BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

27 ottobre 2012

SCIOPERO DEL 29 OTTOBRE. I LAVORATORI DELLA CIRCUMVESUVIANA DICONO BASTA!!!!!


Ennesimo attacco ai lavoratori della Circumvesuviana!

lo sciopero del personale Circumvesuviana, non è assolutamente determinato dalla solita mancata erogazione dello stipendio, ovvero questa è solo una concausa sintomatica in quanto i lavoratori protestano contro il sistema regionale ovvero EAV e CONSORZIO UNICO, che ne stanno fagocitando tutte le risorse economiche divenendo tutti i giorni più assatanati e  affamati.

La Circumvesuviana, ricca di grandi “COMPETENZE A BASSO COSTO”  viene negli anni ottanta depredata di gran parte dei suoi introiti con la creazione del CONSORZIO UNICO che tagliava gli introiti dei biglietti della Circumvesuviana  dividendoli con le altre aziende di trasporto che non sapevano farsi pagare e assorbendone una grossa fetta di energia per  volgere un lavoro di bigliettazione che, quattro segretari della Circumvesuviana, con un paio di computer, avrebbero fatto meglio e a costo zero.

Oggi, nei tempi più recenti, al triste desco è intervenuta l’EAV.
Uno squadrone di personaggi e figli di papà, assunti per la maggior parte per convocazione diretta, e che, acerbi di qualsiasi conoscenza e capacità del settore, si sono presto proliferati divenendo tutti dirigenti (stipendi da 120.000,00 a 180.000,00 euro/mese) e funzionari di alto livello, tale che i loro corrispettivi in Circumvesuviana, che nel corso della loro vita lavorativa, hanno fattivamente condotto i processi di modernizzazione, non raggiungeranno MAI!!

Tutti questi personaggi, egregi signori, non sono a carico dello stato e della comunità genericamente, ma si abboffano e sollazzano sempre al desco degli introiti della Circumvesuviana, che in tal modo non paga i fornitori, e esercita con  treni riparati con pezzi usati.
Tutti alla ricerca di un incarico professionale extra, ovvero di studi di banalità e carta straccia, venduti come panacee ed oro colato, a con il tutto a carico sempre della Circumvesuviana, che deve a loro addirittura percentuali sugli investimenti richiesti, sotto la forma di consulenze (ma quali consulenze possono derivare dalla inezia?).

Oggi la EAV e la sua responsabile, la bella Valeria Casizzone (avvocato) diffondono quella notizia già covata da un po’ di tempo, della necessità di ridurre il personale, individuando e inserendo i lavoratori in categorie di personale diretto ed indiretto, ovvero addetti alla manutenzione e all’esercizio nella prima categoria e personale impiegato di concetto nella seconda.

Come può siffatta struttura valutare e decidere le percentuali di personale da eliminare e quelli da salvare in una struttura ferroviaria complessa??
Ma come può “l’esasperazione dello spreco (EAV per coloro ai quali non è ancora chiara la reale situazione ) combattere lo spreco di aziende, con cento anni di cultura e chilometri di tecnologia??

E’ più che evidente che l’eliminazione dell’EAV produrrebbe più utile che lasciarla a farneticare e assorbire energia!

Per la salvezza della Circumvesuviana e del trasporto non è di già necessaria una ristrutturazione (con quelle fatte negli ultimi anni abbiamo assistito alla premiazione delle figure più inutili e dannose e il castigo delle reali capacità e dedizioni), con le riduzioni di organico, già dimezzato negli ultimi anni ma la eliminazione di questi coacervi purulenti e costosissimi di raccomandati politici capaci solo di sbottare sentenze basate su dati di fatto, da loro stessi inventati, ed enormi danni da loro stessi provocati

Gennaro Massa

Nessun commento: