BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

29 settembre 2014

RICEVO E PUBBLICO - "RISCONTRO A MAJOLO"

Avv. Raffaello Bianco

                                                                                              epc.         seg.presidente@regione.campania.it



                Oggetto: riscontro nota ex dirigente Sepsa Raffaello Majolo Agitazione personale viaggiante linee Cumana e Circumflegrea

Caro Majolo, che dire? Nulla più sorprende.
Ogni sistema che giunge sul ciglio del tracollo si caratterizza per atti illogici e avventati: in Regione si spendono soldi per “far dire che tutto va bene” e nelle aziende si tagliano i viveri ai più esposti con l’illusione di dare un’immagine di efficienza e di capacità di gestione.
L’episodio da te portato all’attenzione è sintomatico; mi auguro che il personale viaggiante trovi adeguata tutela nel Direttore Generale di Eav, come da te auspicato, stante lo stato di imbalsamazione dell’amministratore unico.
Non so se sai, ma negli ultimi mesi sono stato costretto ad occuparmi del settore per contrastare il vile quanto puerile tentativo dei distruttori del TPL campano di ribaltare sui precedenti amministratori le evidenti ed ormai documentate proprie responsabilità, tutte ascrivibili alla palese incompetenza degli amministratori regionali ed aziendali nominati da Caldoro.
I bilanci cui fai riferimento conclamano plasticamente la correttezza e l’efficacia dell’operato delle gestioni precedenti al funesto anno 2010; detti bilanci, letti da occhi esperti, racchiudono la prova quasi confessoria del disastro procurato dagli amministratori espressi dalle miopi scelte dell’attuale Governatore.
Il danno sociale, erariale, politico e culturale è immane e lo spreco di danaro per assoldare sondaggisti e giornalisti è una delle tante iniziative “da basso impero”, le quali normalmente precedono il crollo definitivo. Ma non sono le uniche.
Nulla però è più forte della verità, che finalmente viene  a galla dopo cinque anni di menzogne propalate da una classe dirigente opaca e con alle spalle storie fallimentari.
La verità è stata approfondita recentemente dall’esperto e bravo Umberto De Gregorio su “La Repubblica” del 16 settembre scorso e ancora più recentemente dall’Ing. Armando Allagrande (elemento di punta nella formidabile squadra dedicata alla realizzazione del progetto di Metropolitana Regionale, bruscamente stroncato con spirito assassino nel 2010), distintosi al tavolo tematico ambiente trasporti e urbanistica a Città della Scienza.

E a proposito di ciò, ricordo a chi legge che all’indomani dell’analisi di De Gregorio, gli amministratori Polese e Vetrella si dichiararono bullescamente pronti a confrontarsi con “chiunque” nutrisse opinioni diverse dalle loro circa le responsabilità del disastro del TPL campano.
Il sottoscritto ed altri ex Amministratori hanno raccolto l’invito al confronto, ma come era prevedibile, i patetici eroi che avevano lanciato il guanto di sfida si sono dileguati nella indecorosa fuga del silenzio!...
E’ chiaro tuttavia che non finisce qui. Inizia un periodo di dibattiti e di approfondimenti; i confronti non saranno eludibili in quanto necessari ad orientare le scelte per il futuro della Campania.
Ad ogni modo ti ringrazio per la segnalazione, che evidentemente mi tocca storicamente; anche se mi torna difficile comprendere come la Dirigenza, o parte di essa, possa commettere simili imprudenze. Ne conosco infatti il valore e la professionalità, ma probabilmente è come tu dici: gli errori sono gli inevitabili derivati di una fusione societaria approssimativa e dilettantesca, la quale – tra l’altro – ha privato il gruppo del necessario spirito di squadra, costringendolo a muoversi su un terreno oggettivamente difficile.
Onore anche alla Dirigenza regionale: ne immagino il disagio a districarsi tra i rovinosi effetti causati dalle ottuse politiche dell’esecutivo regionale, coerentemente affidate alle altrettanto stolte gestioni di amministratori incapaci.
Ti saluto con affetto.

                    Napoli, 29 settembre 2014                                     
Raffaello Bianco


2 commenti:

Giuseppe dinSepsa ha detto...

L'avv. Bianco risponde a che cosa? Una lettera che non conosciamo?

giuseppe Sepsa ha detto...

Avendo pubblicato il blog il comunicato dei lavorator i ex Sepsa, sarebbe opportuno che la lettera che l'ex dirigentd Majolo inviata all'avv, Bianco vrenisse pubblicata per avere un q uadro completo della questione. Comefare?