BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

21 marzo 2012

IL QUARTO ESCLUSO. DI FRATE GUGLIELMO

Photobucket

IL QUARTO ESCLUSO 
(Principio d’ordine della storia culturale europea)
4° Mese dell’ANNO DEI MAYA (Anno dei professori )

Per quale motivo si continua a fare confusione,è un MISTERO…..Semplificare,banalizzare,generalizzare non ha quasi mai nulla a che vedere con la verità,anche se assicura quel consenso da bar,necessario per costruire fortune politiche e carriere aziendali…
Chi ha mai obiettato sulla virtù della carità?E chi ha mai messo in dubbio la fiducia riposta in Giovanni? Se può confortare, mi rasserena sapere che in questa nobile e generosa operazione ci sia la discreta e oculata presenza del Director….Le lucciole sono solo lucciole e le lanterne sono solo lanterne….Se preferite c’è la variazione al tema:i fischi sono solo fischi e i fiaschi sono solo fiaschi….Ed allora per evitare fastidiosi equivoci facciamo chiarezza fissando il nostro sguardo sulle cause reali (che presumo) sono all’origine del commento galeotto….Non c’è nulla di sorprendente,tanto meno di inspiegabile in un’azienda flagellata da debiti,da frantumazioni,da discredito, e da rabbia:il non riconoscere più la legittimità di una classe dirigente…
La raccolta fondi sull'autoambulanza,l’assenza del personale operativo alla consegna,la foto ricordo ed il relativo commento,si presta ad una duplice lettura.....Una lettura strettamente connessa al deragliamento del 6 Agosto ed alla condizione indecente in cui versa la manutenzione e la sicurezza....
Personalmente non dimentico....Non dimentico chi addossò con molta superficialità le responsabilità dell'incidente solo al personale alla guida...
Pubblico lubridio,gogna mediatica sulle telefonate vere e presunte...E come non ricordare il quadrato che impose la dirigenza per assolvere e garantire solo i propri dirigenti........
Il collega alla guida del Metro star deragliato fu lasciato solo....Si diceva è colpa dell'eccessiva velocità nel curvone maledetto.....L'inchiesta interna fugherà dubbi e perplessità....
Aspetto ancora gli esiti sia dell'inchiesta sul 6 Agosto,e sia del mai dimenticato incidente ferroviario di C.Terme di Gennaio del 2009.........
Il personale operativo pur partecipando alla lodevole iniziativa della raccolta fondi per l'autoambulanza,si fece promotore di un'iniziativa analoga verso il macchinista coinvolto nel drammatico incidente.... Un’iniziativa di solidarietà per non lasciarlo solo…
Ricordo i commenti sprezzanti di parte del personale...A chi sollevava dubbi sul tracciato,sui codici di sicurezza e sugli interventi tecnici per prevenire l’errore umano la risposta era:...non cerchiamo giustificazioni, è la velocità che lo condanna...!

E qua mi soccorre il Processo a Gesù ed il drammatico confronto tra dubbio e verità,ben rappresentato dall'incontro tra il procuratore romano e il re dei giudei....Un confronto tra relativismo e assolutismo...Un confronto tra gli strumenti mediatici di controllo dell'informazione e il voto del popolo....
Chi volete,che liberi disse Pilato,il giudeo già definito il Nazareno,oppure il Barabba?
Ed è il classico quesito del Crucifige e della Democrazia sempre presente,nel populismo mediatico:per poter rimuovere i fatti  ed assolvere il potere......Concretamente per i “ Gran Sacerdoti “,(veri protagonisti di un’informazione pilotata)il ladrone era molto meno pericoloso del Nazareno…Aizzare la folla era,per loro, del tutto naturale….
E come non ricordare la risposta del Sinedrio riassunta nella frase drammatica di Caifa: è meglio che un sol uomo perisca piuttosto che un intera nazione....
Duemila anni dopo il potere è diventato sistema e quando questo si deve difendere: utilizza pretesti e disinformazione….Per la disorganizzazione e il caos il capro espiatorio è la risposta più semplice per rimuovere:cause e responsabilità....La migliore soluzione?Assolvere l’Amministrazione(Consulenze esterne,sprechi e tagli) e sic e simpliciter liquidare la faccenda del deragliamento individuando solo nella velocità la causa del tragico volo…….
Dicevano i latini:IL DENARO non ha cattivo odore….E’ il modo in cui si sperpera,che puzza di morto…..E noi in quanto a sperpero non siamo secondi a nessuno…..Si risparmiava sui reparti operativi, mentre si costruivano cattedrali nel deserto:….abbandonate poi all’incuria ed al degrado….

