BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

22 luglio 2012

DA IL MATTINO.IT SU SEGNALAZIONE DI UN NOSTRO ASSIDUO LETTORE, IL SIG. FRANCESCO FORMISANO.

Controllori sulla Circum, per scappare i portoghesi rompono porte e finestre
Il treno costretto a fermarsi


NAPOLI - Porte divelte e vetture danneggiate poco fa su un treno della Circumvesuviana partito da Napoli e diretto a Sorrento, a causa del fuggi fuggi generale scattato durante un controllo biglietti da parte del personale di bordo. Numerose persone, perlopiù giovani, alla vista dei controllori hanno cercato la fuga forzando le porte e sfondando i finestrini per sfuggire all'ispezione. A causa dei notevoli i danni provocati, il treno è stato costretto a uno stop forzato nella stazione di Vico Equense dove è giunto un altro convoglio che dopo avere accolto i viaggiatori in possesso del titolo di viaggio, è ripartito per la destinazione finale. La reazione di alcuni facinorosi ha costretto i controllori a chiedere l'intervento delle forze dell'ordine, giunte nella stazione di Vico per ricondurre alla calma la situazione.



Il treno danneggiato, il numero 23, è partito da Napoli poco dopo le 9. Nei week-end, in particolare d'estate, i controlli sui titoli di viaggio vengono effettuati da alcune squadre della Circumvesuviana a bordo dei convogli. I problemi sono sorti quando il treno era tra le fermate di Castellammare e Pompei. A questo punto il personale della Circum, considerata la situazione, ha chiesto l'intervento dei carabinieri che nella stazione di Vico Equense hanno separato i viaggiatori senza biglietto da quelli che invece l'avevano. Questi ultimi hanno proseguito il viaggio a bordo del treno successivo. La biglietteria di Vico, dopo l'accaduto, ha «staccato» circa 130 titoli di viaggio. Il treno danneggiato è poi ripartito alla volta di Sorrento dove le squadre di manutentori hanno riparato i danni consentendo al convoglio di riprendere il servizio.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Se l'azienda fa viaggiare l'assessore Vetrella in un Metrostar pulito e rinfrescato, con a bordo controlli ineccepibili e personale a disposizione della clientela, è ovvio che qualcuno ha una percezione distorta della realtà. Evidentemente si cerca di nascondere le condizioni in cui quotidianamente viene effettuato un servizio piuttosto mediocre, ai limiti della civiltà. Se giungono i treni a destinazione senza che accada una tragica fatalità è solo questione di fortuna e non di adeguato servizio alla clientela.

Anonimo ha detto...

Ma a bordo treno non ci sono delle telecamere con cui è possibile riprendere gli atti vandalici e denunciare questi vandali?
L'azienda piuttosto che nascondere il servizio mediocre a bordo di METROSTAR PULITI E CONDIZIONATI IN OCCASIONE DELLA FANTOMATICA ISPEZIONE DELL'ASSESSORE, perchè non invita i VERTICI EAV e i politici regionali a viaggiare durante il weekend nelle ore più calde?

Anonimo ha detto...

Veramente senza parole...

Max