BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

27 ottobre 2012

DIRETTO E INDIRETTO CHE CAZZO SIGNIFICA NEL TPL ?

RIFERITO AD UN DISCORSO
Per riferire i pensieri o parole di qualcuno usiamo il discorso diretto, cosidetto perchè riporta direttamente le parole pronunciate, il discorso indiretto, con il quale le stesse parole vengono invece riferite per mezzo di una proposizione subordinata dipendente da verbi come dire, riferire, esclamare, ecc.

• Discorso diretto: Marta dice a Fatima: "sei molto simpatica"; mia madre mi chiede sempre: "stai bene?".

• Discorso indiretto: Marta dice a Fatima che è molto simpatica; mia madre mi chiede sempre se sto bene.


SIGNIFICATO DI DIRETTO
1 agg

che tende a una meta, a uno scopo; indirizzato
2 agg
che è senza deviazioni; immediato
3 sm
treno che fa poche fermate durante il percorso
4 sm
nel pugilato, colpo sferrato a braccio teso

SIGNIFICATO DI INDIRETTO

agg
non diretto; che giunge al suo fine per una via non diretta


QUESTO FINO A POCHI MESI FA IL MIO PERSONALE INTENDERE DI "DIRETTO" O "INDIRETTO"...E SFIDO CHIUNQUE A DIRMI CHE QUESTI DUE AGGETTIVI, ABBIANO MAI AVUTO A CHE FARE CON IL TPL O ANCOR PIU' CON LA FERROVIA. POI ECCO CHE DA SEI MESI A QUESTA PARTE, QUESTI DUE AGGETTIVI ENTRANO NELLA VITA DEI LAVORATORI DEI TRASPORTI, INDICANDO TRA GLI STESSI, CHI IN QUALCHE MODO SERVE ALLA PROPRIA AZIENDA (DIRETTO) E CHI (INDIRETTO) INVECE PUO' ANCHE ANDARSENE AFFANCULO PERCHE' E' UN MISERABILE ...UNA SORTA DI PARIA DEL TERZO MILLENNIO, DI CUI FARE A MENO AL MOMENTO "OPPORTUNO".  
 
COSI' UN IMPIEGATO CHE HA SEMPRE FATTO IL PROPRIO DOVERE, DOPO TRENT'ANNI  DI SERVIZIO, SCOPRE DI ESSERE DIVENTATO UN PESO PER IL PROPRIO DATORE DI LAVORO CHE MAGARI FINO A POCO PRIMA LO HA ELOGIATO (VI ASSICURO CHE PUO' ACCADERE) PER IL LAVORO SVOLTO CON IMPEGNO E DILIGENZA.
SO CHE PER MOLTI APPARE STRANO CHE UN IMPIEGATO POSSA ESSERE DILIGENTE NEL PROPRIO LAVORO MA IO SONO CONVINTO CHE E' COSI', NE CONOSCO TANTI.
DEL RESTO IL LAVATIVO ALBERGA IN OGNI AMBIENTE E NON E' CERTAMENTE UNA PREROGATIVA DEL SETTORE IMPIEGATIZIO...NE CONOSCO DIVERSI FUORI DAL BISTRATTATO AMBITO. 

DICE MA DOVE VUOI ANDARE A PARARE CON QUESTO DISCORSO ? SEMPLICE. LE AZIENDE ANCHE PUBBLICHE DOVREBBERO POTER APPLICARE L'EVENTUALE CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA, CONTRATTI DI SOLIDARIETA' E QUANT'ALTRO NON AGLI "INDIRETTI" (SI DICE, NON NE HO LA CERTEZZA, INVENZIONE DI UN CERTO SIG. PAPAGNO) MA AI LAVATIVI. QUELLI ACCLARATI, QUELLI CHE EFFETTIVAMENTE RAPPRESENTANO UN PESO PER LE AZIENDE CHE SPESSO COMPIACENTI,(IL LAVATIVO PUO' AVERE "NOBILI"APPARTENENZE) SE LI COCCOLANO COME FIGLIUOLI PREDILETTI, RITAGLIANDO PER ESSI NICCHIE FATTE DI TRANQUILLITA' E ASSOLUTA MANCANZA DI STRESS DA LAVORO. DICE MA COME FAI PER STABILIRE CHI E' EFFETTIVAMENTE UN LAVATIVO E CHI NO ? NON C'E' BISOGNO DI STABILIRLO....LO SANNO TUTTI !!

MA TORNIAMO GIUSTO PER UN ATTIMO ALL'INVENTORE DEL TERMINE, RIPETO, PARE CHE SIA UN DIRIGENTE EAV IL CUI NOME, SE EFFETTIVAMENTE COSI' FOSSE,  EVOCA QUELLI CHE EGLI STESSO MERITEREBBE PER LA PENSATA, E CIOE' I "PAPAGNI !"
CHIUSA LA PARENTESI PASSIAMO INVECE AL PROBLEMA CHE NEGLI ULTIMI GIORNI E' VENUTO FINALMENTE ALLO SCOPERTO, DOPO MESI DI CHIACCHIERE, CON LE LETTERINE INVIATE DAGLI AMMINISTRATORI DELLE TRE AZIENDE AI SINDACATI. 
"QUI CE NE SONO IN PIU' X", DA "QUESTA'ALTRA PARTE  Y E IN CIRCUM 64". ORA SICCOME A NOI CI PREMONO LE SORTI DEI CIRCUMVESUVIANI, ESSENDO LA FUSIONE ANCORA DI LA DA VENIRE, IO MI CHIEDO: E CHI CAZZO LO STABILISCE CHE GLI ESUBERI DEBBANO ESSERE LOCALIZZATI IN UN SETTORE PIUTTOSTO CHE UN ALTRO ? IL PROBLEMA E' CHE IN CIRCUMVESUVIANA CI SONO 64 STIPENDI A RISCHIO DI ESSERE CORRISPOSTI ? BENE, CE NE FACCIAMO CARICO TUTTI ! COME ? NON LO SO, QUALCOSA C'INVENTEREMO. RINUNCEREMO A QUALCOSA TUTTI QUANTI ASSIEME. PER UNA VOLTA IMITEREMO I TEUTONICI, ALMENO IN QUESTO. 
TUTTI PER UNO, UNO PER TUTTI. E INVITO FIN DA SUBITO A FARE PROPOSTE IN TALE SENSO. A PENSARE A STRATAGEMMI CHE POSSANO FERMARE I "CONTI DELLA SERVA" APPLICATI AL MONDO DEI TRASPORTI. QUI NON SI PRODUCONO PELATI, QUI SI OFFRE UN SERVIZIO O ALMENO SI CONTINUA A TENTARE DI OFFRIRLO NONOSTANTE I TAGLI E I RITAGLI. QUI NON CI SONO INDIRETTI, QUI TUTTI PARTECIPANO IN SINERGIA A QUELLO CHE E' UN MICROCOSMO, DOVE OGNUNO FA LA SUA PARTE. ALLORA BASTA CON DIRETTI E INDIRETTI, OGGI E' TOCCATO AI 64 E CHI TI DICE CHE DOMANI NON TOCCHI A TE ? QUINDI STUDIAMOCI PIUTTOSTO IL PROBLEMA. FORTUNATAMENTE IN MEZZO A NOI DELLA CIRCUM (LAVORATORI, COMITATI, SINDACATI) MA CERTAMENTE ANCHE NELLE ALTRE AZIENDE, CI SONO DELLE BELLE MENTI, DELLE INTELLIGENZE CHE CERTAMENTE SAPRANNO PROPORRE SOLUZIONI  IDONEE AL PROBLEMA. DIAMOCI DUNQUE UNA MOSSA COLLEGHI, ANCHE PERCHE' A QUANTO PARE LA "CONTROPARTE" NON NE SA PIU' DI NOI, ANZI PARE GIOCHI DI RIMANDO, PRONTA FURBESCAMENTE A CORREGGERE IL TIRO OGNI QUALVOLTA QUALCUNO LA MANDA A SBATTERE IL MUSO SU PROPOSTE E VALUTZIONI CHE PARE LASCINO IL TEMPO CHE TROVANO. 
BENE, ORA QUALCUN ALTRO MI INDICHERA' COME IL CAPOPOPOLO DELL'ULTIMA ORA. NON FA NULLA, INTANTO PUO' DARSI CHE IN TUTTO QUESTO PAPOCCHIO QUALCOSA DI BUONO L'AVRO' SCRITTO, MAGARI IN PAROLE  ECCESSIVAMENTE SEMPLICI DELLE QUALI PERO' VI ASSICURO, SI SENTE LA MANCANZA. ANZI COLGO L'OCCASIONE ANCORA UNA VOLTA, PER INVITARE I SINDACATI, IN MODO PARTICOLARE LA "QUADRUPLICE" AD ESSERE PIU' DIRETTA E AD USARE MENO IL SINDACALESE. I LAVORATORI VOGLIONO LA CHIAREZZA CHE PURTROPPO...NON SEMBRA ORMAI PIU' ESSERE DI QUESTO MONDO. 

gioNa
 
 
 

6 commenti:

L'ANTIPATICO - CIRO PASTORE ha detto...

EAV, ECCO FINALMENTE SVELATA LA STRATEGIA AZIENDALE - Grazie ad un’inattesa “potenza divinatoria”, vi anticipo come intende muoversi il vertice EAV riguardo alla riorganizzazione del settore ferro http://lantipaticissimo.blogspot.it/2012/10/eav-ecco-finalmente-svelata-la.html
64 - 98 - 10 - 22
EAV: ECCO I NUMERI DEGLI ESUBERI TRA GLI AMMINISTRATIVI http://lantipaticissimo.blogspot.it/2012/10/eav-ecco-i-numeri-degli-esuberi-tra-gli.html
GLI ESUBERI TRA GLI AMMINISTRATIVI ED IL PONTE SUL FIUME KWAI - Partita la procedura di messa in mobilità degli amministrativi di Circumvesuviana http://lantipaticissimo.blogspot.it/2012/10/gli-esuberi-tra-gli-amministrativi-ed.html

Anonimo ha detto...

Caro Giovanni ,non voglio litigare con te ma da tempo pubblichi comunicati,ordini di servizio,sermoni sindacali come pensavi che tutta questa vicenda finiva ?
Fintanto che si sono fatti i tagli sulle competenze del P.V (settembre -150 euro pro capite)e fintanto che si è armonizzata la busta paga (altro taglio) nessuna levata di scudi.Ora d'improvviso tutti sensibili si formano comunicati ci si indigna e si chiede la solidarietà di tutte le categorie.
Dimmi la verità ,non si è fatti pr troppo tempo gli ignavi convinti che la campana suonasse per altri.Ho letto il dispiacere ,il rammarico,la contraddizione ma mai NESSUNO ha detto dobbiamo fare cosa comune di queste perdite.Che cosa vorresti che dopo che ci hanno tagliato in malo modo ora anche per probelmatiche di esuberi che riguardano altre categorie ANCHE per questa cosa il P.V debba dare il contributo.
Non credi che siano esausti ?
Certo se ragioniamo come alcuni che si firmano con pseudonimi il PV è una casta.
DISTRUGGIAMOLI ULTERIORMENTE !!
Indubbiamente mi dirai "guerra dei poveri" si magari hai ragione ma vatti a rileggere le % dei partecipanti PER CATEGORIA agli scioperi degli inidonei,vatti a vedere quando non arriva lo stipendio quali categorie hanno protestato e subito provvedimenti disciplinari (e non parliamo di un solo lunedi).Avrai tutta la collaborazione che si potrà dare ma sarebbe ora che gli indiretti facessero fronte comune SEMPRE con i diretti e con tutto il mondo Circum che non è compreso dai termini e non solo quando vengono tirati in ballo.
O sempre insieme o sempre separati perchè altrimenti sembra solo pura e mera convenienza o come si dice a Napoli cazzuncularia.

Caustico ma sincero

me medesimo ha detto...

