BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

....

15 dicembre 2015

LUCIANO DE CRESCENZO "RAFFAELE"...Arnoldo Mondadori Editore

In Via Diaz a Portici c'è una piccola-grande libreria dalla significativa intitolazione, "Libridine".
Piccola perchè i quattro locali non sono assolutamente enormi, grande perchè il cliente ci può trovare veramente un pò di tutto: libri nuovi, libri vecchi, libri usati di vario genere...
Su un tavolino, curiosando come mio solito, ho trovato "Raffaele" di Luciano De Crescenzo, una fatica letteraria del noto Uomo di Cultura napoletano di cui non conoscevo l'esistenza (eppure ne ho letti di libri del sagace scrittore)... Ex ingegnere nel settore dei calcolatori elettronici, collaboratore di svariate pubblicazioni, conduttore di programmi televisivi, sceneggiatore cinematografico, fotografo e perfino "cartoonist".
Questo libro narra la vita di Raffaele, l'opposto del più noto Gennaro Bellavista, di cui non ha la saggezza ironica.
Raffaele è un poveraccio che non possiede nessuno dei tratti tipici del napoletano medio: è timido, introverso, malinconico e vive una vita allucinante, fatta di solitudine ed amarezza.
Luciano De Crescenzo lo identifica nei tanti "uomini soli" (cantati dai Pooh): quelli che sul lungomare contemplano i gabbiani, che in villa comunale guardano i bambini che giocano, che al supermercato comprano scatolette di tonno-zuppeinbustine-sottilettevarie...
E' un libro che fa sorridere, si fa leggere piacevolmente, in quanto le vignette sono chiare e nitide, ma che lascia un tantino amareggiati: ho pensato a tutti i "Raffaele", in modo particolare per l'avvicinarsi delle prossime feste natalizie.
A tutti loro, cerchiamo nel nostro piccolo, di dare un piccolo-grande gesto di Solidarietà: all'inventiva di chi mi legge il modo per farlo...

Emilio Vittozzi

Nessun commento: