BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

E' DECEDUTO IL MACCHINISTA IN PENSIONE PASQUALE COPPOLA...

10 novembre 2015

...PER COLPA DI CHI?????....

...PER COLPA DI CHI?????....     
                                                                                        
                                                                                          .....ANATOMIA DI UN DISASTRO N° 7......

Cosa si può dire che non sia stata già detta a proposito dell'Ente Autonomo del Volturno????Si può dire di tutto e di niente...Si può dire di niente,perchè poco o niente è stato fatto,si può dire di tutto, perchè il tutto già detto,evidentemente non basta più....Sarà tutta colpa dell'ETEROGENESI DEI FINI?Vallo a sapere........
Intanto,leggete un pò questa notiziola apparsa oggi 6 Novembre 2015 sul quotidiano:il Mattino.....L'articolo reca in calce la firma di Antonio Galdo...Racconta di un holding strozzata dai debiti e da una moratoria che scade il 31 dicembre di quest'anno....

                                                                                                     ......SI CERCANO SUPEREROI........
                                                                                  
                                                                                            
                                                                                            https://www.youtube.com/watch?v=ybrxzh-k44o

                  -Eav strozzata dai debiti, allarme stipendi e paralisi. Servono 210 milioni subito: chiesta al governo la proroga....-


La situazione può esplodere a fine anno. Quando scadrà la moratoria concessa all’Eav per pagare i debiti ai fornitori (210 milioni di euro) e si scateneranno le azioni esecutive, con relativi pignoramenti, da parte dei creditori. A quel punto la più importante società per il trasporto su ferro e su gomma della Campania non avrà più i soldi per pagare gli stipendi (già oggi si stanno cercando i fondi per le tredicesime) e per fare circolare treni e autobus. Sarà la paralisi dell’intera rete. «Abbiamo già chiesto al Ministero dell’Economia e alla Ragioneria dello Stato un decreto per prorogare la moratoria sui debiti fino al 31 dicembre 2017, quando sarà completato il piano di risanamento. Il governo è consapevole del fatto che senza questo provvedimento si rischia il blocco del sistema dei trasporti in Campania...» avverte Umberto De Gregorio, presidente di Eav. E non si tratta dell’unica richiesta nelle mani di Matteo Renzi. Il debito complessivo della società, che nel 2012 superava i 900 milioni di euro, oggi è attorno ai 560 milioni, dei quali 100 dovrebbero arrivare dalle casse della Regione e 460 milioni da un prestito del Tesoro. La pratica è in fase di istruttoria e il commissario ad acta per il piano risanamento, Pietro Voci, dirigente della Ragioneria, ha già scritto al capo del governo e al ministro Carlo Padoan, per segnalare l’alternativa: o arrivano i soldi con la legge di stabilità o si chiude bottega e si portano i libri in tribunale. Il punto delicato è che i 460 milioni di prestito, dovendo passare per l’amministrazione regionale avrebbero bisogno, per rispettare il patto di stabilità, di un equivalente taglio delle spese nel bilancio di Santa Lucia, oggi improponibile. Da qui l’idea di fare transitare i soldi, da restituire in 30 anni, in una contabilità speciale, una gestione finanziaria separata, che non incida sul patto di stabilità. Il governatore Vincenzo De Luca ne ha parlato con palazzo Chigi e ha chiesto, nel corso di una riunione con i parlamentari campani del Pd, una sponda politica in Parlamento. «Non sarebbe una forzatura né un precedente che poi aprirebbe un varco per altre aziende di altre regioni. In realtà abbiamo scoperto che questo meccanismo è già stato applicato per il Piemonte e dunque ci aspettiamo che sia praticabile anche per la Campania» spiega De Gregorio. Ma come si è arrivati