BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

E' DECEDUTO IL COLLEGA ALFREDO CIARAMELLA ....

1 luglio 2014

FAHRENHEIT 451/LA CENSURA...

                                         

                                                 

                                                                                                                                                                                                                                                          PROLOGO

----Ognuna di queste piccole oligarchie ha una sua forza speciale e propria; in ognuna l'individuo trova il vantaggio d'impiegar per sé, a proporzione della sua autorità e della sua destrezza, le forze riunite di molti----....(Capitolo 1 Promessi Sposi).....                                                                                                                                                                                          Visto che di TEATRO si tratta, proviamo a portare questa commediola sulla scena. 
L'ambiente non può essere che quello del nostro Seicento frequentato da caste e da oligarchie........
                                                                                                   "LA SCENA"

"--Nel primo quadro si ammira una compagnia di attori che inscena a corte una satira sul potere, mimando a tratti le fattezze della casta locale. 
Dalla schiera dei cortigiani si levano i primi mugugni, poi le urla.L'azzeccagarbugli,tra grida manzoniane e codici,sguaina la faccia feroce e minaccia di oscure vendette,sia il produttore della commedia che gli stessi commedianti, i quali, poverini, si spaventano.Ma ecco che uno dei signori seduti al tavolo,leva in alto la destra.....Si fa silenzio....
Con un gesto e con un sorriso benevole,il più autorevole dei signori, invita la compagnia a proseguire la rappresentazione. Gli artisti sprofondano in un inchino.La corte, pacificata e ammirata da tanta generosità, esplode negli applausi......Cala il  Sipario.....--"...                                                                                                                 
   PRIMA PARTE: IL BAVAGLIO

Così mentre il postino,attendeva con benevolenza che il SIGNORE del castello-oppure l'Amministratore,forse il Conte Zio,magari il conte Attilio,o l'azzeccagarbugli: levava in alto la destra,invitando la compagnia di attori(IL POSTINO,PULCINELLA,TRILUSSA,PETROLINI,o ARISTOFANE:fate voi)a proseguire la rappresentazione,è sopraggiunta la bolla di CENSURA con il foglio di " espulsione "dal BLOG.. Chissà se si legge nel foglio di via:" rimandato indietro in quanto, persona non gradita e minaccia per la sicurezza nazionale" ...(SIC!!!)

(Stornellerebbe il Guccini).."...Era già tutto previsto,date,causa e pretesto e le attuali conclusioni. Credete che per questi "quattro soldi",questa gloria da stronzi avrei scritto " canzoni ";va beh,lo ammetto che mi son sbagliato e accetto " il CRUCUFIGE " e così sia......".

Ed allora che ci sia pure il CRUCIFIGE per il postino, ma c'è un piccolo particolare:le denunce del crollo dell'azienda e della sicurezza, sono state vergate sulla carta(è proprio il caso di dirlo)ben prima che ciò avvenisse, ma nessuno ha mai mosso un dito... Per sciattezza,per noncuranza,e per strafottenza......

Gennaio 2009,(l'origine del mio primo articolo sul blog,con tanto di nome e cognome):Un albero caduto sulla cabina di guida che per poco non accoppava due lavoratori,con il rischio di un deragliamento ferroviario dagli esiti imprevedibili se non tragici(C.Terme),in un'area già soggetta a frane e coinvolta nel dissesto idrogeologico di Castellammare ...
Poi c'è stato il deragliamento ferroviario del 6 Agosto 2010;(In un tracciato soggetto a prescrizioni con l'obbligo di rallentamento da anni....Eppure si poteva e si doveva intervenire.....Mai fatto...) ;Si è continuato con:gli investimenti ferroviari sui S.O.A(14 Impianti mai trasformati in Passaggi a Livello con barriere);
Prime avvisaglie del tracollo della MANUTENZIONE,con le crepe che si manifestavano nel sistema della SICUREZZA....Ma mica è finita qua?Si è accelerato nel degrado.... Abbandono,incuria,della rete ferroviaria;inadeguatezza,incapacità a prendere qualsiasi decisione....
E intanto l'ordine delle cose in azienda subiva in tutti questi anni un sensibile peggioramento...
Ed il colpevole chi era????L'autista distratto sui S.O.A.;Il macchinista imprudente nel deragliamento....E le inchieste interne?Insabbiate!E in azienda???
In azienda,il malfattore era,chi sollevava argomenti che dovevano essere ignorati,se non dimenticati....Incidenti in galleria;Pioveva  a Pozzano,e piove da 101 giorni,all'interno e all'esterno,ma intanto la stazione è stata riaperta al pubblico il 27 Giugno;Scafati si allaga;Vie di fuga impedite; Incendi;stazioni abbandonate a se stesse ed ai vandali;effetto ghigliottina sui P.L;Insufficienza di treni e mancanza di materiale di ricambio... ....