Chi amministrava e gestiva:la sicurezza?A chi competeva la programmazione?Chi doveva pianificare gli interventi per proteggere un tratto ferroviario tanto importante,come il percorso che lega Gianturco con il terminale di Piazza Garibaldi?Una linea questa soggetta da anni a lavori e rallentamenti….
Ed allora per gli smemorati di Collegno,vado indietro nel tempo ricordando la chiusura dell'inchiesta da parte della Procura(organismo terzo ed indipendente):alta velocità,mancanza di un sistema di rallentamento automatico e segnaletica insufficiente...
Secondo le indagini il macchinista conduceva il Metro star ad una velocità tre volte superiore rispetto a quella consentita in quel tratto,e i dirigenti(come si legge nell'atto)omettevano di adottare quello più idoneo a garantire il maggior livello di sicurezza sulla rete ferroviaria...Sotto inchiesta finirono: l’Amministratore Delegato,il Direttore Operativo e il macchinista…
Adesso non so come finirà la faccenda....Faccio presente che nel frattempo lo sfascio organizzativo continua...Rilevo che su quel tracciato non ci sono stati interventi correttivi…..Faccio presente che in alcuni reparti operativi:ci sono solo 10 unità lavorative che devono coprire 25 turni.....Di cui 14 su turni ciclici....
Si garantiscono orticelli e sacche di improduttività,mentre il personale sugli impianti è al collasso....(Si aggira sui 60 anni la media anagrafica)
Di cosa vogliamo discutere:di sicurezza?Qual è?Ed i maggiori responsabili di questo stato di cose sono sempre presenti?Nessuno passa mai la mano?Nessuno che transea in altro luogo?
Non ho il dono della verità,ma manca ancora qualcosa alla storia che ho provato a raccontarvi…….Un convitato di pietra che chiameremo:il quarto escluso!
Il ruolo che ha ricoperto e che tutt’ora ricopre è di rilevanza strategica per un’azienda che ha fatto della sicurezza la sua ragione sociale…..Sue sono le competenze,sue sono le responsabilità….La sua figura è stata sempre presente tra di “ noi “ …..Era presente nelle dichiarazioni rese agli organi d’informazione;presente sul siparietto d’Agosto sull’A.T.P;presente in ogni foto ed in ogni occasione….……..eppure la sua figura percorre solo marginalmente questa storia….
Egregi con-fratelli:il quarto escluso è un principio d’ordine della storia culturale europea:1,2,3…e il 4 escluso ai margini…..Molti autori e filosofi si sono cimentati con il mistero del quarto escluso….Il romanzo di A Dumas si chiama i tre moschettieri……ma la storia che viene raccontata è quella del quarto…E come dimenticare lo schema della trinità,al quale si affianca il quarto escluso che può assumere, rispettivamente, il volto angelico della (Ma)donna o il volto dell’Angelo ribelle…..
Il mistero della croce:4 lati…nel nome del padre,del figlio e dello spirito santo…..e il quarto escluso chi è? E ancora:gli equilibri tra: clero,nobiltà e borghesia vengono scompaginati dall’irruzione del quarto escluso…. Chi?....Il proletariato rappresentato e definito come  quarto Stato,….etc,etc,etc,…..
Insomma,se non fosse una storia maledettamente seria,ci sarebbe da divertirsi,di fronte a tale fantasia… Per l’incidente ferroviario la Procura ha individuato tre soggetti,….ma la storia che viene raccontata è quella della sicurezza….(Il quarto escluso!)…Ed allora fantasia per fantasia:chi è il quarto escluso della nostra storia?
Empatia zero! Narcisismo mille!Spiccata propensione alla minaccia, …..Incapacità patologica a riconoscere i propri torti….C’è quanto basta!
Morale:Scarso credito,e assenza di prestigio;
Assenza di autorevolezza;
Incapacità di gestire l'Infrastruttura;
Onde,siccome e per cui:la vera causa della mancata partecipazione ad iniziative benefiche di questo genere sono da ricercare solo ed esclusivamente sulle motivazioni che ho provato a spiegare.....
Credo che nessuno sia indispensabile e che non esistono uomini per tutte le stagioni! Che rimuovano le loro macerie e lascino:il  tempo concesso è finito!

Che la forza sia con voi
Guglielmo da Baskerville


ABAZIA DI MELK

5 commenti:

triton ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
giona ha detto...

Il commento è stato eliminato in quanto non ha tenuto conto dell'invito
della redazione.

Anonimo ha detto...

