BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

E' DECEDUTO IL MACCHINISTA IN PENSIONE PASQUALE COPPOLA...

12 agosto 2015

I PANINI ALLA BRACE DI CIRO MAZZELLA.

Ultimamente va di moda che le macellerie di sera si mettano a cucinare i panini  (al forno o alla piastra) ma il pioniere nella preparazione dei panini alla brace  è Ciro Mazzella.

E’  dal 1974 che Don Ciro e sua moglie Concettina, in via Panoramica 27 (Monte di Procida) sono dediti a questa attività.  Il locale in sé e per sé è spoglio: pochi posti a sedere e a diretto contatto con la strada, ma tutto ciò passa in secondo piano quando si addentano le opere d’arte preparate da Don Ciro. Ma cosa hanno di eccezionale questi panini (anche se è riduttivo, se non offensivo chiamarli così)?  Innanzitutto il pane sardo: sottile e con poca mollica, questo pane diventa morbido e croccante come una bruschetta quando viene cotto alla brace e, nonostante ciò,  rimane molto leggero. 

Poi vi è il companatico: come carni si può scegliere tra salsicce, hamburger di chianina, cotolette, porchetta, prosciutto, etc, tutte molto saporite ;come contorni vi è un’ampia gamma di scelte: dalle melanzane (arrostite, a filetto, a funghetto, alla parmigiana) ai friarielli, passando per le patatine fritte, la scamorza, i peperoni, i funghi, i peperoncini verdi.

AAAUUUUUMMMMMMM


Tutti ingredienti preparati in casa. Inoltre,  già dal primo morso si può apprezzare l’abbondante ripieno, cosa che non sempre accade quando ordini un panino altrove.I prezzi sono nella media, ma è la qualità ad essere superiore. 

Tuttavia ciò che - secondo me - rende unici queste poesie è la passione: quella  di un uomo che, da 41 anni a questa parte, tutti i giorni e per tutto l’anno fa ciò che più gli piace con dedizione ed umiltà. Infatti egli ci ha confessato: “Cucinare alla brace è molto difficile. 

Io lo so fare non perché ho delle particolari capacità , ma perché ogni giorno mi sono messo lì ed ho cercato di migliorare sempre i panini che cucinavo e, pian piano, ho acquisito l’esperienza che mi serviva”.Da quelle parole e dalla luce nei suoi occhi ho capito che lui è uno degli uomini più felici al mondo che ogni giorno regala ai suoi clienti delle veri e propri capolavori culinari.





Nessun commento: