BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

5 febbraio 2012

DA COORDINAMENTO ORSA: PRONTI A RESTITUIRE IL TELEFONINO "DI SERVIZIO"...


COMUNICATO PER IL PERSONALE


Negli ultimi incontri tenuti in sede EAV, non sono emerse situazioni positive per i lavoratori in merito al recupero della parte economica persa per la riduzione dell’esercizio ferroviario.
L’attuale discussione sull’armonizzazione della busta paga comporterà come sapete, una grossa perdita per i lavoratori che acquisiranno i nuovi parametri e una perdita ancora più gravosa per i neo assunti.
La dirigenza EAV, ha posto al tavolo anche il problema del riconoscimento dell’OrSA, nella nuova azienda, questione che non si sarebbe nemmeno dovuta presentare, intanto perché vi era già il riconoscimento nella Circumvesuviana che ha visto il CoMU e l’OrSA firmatari di numerosi accordi nazionali e locali e poi per la notevole attività espletata negli ultimi 15 anni e il contributo dato nel miglioramento delle condizioni di lavoro ed economiche di tutti i lavoratori.
Il riconoscimento sarebbe stato concesso, con molta probabilità, se avessimo firmato i due verbali in sede regionale e in sede Eav (firmati dalle altre OOSS, senza interpellare i lavoratori), ma l’OrSA non firma accordi per convenienza così come non firmò il devastante CCNL del 2000, di cui tutti stiamo subendo le conseguenze.
Altra questione che l’OrSA sta portando avanti è quella di opporsi all’ulteriore esternalizzazione dei passaggi a livello, che l’azienda sta ancora attuando, nonostante le sentenze che costringeranno ad assumere un numero di addetti notevolmente superiore a quello che sarebbe stato utilizzato dall’azienda stessa, con ulteriore aggravio di costi, in un momento molto difficile.
Su tale questione l’OrSA sta preparando un ricorso legale da presentare alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti.
Il risparmio economico che l’EAV intende attuare nei confronti dei lavoratori, come vi è noto, è molto evidente, mentre per il Management, ogni spesa è possibile.
Basta fare un confronto: 25 anni fa in Vesuviana c’erano circa 4.000 dipendenti con 11 dirigenti, con un rapporto quindi di circa uno per 350 dipendenti, oggi in EAV Ferrovia (Circumvesuviana, Sepsa e Metrocampania Nordest), con 2.400 dipendenti, c’è un dirigente ogni 80. Valutate voi.
Quindi il futuro non è roseo per TUTTI i lavoratori.
L’OrSA nei prossimi giorni, a seconda di come procederà la discussione in EAV, con molta probabilità, sarà costretta a chiamare alla lotta TUTTI i lavoratori, che in un modo o nell’altro stanno subendo non solo perdite economiche ma anche il peggioramento delle condizioni di lavoro e della sicurezza.
In caso di rottura del tavolo, l’OrSA come prima azione chiederà ai lavoratori interessati, di restituire il telefonino (senza scheda chi ha la portabilità). Per fare ciò in forma immediata, si invita, già da ora, il PdM e PV a memorizzare (o cancellare) i propri numeri privati dal cellulare aziendale, in modo da poter restituire immediatamente il telefonino, ottenuto in base ad un accordo di secondo livello.


Napoli, 4 febbraio 2012 Coord. OrSA

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Occorre unificare le categorie in un solo sindacato, e ritornare al vecchio motto : tutti per uno e uno per tutti. Io, se l' Orsa è disponibile ad attuare questo discorso , dopo 20 anni mi riscriverò ad un sindacato, ma che sia poi il sindacato di tutte le categorie, compresa quella delle gestioni.

un lavoratore ha detto...

La lotta del ORSA è solo per il riconoscimento.Pensa solo ai macchinisti tutto il resto è contorno.Non fatevi prendere per i fondelli.