BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

26 aprile 2012

” IL METRO,IL DADO,L’ORARIO SLIM E…. IL DOPPIO BRODO “ STAR “

ABAZIA DI MELK

   ” IL METRO,IL DADO,L’ORARIO SLIM  E…. IL DOPPIO  BRODO “ STAR “
(”Se vi resta ancora un dubbio,tanto semplice  è provar,la minestra vale il doppio con il doppio brodo Star…..”)

                                                             Prologo

--Quando parla del metrò,lei,si riferisci al Metro-Star?L’Alfa e L’Omega!Il vostro inizio e la vostra fine!E quando ci chiederanno cosa stiamo facendo noi risponderemo:Ricordiamo? (mi  chiede,il Priore)--

“Quale Metrò( faccio io)?Reverendissimo Padre lei confonde… Nel titolo,mi riferisco al metro….Il metro è l’unità di misura della lunghezza….E’ con il metro del nostro giudizio che  noi  definiamo il valore,l’utilità delle cose,e quale ne sia il reale giovamento per noi stessi e per la collettività .…. E’ con il metro che noi misuriamo la distanza siderale,che separa “le loro patacche “dalla nostra realtà…)”
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
(“Il dado è tratto “del 17/c.m,e l’Orario SLIM,…ovvero:Il Minestrone,i Dadi,il Rumore,il Caos,ed i Treni a sorpresa)
L’ultima invenzione della Vesuviana:IL  treno del CUCU’--TETE’(Chi non si ricorda questo famoso gioco per bambini,dove facendo apparire e scomparire il viso si suscita l’ilarità del bimbo? Bene!….I nostri ardimentosi eroi di mille imprese,per sbalordire il viaggiatore,si sono inventati il gioco del nascondino,con la sorpresa finale …I treni che non ci sono:svaniscono,si nascondono e riappaiano dal nulla……)


                                              
                                                  L’Enigma della Rosa
                            7° Mese Dell’Anno Dei MAYA (Anno dei Professori)





Egregio Director,il nostro caro William direbbe:Molto rumore per nulla....
I pataccari praticano il gioco che nel meraviglioso slang partenopeo prende il nome:..delle TRE CARTE....
I ruoli,nell'eterna composizione pittorica,(I  Bari-M.Merisi-detto il Caravaggio),sono tre:Il pollo da spennare,il baro ed il compare....
Le cifre iscritte al bilancio noi le annusiamo, le immaginiamo, le percepiamo mediaticamente.. ..ma nun se vede na lira....Laddove poi esistano,erano dei vecchi crediti dovuti dallo Stato e mai incassati…
Indi,siccome e per cui ,per qualcuno basta spostare solo i numeri dai bilanci ballerini e il gioco è fatto…...
Questo è un vecchio trucco da caravan-serraglio,operato dall’affabulatore della magia e dei cantieri infiniti…..Ma i vecchi trucchi ora non bastano più..,.
Ed allora:per l'amor di Dio,tra tanto rumore,almeno risparmiateci le patacche!
Ma dove vivono le nostre simpatiche " canaglie "?Nella conigliera di Alice?
Cari con-fratelli,la strada per il rinnovamento rischia di essere lastricata di buone intenzioni:solo alla fine si vedrà se porta davvero in " Paradiso ",o come nei proverbi all'Inferno....
Intanto le dieci domande poste 20 giorni fa,alle " simpatiche canaglie " attendono ancora una risposta....(vedi: QUEI FIGURI ANTICHI DI TANTI ANNI FA-I GATTOPARDI)
Dieci quesiti che toccano i punti essenziali dell'Amministrazione della nostra azienda...
Qualcuno sussurra che l'intenzione di rispondere c'è....Rispondere non solo ai lavoratori,ma anche alla cittadinanza ed alla stampa che pone analoghe questioni,ma l’unica postilla a questo pio desiderio d’amor,sono i tempi tecnici che dobbiamo rispettare…Tempi tecnici che aspettiamo perlomeno da 4 anni……Come le fumose ed eterne riunioni di commissioni che studiavano, indagavano, cercavano : senza mai ricavarne un motivo,una ragione,dei responsabili……
A Melk lo chiamiamo l’enigma della rosa:la verità che non c’è!Strano paese il nostro:pagano alla fine sempre” i soliti noti”.
" E' appena il caso di ricordare che La CIRCUMVESUVIANA dopo la Nord Milano è la ferrovia secondaria più importante in Italia....Ditemi cosa si è fatto per migliorarla o per lo meno di mantenerla ad un livello accettabile di efficienza?
Cari signori diciamocela tutta....Quando il Signor Nello Polese,Presidente dell'E.A.V.,la holding dei trasporti regionali,addebita alla passata giunta regionale l'inerzia che ha portato alle conseguenze attuali probabilmente avrà pure ragione. Ma ha il TORTO di non citare nomi e fatti.....
Perché non cita la responsabilità diretta di Bassolino e del suo Assessore Cascetta,che mentre la Circumvesuviana andava in malora si baloccavano con opere monumentali e cantieri infiniti, dimenticando e/o distraendosi dall'esistente?In ogni caso:come veniva amministrato il consenso? Quali ditte ed aziende lavoravano sui cantieri?Come veniva controllata la filiera degli appalti e dei sottoappalti? Qual’era il criterio per l’assegnazione delle consulenze?Chi controllava lo stato dei lavori e le correzioni apportate a dei  progetti  prima completati e “ poi “ successivamente modificati?Come venivano spesi i soldini?Chi amministrava e gestiva l’azienda?
Come si sciupavano i talenti:tra spreco di risorse e privilegi indecenti?

In attesa dei megagalattici piani ed il quotidiano sviluppo dei prodigiosi eventi, ritorniamo con la memoria al contenuto delle mie dieci domande.....
1)La prima vexata quaestio,riguarda,il risanamento dei conti con il fumoso Piano Industriale....
2)Latita poi una via d'uscita certa per rimettere in ordine:la sicurezza,la manutenzione e l'organizzazione....
3)Circolano poi contraddittorie voci su straordinari erogati per carenze in organico per un verso e possibili esuberi per un altro,senza specificarne però la provenienza....
4)E mentre si spara alzo zero per intimorire e portare a casa il pollo da spennare,nulla si dice sulle clausole di salvaguardia,la garanzia per le attività lavorative,per gli organici e per il fondo di sostegno da attivare....
5)Registriamo al momento le continue e palesi esternalizzazioni,con la cessione di attività lavorative che interessano la sicurezza..
Ed allora:Nellino,Nellino,è poca cosa colpire solo il capro espiatorio,e seppur ci riuscissi, anche così sarà difficile muoversi....
La crisi è nera,tanto nera,da spegnere le speranze dei viaggiatori senza evitare(ahimè)il malanimo dei dipendenti....
Dillo ad i cacicchi regionali ed al tenebroso Mauritius, che la crisi taglia come il buio,e non la redimerai certamente infierendo solo sui capponi di Renzo....La crisi è così nera da sporcare le lenzuola.....
6)Non negare orsù,che causa (sic)il dissesto finanziario,si paventa il rischio,che i trasporti non solo saranno privatizzati,ma svenduti ai privati....Nellino chi sarà il convitato di pietra?Chi sarà " il presente " che tutti conoscono,ma di cui nessuno preferisce parlare?

Sono più che certo,che le mie domande non avranno risposte.....Come sempre!!!!
In fondo,in fondo l'unico amletico quesito alla fine è il seguente:le domande sono da accantonare o da archiviare come requiem del fratacchione a futura memoria????
“ Lasciamo,come dice il poeta, che lo scorrere del tempo renda tutto un po’ più chiaro?…Oppure : cerchiamo un equilibrio che svanisce ogni volta che parliamo…?”
E’ il caso di dirlo:sono solo parole al vento……..
Al momento lo stato dell’arte è questo…
7)Pavento che le grandissime riforme,il fumoso Piano Industriale,e il presunto risanamento con la macelleria economica della retribuzione,non solo cambi tutto per non cambiare nulla,ma addirittura riduca il numero dei lavoratori in organico….La vera sconfitta  sarebbe proprio il peggioramento delle condizioni dei lavoratori e della sicurezza dei viaggiatori…..

8)A proposito,dimenticavo,mentre sono tutti al nostro capezzale,vi chiedo chi sarà il " nuovo SUPERPREFETTO " della futura azienda?Un altro della CASTA?Magari qualcuno che si farà " ricco " (sic!)con il doppio incarico?
Facciamo un po’ di conti:IL PRIMO)…”Ei fu. Siccome immobile,dato il mortal sospiro,stette la spoglia immemore orba di tanto spiro,così percossa,attonita la terra al nunzio sta,muta pensando all’ultima ora dell’uom fatale”,…è già il tra-passato remoto;
IL SECONDO)ha transitato sul cavalcone il Duca d’Alcantar (già pollice verde ed esperto di Savane,feste,cotillons . Massima autorità sul postulato esoterico mai risolto in azienda,dello strummolo e del legname);
 IL TERZO)…..Sic transit gloria mundi del Cardinale Speranza, (letteralmente così passa la gloria del mondo. Ovvero:papale papale come siamo caduti in basso)e qui siamo ai giorni nostri ed all’affondamento della  gloriosa corazzata….…

Troppi  sono i“ presunti-esperti “ che trafficano,barano,ciurlano e trattano…
Trattano gli argomenti,i numeri,e le persone immersi in questa terribile crisi,con cinismo,arroganza e aridità…Siamo diventati vulnerabili,e quel che è peggio,non abbiamo più il diritto alla sicurezza, al lavoro,alla rappresentanza,all’informazione,alla trasparenza,…ed alla DIGNITA’!……
Per dirla con le parole di Gesù ai farisei:Caricano gli altri di pesi insopportabili,che loro non toccano nemmeno con un dito....(Dal Vangelo secondo Luca)





Per la poesia del mese,e per fare un po’ di chiarezza tra la verità e il riso,ho scelto:
L’Enigma della Rosa(Adso da Melk-la voce narrante del Nome della Rosa-)
“ Non «vi può essere un ordine», una Verità assoluta, infatti, in quel labirintico e così attuale Universo dell'autunno del Medioevo, epoca di profonda crisi e di grandi contrasti ideali e politici, in cui i segni (i fatti)sono «la sola cosa di cui l'uomo dispone per orientarsi nel mondo».
Specchio e figura dell'uomo contemporaneo, Gugliemo da Baskerville, inseguendo ostinatamente una parvenza d'ordine, giunge alla fine a dipanare la «bella e intricata matassa», ma con suo grande sconcerto, «seguendo una ragione sbagliata».
Non gli rimane che confessare che forse «il compito di chi ama gli uomini è di far ridere della verità,fare ridere la verità,perché l'unica verità è imparare a liberarci della passione insana della verità», e che quindi: «le uniche verità che servono sono strumenti da buttare».”
È forse questo, dunque, il senso ultimo di questo libro dall'enigmatico titolo??????
«Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus» [la rosa che era,(ora)esiste solo nel nome, noi  possediamo soltanto nudi  nomi]



Che la forza sia con voi

Guglielmo da Baskerville

Photobucket

2 commenti:

Anonimo ha detto...

LE PATACCHE SONO COME LE CILIEGIE

Le patacche sono come le ciliegie,una tira l'altra....Vetrella ne spara una un giorno si, ed uno no;anche Nellino Polese non è da meno....E' una gara nel grande circo della comunicazione a chi vince il primo premio....
Ai pataccari mica basta!Siccome soffia il vento contro la casta,ecco un Responsabile sindacale Regionale (Cosimo Barbato Filt-Cgil)che non si fa sfuggire l'occasione per rassicurare i lavoratori con un monito,con un sobrio ammonimento,con un rispettoso avvertimento,con un delicato imbonimento, e con un invito alla calma,dichiarando a Repubblica:«C' è la copertura finanziaria degli stipendi. Il ritardo va collegato alle festività di queste settimane»Barbato si sofferma anche sul piano di rientro economico delle aziende: «La Regione conferma che sarà sottoposto a breve al presidente del Consiglio Mario Monti».
(Cosa si sottopone:il debito?Le insolvenze verso i creditori?Un confronto con il Governo centrale teso ad ottenere provvedimenti legislativi sulla scorta di quanto avvenuto per la sanità regionale?Il responsabile al riguardo è evasivo….Ma non si scompone,insiste nella sua olimpionica calma…Esperto in enigmistica: è specialista nei rebus da tavola....)
Ma dove vivono i nostri simpatici pataccari,nel paese delle meraviglie?Nella conigliera di Alice?O,come al solito,sanno produrre soltanto fumo propagandistico?
Sembra il suo:il dialogo tra Alice e il Brucaliffo….
Brucaliffo:"Cosa essere tu?"
Alice:"bè,non so più neanche io,signore..mi son trasformata tante volte oggi,che se riesce lei a capirci.." -
Brucaliffo:"Io non capirci,spiegati meglio!"
-Alice:"Temo di non potermi spiegare,signore. Perché io non sono più io,cioè.."
-Brucaliffo:"Bel garbuglio.."
-Alice:"Non so spiegarlo più chiaramente,perchè non è chiaro neanche a me.." -
Brucaliffo:"Tu chi esser,tu?" -Alice:"bè..Le pare che potrebbe dirmi prima lei..coff,coff.. cosa esser lei?" Brucaliffo:Un'incognita.Per-ora….."
(Alice nel paese delle meraviglie-1951)

Chi è Alice?Alice è grande? E’ piccola?Chi siamo noi?Cosa siamo diventati noi?Cosa diventeremo noi?Ci dividono?Ci svendono?Nel frattempo ci pagano?Non ci pagano?Perché?C'è lo scorporo?Come?Quando?
Con quali garanzie occupazionali?Con Quali diritti?Con quale contratto?Con le clausole o senza? Fusione si,contrordine:fusione no... E il massacro delle retribuzioni?A questo punto la domanda essenziale del misterioso Brucaliffo, che parla come un saggio orientale delle “Mille e una notte” potrebbe essere rivolgendosi ai pataccari: “Chi cazzo siete voi?A che servite?Se non siete capaci,su-su,guadagnate velocemente la porta e uscite di scena....”

Anonimo ha detto...

La trama mozzafiato impone come un film noir che gli eventi fin qui raccontati,precipitano...E come precipitano? Precipitano a seguito di un fatto nuovo....Una folta rappresentanza di lavoratori si reca al 10 piano della direzione della Circumvesuviana,per chiedere chiarezza di informazioni e certezza sui tempi di pagamento delle spettanze di aprile. L’Amministratore Unico nun se fa truvà... Assente!Lo sostituiscono al momento i dirigenti A. Borrelli,F. Pastena,G. Gattuso e L'Avv.Vollono, i quali dichiarano che il mandato di pagamento è stato inviato alla ragioneria regionale dall’avv. Gaetano Botta, per conto dell’assessorato ai trasporti, il giorno 16 aprile. Dichiarazioni in contrasto con quelle fornite dal dott. Papagno Maurizio, dirigente EAV, il quale martedì 24 aprile,papele-papele ha affermato che il suddetto mandato è stato inviato propritamente mò-mò,in questo preciso istante,si-ssignori in quella stessa mattinata dall’avv. Botta alla ragioneria della regione Campania, per esser messo in pagamento..

E’ un bel guazzabuglio…Per i lavoratori solo incubi...... E per la casta?Pesci in faccia e fughe vigliacche....
L'Amministratore ha preferito eclissarsi,dopo il comunicato numero 10....E i nostri valorosi eroi di mille imprese?
Gattopardi che si mimetizzano……

I fatti al momento sono:

1)Le famose e fumose risorse stanziate per la manutenzione:non ci sono!Risorse che al momento, non sono state ancora erogate alle aziende....
2)Miglioramento del servizio è di là dal venire,con un passettino alla volta(passo dopo passo, come diceva il mitico cazzaro del rinascimento napoletano);
3)Non c'è un programma e qualora esistono progetti essi sono inconsistenti;
4)Si erano impegnati nel garantire le retribuzioni,e invece veniamo umiliati con il ritardato pagamento;
5)Non bastano piani industriali,vendita di un ramo d'azienda ed esternalizzazioni;
6)Pochi spiccioli per i fornitori che,ormai con molta pazienza,aspettano i pagamenti promessi;
7)L’unico elemento nuovo:l’orario Slim e il trenino del Cucu-Tetè;
8)La cassa è vuota,strangolata dall'allegra gestione e dai ritardi delle istituzioni nel trasferire gli emolumenti garantiti..Si ripara il pallone sgonfio con cuciture improvvisate;

Ed allora i pataccari osservano il maestoso e leggendario dipinto di Caravaggio(I Bari)e memori della grandezza partenopea nel confezionare agli sprovveduti allocchi il cosiddetto " O pacc ",cercano una via d'uscita con lo stratagemma delle TRE CARTE.....Sposta a là,piglia accà,puos e sold e Re-pas (Straordinario il nome dei tichet)domani.....

SOLUZIONI

A)Rossella O' Hara(Via col vento)Domani è un altro giorno....;
B)Ornella Vanoni:Domani è un altro giorno,...e si vedrà....;
C)Risolvere il REBUS del guascone della cata-lagna;
D)Stato di agitazione e procedura di raffreddamento;
Ovvero Re-pas domani…….

A proposito:i debiti chi se li accolla?500 milioni nun so na pazziella….E voi con la scusa dei debiti ci state ammazzando……

Troppi sono i“ presunti-esperti “ che trafficano,barano,ciurlano e trattano…

Trattano gli argomenti,i numeri,e le persone immersi in questa terribile crisi,con cinismo,arroganza e aridità…Non abbiamo più il diritto ne alla sicurezza,ne al lavoro,ne alla rappresentanza,ne all’informazione,ne alla trasparenza, …e ne al rispetto per la nostra DIGNITA’!……


Che la forza sia con voi

Guglielmo da Baskerville