BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

30 marzo 2012

IL FRATACCHIONE SCRIVE: GLI IGNAVI…..e la confraternità dei pirla (I mazziati del ballast )


 GLI   IGNAVI…..e 
la confraternità dei pirla (I mazziati del ballast ) 
5° Mese dell’Anno dei MAYA   ( Anno dei Professori )


ABAZIA DI MELK


Egregio  Triton,innanzitutto la ringrazio per l’attestato di stima…..Ritorno sull’argomento da lei sollevato in quanto costretto….Costretto,dalla censura e dalla rimozione del suo commento operato dal curatore del blog…..Successivamente  riferendomi allo stesso argomento,la censura  oscurò anche la mia opinione….. Dicono che siano state disattese le regole….Quali regole?Regole che chiamavano in causa qualche anima bella sindacale e qualche dirigente a cui è affidato il ruolo e  la responsabilità  della sicurezza in azienda? Eppure  a sollevare il problema della sicurezza sui PPLL,fu proprio un rappresentante alla sicurezza…
Quando il gioco si fa duro,i duri iniziano a giocare…..Cuor di Leone,invece,frettolosamente si ritirò….Il gioco era più grande di lui….
E giù da lì è facile immaginare quali parti recitarono  in commedia…..La discussione che ne scaturì era dinamite…..Si trattava di capire cosa bisognava fare su alcuni Impianti che tutt’ora si presentano inaffidabili e pericolosi….Ovviamente ne scaturiva come naturale conseguenza la domanda:”come era stato possibile progettare ed avallare tali Impianti…”…..
Ma l’ulteriore domanda sottaciuta era:perché in tutti questi anni non era stato programmato nessun intervento…..Già perché???
Ed allora il copione della commedia dell’arte impose:la rimozione,l’,omissione,la negazione…..Insomma,si evitò accuratamente di riferire il risultato della riunione…..
La rimozione e l’omissione,cari fratelli,sono strumenti  più raffinati se paragonati alla cagnara che si sviluppava ogni qualvolta facevo capolino e mi affacciavo su tale palcoscenico….Ricordo che la servitù ululante, per negare la crisi e difendere l’esistente,era pronta ad accogliermi con:tric-trac,bengala, e vuvuzela ….…Che tempi ragazzi!!!
(Pensavo) Ah Che bellissima accoglienza:ma il festeggiato sono io?Troppo buoni!Se voi mi offrite il pane, perché non regalarvi la focaccia???

Il grande Branca (da Norcia), sempre presente nei miei pensieri,mi suggerisce:….. “ Caro Guglielmo ora lo tuo duce ti dice,per tuo ammaestramento,-- sai tua qual sia in questa nera valle la risultanza e il premio di ogni sacrificio umano? Calci nel deretano!!!

Ora innanzi verrò nomato:il cavaliere amaro! Evita,almeno tu,di fare la mia stessa fine!……


(Ah….Il Branca…..l’Abacuc….Il Profeta Zenon..Che perle di saggezza!!!!!)

Caro figliolo:l’incapacità dei nostri dirigenti è troppo palese per poterla negare…..Uomini in fuga dai problemi da risolvere;uomini in fuga dalle scelte da compiere;uomini in fuga dalle responsabilità da assumere…..Vivono in una perenne crisi di nervi…..E paradossalmente si sottraggono proprio con i loro sotterfugi al rito canonico del potere…..
Si consuma una riunione con la R.L.S (Rappresentanza Lavoratori alla Sicurezza) su una problematica che riguarda la sicurezza dei PPLL,e “ salomonicamente “ applicano il giochino di Ponzio Pilato…..
Si verbalizzano i contenuti della riunione?Forse,si concorda una posizione comune?La R.L.S. comunica ai lavoratori l’oggetto della riunione e gli eventuali affidamenti concordati con la Direzione per la risoluzione del Problema?Niente di tutto questo!
E la catena di comando  cosa fa?Il Quarto escluso cosa dice?
L’Amministrazione di un’azienda e i rapporti con il personale avvengono attraverso:ORDINI DI SERVIZIO; Disposizioni Di Servizio;Comunicati…..(R.D. 8-1-1931—N°148)
Risultato:Non emettono ne Comunicati,ne Disposizioni di Servizio e ne Ordini di Servizio…..L’unica notizia che trapela è il rinvio della problematica ai sottoposti…..Sottoponendosi poi al rito del lavacro purificatore il Quarto,il quinto e compagnia bella,pontificano:(alla Catalano:Quelli della notte/R.Arbore)se c’è manutenzione nulla può accadere…..
In poche parole:se ne lavano le mani!Certe soluzioni apparentemente più a buon mercato si riveleranno le più inconcludenti……Come risultato procurano più che perplessità:complicazioni e dubbi!!!!
E più passa il tempo ,più cresce la sensazione che i conti non tornano….Che ci sfugge qualcosa di non detto e forse di non dicibile…..Che urge focalizzare l’attenzione verso tutti quei problemi legati alla sicurezza ed alla manutenzione da troppo tempo abbandonati e dimenticati….….(E’ il caso dell’accesso ai locali tecnologici e le responsabilità derivanti dal possesso delle chiavi delle stazioni in regime di in presenziato;è il caso di Pozzano e l’utilizzo delle cassette delle chiavi per i deviatoi adesso per estensione programmate per Piano ed altre….;è il caso delle abilitazioni ed i brevetti che occorrono per operare sugli impianti di segnalamento e per operare in stazioni non presenziate da personale abilitato;è il caso della formazione professionale;degli errori progettuali di alcuni impianti:PPLL;del degrado di Moregine;delle modifiche e dei soldi sprecati del Posto Movimento;dell’incuria e l’abbandono di Madonna dei Flagelli;…etc,etc,etc,…… )
Mò mi chiedo:esiste un problema progettuale su alcuni P.P.L.L?Non garantiscono(causa l’isolamento elettrico) la necessaria sicurezza? Nell’eventualità di isolamento elettrico le barriere possono agire con effetto ghigliottina?
Ed allora se è vero che le risposte rendono saggi e le domande rendono umani,proviamo a rendere umani i nostri preziosi interlocutori….
Che significato dobbiamo dare alla vostra frase:”se c’è una buona manutenzione nulla può accadere? Vi riferite forse,al controllo della continuità elettrica e del serraggio delle spazzole, da verificare ogni 15(?) giorni? Immagino che sarete al corrente,che spesso le spazzole sono adattate in quanto non originali? Vale a dire che per entrare nell’alloggiamento spesso devono essere opportunamente abrase…
Come, credo,che siete a conoscenza che  il morsetto della spazzola(dove viene alloggiato per  il contatto ) viene definito a  forchetta…..Vale a dire:aperto e non chiuso…..Tutto questo non vi dice niente????
Registro che la lunghezza delle barriere di alcuni Impianti PPLL,può incidere negativamente sulla sicurezza ferroviaria e sulla sicurezza stradale….(La forza di gravità che opera sulle barriere è notevole….Vedi PPLL di Via Nocera e PPLL di Via Pastore…)
Devono essere  eseguite particolari operazioni? Ci spiegate  con quale strumento  bisogna operare per regolare la pressione della molla premi-spazzola? E quale forza poi applicare?
Bisogna  poi misurare la forza di gravità che agisce sulle barriere?Quale uso fare del Dinamometro?
(Il Dinamometro viene di norma utilizzato solo all’atto dell’immissione in servizio del PPLL,oppure quando si sostituiscono elementi di alluminio con elementi di vetroresina per bilanciare pesi e contro pesatura….)
Si devono eseguire ulteriori verifiche tecniche per controllare la contro pesatura?E se tale verifica si rende necessaria:spiegateci l’intervallo di tempo tra una verifica e l’altra?C’è bisogno di una nuova specifica tecnica? L’impianto,durante le suddette operazioni,va preventivamente messo fuori servizio?
Sono operazioni queste da eseguire in assenza di circolazione treni?Oppure durante le ore notturne per evitare il  traffico veicolare?
E se in fase di manovra delle barriere,una spazzola si isola:abbiamo evitato l’isolamento elettrico e l’effetto ghigliottina?
“ Cari “ funzionari pesati e contro pesati, l’unica certezza resta la sostituzione di questo tipo di PPLL obsoleto e inaffidabile,con un altro,più corrispondente alle reali esigenze di sicurezza ferroviaria e stradale……E voi pur sapendolo tacete….Perchè questo problema lo conosciamo tutti da oltre 30 anni,….e non si è prodotto niente……
Registro che al momento non  si completano le commesse lavorative di manutenzione nel mese di riferimento previsto dal programma….Ed allora,come si potranno eseguire operazioni specifiche sulla sicurezza con il 55% del personale in meno???
Se alcune lavorazioni sono state esternalizzate,causa carenza del personale, quante ore devono essere sottratte  ad altre incombenze per eseguire particolari operazioni sulla sicurezza?I tagli lineari possono mai riguardare la Sicurezza???
I due commenti oscurati evidenziavano la fallimentare politica di tagli,investimenti e spreco ….…..In altri tempi avrebbe fatto scalpore il problema di alcuni Impianti su cui si indaga per manifesta INSICUREZZA!!!! Una cosa inaudita,eppure salvo qualche asciutto commento,la faccenda non sembra interessare più di tanto…..Dicevano i latini il Denaro non ha cattivo odore,è il modo in cui si sperpera che puzza di morte…..E noi  puzziamo di morte….
Mentre dilapidavamo i talenti tra:spreco ,consulenze e nuove infrastrutture costruite e lasciate colpevolmente in degrado tra ruggine e abbandono,lesinavamo risorse nei reparti operativi….Ditemi sono stati messi in sicurezza i circuiti interessati al deragliamento del 6 agosto? E quelli sottoposti al vincolo del rallentamento?….
Ed allora vuò verè che il problema non sono le inefficienze e le negligenze di una grande azienda di trasporto ferroviario,ma diventa deplorevole il comportamento del lavoratore che denuncia il degrado,lo sfascio e il fallimento delle politiche industriali e della burocrazia che l’ha diretta?Strano modo di ragionare…..Qua si confondono  i “ mazziati “ del ballast dai  colpevoli….

