BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

9 dicembre 2011

DAL COLLEGA ENZO SCOLESE, RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Photobucket
ENZO SCOLESE
Giovanni, Gennaro e l'amore platonico

Prendo spunto da un’ indagine, condotta e apparsa su Affari Italiani qualche giorno fa, nella quale si evidenziava che innamorasi nel posto di lavoro aumentava la produttività. Ora penserete voi...Viciè ma noi in azienda abbiamo una media età abbastanza alta...innamorarsi, figurati poi della compagna di scrivania !!! No, onorevoli colleghi, parlo dell'amore in senso Platonico (poi vorrei sapere, dove sta scritto che Platone non veniva alle vie di fatto in ambito amoroso, ma questa è un'altra storia). In questo momento terribile per l'economia italiana e per le sorti della nostra azienda, pensate che non sia una sorta d'amore interessarsi e leggere di vicende che riguardano la nostra ferrovia e conseguentemente la nostra sfera lavorativa? E che cosa ha di così anti produttivo ….VESUVIANANDO ? E' forse un sito porno dove amplessi non importa dove e con chi, creano di fatto assuefazioni o credenze virtuali che conducono direttamente alla clinica dei pazzi? No, onorevoli colleghi tutto questo ...vesuvianando non è. E' tutt'altro. E' lo spirito sociale e di appartenenza che dipendenti spassionati hanno voluto far rinascere in una forma più moderna. Certo, più veloce e meno relazionante ma sicuramente un rampollo sano e genuino, oserei aggiungere rustico. Ora mi rivolgo a Lei egregio dott. Carbone, per dissiparle ogni dubbio sull'oscuramento si oscuramento no, proprio con una frase del grande Platone. - Il risvolto più grande della mia arte  (in quanto essere pensante) è l'essere in grado di saggiare di chi che sia la mente, se partorisce una mera immagine, un'impostura o un sano e genuino rampollo. - Adesso, esimio dottore, mi rendo conto che il suo ruolo impone comportamenti e fatti che vengono in luce solo dopo una serena riflessione, ma per favore ci lasci credere che il nostro pensiero sia importante dal momento in cui viene scambiato/condiviso con gli altri sulle pagine di questo blog. Ed è in virtù di questa unica ragione che ogni forma di oscurantismo/occultamento ci rammarica non poco anche alla luce del fatto che commenti anonimi e inserzioni che conducono nei meandri del web, giustamente non è più possibile farli.

Vincenzo Scolese