E perchè mai dovresti litigare con me ? I sermoni come tu li chiami e posso anche convenire con te, abbracciano tutto l'arco "costituzionale sindacale" nel senso che passano tutti, nessuno escluso, per informazione e non per simpatia o campanilismo. Questo affinchè tutti, te compreso possano leggerli tutti, e tirare le proprie conclusioni. Cosa diversa è invece l'impegno del PV in trincea, sempre e ahimè sovente non degnamente coadiuvato.
Allora speriamo sempre insieme, magari da adesso e meno cazzinculeria ? Questa è la mia speranza e credo la tua. Grazie per la sincerità che apprezzo anche se caustica, ma hai ragione, quando ci vuole ci vuole. gioNa.

Anonimo ha detto...

Solo per ricordare che il "taglio delle competenze" deriva da una riduzione del servizio e non da riduzione dello stipendio. Per quanto non sia mia intenzione guardare nelle tasche degli altri, vorrei far notare che pretendere di essere pagati per un lavoro che non si fa più non è la stessa cosa che essere costretti a lavorare meno ore con DIMINUZIONE DELLO STIPENDIO in un gesto estremo, anche se non volontario, di solidarietà in attesa di scoprire tra un paio di anni chi sarà il fortunato estratto dalla lotteria.

Anonimo ha detto...

Da IL FATTORE “ C “:e…..L’OMBRELLO DI ALTAN....

Il nuovo mago che curerà la ristrutturazione dell’oscuro oggetto del desiderio(il salario dei lavoratori),e stato chiamato al capezzale delle aziende decotte ed ha varcato la soglia della forza oscura… Nell'holding si fa chiamare:il Papagno!
I maligni sussurrano che sia un emulo del Moretti:targato F.S.-ex dirigente sindacale C.G.I.L-
….Attenzione ai Papagni che qua so mazzate!
E mazzat nella splendida lingua partenopea sono anche:cauciata,carocchie,cagliosa,cutogna,paccaro, paliata,papagno……Il papagno,è un pesante schiaffo a mano aperta indirizzato al volto…E’ tale la violenza che stordisce chi lo riceve,così come stordisce l’oppio contenuto nel papavero che in napoletano è appunto detto:‘O PAPAGNO…
Già con il C.C.N.L del 2000 subimmo,tra botte e medicazioni,una decurtazione salariale attraverso l’introduzione di nuove voci retributive che non essendo più legate alla paga normale non erano soggette a rivalutazione ……Per gli smemorati vesuviani,ricordo,che già allora ci fu una lesione dei diritti per “ i nuovi assunti”….La magia veniva espletata attraverso un laborioso congegno tecnico…. C’era del metodo nell’operazione:si trasformavano alcune voci della prima striscia della retribuzione che eliminate per un verso,ricomparivano come Ad personam nel cedolino paga..…Voce non indicizzata che “ moriva “ con il pensionamento del lavoratore….Il precedente livello retributivo “ ,con questa semplice operazione,non veniva più riconosciuto alle generazioni future che praticamente venivano fottute….(Non è stata quindi solo una sensazione la perdita di valore dello stipendio in questi anni…)…
Ovviamente la motivazione di questa operazione sta tutta nel verbo salvare….Il mantra che ha accompagnato il decreto salva Italia….Ieri bisognava abbassare il costo del lavoro,ed oggi ci dicono che il momento è particolarmente difficile,e delicato…..
Onde,siccome e per cui:delicatamente ci preparano alla riduzione a nulla di diritti e di livelli salariali…… Verranno depotenziate le indicizzazione delle competenze e delle indennità che sono soggette alla rivalutazione in quanto legate alla paga……
I tromboni sindacali fulminati sulla via di Pomigliano dalla dottrina:MARCHIONNE-LIBERTINO,a seguito della disdetta degli accordi di 2° livello, sono convinti assertori del primo postulato della mai dimenticata Legge del Menga….
Tale postulato asserisce che chi sfascia viene glorificato e festeggiato,mentre i costi del fallimento di un’azienda sono a carico dei lavoratori….
E’ inconfutabile l’applicazione della Legge del Menga!
-Tale assioma,in questo paese,è diventato luogo comune!INCONTESTABILE!E in nome della salvezza della nazione,in fondo,in fondo,puoi sempre subire….!


