BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

2 novembre 2014

RICEVO E PUBBLICO, REPLICA DELL'AVV. BIANCO A BRUNO VINCI

AVV. RAFFAELLO BIANCO


Oggetto: La nota di Bruno Vinci


Gentile Vinci, ho letto con attenzione ed interesse le Sue considerazioni, preziose pillole di esperienza che provengono da chi presta la propria opera con diligenza e senso del dovere.

Le rispondo (mi vedo chiamato in causa direttamente e senza equivoci) per dirLe che ha ragione: il blog è dei lavoratori, una naturale palestra di confronti e di aggregazioni, dove lo scambio di fatti vissuti, di pensiero, di proposte ed anche di delusioni o di timori trovano quanto meno un incrocio di solidarietà e di amicizia.

Per questo, nel ringraziare il sempre cortese e disponibile Giovanni Navarone, preannuncio con questa lettera la conclusione dei miei interventi, il cui contenuto appare anomalo ed improprio rispetto alle ragioni e ai fini per i quali "Vesuvianando" è nato ed ha avuto successo.

Mi lasci però dire che la mia scelta di chiedere ospitalità al blog e non ai giornali (che non mi interessano e ove sono apparse due o tre interviste sollecitatemi) è stata dettata dal desiderio di comunicare con la vasta platea dei lavoratori del settore, ai quali in questi quattro anni il progressivo degrado del trasporto pubblico è stato presentato come la conseguenza di una cattiva gestione delle precedenti amministrazioni.

Credo di aver scritto e detto già troppo su questa falsa rappresentazione degli accadimenti, smentiti documentalmente e clamorosamente: i lavori continuano ad essere bloccati con gravi ripercussioni sull'occupazione; i bilanci delle aziende sono stati approvati seguendo le nostre operazioni contabili, che hanno consentito alla società EAV srl di riscuotere ben 280 milioni di euro. Ma gli effetti - stante la galoppante disorganizzazione di questi anni e l'assenza di un serio piano industriale - sono quelli che tutti possiamo constatare.

Per commentarmi, è certo che  mi ha letto attentamente e quindi ha potuto notare che il mio obiettivo è stato di difendere una stagione caratterizzata da tante cose fatte, molte positive, rispetto ad una aggressione strumentale che mirava a nascondere gli effetti di una politica completamente errata, sia per gli investimenti che per i servizi.

Per i treni Metrostar non le saprei dire più di quello che Lei sa. Molto di più potranno riferire i bravi dirigenti tecnici che ebbero incarichi e ruoli incisivi nella realizzazione del progetto Metrostar, ma che oggi ne gestiscono le sofferenze.

La saluto con il rispetto che si deve a chi con orgoglio, malgrado tutto, indossa la divisa dell' autoferrotranviere nell'attuale contesto del TPL Campania.

Napoli , 2 novembre 2014

                                              Raffaello Bianco
                                  già Amministratore di SEPSA spa




1 commento:

Anonimo ha detto...

Ma di quali cose buone parla?? Delle mega stazioni inutili per i viaggiatori ma utili per progettisti ed imprese? 20 anni del suo regno e miliardi buttati, senza mai terminare il raddoppio della circumflegrea, ancora con treni affollatissimi e frequenze da terzo mondo?