Gli avvisi,quindi, c'erano ma nessuno li ha voluti leggere......Si sono interpretate e utilizzate le norme inserite nella Legge 148,in un REGIO DECRETO del 1931:firmato dal guardasigilli del fascismo MINISTRO ALFREDO ROCCO....
E i sindacati?Dormivano!
E le pecore?Belavano!E la carta costituzionale?E l'articolo 21?Utilizzato come carta da cesso(pardon,carta igienica)! Tutti zitti!Proni e ubbidienti...
Ciascuno di essi,pregava il suo santo protettore,aspettando una grazia che non arrivava mai...
Per cui: le contestazioni,i provvedimenti disciplinari,la censura "guadagnata"dall'unico responsabile del BLOG....Ma per la cronaca va pure detto che al BLOG,fu imposto l'oscuramento interno, impedendo di fatto tutti i collegamenti dal sito aziendale.....E già che ci siamo,perché non ricordare il BAVAGLIO e la querelle sulla fonte alluvionata???Senza dimenticare che si alzavano i lai e le minacce sui documenti pubblicati sul blog,e che non dovevano essere resi pubblici.....Eppure parlavano di noi.....Trattavano il nostro futuro,ma "loro" come i bari del Caravaggio,fiutavano l'affare e silenziavano ogni notizia..........E la trasparenza e la GLASNOST?Sono un miraggio nella terra dei cachi!...
Come si vede,argomenti che furono già oggetto di attenzione,di censura,di allontanamenti,e di abominevoli torture inflitte sia al responsabile del Blog che ai  " visitatori" di Circumvesuvianando.... 
Mentre la casta:Autorizzava;promuoveva;pesava;dispensava;illuminava i cortigiani;censurava i malfattori;s'indebitava;non controllava la spesa;aumentava la confusione e la disorganizzazione;occupava e invadeva con le truppe cammellate d'assalto seggiole e scrivanie;pontificava su cose che non conosceva e che non praticava,senza confrontarsi mai,con i problemi reali ........
Eppure se provate a chiedere o domandare in giro negheranno...Perché in azienda è proibito parlare di "mordacchia" o di bavaglio..... 
Come chiamereste un posto,un luogo,un paese dove " una pièce teatrale "ha bisogno del visto personale di un avvocato(di un direttore-di un amministratore)per andare in scena?Come definireste un intervento censorio in  un posto che non è un luogo pubblico ma di un privato cittadino,e che pertanto è soggetto solo e unicamente alle leggi dello STATO?Siete a conoscenza che lo statuto dei lavoratori vieta qualsiasi controllo diretto o indiretto del datore di lavoro sulla manifestazione del libero pensiero di un lavoratore che non può essere vessato,intimidito con strumenti coercitivi fin dentro alla "propria abitazione"???
E come chiamereste un luogo,un paese,un azienda:Dove i dirigenti,gli Amministratori, invece di pensare all'efficienza e alla sicurezza di un trasporto pubblico che collassa,fanno a gara per restaurare il Miniculpop? E perché il mondo del sindacato, l'opinione pubblica,la politica,i blog indipendenti,i cittadini,i lavoratori, il giornalismo non reagiscono,con la forza con cui reagirebbe qualsiasi comunità libera?
Questa è la storia. Ognuno ne tragga il suo bilancio. Possibilmente vero!!!!
N.B:Fahrenheit 451,da cui prende il nome la prima parte dell'articolo che avete appena letto,è ambientato in un imprecisato futuro,e vi si descrive una società distopica in cui leggere o possedere libri è considerato un reato, per contrastare il quale è stato istituito un apposito corpo di vigili del fuoco impegnato a bruciare ogni tipo di volume.
Il romanzo(di Bradbury)affronta il tema delicato della gestione delle informazioni e del controllo della società... Nel romanzo l'attenzione delle persone verso l'operato del governo è annichilita dall'imposizione di un consumo di massa, dove il fine ultimo è apparenza, protagonismo e appagamento..... 
Il romanzo ha numerose analogie con 1984 di George Orwell: in entrambe le storie è incoraggiata la delazione, e si fa un uso massiccio della CENSURA,dove però quest'ultima è organizzata in maniera differente. Mentre in 1984 tutte le notizie vengono costantemente falsate ad opera di un ministero delegato, nel romanzo di Bradbury è bandita qualsiasi informazione scritta. I libri sono quindi dichiarati materiale illegale, e come tale, tenuti nascosti nei posti più disparati dai lettori fuorilegge per far fronte alle continue incursioni dei pompieri incendiari...Nel 1966 il libro è stato trasposto in un omonimo film, diretto da François Truffaut....Il protagonista(Guy Montag) lavora nel corpo dei pompieri, i quali hanno il compito di rintracciare chi si è macchiato del "reato di lettura", bruciandone tutti i libri. I cittadini rispettosi della legge devono utilizzare la televisione per istruirsi, informarsi e vivere serenamente al di fuori di ogni altra inutile forma di comunicazione. La televisione viene utilizzata dal governo come mezzo ossessivo per definire le regole sociali, ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.....
(Come si vede il tema della CENSURA e della libertà d'informazione,è un'argomento che riguarda tutti noi:in ogni dimensione,in ogni luogo,ed in ogni tempo... .....AMEN!)
                                                                                           

