BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

16 giugno 2014

DAL COLLEGA FRANCO VUOLO, RICEVO E PUBBLICO

Caro Giovanni ritengo molto utile per chi segue il blog e per i lavoratori del gruppo EAV la lettura dei documenti che ti invio. Ognuno può constatare come tra le cose scritte in termini di impegno dei vari soggetti istituzionali compreso il commissario Voci e la realtà quotidiana ci siano enormi differenze.
Apprendiamo che a Maggio il commissario ha aggiornato il piano ,su cosa esso ha subito modifiche al momento non ci è dato di sapere e questo lo ritengo sbagliato.
Voci e l’azienda vanno incalzati da subito per la ripresa di un confronto che abbia un minimo di continuità; dall’accordo si comprende che tali ritardi possono produrre ulteriori debiti che non potranno essere coperti con i fondi previsti dalla legge e che potrebbero essere scaricati sui lavoratori e ciò è inaccettabile.

Ti ringrazio anticipatamente f vuolo



I documenti che ci ha inviato Franco Vuolo constano di due parti. la prima di 5 pagine e cioè la delibera della giunta regionale dip. 53 7 n.130 del 2-05-2014 e la seconda, un allegato alla delibera, di dieci pagine. Le prime 5 pagine sono state pubblicate qui di seguito mentre chi è interessato all'allegato, ne può fare richiesta alla  redazione  del blog, per l'invio per email. 












1 commento:

il postino di baskerville ha detto...

Sta per saltare lo scudo che protegge l'E.A.V.,dall'assalto dei creditori....
Il 30 Giugno scade il blocco dei pignoramenti....E la società ha appena approvato i bilanci del 2011 e del 2012 con una perdita di 283 milioni di euro....
Si tratta del primo atto contabile dopo LA FUSIONE in EAV di SEPSA CIRCUMVESUVIANA e METROCAMPANIA NORDEST....
Palazzo Santa Lucia,socio unico,ha assicurato la copertura dell'ultimo buco nelle casse di un azienda che viaggia su una massa passiva di almeno 800 milioni di euro....Ma la relazione dell'Amministratore Nello Polese accende i riflettori sui contenziosi che minano la la continuità aziendale....
Tremano i binari...E fornitori, appaltatori,concessionari sono alle porte....
Dal 2011 a tutt'oggi si rivela un notevole incremento di azioni di recupero crediti...
Dei 283 milioni di perdite, infatti,181 milioni sono risorse che EAV ha accantonato per far fronte alle richieste di risarcimenti danni avanzate dalle imprese creditrici..Liti scoppiate in tribunale dopo che la giunta di Stefano Caldoro decise nel 2010 di sospendere le delibere con cui la vecchia amministrazione finanziava opere e infrastrutture...
Non solo.La società,scrive POLESE, ha intrapreso,già da tempo,azioni giudiziarie nei confronti della regione per il pieno riconoscimento dei propri crediti ammontanti a 442 milioni di euro.. Somme relative ai contratti mai rivalutati con SEPSA e CIRCUMVESUVIANA,ma anche ai servizi garantiti da EAV per l'apertura di nuove tratte e stazioni...
A completare l'ammanco nel 2011 e nel 2012 ci sono i 40 milioni del fallimento di EAVBUS e i 62 milioni causati dall'attuale gestione,per la riduzione dei trasferimenti da Via Santa Lucia di 24 milioni di euro in 3 anni, per incentivare gli esodi di 270 dipendenti con 11 milioni di euro e per oneri finanziari di 21 milioni di euro imposti dalle banche per anticipare liquidità....
Per non parlare poi di mancati ricavi per 5 milioni di euro dovuti al taglio delle corse rispetto al 2011,ce ne sono 130 in meno nei giorni festivi sulle linee della circumvesuviana....
Per il risanamento si è rientrati in primis dai debiti con gli istituti di credito da 160 milioni del 2010 e 14 milioni del 2013...Il resto è affidato al piano predisposto dal Commissario di governo Pietro Voci che prevede un prestito del ministero del tesoro di 360 milioni di euro e fondi CIPE per altri 200 milioni. Con l'opzione per la regione di aumentare le tasse ai cittadini,IRAP E IRPEF sul 2013 e parte sul 2014 per un gettito complessivo di 260 milioni di euro....
Non c'è traccia ancora del bilancio 2013,ma c'è la ragionevole attesa,scrive POLESE,che registrerà un inversione di tendenza......