Caro Giovanni censurando il commento numero 1,mi costringi a ritornare sull'argomento.
L'oggetto della discussione riguarda la sicurezza e gli errori di progettazione di un PPLL che in caso di isolamento elettrico può agire con effetto ghigliottina.....
In altri tempi avrebbe fatto più scalpore il problema di alcuni IMPIANTI su cui si indaga per manifesta INSICUREZZA.....Una cosa inaudita,eppure salvo qualche asciutto commento,la faccenda non sembra interessare più di tanto.....
Si consuma una riunione con la R.L.S(Nappi è un Rappresentante alla Sicurezza)su una problematica che riguarda la sicurezza dei PPLL,e “ salomonicamente “ applicano il giochino di Ponzio Pilato…..
Si verbalizzano i contenuti della riunione?Forse,si concorda una posizione comune?La R.L.S. comunica ai lavoratori l’oggetto della riunione e gli eventuali affidamenti concordati con la Direzione per la risoluzione del Problema?Niente di tutto questo!
E la catena di comando cosa fa?Il Quarto escluso cosa dice?
L’Amministrazione di un’azienda e i rapporti con il personale avvengono attraverso:ORDINI DI SERVIZIO; Disposizioni Di Servizio;Comunicati…..(R.D. 8-1-1931—N°148)
Risultato:Non emettono ne Comunicati,ne Disposizioni di Servizio e ne Ordini di Servizio…..L’unica notizia che trapela è il rinvio della problematica ai sottoposti…..Sottoponendosi poi al rito del lavacro purificatore il Quarto,il quinto e compagnia bella,pontificano:se c’è manutenzione nulla può accadere…..
In poche parole:se ne lavano le mani!Certe soluzioni apparentemente più a buon mercato si riveleranno le più inconcludenti……Come risultato procurano più che perplessità:complicazioni e dubbi!!!!
E più passa il tempo ,più cresce la sensazione che i conti non tornano….Che ci sfugge qualcosa di non detto e forse di non dicibile…..Che urge focalizzare l’attenzione verso tutti quei problemi legati alla sicurezza ed alla manutenzione da troppo tempo abbandonati e dimenticati......
E per il momento il fratacchione si ferma qua......Al riguardo ti farò avere presto mie notizie.....
Si accettano scommesse:Il GUTTENBERG IMBAVAGLIERA' GUGLIELMO?......(Non ci posso credere)...
La censura colpirà la libertà di informazione???
Su di un blog libero,scatta la rappresaglia dell'Amministrazione?
Caro figliolo l'incapacità dei nostri dirigenti è troppo palese per poterla negare.
Uomini in fuga dai problemi da risolvere;uomini in fuga dalle scelte da compiere;uomini in fuga dalle RESPONSABILITA' da assumere.....
Egregio Triton la ringrazio per l'attestato di stima e stia in campana,presto ci sarà una risposta articolata sull'argomento afferente il suo commento....
Sottopongo al Direttore una mia specifica richiesta:
LA RI-PUBBLICAZIONE DEL COMMENTO,CENSURATO DA UN AMMINISTRATORE DEL BLOG....
P.S.:L'Amministratore del Blog è per caso un DIRIGENTE dell'Azienda?????

Che la forza sia con voi

Guglielmo da Baskerville

Anonimo ha detto...

Egregio Director:ritorno sull'argomento sollevato dal commento numero 1 in quanto costretto....Costretto dalla censura e dalla rimozione operato da un non meglio identificato " Amministratore " del blog.....
Successivamente riferendomi allo stesso argomento, la censura ha oscurato anche la mia opinione....Si dice che siano state disattese le regole....Quali regole?Regole che chiamano in causa qualche anima bella sindacale e qualche dirigente a cui è affidato il ruolo e la responsabilità della sicurezza in azienda?
Ed allora in considerazione di 2 commenti censurati ed oscurati le chiedo:E' importante avere un mezzo di comunicazione indipendente?Possiamo ancora avere tracce nel nostro pensiero(visti i tempi)di:indipendenza,autonomia,libertà?
Il pensiero è un fantasma che non dovrebbe essere un lusso ma un privilegio...E' un desiderio di libertà comunque presente...E la libertà va guadagnata....E va guadagnata con costi altissimi:per esempio,che cosa posso e non posso scrivere qui?
In questo luogo?Devo conformarmi al pensiero prevalente?Condizionato dallo stato delle cose?Dire o non dire?Ed è un problema che mi devo porre io oppure il responsabile del Blog?
Assodato quindi che il blog è un mezzo di comunicazione indipendente perchè non dare quindi le informazioni corrette?Non trova che in questo modo si costringe a tutte le " anime belle " a tener conto che c'è chi contraddice le loro balle e le loro omissioni?
Pertanto non comprendo,non capisco e non giustifico la censura del commento numero 1 e il mio successivo oscuramento(N°3)
Faccio presente che la trasparenza e la corretta informazione è un dovere per un organismo deputato a rappresentare i lavoratori sulla sicurezza....A maggior ragione se di queste problematiche in un incontro ufficiale viene prodotto un regolare verbale....I due commenti oscurati evidenziavano la fallimentare politica di tagli,di spreco e di investimenti sballati....In altri tempi avrebbe fatto scalpore il problema di alcuni impianti su cui si indaga per manifesta insicurezza..
Una cosa inaudita,eppure salvo qualche asciutto commento,la faccenda non sembra interessare più di tanto....Ma guarda caso,la faccenda diventa indigesta per qualche solerte signore che suggerisce il taglio di opinioni non conformi....
Ed allora diventa deplorevole il comportamento del lavoratore che denuncia il degrado,lo sfascio e il fallimento delle politiche industriali e della burocrazia che l'ha diretta e non le inefficienze,il marasma organizzativo e le negligenze di chi ha amministrato e diretto in questi anni l'azienda....Strano modo di ragionare..
Ho già provveduto ad inviarti l'articolo:Gli Ignavi...e la Confraternità dei Pirla..
(I " mazziati " del ballast )
E'una tua scelta se pubblicarlo oppure cestinarlo...


