BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

26 maggio 2012

DAL COMITATO UASTPP (UN ALTRO SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO E' POSSIBILE) RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO


La sigla UASTPP non è ufficiale ma verrà utilizzata per "comodità" dalla redazione, per indicare il comitato "Un altro servizio di trasporto pubblico è possibile"  


La redazione


Cari colleghi, vi informiamo che in questa settimana sono arrivate già una quarantina di adesioni con il ritmo di una decina al giorno, la prossima settimana forniremo l’elenco degli aderenti che aggiorneremo periodicamente. Sono anche arrivati suggerimenti e proposte per implementare i gruppi di approfondimento e migliorare le tecniche di comunicazione all’interno del gruppo e verso l’esterno.
Per rendicontare sul lavoro di gruppo svolto e sulle nuove proposte che dovessero ancora arrivare ci vediamo


MARTEDÍ 29 MAGGIO 2012 alle ore 15,00

presso la Biblioteca CRAL posta al piano ferro.
Al fine di evitare di disturbare chi non è interessato a questa iniziativa, le prossime comunicazioni verranno inviate esclusivamente a coloro che hanno aderito al comitato. Inoltre le comunicazioni saranno pubblicate sulla pagina facebook (trasporto pubblicolocale) e rese note con appositi volantini.


Pace, Giustizia e Gioia a tutti
Napoli, 25 maggio 2012
Fabrizio Montella


Comitato promotore 
in ordine alfabetico

Antonio Annunziata

Franco Del Giudice
Domiziano Graziani 
Colomba Mazzarella
Fabrizio Montella
Rosario Russo
Maria Nadia Vitiello



3 commenti:

Anonimo ha detto...

Chi vi ha detto che non sono interessato?
Gradirei che le vostre iniziative siano SEMPRE pubblicate sul blog....
La conoscenza è potere......
E chi semina prima o poi raccoglie......

Con le mie modestissime forze,continuerò a scrivere e rivelare.....
Per 5 buoni motivi:
1)Per non dimenticare,ed a futura memoria;
2)Per buttare giù il muro della segretezza;
3)Per denunciare la manipolazione della realtà;
4)Per affascinare quell'unico lettore che può essere ancora interessato alle mie corbellerie;
5)Per lavorare ad un ricambio della classe dirigente e della rappresentanza sindacale....
Un'organismo composto da Nominati che trattano senza più mandato,ed in funzione degli iscritti...
Coordinatori non eletti;
Con la struttura della R.S.U. che non funziona..

In poche parole:dopo 2 mandati,cari cacicchi, si torna in produzione......
Ed a maggior ragione questo assunto vale per: chi ha fallito!
Tutti a casa...
Un'autoreferenzialità di cui vi nutrite,e che vi impedisce di rendervi conto,che non c'è più il consenso tra i lavoratori...

Il termine autoreferenziale si riferisce a persona o gruppo che in ogni azione o pensiero fa riferimento soltanto a sé stesso, alla propria vita o ai propri interessi...

Praticamente:nessuno gli crede più!
Sgombrino il campo,raccolgano le macerie e tornino a lavorare.....

Dimenticavo:Ogni ipotesi di accordo deve essere sottoposto al vincolo del REFERENDUM!
Che si voti!


Come dicono i marinai:che il buon vento ci porti;
Come augurano gli scaut:Buona caccia;
Come declama il vostro motto:Pace,giustizia e gioia per tutti...
E come richiama il pestifero frate:Che la forza sia con noi;

Frate Guglielmo

Anonimo ha detto...

Per evitare l’Apocalisse
La crisi,il Trasporto e…..LA CAMORRA
------------------------------------------------------------------------------------

I sindacati lanciano un grido di allarme e dicono:La CAMORRA,attraverso prestanome,può assumere il monopolio dei trasporti(GULP!).Ci sono debiti per oltre un miliardo….E mentre dichiarano questo,il Presidente della Provincia di Caserta lancia l’ultimatum sul caso CLP e chiede di portare a termine la gara….

Ma andiamo con ordine e rileggiamo il comunicato….

“Il rischio concreto di fallimento delle aziende del trasporto pubblico locale della Campania, testimoniato da una esposizione debitoria di oltre un miliardo di euro, può determinare un attivismo economico incontrollato della criminalità organizzata. L’eventuale affidamento, successivo al fallimento, potrebbe non trovare nelle aziende campane la liquidità necessaria ad acquisire il servizio. Tale condizione è aggravata dalla crisi economica in atto… In questo contesto, l’unica organizzazione che ha grandi disponibilità e ingenti somme di denaro è la criminalità”.
A lanciare il grido d'allarme sono i segretari generali di Cgil e Filt-Cgil della Campania, Franco Tavella e Mario Salsano, i quali affermano che “la camorra, attraverso dei prestanome, può assumere di fatto il monopolio del sistema trasporti in Campania”. “Si verrebbe così a determinare – secondo Tavella e Salsano – un salto di qualità della criminalità organizzata, replicando di fatto ciò che è già avvenuto nel settore dei RIFIUTI ”.
“A fronte di questo quadro occorre sostenere la natura pubblica del sistema dei trasporti campani arginando così il possibile rischio di una scalata da parte della criminalità organizzata che, se dovesse avvenire, porterebbe a conseguenze disastrose anche per i lavoratori del settore, i quali sarebbero di fatto messi sotto ricatto,con immediate conseguenze sui salari e sui livelli occupazionali”.

(AZZO’)Le parti sociali inoltre chiedono un incontro urgente con il Governo:”Siamo ai limiti di una rottura sociale e definitiva,e senza via di ritorno,il nostro è un ultimatum al governo che deve aprire gli occhi sul Mezzogiorno e dare il via ad un tavolo con Istituzioni,imprese e sindacati….Intanto per il 2 GIUGNO è annunciata la Manifestazione a Napoli con i Segretari Nazionali….


Frate Guglielmo

Anonimo ha detto...

IL PISTOLOTTO DEL FRATACCHIONE

Figlioli,questa è una crisi,che sta mettendo in ginocchio imprese e cittadini,e … l’ombra della camorra, sempre presente nel territorio,potrebbe allungarsi anche sul trasporto ferroviario….Il comunicato è lapidario,e non lascia il minimo dubbio...
Forse mai come in questo momento è urgente riaffermare il valore della legalità e ripristinare il senso della proprietà dello STATO nei beni pubblici…,
In un momento particolare,dove l’intera comunità nazionale è chiamata a reggere il peso d’una crisi economica e sociale che può disgregarla in egoismi,sfiducia, risentimenti e sospetti…

(Gustavo Zagrebelsky) :“ Senza legalità,non c’è concordia,ma conflitto senza esclusione di colpi,dove i diritti dei più deboli sono destinati a soccombere all’arbitrio dei più forti…L’illegalità ha non solo un costo economico,ma anche e soprattutto un costo sociale che il nostro paese non può permettersi di sopportare,soprattutto quando gli si chiede sacrifici in nome “ del bene comune “.
Tra le diverse politiche emergenziali “ Salva Italia “,si deve mettere,e in posizione prioritaria,una politica “ Salva legalità in Italia “…”

Ed allora (mi domando)cu chisti chiar e luna,:non è demenziale affidare ad una gara di appalto i trasporti pubblici? Chi potrebbe avere la liquidità necessaria per gestire un bene pubblico? Potrebbero figurare dei prestanomi ?E potrebbero mai garantire e assicurare:legalità e sicurezza?Quali ditte ed aziende lavorerebbero nei cantieri? Come viene tutt’ora controllata la filiera degli appalti e dei sottoappalti? C’è il rispetto delle normative sulla sicurezza? Qual è il criterio per l’assegnazione degli appalti?Già qual è ?
Diciamoci la verità:sono controverse le regole dell’appalto e del sottoappalto…Uno slalom continuo tra norme e normette…Le loro mille eccezioni….Con cavilli scritti nei codici ufficiali dove a vincere sono sempre i più forti…
Si avvale della complicità di chi dovrebbe controllare e non controlla...Di chi dovrebbe denunciare e non denuncia….
Di chi dovrebbe legiferare e non legifera…Ma guardateli:chi siede oggi in Parlamento? Una pletora di inquisiti e di autorizzazioni a procedere negate…Si va da partecipazione o concorso esterno in associazioni mafiose a corruzioni diffuse,da voti di scambio a finanziamenti illeciti ed abusi di ufficio…
In un territorio aggredito dal malaffare:il sottoappalto è una metastasi che gioca di sponda con il denaro. E il denaro unisce….Unisce,il massimo della confidenza con i meccanismi finanziari moderni con l’antica filosofia del tengo famiglia…Nasce così un diritto d’uso corrente,fatto di ammiccamenti …Un’antilegge più efficace della Legge stessa…Un sistema di regole nel quale tutti gli attori si sentono garantiti:chi corrompe e chi è corrotto…
Con questa crisi economica,lo vogliamo correre questo rischio?Ma le osserviamo bene,le cose che accadono intorno a noi?Nella nostra Regione l’unica attività fiorente sono i Centri Commerciali…. Sorgono come funghi…Da dove provengono?Chi sono?Nè abbiamo così bisogno?Ci guadagnano o sono attività in perdite?E dopo i Centri Commerciali?Un deserto industriale!
In questo momento affidarci alle gare,non è la soluzione migliore…
Perché è chiaro: rischiare una decisione di questo genere,innescherebbe una reazione a catena,capace di smantellare il rapporto di lavoro e la stessa sicurezza…

Nellino,Nellino raccontalo tu al Consiglio Regionale,che è deleterio e fonte di guai correre questo rischio...
Intanto il fratacchione insiste e persiste:e le CLAUSOLE DI GARANZIA?Senza le regole chi garantisce i lavoratori?

A proposito:voi cosa ne pensate???

Che la forza sia con noi

Guglielmo da Baskerville