La verità, egregio amico è che la nostra classe dirigente non sa dove andare e ormai fugge soprattutto da se stessa…..E’ un continuo e lento cedimento…..In un’azienda oberata da debiti e da sfascio organizzativo occorrerebbe una presa di coscienza per salvare e gestire il salvabile…..E invece niente….Sembra che gli ufficiali continuano a pensare che navighiamo in acque placide e tranquille….Invece è un’imbarcazione abitata da fantasmi e da follia……Tutti fermi! Nessuno che comunica, nessuno che scrive, nessuno che si assuma la responsabilità di quello che dice e di quello che pensa…Del quarto non c’è traccia di O.d.S,di D.d.S,di comunicati…..Ogni volta che:il quarto,il quinto e compagnia bella devono comunicare-disporre-chiarire-ordinare ,argomenti afferenti il lavoro vengono colti da una forma incompleta di paralisi con riduzione della mobilità volontaria alla mano destra…...Questa forma patologica li obbliga ad emettere solo suoni gutturali vocali del tutto incomprensibili ….Specialisti nel bel canto:ululano a fronn e limone…..
Verba volant,scripta manent….Questo antico proverbio trae origine da un discorso di Caio Titus al Senato Romano,ed  insinua la prudenza nello scrivere,perché,se le parole facilmente si dimenticano,gli scritti possono sempre formare documenti incontrovertibili…..
Inconsapevolmente “ Lor Signori “ sono discepoli di Caio Titus senza conoscerlo......E’ nel loro “ istinto “ scaricarsi delle proprie responsabilità con qualche piccola omissione oppure cercare di addebitarle agli altri……
E’ possibile evitare di fare i conti con i propri dilemmi e con le proprie responsabilità,sin qui sempre rinviate e irrisolte?????Fino a quando sarà possibile?????Non molto a lungo,…penso!!!!
Assumetevi le vostre responsabilità senza celare,non CENSURATE e smettetela di inventarvi false soluzioni!!

Dice DANTE:Ed ecco verso noi venir per nave un vecchio, bianco per antico pelo gridando:”Guai a voi anime prave!

GLI IGNAVI!!!Appunto!!!!

Che la forza sia con voi
Guglielmo da Baskerville
-------------------------------------------------------------------------------------------------Navigando per la rete,ho incrociato Enrica Galassi….
Non la conosco e non so chi sia,ma i suoi pensieri li ho condivisi….
GLI IGNAVI (Enrica Galassi)

Se c'è una cosa che mi fa uscire dai gangheri è aver a che fare con qualcuno che non si sbilancia per paura di quello che pensano gli altri o per paura di perdere la propria posizione sociale.

Ma che razza di persona può essere questa?

Sembra che abbiano perso la propria identità, dignità, la propria anima e sono certa che, non solo non prendono posizioni apertamente di fronte agli altri ma neanche nella loro testa.

I loro giudizi dipendono interamente da altre persone, proprio come il loro lavoro o la loro posizione sociale dipende da qualcun altro.

Ma che razza di vita diventa quella?

Sono talmente sensibile a questo tipo di invertebrato che ormai lo riconosco al primo sguardo e raramente mi sbaglio.

Hanno occhi sfuggenti, sorrisi di circostanza che non raggiungono mai gli occhi e maniere gentili ma palesemente ipocrite.

Sono persone che hanno barattato la propria anima con un posto di lavoro o con un invito a cena una volta al mese in un clan di prestigio. Sono servili fino allo spasimo ed appoggiano colui o colei da cui dipendono in modo incondizionato... naturalmente solo fino a che quella persona si trova in quella posizione...

Devo confessare che provo un gusto quasi sadico a metterli in imbarazzo appena posso. Ma sono talmente coriacei che, oramai, non fa più loro alcun effetto.

Li si trovano ovunque. Nei circoli sociali, negli uffici, in politica..

Una vera pena...

Vi è capito di incontrarne qualcuno? Che effetto vi fa?

Che la forza sia con voi
Guglielmo da Baskerville                                               

Photobucket

Nessun commento: