BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

4 giugno 2012

TANTO TUONO' CHE PIOVVE !

ORDINE DI SERVIZIO N. 78 - 4 GIUGNO ANNO DOMINI 2012



Oggetto: nuovi turni per il personale viaggiante.


Premesso che nello scorso mese di maggio si cono tenuti incontri sindacali nel corso dei quali sono stati illustrati i nuovi turni di servizio in oggetto, redatti con l'obiettivo di efficientare le prestazioni lavorative nel rispetto delle normative legislative e contrattuali, nonché in attuazione di quanto previsto dall'accordo regionale del dicembre 2011 (stato di crisi del trasporto pubblico locale).


Verificata l'impossibilità di raggiungere una soluzione condivisa.


Si dispone che dal giorno 07 giugno 2012 vengano applicate, dalle rispettive U.O. interessate, le nuove turnazioni per il personale in oggetto (Macchinisti, Capitreno, Coordinatori della Mobilità e Operatori Qualificati della Mobilità).


I nuovi turni saranno comunicati al personale secondo le modalità vigenti e saranno esposti nelle bacheche dei rispettivi impianti dal giorno 5 giugno 2012.


Le assegnazioni sulle nuove turnazioni, nella prima fase, saranno disposte d'ufficio.


Le domande di assegnazione sui nuovi turni dovranno essere consegnate agli uffici preposti entro il giorno 20 giugno 2012 e le nuove assegnazioni saranno effettuate entro il 1° luglio 2012.

UN DOVEROSO CHIARIMENTO
Purtroppo ed è unicamente colpa mia, talvolta mi lascio prendere dall'entusiasmo dello scribacchino che è in me e metto mano a qualche citazione, dando per scontato che tutti ne conoscano il significato. Non è così e lo dimostra il commento a questo post, laddove un collega credo abbia frainteso la mia volontà nel voler esprimere un determinato concetto. Quando si comincia a parlare di qualcosa che deve aver luogo, in special modo qui da noi in circum, prima poi arriva così come la pioggia preannunciata dal rombo dei tuoni. Questo in sintesi ma voglio abusare della vostra pazienza raccontandovi da dove proviene questo modo di dire.
Si racconta che nell'antica Grecia il filosofo Socrate avesse per moglie una vera e propria arpia, oggi diremmo una scassacazzi. Santippe questo il nome della consorte del nostro filosofo, comiciava a rompere gli zebedei al marito, dal primo mattino.
Un continuo isterico stillicidio nei confronti del povero Socrate accusato di essere un perditempo. Ma si sa i filosofi hanno la testa da un'altra parte, la mente macina pensieri sui grandi temi dell'esistenza del tipo chi siamo, dove andiamo...due fiorini...ops...quello è il film, perdonatemi.
Insomma Socrate appariva refrattario ad ogni invettiva tanto che un bel giorno, Santippe, oltremodo stizzita dalla neppur minima considerazione da parte del marito, gli lancia dalla finestra il contenuto di quello che si narra sia stato un pitale. Il filosofo colpito in pieno dal liquido corporale non fa una piega, si gira e guardando il cielo esclama: "Tanto tuonò che piovve !"

giona    


9 commenti:

Anonimo ha detto...

ringraziamo i signori sindacalisti per aver ancora una volta affossato un diritto lecito dei lavoratori,adesso è arrivato il momento che sti signori vadano a lavorare, poiche' questo mestiere (sindacalista)non fa per loro.

Anonimo ha detto...

Be' il tuo titolo ,fa trasparire quasi una leggera soddisfazione...........Nel senso adesso verimm che fann!!! Be' tu hai solo la possibilita' di riportare,a chi ha fatto si, che potesssi fare quello che fai adesso..............Cioe' niente....... O meglio il sudoku in ufficio.Nel senso che non e' che giochi al Sudoku ma mettere uno al posto di un altro , sostituire un assente .......un malato , di congedo ..............senza avere nessun problema anche se fai cazzate e non comandi un turno ............tant o tren cammin o stess.Ma ricorda che chi e' abituato a lottare nun ce fa nient.............Ki invece e' abituato come te ........... a leccare sara' un problema...........

giona ha detto...

Collega purtroppo non tutti possiamo fare lo stesso mestiere, io ho tentato di diventare capostazione ma probabilmente non ne avevo le doti. Ma immagini in un'azienda di trasporti se fossero tutti macchinisti e capistazione ? Cito le due categorie in quanto sono le più rappresentative dal punto di vista dinamico. Insomma fanno andare il treno lo sappiamo tutti. Ma in proposito ho da raccontarti una storia, dove sono certo ti riconoscerai per quel che sei in quanto autore del commento su di me.

ED ORA LEGGI QUI...
Quando il corpo umano fu creato tutte le parti del corpo inoltrarono al CAPO domanda onde poter essere poste ad esso.
Disse il cervello: "Io trasmetto disposizioni e messaggi a tutte le parti del corpo, lo controllo e lo dirigo. E' giusto quindi che io venga eletto CAPO".

Disse lo stomaco: "Io traduco insieme all'intestino gli elementi in energia di cui il corpo ha bisogno. Lo nutro e lo preservo da morte causata dalla fame, pertanto è giusto che io venga eletto CAPO".

Dissero le gambe: "Noi trasformiamo in moto tutti gli impulsi del cervello e in energia quanto ci fornisce lo stomaco. E' giusto che noi siamo eletti CAPO":

Una dopo l'altra tutte le parti del corpo umano proposero la loro candidatura adducendo motivi più o meno validi.
Infine anche il BUCO DEL CULO propose la propria.
Scoppiò una risata generale, fù trovata assurda l'idea che il BUCO DEL CULO potesse diventare il capo del corpo umano
Offeso, il BUCO DEL CULO si occluse e da quel momento si rifiutò di fare il suo dovere: "LO STRONZO"

Il tempo passò e a causa dello sciopero indetto e attuato dal buco del culo, tutte la parti del corpo umano incominciarono a star male. Il cervello divenne febbricitante, lo stomaco aveva i crampi, mani e gambe pendevano inerti, insomma, tutto il corpo era in disordine. Per non andare in contro a morte sicura, tutti gli organi si rivolsero al "creatore", pregandolo di eleggere il BUCO DEL CULO, capo del corpo umano.

Avvenuto ciò e riappacificato, il BUCO DEL CULO, riprese a fare il proprio dovere, cioè...
LO STRONZO.

"morale della favola"
Per diventare CAPO non c'è bisogno di essere un genio:
basta che ci sia qualcuno capace di fare "LO STRONZO".

Anonimo ha detto...

E tu cosa saresti ???? Be' un idea ...........a teng..........

Anonimo ha detto...

Acqua e terra.........Ecco

Anonimo ha detto...

Ricordo che in passato quando c'erano pochi soldi, capitava che chi aveva piu' soldini , aveva la possibilita' di comprare un pallone in plastica.Che il vento faceva sbandare..........pero' chi aveva il pallone decideva chi doveva giocare............... e quando poi qualcosa gli andava storto si prendeva il pallone e non si giocava piu'!! Cosi fai tu.............non ti preoccupare ti conoscono tutti non aver paura di poter riscoutere , ammirazione, rispetto .....non corri questo pericolo........Platelminto

Anonimo ha detto...

Il mio rimanere anonimo.........serve a far capire........te che non e' giusto riportare .......Quindi tu capirai chi di lama ferisce................

Anonimo ha detto...

A noi lavoratori non interessa la vostra reciproca antipatia,noi abbiamo bisogno dello strumento "vesuvianando" per una informazione vera che ci faccia comprendere realmente in quale accidente è finita la circumvesuviana. Se avete dei conti aperti risolveteli altrove.

Anonimo ha detto...

Informazione vera???'Ma dove vivi? E ki sarebbe il garante di tutto quello che tu auspichi???Kist???