Come le vignette dell’Altan che immortalano il famoso ombrello spinto nel didietro dell’italiano tipico,che un poco flesso e un poco fesso,accoglie il corpo estraneo….
Rassegnato!L’italiano dice -Soffro- rivolgendosi al cavaliere banana che se ne sta ben assiso sui suoi tacchi rossi e tiene il medesimo ombrello per il manico…La battuta di risposta del banana è una di quelle che si ascoltano alla radio durante il bollettino meteorologico….
Dall'umidità reale a quella percepita,diventa,in questo caso:-”La pianti di confondere l’ombrello percepito con quello reale!”-
Il verbo che regge tutto è perfetto:”CONFONDERE ”…..Come la propaganda di Banana Joe in questi venti anni….La crisi non c’è,i ristoranti sono pieni;la gente sta bene….C-ONFONDERE:come sempre!
I tromboni asseriscono che non perderemo niente:…..C-ONFONDERE!
Asseriscono che la retribuzione non subirà decurtazione nel tempo: C-ONFONDERE!
Giurano che non peggioreranno l’Organizzazione del lavoro!C-ONFONDERE!



2)Diretti, indiretti e....???In questa storia manca ancora qualcosa...Cosa?Sembra che non venga riportata una terza categoria denominata:Addetti agli investimenti.
Fonti anonime riferiscono che tali figure professionali verranno utilizzate per controllare,gestire e procacciare gli investimenti infrastrutturali del Gruppo....


Frate Guglielmo

Anonimo ha detto...

SOLIDARIETA’ … CHE BELLA PAROLA
Ho constatato che il termine SOLIDARIETA’ viene più facilmente usato quando … è chi lo usa che ne ha bisogno.
Solo ieri (pochi mesi fa e pochi anni fa) abbiamo permesso che delle categorie, intere o quasi per intere, fossero rottamate. Dichiarandole prima ad esaurimento e poi decimate o distrutte, pur affidando le lavorazioni da loro svolte ad ESTERNI. Senza pensare mai che il decurtamento dell’organico di quelle categorie si ripercuoteva automaticamente sull’organico di tutta l’azienda, determinando una perdita per tutti noi. Anzi alcuni personaggi, a molti noti, hanno tifato, spalleggiato, goduto di “SVENTURE” altrui.
I rottamati invitati (OBBLIGATI) a cambiare mansioni, subendo forti decurtazioni economiche, con amarezza (di chi sa di aver fatto sempre il proprio dovere come fortunatamente tanti in questa azienda) ma dignitosamente e senza compiangersi, lo hanno fatto, eseguendo la volontà (forse interessi) del momento aziendali. Senza che nessuno si indignasse o gli esprimesse “SOLIDARIETA’”.
Oggi si parla di riqualificazione di categorie considerate in esubero (anche grazie, a volte e sottolineo a volte, di miracolosi trasferimenti senza concorsi-selezioni ma solo in funzione di amicizie-parentele. Piaceri fatti e ricevuti) Le quali lavorazioni non andrebbero certamente all’esterno, dando a chi cambia mansione-qualifica, la facoltà di scegliere tra quelle indicate come sotto organico, ma soprattutto di scegliere il trattamento economico, a lui più conveniente, tra quello di provenienza o quello di destinazione.
Questa realtà non è sicuramente appagante, ma considerando il momento storico-politico del T.P.L, dell’Italia e del mondo, mi ritengo estremamente fortunato (ogni giorno, per il momento e non so per quanto ancora) di poter lavorare e percepire uno stipendio, insieme a me forse dovrebbero farlo anche tutti coloro che hanno la mia stessa fortuna, poiché come mi sembra, ad oggi, non si mette in discussione nessun posto di lavoro.
Vorrei dire altro ma … Forse è meglio finire dicendo che se di solidarietà vogliamo parlare, convogliamola verso chi veramente ne necessita, come i nostri fratelli dell’EAV BUS e di tante altre aziende nelle stesse condizioni, dove sono in gioco il salario e il lavoro stesso.
Non conosco nessun lavoro umiliante per l’uomo, solo alcuni uomini che umiliano il lavoro. Spero di non aver offeso o irritato nessuno che non la pensa come me, citando fatti e dicendo semplicemente quello che penso.

Un lavoratore circumvesuviana