BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

14 gennaio 2015

DA MARZIO JACOMINO, RICEVO E PUBBLICO


F.A.I.S.A. – CONF.A.I.L. 

AI LAVORATORI DEL GRUPPO EAV

Nella giornata di ieri e di oggi sono apparsi sulla stampa cittadina diversi articoli sulla situazione del gruppo EAV Ferro con particolare riferimento alle linee ex
Circumvesuviana corredate da due interviste al Prof. Polese e all’assessore Vetrella.

La posizione della FAISA CONFAIL su quanto è emerso dalle dichiarazioni degli intervistati è la seguente:
la mancata riqualificazione del personale a copertura dell’organico dei Capotreni non realizzata per le sole responsabilità del gruppo dirigente aziendale tende a nascondere il fallimento dei diversi piani industriali presentati dal commissario Voci e dall’Azienda; l’ennesimo piano sarà presentato il giorno 19 Gennaio prossimo.
Ancora una volta per coprire le deficienze organizzative e manageriali del gruppo dirigente, si vuole scaricare sui lavoratori le relative responsabilità.

La FAISA CONFAIL dai primi incontri sul “Piano Voci” ha lanciato una vera e propria sfida chiedendo di discutere e contrattare in tutti i suoi aspetti l’organizzazione del lavoro per migliorare la quantità e la qualità del servizio ferroviario. In tutte le sedi e in tutte le occasioni abbiamo fatto rilevare le incongruenze, i ritardi, i veri e propri passi indietro su misure organizzative necessarie alla ripresa del servizio e ad un vero efficientamento aziendale. È emblematico a tale proposito il caso del recupero dell’evasione tariffaria; convocati per realizzare con urgenza una organizzazione del lavoro a supporto di tale obbiettivo a distanza di cinque mesi siamo ancora in attesa di un confronto di merito.

In quell’incontro ci permettemmo, e abbiamo avuto ragione, di mettere in discussione la credibilità del gruppo dirigente aziendale a realizzare una diversa organizzazione. La FAISA CONFAIL respinge con forza l’attacco ai lavoratori che non avrebbero capito secondo il Prof. Polese, qual è la situazione aziendale. I lavoratori hanno compreso bene tale situazione e con enormi sacrifici in termini di condizioni di lavoro di occupazione e di salario, hanno fornito un contributo determinante per l’abbassamento dei costi aziendali.
Un polverone, quindi, quello della ricollocazione degli “Amministrativi” sulla quale nessuno si è mai opposto, subendo anche pesanti critiche da alcuni lavoratori; l’unica
 opposizione l’abbiamo avuta dagli incoerenti comportamenti del gruppo dirigente aziendale incapace di realizzare tale obbiettivo.

La FAISA CONFAIL andrà all’incontro del giorno 19 per dare il proprio contributo in termini di proposte guardando agli interessi contrattuali dei lavoratori e salvaguardando lo sviluppo dell’Azienda.
Vi terremo come sempre informati sugli esiti dell’incontro.

Napoli 14/01/2015





Nessun commento: