BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

14 novembre 2012

DAL COLLEGA MACCHINISTA CATELLO DI MARTINO RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Ieri in piena guerra sociale ho assistito a qualcosa che mi ha lasciato,da un lato perplesso e dall'altro indignato,mentre la gente si agitava per poter prendere un treno i giornalisti del TG3 cercavano un posto ideale per poter intervistare e riprendere l'AD e il Direttore della povera CIRCUM.Alla fine si posizionavano all'ingresso del palazzo,dove un tiepido raggio di sole li illuminava e la giornalista faceva quelle poche domande di rito e poi velocemente chiudeva la ripresa.Alla richiesta,credo lecita,di una eventuale dichiarazione da parte dei lavoratori ci diceva che era tardi e che non aveva tempo per noi Che bella informazione ! Alla TV prendevamo atto delle dichiarazioni della dirigenza e tutti vissero felici e contenti.Mentre si girava una nuova puntata della soap "UN POSTO AL SOLE" i poveri viaggiatori e i lavoratori della CIRCUM provavano le scene della soap "I DANNATI SUL TRENO CHE SCOTTA"Tanto tempo fa quando si parlava di argomenti seri si diceva l'hanno detto anche alla TV,oggi sembra che la verità bisogna cercarla tra una miriade di tasselli che.,chi vuole capirci qualcosa deve ricomporre.Saluti GIO sperando che sul tuo blog ci sia spazio per queste esternazioni.


Catello Di Martino







INTANTO...ANCORA IERI SERA...

SCATTATA IL  13/12/2012 ALLE ORE 19.00
UNA VIAGGIATRICE ESASPERATA SI E' MESSA DAVANTI AL DIRETTISSIMO DELLE 19.11
E NON SE NE ANDATA FIN QUANDO NON HANNO 

FATTO PARTIRE  UN TRENO PER SARNO
(LE FOTO SONO STATE SCATTATE CON UN TELEFONINO)









1 commento:

Anonimo ha detto...

Io "Lello" lo conosco di persona, siamo amici e gli voglio bene anche se a volte per colpa sua la Circum mi lascia a piedi :-)))) Gli devo dare pubblicamente atto della "lettura" premonitrice da anni di dove saremmo andati a finire...Che politici, "manager", sindacati si stavano spennando la gallina. Eppure la Circum faceva vedere a noi utenti i nuovi ETR in arrivo...e "Lello" mi pareva il solito esagerato, una specie di irriducibile "black-block" nelle nostre lunghe conversazioni. Lellù avevi ragione tu, avessimo scommesso, dovrei pagarti caffè per tutta una vita! Auguri a tutti :-)