a questo ennesimo punto critico? In realtà l’Eav continua a pagare decenni di cattiva amministrazione, con una sorta di comitato-ombra, formato da politici, sindacalisti e rappresentanti delle grandi aziende appaltatrici, che ha governato, di fatto, l’azienda. Così i soli costi per gli stipendi del personale, 115 milioni di euro l’anno, assorbono gran parte dei 150 milioni di euro concessi dalla regione per il contratto di servizio. Attualmente nell’organico dell’Eav compaiono 3.400 dipendenti (2.300 nel settore del trasporto su ferro e 1.200 in quello su gomma), con assunzioni, bloccate solo alla fine del 2010, avvenute puntualmente senza lo straccio di un concorso o di una selezione e senza alcun riferimento ai veri bisogni della pianta organica. Solo per assecondare pressioni clientelari. Invece di ingegneri specializzati nel settore dei trasporti, nella holding campana sono stati assunti, a pioggia, laureati in Sociologia, Lettere e Filosofia, Scienza delle Comunicazioni. Lavoratori che oggi nessuno è in grado di occupare in modo utile per la società. L’altra anomalia nell’organizzazione interna è quella dei livelli di inquadramento, in gran parte altissimi, e di continue indennità concesse sotto la minaccia di scioperi. Il risultato è che in Eav ci sono segretarie di ex amministratori che hanno raggiunto il ruolo di vice dirigente, con uno stipendio attorno ai 90mila euro lordi, e macchinisti, che lavorano dietro le scrivanie per oltre 3mila euro netti al mese. Nel frattempo mancano i controllori, con un tasso di evasione altissimo e con i sindacati che hanno alzato un muro contro la possibilità di spostare persone su questo versante: per i controllori vogliono la qualifica di capotreno. Con aumenti di stipendio che diventerebbero insostenibili per la società. In questo clima De Gregorio si accinge a fare una mossa che potrebbe sbloccare la situazione del personale, considerando che con pre-pensionamenti e incentivi sono già uscite dal perimetro dell’Eav quasi 600 persone in cinque anni, mentre le nuove assunzioni (servirebbero giovani tecnici qualificati) sono bloccate. L’idea è di scorporare dall’Eav l’intero settore del trasporto su gomma, con il relativo trasferimento dei 1.200 dipendenti all’Air, una società regionale che gestisce gli autobus nelle province di Avellino e Benevento, e a Ctp, la compagnia dei trasporti pubblici dell’area metropolitana di Napoli, dove operano ben tre società pubbliche. Bisognerà vedere se il sindaco Luigi De Magistris accetterà la proposta di farsi carico dei nuovi dipendenti e se i sindacati daranno il via libera al piano De Gregorio, condiviso con il governatore De Luca. Tornando all’enorme debito, oltre alle spese per il personale, pesano appalti per forniture di beni e servizi (zero gare e solo affidamenti a trattativa privata), con costosi contratti continuamente prorogati e incredibili consulenze. Due esempi per tutti. Il contratto di pulizia per l’intera rete è affidato da una decina di anni alla società Florida Duemila, con un costo di 11 milioni di euro l’anno. Attualmente la gestione è in proroga e appena si è paventata la possibilità di una gara, la società ha minacciato un ricorso al Tar che avrebbe bloccato il servizio. L’ex amministratore della holding, Alessandro Rizzardi, tra il 2003 e il 2010, pur essendo il numero uno della società, ha assegnato a se stesso un super contratto di consulente da 217mila euro l’anno, oggi al centro di un’indagine della Corte dei Conti. E infine sull’indebitamento dell’Eav pesa come un macigno lo spettro di 2.700 contenziosi da parte di dipendenti per il riconoscimento di qualifiche più alte, imprese appaltatrici e fornitori. Valgono nell’ordine 6, 300 e 200 milioni di euro. Per un totale di 506 milioni di euro, tutti da trovare. (Antonio Galdo – Il Mattino)



                                                                                              .....SCHEDA TECNICA RIASSUNTIVA....