Che la forza sia con te
Guglielmo da Baskerville

Anonimo ha detto...

Eterogenesi dei fini

Delle nostre azioni siamo, talora, noi i padroni. Ma il loro significato, nella trama di relazioni in cui siamo immersi, dipende da molte cose che, per lo più, non dipendono da noi. Sono le circostanze a dare il senso delle azioni...
----------------------------------------------------------------------------------
DUE donne morte, in un un' auto travolta da un treno a Somma Vesuviana… L' auto, una "500", è stata investita da un treno su un S.O.A sito al Rione Trieste in via Persici sulla linea Ottaviano-Sarno.

Nel tardo pomeriggio, ancora un tragico incidente, con le stesse modalità. Un uomo, di 82 anni,alla guida di un'auto, è morto in un incidente con un treno, avvenuto in località Masseria Izzo, a Poggiomarino...

Secondo quanto riferisce il macchinista che si trovava alla guida del treno (e la gente del posto),il S.O.A. era perfettamente funzionante.La velocità massima del convoglio consentita sul tratto è di 90 chilometri all'ora ma, in considerazione dello spazio di frenata misurato tra il punto d'impatto e quello di fermata, è verosimile che il treno viaggiasse a una velocità anche più bassa.


"Esiste un serissimo problema di sicurezza. Ho chiamato immediatamente il presidente della Regione Stefano Caldoro per esternargli le mie profonde preoccupazioni", ha detto in una nota il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro. "Credo che la sicurezza non abbia prezzo e che oggi più che mai debba essere riproposta nei confronti del rapporto governo - enti locali la problematica dei finanziamenti dei trasporti locali, in particolar modo - ha aggiunto Cesaro - per quanto riguarda gli investimenti riguardanti la sicurezza. Con dolore trasferisco ai familiari delle vittime, il mio profondo cordoglio".


Spiega L.D.P.: rappresentante dell’Orsa: “Non essendo dotati di barriere sono facilmente attraversabili da utenti della strada distratti o indisciplinati o addirittura attraversati da utenti spesso giovanissimi (con moto e bici) ed extracomunitari che ignorano la pericolosità e il reale funzionamento del passaggio a livello. Da alcuni anni, con l’avvento della gestione da parte dell’Eav, assistiamo ad un totale blocco dell’attività di eliminazione o di installazione di barriere a causa delle difficoltà economiche nonché a problemi di espropri, di imposizioni o veti dei comuni interessati e anche a lentezze burocratiche”.



Aggiunge G. C.: “In un tragico momento come questo, dovremmo restare in silenzio per il rispetto dovuto alle vittime di questo tragico incidente, ma non possiamo, proprio per lo stesso rispetto che portiamo a queste persone, tacere, perché la loro morte poteva essere evitata se si fosse portato a completamento il piano di trasformazione di tutti i passaggi a livello, iniziato oltre 10 anni fa con i dirigenti della Circumvesuviana di allora”…
Morti annunciate, insomma. Paventate anche da chi vive in prossimità dei Soa….A Somma Vesuviana in tanti ieri hanno spiegato di aver più volte chiesto l’installazione di passaggi a livello più sicuri.

I tecnici della Circumvesuviana alla presenza delle forze dell'ordine e della magistratura hanno ulteriormente verificato con esito positivo la corretta funzionalita' degli impianti in questione offrendo fin da subito la piu' ampia collaborazione per l'accertamento delle cause".

Tre casi in un giorno sono troppi per parlare solo di fatalità o di distrazione,,,
..Urge focalizzare l’attenzione verso tutti quei problemi legati alla sicurezza ed alla manutenzione da troppo tempo abbandonati e dimenticati......E quello dei S.O.A,resta un problema aperto,urgente e drammatico che attende da troppi anni una sua risoluzione….

La sicurezza ferroviaria non è proprietà privata ma un bene comune da difendere. La trasparenza sugli incidenti, le loro cause e gli effetti che ne conseguono, è un dovere etico, prima che giuridico, di chiunque gestisca un servizio pubblico....

(Frate Guglielmo)