BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

24 gennaio 2012

SIENA - NAPOLI 1 - 1 A CURA DI CIRO ORAZZO


Siena - Napoli 1-1

Siena: Pegolo, Pesolo, Terzi, Contini, Vitiello, Bolzoni, D'Agostino (44' st Angelo), Vergassola, Del Grosso, Brienza (40' st Parravicini), Calaiò (35' st Destro). A disp. Farelli, Belmonte, Reginaldo, Gonzalez. All. Sannino

Napoli: De Sanctis, Campagnaro (25' st Zuniga), Cannavaro, Aronica, Maggio, Inler (25' st Dzemaili), Gargano (11' st Lavezzi), Dossena, Hamsik, Pandev, Cavani. A disp. Rosati, Fernandez, Britos, Vargas. All. Mazzarri

Arbitro: Damato di Barletta
Marcatori: 22' st Calaiò, 41' st Pandev
Note: ammoniti Campagnaro, Vitiello, Pesoli, Aronica, D'Agostino. Al 34' st Pegolo ha parato un rigore a Cavani.

Il Siena per allungare sulla zona Retrocessione, il Napoli per approfittare dello scontro diretto tra Inter e Lazio e ricominciare la corsa al terzo posto. Come ultimamente fanno molte squadre, il Siena schiera una formazione a specchio rispetto al Napoli, un 3/5/2 che vede le due punte Calaiò e Brienza impegnate nel disturbo di Inler e Gargano. Ne esce fuori un Napoli privo di idee, lento, e lezioso. E infatti, l’unica occasione del primo tempo arriva proprio da un errore di Campagnaro e Cannavaro, graziati però da Calaiò e dalla traversa. Nel secondo gli azzurri cercano di prendere in mano il gioco, ma sempre nel segno dell’imprecisione e dei lanci dalla difesa. Entra addirittura Lavezzi a tentare di scardinare il Siena. Accade però il contrario. Il Napoli va sotto, con il goal dell’Ex Calaiò sull’errore di tutta la difesa che lo lascia da solo per ben due volte in una sola azione al 67’.Il Siena si chiude e gli attacchi casuali del Napoli non sortiscono più alcun effetto. Gli azzurri non passano nemmeno sul calcio di rigore procurato proprio dal Pocho. Il tiro di Cavani infatti viene parata Pegolo. Sembra impossibile pareggiare, ma sl’inaspettato accade quando, all’86’ Pandev buca il portiere del Siena di testa. Gli azzurri hanno addirittura la possibilità di portare il Match a casa quando in pieno recupero Pandev si beve Vitiello con un doppio dribbling in area e calcia a botta sicura. Missione compiuta? No, niente affatto perché Pegolo è ancora una volta decisivo con il piede di richiamo. Finisce così, punto d’oro per il Siena che si porta a +4 dal Cesena ed ennesima occasione persa dal Napoli che anche se sfortunato si è mostrato una squadra fragile difensivamente e incapace di costruire un’azione che non parta dai piedi di Cannavaro. Sul banco degli imputati il 3/4/3 che tanta gioia ha portato alla squadra partenopea, che però oggi si trova a subire goal da 8 partite consecutive soprattutto per gli errori del trio difensivo. Fatto sta che così non si va da nessuna parte e che il Napoli per tornare in Champions anche l’anno prossimo ha bisogno di una ripresa. Un buon trampolino di lancio può essere la partita di Coppa Italia di Mercoledì sera contro l’Inter strafavorita. Nulla è finito , c’è ancora un intero girone da giocare e gli azzurri sono  ancora in corsa per ben tre competizioni. 
Avanti NAPOLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII





Nessun commento: