede che la mancata pubblicazione sia un'oscenità che compromette il diritto di ciascuno di esprimere liberamente tutte le sciocchezze che vuole....
Mi spieghi:con quali armi ci possiamo difendere,se non con il diritto di parola che affermi solo la verità dei FATTI!...
I principi valgono,forse,solo per gli amici???E i fatti denunciati,non hanno nessunissima importanza per quei nemici(tra virgolette)che difendendosi dall'arbitrio li dichiarino....????
E così nei giorni dispari,si dice che la libertà d'espressione non si tocca,in quelli pari niente,la libertà d'opinione si oscura.....
Ovviamente non solo qui,e non solo in Italia....
Per un giorno siamo stati tutti Charlie Hebdo. Il giorno dopo ci siamo dimenticati i vignettisti massacrati e anzi tutti a dire che se l'erano cercata....
Per non farla lunga:il diritto di diffondere opinioni prescinde dall'obbligo di condividerle....Anzi,egregio Direttore,in una democrazia il conflitto tra opinioni non condivise dovrebbe essere un ingrediente molto apprezzato....E invece,se chi è ritenuto dai più(a torto o a ragione),fastidioso per gli altri,alla fine può garbare poco anche al Direttore,e pertanto non gli garberà diventare un paladino della libertà d'espressione......E farai come tutti quelli che si lavano le mani e lasciano perdere...E' meglio evitare....Ed allora si farà finta di non vedere,e quindi:disattendendo alla posta in arrivo,non si sarà controllata "la buca"o tutt'al più dimentico di rispondere "all'opinionista"(SIC!)che ha firmato l'articolo,dello stesso non resterà traccia.... Risulterà smarrito nel buio dello spazio e dell'etere......Il giochino è facile,e pertanto:non si risponde,non si dà spiegazioni,lo si ignora e non lo si pubblica sul blog....
Di cosa discutevamo?Ma si,discutevamo della libertà d'espressione.....
Dipende solo dalle convenienze....Indovinate di chi????

Immagine incorporata 1


IL POSTINO DI BASKERVILLE.....

                                                                                      .....Tempus Tacendi:Ringraziamenti e Conclusioni....


Ho provato e riprovato per sette anni,e giorno dopo giorno,a raccontarvi il collasso del nostro mondo:sconvolto da maghi,ciarlatani,e imbonitori,e devastato da "ignoti"........

Essere onesto con i lettori è una qualità fondamentale per  ogni "scrittore";e per attirare l'attenzione di chi legge,non è necessario essere un blogger(non lo sono mai stato)basta,rivelare i fatti,ed esprimere un opinione sincera-chiara-netta-schietta............In sette anni ne ho scritto di cose:ho indagato ed ho domandato;poi ho verificato le fonti;poi ho cercato di capire;mi sono messo a leggere giornali ed ho consultato i documenti;ho studiato persino le normative;ed ho verificato l'inedia,l'apatia e l'assenza dei dirigenti...

(Agli allarmi che provenivano dal front-line:non c'erano risposte! ...) 

E così ho potuto descrivere il tracollo di una grande azienda di trasporto;un azienda suicidata dalla propria classe dirigente;un omicidio perfetto dove si conoscono le vittime,ma non c'è nessun colpevole.....Non c'è colpa(senza prove la magistratura non può certificare il reato),ma c'è l'inganno e c'è la "circonvenzione di persone incapaci"...Si abusava dei bisogni,delle necessità e delle passioni o dell'inesperienza o dell'ignoranza di persone che non erano in grado di difendersi da sole...... 

Non è stata quindi una mia invenzione il collasso di una ferrovia;travolta dagli incidenti ferroviari,dal degrado sulla sicurezza,e seppellita da un mare di debiti....

(Concludo)Che abbia inteso scrivere e raccontare della mia vecchia azienda e dell'azienda di oggi,è cosa ovvia..Non mi esimio dal dichiararlo,perchè sono soprattutto,e soprattutto mi sento,un uomo della ex Circumvesuviana;resto un ferroviere,un militante severo ed uno scribacchino scomodo per tutti....
Come dirvi arrivederci(?)....E' dura!Ma una cosa la so:"scrivere su questo Blog è stata l'esperienza più gratificante della mia carriera lavorativa"
(Non ho mai partecipato a nessun Concorso interno...Chi potevano essere gli esaminatori:quelli sottoposti a pesatura???Riflettere prego!)....
E mi resta la soddisfazione di aver vergato pagine su pagine;mi resta il privilegio di aver fatto parte di una sparuta pattuglia che ha provato a raccontare le vicissitudini e le traversie dell'E.A.V,,ed è per questo che resterà per sempre parte di me.......Ovviamente,ovunque vada,preferisco il vecchio logo:"CIRCUMVESUVIANANDO"!!!!!

P.S:Per il futuro cosa augurarvi......Avere un azienda sgravata dai debiti è il primo augurio da farvi...Un azienda che assicuri ai dipendenti:lavoro,sicurezza,diritti e retribuzioni certe...Che tuteli la sicurezza,affidando alle famiglie di tutti i ferrovieri che vivono del lavoro dei propri cari:la tranquillità,e la serenità di avere un futuro certo....Che garantisca ai viaggiatori un TRASPORTO PUBBLICO:SICURO,EFFICIENTE,PUNTUALE e COMODO...(degno di ogni comfort)...
AUGURI DI BUON ANNO....E BUONA VITA PER TUTTI....

                                                                                        ......"IL RUGGITO DEL BIANCONIGLIO".....
                                                               ....(Lo stato dell'arte)...Parla il Commissario ad Acta Pietro Voci.....

"Troppe cause seriali date ad avvocati che non erano del nostro ufficio.Ho stretto un accordo con loro,così come faccio con tutti i creditori..."Pietro Voci-Commissario Ad Acta....


COLLEZIONISTI di incarichi legali. Tre avvocati esterni all'E.A.V. incassano parcelle fino a 1,6 milioni di euro mentre l'azienda di trasporti della Regione annuncia 260 licenziamenti. Dopo aver già tagliato corse e tratte per far fronte alla crisi finanziaria scoppiata nel 2011 con 850 milioni di euro di debiti accumulati. La contraddizione scoppia subito sul tavolo nel neo presidente Umberto De Gregorio: «Verificheremo se ci sono stati sprechi e irregolarità». Il 30 giugno sono state pagate le ultime tranche a due legali: Enrico Soprano e Marcello D'Aponte. Per un totale di 2,6 milioni di euro: 1,6 milioni a Soprano, consulente storico dell'ex governatore Bassolino; 1 milione a D'Aponte, che è stato assessore nella giunta comunale di Iervolino. Si tratta di somme che corrispondono a un insieme di incarichi legali accumulati dai due professionisti per circa un decennio: fino al 2012, anno del commissariamento di Eav. Quindi, durante la gestione targata centrosinistra. Pensare che D'Aponte ha totalizzato circa 600 difese che, a fronte di 1 milione intascato, danno un valore di circa 2 mila euro a giudizio. Un costo da "minimo tariffario" per un avvocato. Sugli stessi "minimi" è posizionato Soprano. 

Ma perché tanti incarichi in capo a singoli professionisti? 


Lo spiega Pietro Voci, il commissario dei trasporti in Regione nominato dal governo che ha curato le trattative con gli avvocati: 


«C'era la prassi della cause seriali, si davano tantissime attività all'esterno. Ho stretto un accordo con i legali, così come sto facendo con tutti i creditori. Ho cercato di strappare somme più basse di quelle pagate, ma alla fine dovevamo chiudere altrimenti gli avvocati in attesa anche da 4-5 anni ci avrebbero fatto causa e magari sarebbe andata peggio per Eav». Sulle fatture presentate dai legali è stato applicato uno sconto del 7 per cento, solo su alcune cause fino al 20 per cento. Oggetto dei contenziosi? Molti espropri per i terreni su cui le aziende fuse in Eav, MetroCampania Nordest e Circumvesuviana, hanno realizzato nuove tratte e stazioni. Poi le cause di lavoro: «licenziamenti, demansionamenti, indennità ». Ma soprattutto le richieste di risarcimento avanzate dalle imprese che si sono aggiudicate i lavori di Eav per le nuove linee di trasporto: opere poi sospese per cui le aziende non pagate si sono rivolte al tribunale. Ancora: progetti che sono stati cambiati in corso d'opera costringendo le imprese a fare causa. «Soprano – rivela Voci – è in attesa di altri pagamenti che ho sospeso. Ha curato un lodo arbitrale di 26 milioni di euro». E Soprano, come D'Aponte, ha continuato a ricevere incarichi legali anche dopo il 2012, nonostante i giudizi affidati all'esterno siano state tagliati dell'80 per cento. E l'Eav si è rivolta a Soprano anche per un parere sulla "legittimità dell'assunzione del direttore generale Valeria Casizzone". Un parere favorevole per il quale l'avvocato esclude il sospetto di un «conflitto di interessi»: «Le cause recenti – replica Soprano - sono state attribuite dall'amministratore Nello Polese, solo una parte degli incarichi li ha decisi Casizzone ». Per ora sono congelate anche le fatture di un altro avvocato, giuslavorista, Severino Nappi: l'ex assessore della giunta Caldoro che ha chiarito di «non aver preteso pagamenti durante il suo mandato in Regione». Anche per lui incarichi attribuiti nel decennio bassoliniano, circa 800 mila euro di crediti. Parcelle che stridono con gli esuberi dei 260 Eavbus, azienda fallita. «Ma si troverà una soluzione per quei lavoratori – conclude Voci – Che dire: alcune imprese private sono anche fallite perché non pagate da Eav. Altre vantano ancora milioni con Eav. Ma io non posso distinguere tra creditori: tra un avvocato e un'impresa».


(di ALESSIO GEMMA )


                                                                                                                          ...."L'ENCICLICA DI GREGORIUM".....


                               ...Il Programma di Gregorium...(E speriamo che me la cavo...)



Il progetto da realizzare entro la fine del 2017 è il seguente: 

a) chiudere le transazioni per il passato (debiti al 31 dicembre 2012 / "piano Voci") chiedendo a Regione e governo nazionale il rispetto degli impegni assunti;

b) portare il reparto gomma fuori dall'Eav entro la fine del 2015 (passaggio ad Air); 

c) ottenere dalla Regione tempi certi per il pagamento dei corrispettivi da contratto di servizio;

d) avere nuovi 50 treni entro fine 2016 per ritornare ad un livello di prestazione quale era quello del 2010 (80 milioni di euro di fondi comunitari);

e) modellare un'azienda sana ed efficiente a fine 2017, in grado di poter anche partecipare in modo competitivo a gare sul mercato;

f) varare in autunno un nuovo organigramma aziendale e la revisione dello statuto sociale;

g) incentivare la lotta all'evasione;

La sfida dell'E.A.V è da far tremare i polsi.Ma con il contributo di tutti(dipendenti e cittadini),ed il sostegno deciso da parte del socio REGIONE,è una sfida sostenibile....  


                                                                                                        ....LA SCELTA DEL NOME....                                                                                                                                    

GUGLIELMO,VOLENDO CELARE LA SUA IDENTITÀ,ERA ALLA RICERCA DI UNO PSEUDONIMO,E SOLO PER UN FOTTUTISSIMO CASO INCIAMPÒ(È PROPRIO IL CASO DI DIRLO)IN UNA RECENSIONE SU SPINOZA INSERITA NELLE PAGINE CULTURALI DI REPUBBLICA.....CONVINTO ASSERTORE DELL'ANONIMATO DECLAMO' LA SUA REGOLA....

              

Nel grande show è necessaria una pausa anche se minima....Si spengono i riflettori,si abbassa il rumore di fondo,e si gode di un sano anonimato con il privilegio di poter assistere alla propria assenza.....D'accordo, sarà pure "una gioia breve "ma è intensa.....Chi cazzo sono io?Nessuno!Lo era pure Ulisse! Bene,sto in buona compagnia!

Amico mio(mi disse)scomparire è un arte.E' un gesto questo,profondamente volontario,ed è una prova di affermazione personale....Vedi,contrariamente a ciò che comunemente si pensa quando si parla di discrezione come un ripiego nell'anonimato,scomparire non è una sottrazione alla responsabilità,anzi, è una forma di leggerezza esistenziale:smetti solo di preoccuparti di te stesso....

Così guardi,ma non sei visto;diventi invisibile senza nasconderti...Essere discreti oggi,significa prediligere l'identità al posto della visibilità...

E scrivere ti costringe a scomparire;un terreno,questo,prediletto per esercitare la discrezione:non sei importante più tu,ma quello che scrivi "tu" .......

D'accordo,noi viviamo in una società dove quasi tutti sembrano cercare la fama,la notorietà,e la visibilità....Ma Io NO!!!Me ne frego....

(Successivamente,mi confidò):"Appresi che Spinoza,si era dato a fabbricare lenti,condividendo con il monaco Guglielmo da Baskerville la propensione a fare degli occhiali il simbolo del rifiuto di ogni dogmatismo .....Dal punto di vista simbolico Guglielmo di Baskerville(personaggio principale del racconto di Umberto Eco)rappresenta la ricerca della conoscenza e della razionalità,contro ogni dogmatismo ed ogni "rogo censorio.."....Al termine del romanzo(Il Nome della Rosa)Guglielmo regala al giovane monaco i suoi occhiali....


Che ve ne pare????Mica sarà il caso di regalarli questi benedetti occhiali?Delle due l'una:fanno finta,oppure sono veramente ciechi???Provate a dire la vostra,sicuramente la redazione accetterà ogni vostro utile suggerimento.... 


  HTTPS://WWW.YOUTUBE.COM/WATCH?V=VC5MFRRZIU4                  



                    https://www.youtube.com/watch?v=7n3UnT9b4co

N.B:Il catalogo dell'Anatomia di un Disastro si suddivide in 10 capitoli....Una saga ad episodi prodotta e diretta dai magnifici studi della paramount distribuescion del Volturno diretta magistralmente dalla straordinaria diva sulla via del tramonto:"la Norma Desmond" e dalle mummie del Politburo sovietico del museo delle cere di Madame Trussaud...
Gli episodi Numero 5(la terza parte del bollito settimo stato di Pellizza da Volpedo ed il Numero 9(E le stelle stanno a guardare);più il cambio della guardia al mausoleo di Lenin con i miei auguri di Buon Natale sono stati bruciati sul rogo censorio della Santa Inquisizione......

Penso che in questo blog,ho parlato troppo....

E venne così il Tempus Tacendi:il bisogno di ritirarsi e l'età del tacere...E come ci suggerisce il saggio:-lasciate che "un vecchio

1 commento:

il postino di baskerville ha detto...



E venne così il Tempus Tacendi:il bisogno di ritirarsi e l'età del tacere...E come ci suggerisce il saggio:-lasciate che "un vecchio" abbia quiete..-AMEN!!!!!



http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=16113