A)Il PIANO DI RISANAMENTO è in alto mare.Per liquidare tutti i creditori manca mezzo miliardo;
B)Occorrono 460 milioni dal Tesoro,ed altri 100 da reperire con il contributo della Regione;ma è necessario una gestione finanziaria separata;
C)Il COMMISSARIO Pietro Voci(scrive):-O arrivano i soldi con la Legge di Stabilità oppure si dovranno portare i libri in tribunale...-(6/11/2015);
D)IL PRESIDENTE Umberto DE GREGORIO(dichiara):"Al Ministero Dell'Economia lo sanno,senza la moratoria sarà il blocco del Sistema..."(6/11/2015);
E)Quindi,ci vuole un DECRETO per prorogare la moratoria sui debiti fino al 31 Dicembre del 2017;
F)I soli stipendi del personale,costano all'Ente circa 115 milioni di euro all'anno,ed assorbono per gran parte i 150 milioni del contratto di servizio....Ma nell'incredibile mondo di Alice pesano sui bilanci:sia le maxispese per gli appalti e sia i costi sulle forniture a gogò;
G)Insomma,l'Ente Autonomo del Volturno è all'impasse dopo decenni di cattiva gestione,di spese pazze e di clientele;
H)Si è proposto al Governo di far transitare i soldi da RESTITUIRE(in 30 anni),in una contabilità speciale,e con una gestione separata che non incida sul PATTO DI STABILITA' e che non fotta le casse esangue di un Ente che non riesce più a pagare ne retribuzioni e ne i contributi pensionistici ai propri dipendenti....;
I)Per i non addetti ai lavori:l'organico dell'EAV è di 3400 dipendenti(2300 solo nel settore ferro-tra Infrastruttura e Trasporto-);
L)Sull'indebitamento dell'EAV pesano i 2700 contenziosi da parte di dipendenti,imprese appaltatrici,e fornitori:che valgono nell'ordine: 6,300,e 200 milioni di euro.Per un totale di 506 milioni di euro..;
M)Pesano sul debito appalti e Consulenze...(ZERO GARE E SOLO AFFIDAMENTI CON TRATTATIVA PRIVATA.....Per le consulenze chiedere alla Corte dei Conti:l'indagine è tutt'ora in corso...);
N)Ovviamente,il prestito di 460 milioni di euro è spalmabile in piccole e insignificanti rate in soli trent'anni......RIPETO 30 ANNI!!!!(SI!MA DI GALERA!!!!Chi è il colpevole???)

                                                                                       CHI SORREGGERÀ' IL NOSTRO MONDO???


Chi sorreggeva ufficialmente il nostro sgangherato mondo fino a qualche mese fa era Pietro,poi Pietro si è reso irreperibile,e nessuno l'ha visto più........
Sembra che abbia avuto degli screzi di carattere lavorativo con la dirigenza sui compensi e sui riposi ed ha preferito concedersi un break ...
Nel frattempo nella sua cassetta postale,messa proprio lì all'ingresso della sua tana,sono state recapitate delle offerte di lavoro:in primis da EAVBUS,che notoriamente è un carrozzino prossimo alla rottamazione,e la sua vera ragione sociale è fungere da apripista a quello sgangherato carrozzone del fratello maggiore dell'E.A.V.....
Per capirci,fa lo stesso lavoro di una macchina cingolata,che munita di una lama di scavo,asporta ogni tipo di cose:uomini,beni,materiali e risorse economiche,e spiana così il terreno a chi dovrà venire dopo...
L'EAVBUS ,sembra che gli abbia offerto:degli orari flessibili;una rotazione simile alla mobilità;una paga sicura sino al 31 dicembre di quest'anno, ed in quanto alla liquidazione gli ha consigliato di rivolgersi al Tribunale o alla Corte dei Conti ;
La conclusione del Bianconiglio,fu gelida:"da adesso in poi,il mio sonno diventerà un letargo..."
Non sarà facile adesso svegliarlo e farlo uscire fuori dalla sua tana...

La regina del mondo di Alice,per riempire il palinsesto vuoto di eventi da filmare e di piani da risanare,si rivolse ad altri supereroi che,però,preferirono declinare l'invito motivando il loro rifiuto : "Già la doppia identità ci creava infiniti problemi,figuriamoci se dobbiamo sostituire il Bianconiglio..."...
L'inventore della lampada di Aladino interpellato dagli Actor Studios rifiutò la proposta,ben consapevole che un genio come quello che esce dalla lampada non nasce tutti i giorni...Chi lo ha interrogato,ci ha riportato la sua risposta:"Sto lavorando a dei prodotti supertecnologici che sostituiscano il genio;i costi saranno davvero contenuti;un vero affare per il suo padrone;in un'epoca di tagli il supereroe deve costare di meno...".
Considerata la diserzione di massa e visto il mediocre panorama,sembra che sia imminente un vertice con nuovi dotti,vecchi medici,e antichi  sapienti,che dovranno decidere su: "Chi cazzo reggerà il nostro mondo."???....
Si prevede una selezione per i nuovi SUPEREROI DA COMBATTIMENTO..!!!..     

                                                                    Artù,la Regina e il Bianconiglio: IL PROCESSO (tagliategli la testa decapitateli....Per colpa di chi,chi,chi,chi??? )                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         https://www.youtube.com/watch?v=qUElcH160LI 

                            
                                                                                                                           CONCLUSIONI

Questa è la volta buona;questo è l'anno dei miracoli.....Come si fa a non credergli,e soprattutto com'è possibile fare peggio degli altri...???
Cari lettori,questo è il nostro tempo,perciò guardate bene,aguzzate gli occhi,prendete la lente di ingrandimento: perché i moscerini diventano giganti...Ognuno con il suo sogno e con la voglia di grandezza:sorpassare,superare e annichilire quelli di prima.Poi son capitati in autostrada,volevano mettere la freccia ma non uscivano mai...Volevano accelerare ma s'incartarono ed il motore iniziò a singhiozzare.....Si fermarono e chiesero un soccorso,mentre l'auto riparò in una piazzola d'emergenza....
In pratica:confusero la realtà con gli eventi organizzati dagli Actor Studios del Volturno....
Indecisi su tutto:la scelta dei dirigenti,la nomina di un Direttore,funzionari e dirigenti che in sede di pronostico salivano e scendevano,un piano industriale fermo in pausa stille,ed un Piano che tardava ad essere compreso nei Ministeri che contano....
Intanto il tempo passava ed i miracoli non c'erano....Ed ora sono tutti lì ad aspettare un Decreto dal Governo con dei finanziamenti inseriti nella LEGGE DI STABILITA'....
I primi della classe,non hanno sfondato...!!!
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        


       

La penna nera...................................(Alias il postino)

P.S.:...Il video del brano in apertura(PER COLPA DI CHI),inizia con un contadino interpretato da Francesco De Gregori che urla ai suoi animali della fattoria:"Edizione straordinaria! Extra-straordinaria!Il mondo è ammalato!Oooooh sveglia!Il mondo è ammalato!Ma per colpa di chi?Di chi?Di chicchichirichi???"

4 commenti:

il postino di baskerville ha detto...

Da REPUBBLICA:Napoli-Cronaca pagina VII

10 milioni di evasione all'anno su 30 di ricavi."I PORTOGHESI",quelli che viaggiano senza biglietto su Circumvesuviana e Cumana,costano all'EAV circa il 30 per cento dei ricavi.
E' solo una delle voci responsabili della voragine di 560 milioni che incombe sul bilancio della società di trasporto regionale.Prima ci sono gli sprechi delle passate gesioni,i tagli alle sovvenzioni pubbliche,i treni ridotti ai minimi termini,i servizi scadenti.Oggi partirà un Ordine di Servizio per un nuovo modello di "controlleria".Tutti i lavoratori,dal Presidente del cda all'ultimo operaio,dovranno andare ai tornelli per fare i controlli sui biglietti degli utenti un giorno al mese.Il servizio partirà dai primi di Dicembre,previsti incentivi in busta paga,coinvolti i dirigenti del gruppo.Il GOVERNO RENZI dovrà accogliere o meno la richiesta di PROROGA della MORATORIA DELLE AZIONI ESECUTIVE al 31 DICEMBRE 2017,altrimenti a GENNAIO il rischio è che si fermi tutto per l'assalto dei creditori.La lotta all'evasione è un " punto centrale per ridare serenità al futuro,precisa De Gregorio,anche se il problema non è solo di EAV ma del trasporto pubblico campano.Non riusciremo a recuperare tutto ma con maggiori controlli qualcosa cambierà".
Il discorso sul futuro dell'ente giunge dopo la sua proposta di affittare i treni su richieste per visite a mostre,musei o siti archeologici.L'idea è venuta a De Gregorio dopo il successo di sabato scorso,quando circa 200 persone hanno riempito il treno della Circumvesuviana diretto a Sorrento per la mostra su Salvator Rosa....Un treno superaffollato che potrebbe diventare un servizio consueto a pagamento e sollevare un pò le casse in deficit.
Un treno da affiancare al Campania Express,quello dedicato ai turisti sulla linea diretta per sorrento e pompei....
(Anche se nei mesi scorsi è stato al centro di polemiche perchè spesso vuoto)
I treni per pendolari restano invece pochi,vecchi e affollati;i servizi scadenti,i viaggi spesso sono un'ODISSEA....
"I treni in circolazione per l'ex SEPSA sono 14,pochissimi afferma Antonio Mazzella delegato USB trasporti.La nostra sensazione è che ci sono grossi problemi nella gestione del personale.All'epoca dell'ex amministratore Nello Polese c'era un forte esubero di personale amministrativo da utilizzare nell'apertura di nuove stazioni.Ora questi esuberi sono spariti,non se ne parla più,perchè?
"Stiamo per provvedere anche a questo,risponde De Gregorio,200 esuberi di personale su gomma andranno in parte all'ANM come autisti.Per il resto faremo una verifica dell'Organizzazione del Lavoro..."

(di Tiziana Cozzi)


Funky gallo, come sono bello stamattina
non c'è più la mia morosa
e sono più leggero di una piuma
oh e intanto Zio Rufus sta
coi suoi pensieri in testa
portando in giro la vita a fare la pipì
per colpa di chi chi chi chi chichichirichi
stanotte voglio stare acceso
e dire sempre di sì
per colpa di chi chi chi chi chichichirichi
I'm a hootchiee cootchiee man,
hootchiee cootchiee man yeah,


Funky gallo, come sono in ballo questa sera
ho voglia di sudare e sono più goloso di una mela
Oh avanti o popolo con la chitarra rossa
che intanto il tempo passa e NON TORNA PIU'...

per colpa di chi chi chi chi chichichirichi…

Tieni il tempo
non ho tempo

Il sentimento
È troppo denso

Funky gallo, coi pensieri sconci nelle dita
Oh avanti popolo con la lambretta rossa
che intanto il tempo passa e non torna più

per colpa di chi chi chi chi chichichirichi…

Tieni il tempo
non ho tempo

Il sentimento
È troppo denso

Tieni il tempo
(che) non ho tempo


Iniziative evanescenti e grande confusione:incapacità o strategia???Caro Gregorium,le buone intenzioni non servono a niente.La differenza sta nell'azione....Siamo fermi da anni in pausa Still....

il postino di baskerville ha detto...

(Da IL MATTINO-pagina 40 del 12 Novembre)
TRASPORTI AL COLLASSO
L'Agonia della CIRCUMVESUVIANA:pochi treni,segnaletica OUT....3 GIORNI DI PASSIONE:LA MANUTENZIONE E' UN LUSSO E LE CORSE VENGONO FALCIDIATE....

Da almeno 3 giorni la situazione dei treni e delle stazioni della Circumvesuviana è tornata a farsi drammatica,figlia di una condizione economica sempre più difficile,evidenziata anche dallo stesso PRESIDENTE dell'EAV De Gregorio.
La MANUTENZIONE è ferma,i treni a disposizione scarseggiano e i pezzi di ricambio mancano sia per far partire i treni che per far funzionare al meglio le linee e le stazioni.Una situazione che allarma i Sindacati che denunciano come la precarietà dell'azienda dei trasporti sta creando notevoli disagi soprattutto agli utenti.E tra qualche giorno scatta pure uno sciopero:il 26 Novembre incroceranno le braccia i lavoratori iscritti alla CISAL.Uno stato di tensione,dunque,che va avanti dallo scorso lunedì,quando i treni a disposizione erano appena 44.Un numero esiguo,che ha costretto l'azienda a procedere ad una serie di soppressioni di corse,arrivate alla fine della giornata a circa 20.Lo stesso problema si è verificato il giorno successivo Martedì:ancora una volta i treni erano solo 44.Peraltro,di questi meno di 10(su un totale di 26)sono i METROSTAR,i treni di nuovissima generazione costruiti per rilanciare la qualità delle corse ma sempre alle prese con guasti vari.Ieri,dopo un SUPERLAVORO in OFFICINA,i treni sono passati a 55:le soppressioni non ci sono state ma sono rimasti i ritardi ed i disagi.Per evitare problemi,infatti c'è bisogno di almeno 60 convogli:un numero che allo stato attuale,appare difficile da raggiungere.All'esiguità dei mezzi,si aggiungono anche le difficoltà lungo la linea e sulle stazioni.Le 6 tratte della Circumvesuviana che collegano la città di Napoli alla Provincia sono messe a dura prova.La mappa dei disagi è articolata e riguarda diverse zone dell'hinterland.All'altezza di Torre Annunziata e Torre del Greco si verificano continuamente guasti.La stazione di Volla,poi,è priva di segnaletica luminosa,così come il tratto di ferrovia che porta a Casalnuovo:anche in questo caso scatta una procedura d'emergenza che consente lo stesso le corse ma costringe a procedere con cautela,poichè il sistema di segnalazione non è automatico ma effettuato direttamente dal personale.Problemi anche sulla linea NOLA-BAIANO:per giorni non è stato possibile effettuare la fermata di sera alla stazione di BRUSCIANO,perchè priva di corrente elettrica.Dopo un certo orario,per non lasciare i passeggeri al buio la stazione è stata del tutto chiusa.Anche la linea OTTAVIANO-SARNO ha subito una serie di disagi,soprattutto nelle stazioni più affollate,come quella di POGGIOMARINO:in questo caso alla carenza dei treni si aggiunge il sovraffollamento delle stazioni,soprattutto di mattina quando ci sono gli studenti ed il caos è assicurato.Polemici i Sindacati.Per Luca Del Prete dell'ORSA "sembra essere tornati a qualche mese fa,quando si navigava a vista senza prospettive.Questa azienda ha una CARENZA DI ORGANICO IN ALCUNI REPARTI STRATEGICI DELLA MANUTENZIONE(I.A.C.-CAVI):se non si ragiona sull'effettivo rilancio ci troveremo sempre in difficoltà..."
Nel pomeriggio di ieri,protesta di alcuni lavoratori dell'indotto EAV:sono gli addetti alle pulizie delle stazioni e dei treni.La nuova ditta che si è aggiudicata l'appalto per la pulizia ha infatti vinto la gara con un ribasso vicino al 30 per cento.I dipendenti temono che nonostante l'obbligo del passaggio di cantiere che vincola i vincitori del bando ad assumere i lavoratori della vecchia azienda,un appalto con tale ribasso possa indurre la nuova aggiudicataria a tagli drastici....

di Francesco Gravetti

Lo trovate divertente?
Nel paese dei ciarlatani e dei saltimbanchi :ci si trastulla con quel che si può,magari nell'attesa che spunti un nuovo messia a proclamare dopo Forza Italia,più forza per tutti...

il postino di baskerville ha detto...


In data 6/11/2015 è stato pubblicato un articolo sul MATTINO(pag.30)dal titolo-EAV strozzata dai debiti-nel quale l'autore,Antonio Galdo,nella parte finale,lascia chiaramente intendere al lettore che sull'enorme debito dell'EAV graverebbe- "appalti per forniture di e servizi(a ZERO GARE,e solo affidamenti a trattativa privata),con costosi Contratti continuamente prorogati.Il Contratto di pulizia per l'intera rete è affidata da una decina d'anni alla società FLORIDA 2000,con un costo di 11 milioni di euro l'anno.Attualmente la gestione è in proroga e appena si è paventata la possibilità di una gara,la società ha minacciato un ricorso al T.A.R. che avrebbe bloccato i servizi...."-



La FLORIDA 2000 srl si è aggiudicato il servizio di pulizia con l'E.A.V dopo l'espletamento di gara(e non di trattativa privata)che hanno condotto,nel tempo,alla stipula di 3 distinti contratti:
1)Il Contratto del 2011 per l'importo di euro 3.313 098 annuo per la-pulizia del materiale rotabile stazioni e fabbricato-,scaduto il 15/5/2015 e prorogato di soli 6 mesi;
2)Contratto del 2014 per l'importo di euro 4.761,22 per-la pulizia tratta ferroviaria ex metropolitana NORDEST-,prorogato dal 1/1/2015 in attesa del passaggio di consegne alle società,Euroservizi Generali ed ETR che si sono aggiudicate la gara indetta dall'EAV;
3)Contratto del 2010 per l'importo di euro 2.107 416,per-la pulizia officine e stazioni-,in attesa del passaggio di consegne alle società Euroservizi Generali,ed ETR che si sono aggiudicate la gara indetta dall'EAV.

La Florida 2000 srl,pertanto esegue il servizio di pulizia presso l'EAV per un importo complessivo annuo di euro 5.500.000(e non 11 milioni di euro come asserito nell'articolo),unitamente al gruppo SAMIR GLOBAL SERVICE( importo annuo dell'appalto euro 3.304.000 circa)alla SOGEA(importo annuo dell'appalto euro 580.000 circa),alla SACOM(importo annuo dell'appalto euro 786.800 circa)ed alla Mast Scarl(importo annuo dell'appalto euro 1.200.000 circa).
La FLORIDA 2000 srl,in relazione alla gara indetta in data 25/06/2015 dall'EAV,ha presentato ricorso al T.A.R. per l'illegittimità del criterio prescelto per l'aggiudicazione;gara annullata in autotutela dalla società appaltante in conformità con quanto stabilito dalla Autorità Nazionale Anticorruzione con nota del 15/10/2015(prot.0134417).
La Florida 2000 srl sta regolarmente espletando il servizio di pulizia presso EAV,nonostante vanti un'ingente credito verso la società appaltante.La florida 2000,dunque,si è aggiudicato il servizio di pulizia dopo regolari gare di appalto;esegue il servizio di pulizia presso l'EAV,unitamente ad altre 4 società,per un importo complessivo annuo di euro 5.500.000;in relazione alla gara indetta il 25 giugno 2015,ha presentato ricorso al T.A.R per l'illegittimità del criterio prescelto dall'EAV per l'aggiudicazione....

AVVOCATO LUIGI PEZZULLO



Risponde ANTONIO GALDO del MATTINO...

Mentre la società FLORIDA ricostruisce i suoi rapporti con l'EAV e ricorda di aver presentato ricorso al TAR contro la gara per l'aggiudicazione dell'appalto indetto a giugno e poi annullata a fine luglio,il COMMISSARIO AD ACTA della holding regionale firma un comunicato ufficiale nel quale esprime la sua opinione,non secondaria,a proposito della stessa gara...
In particolare Pietro Voci afferma testualmente:"l'annullamento delle gare d'appalto(decise dal Presidente di EAV Umberto De Gregorio n.d.r.),che avrebbe comportato una significativa riduzione del costo del servizio,è un atto del tutto immotivato e va rimosso procedendo senza indugio alla ripubblicazione del BANDO originario...
Che dire?Noi ci auguriamo solo che i treni della rete ferroviaria della CAMPANIA siano puliti e il servizio sia affidato a prezzi di mercato e nel modo più trasparente possibile....



(pubblicate il 17/11/2015-pagina 47- LETTERE al MATTINO-)

il postino di baskerville ha detto...

Eav senza tredicesima: ultimatum dei macchinisti. Trasporti a rischio...

Un anno fa, di questi tempi, i circa 2000 dipendenti dell’Eav tirarono un sospiro di sollievo: l’allora amministratore delegato Nello Polese annunciò che tredicesima e stipendio di dicembre sarebbero arrivati in tempo, che il Natale era salvo. Appena un mese prima, a novembre, c’erano state fibrillazioni per il ritardo del mensile e, comunque, da diversi anni si verificavano sempre gli stessi problemi: pochi soldi, pochissima liquidità, tanti debiti e stipendi a rischio. Ma si trattò di una gioia effimera: quest’anno il problema è tornato. Quando la situazione economica di Eav e Circumvesuviana era florida, infatti, la tredicesima arrivava il 15 dicembre. Ieri, invece, lavoratori e sindacati hanno ricevuto l’ennesima brutta notizia, seppure in maniera informale: la tredicesima non ci sarà né oggi né nei prossimi giorni. Dalla Regione, infatti, non hanno trasferito i fondi necessari a pagare i dipendenti (e nemmeno i fornitori e l’indotto) e quindi l’azienda di trasporto non ha liquidità in cassa.

Il presidente Umberto De Gregorio è tra due fuochi: telefona quattro volte al giorno a Palazzo Santa Lucia e all’ufficio ragioneria per sapere quando arrivano i soldi e, nel frattempo, risponde alle telefonate dei sindacati che, a loro volta, pure sono pressati, dai lavoratori. Luca Del Prete dell’Orsa spiega: «Una parte dei dipendenti Eav ci chiede perché non intraprendiamo una forte azione di protesta. C’è la Tasi da pagare, ci sono le feste di Natale in arrivo, ci sono migliaia di persone che hanno contratto mutui e quindi hanno rate da versare: rimanere senza certezze sulla tredicesima è un problema serio. Noi siamo responsabili e non intendiamo creare il caos, ma la situazione potrebbe diventare insostenibile se dovesse protrarsi ancora a lungo». Del Prete non lo dice, ma per bloccare il servizio ferroviario, in Circumvesuviana come nel resto dell’Eav (Sepsa e Metrocampania Nordest) ci vuole un minuto: basta che i dipendenti, soprattutto macchinisti e capitreno, si rifiutino di fare le ore di straordinario. È un loro diritto e lo straordinario in Eav è necessario perché il personale che opera in ferrovia è ridotto all’osso.

Diverso il caso degli amministrativi che, invece, sono in esubero: ma questo è uno dei tanti paradossi irrisolti della crisi dell’Eav. Se macchinisti e capitreno rifiutassero lo straordinario verrebbero cancellate decine e decine di corse, pendolari e turisti sarebbe costretti a restare sulle pensiline in attesa di novità che nessuno saprebbe dare e dalla centrale operativa, quella che ogni giorno modula l’orario di esercizio, non saprebbero che pesci pigliare. Uno scenario apocalittico ma non del tutto improbabile.

Per adesso è tregua: passeranno ancora 48 ore prima che i sindacati comincino ad interrogarsi sul da farsi e a sentire la voce della base, di quelli pronti alla battaglia. Nel frattempo attendono novità, che potrebbero però arrivare molto prima: la governance dell’Eav è tutto, sommato, ottimista anche se non nega i problemi. E tra i molti problemi, bisogna annoverare anche quello dello scarso numero di treni a disposizione in Circumvesuviana: ieri solo 49 e ne servono almeno 60.

Risultato: 15 corse saltate ed una serie di disagi per chi voleva spostarsi con i mezzi pubblici. Mancano i pezzi di ricambio ed in officina si fanno i salti mortali per aggiustare treni vecchi che spesso si guastano. In Circumflegrea, poi, continuano i lavori per rimettere a posto il tratto tra Quarto e Pianura, sprofondato venerdì scorso. I viaggiatori si stanno organizzando sui social network: sono spuntati decine di gruppi per programmare trasferte con una sola macchina, il cosiddetto car sharing, e avvisarsi sui vari disagi. Ma se l’Eav si ferma, nemmeno Facebook può aiutare molto.
--------------------------------------------------------

Domanda da super quiz:"Ma i veri consulenti fanno sempre in modo da non farsi vedere mentre mangiano stipendi e tredicesime dei lavoratori????

Mercoledì 16 Dicembre 2015