   SECONDA PARTE

                                                                     
     Riporto la parte finale dell'articolo censurato
(La foto di gruppo del bollito QUINTO STATO)

--L'accordo raggiunto sul pacchetto nomine di Dirigenti e Manager,con bonus e retribuzioni comprese,certifica la nostra incapacità ad esigere giustizia e rigore morale.....
Dimostrano l'insostenibilità di " UN INEGUAGLIANZA SOCIALE"mai estirpata e che in pratica viene riproposta con i soliti compromessi al ribasso...
Con quale sprezzo del ridicolo vengono confermati dirigenti e manager che hanno fin qui dimostrato l'incapacità a ricoprire tali ruoli?Che cosa deve accadere più per mandare a casa una classe dirigente che ha:certificato,dimostrato,attestato,documentato,illustrato una innata propensione al fallimento????
Come si può non vedere Dirigenti e Amministratore che continuano a "MERITARSI" assegni annuali pari a 200 mila;185 mila;160 mila Euro???Cosa hanno fatto per guadagnarsi con il duro lavoro emolumenti,che potevamo tranquillamente destinare ad altre cause ben più nobili????
INDIGNATEVI,ammoniva Stèphene HESSEL, INDIGNIAMOCI ci suggeriva FRATE GUGLIELMO DA BASKERVILLE quando fu buttato fuori dal tempio....
Provate a dargli ancora torto.....!!!!!---
                                                                                         
                                                                                                      TERZA PARTE:L'AVVELENATA
La settimana scorsa è stato pubblicato su REPUBBLICA un'articolo,di Natalia Aspesi sul:" Mondo dell'elettronica ed i nuovi sistemi di comunicazione"...... 
Lo riporto così come l'ho letto,ma l'analisi che esce fuori,non solo mi sorprende,ma leggendolo,l'ho trovato consolante per le inaspettate conseguenze......Sembra che si diventa famosi in un baleno,invadendo la rete con le proprie " prodezze " e in un baleno si ritorna nell'anonimato.....E' il nuovo che avanza,che si deve sovrapporre al nuovo.....
Scrive Natalia Aspesi....
"---Si ritorna nel totale anonimato perché il mondo dell'elettronica esige il nuovo che si sovrappone al nuovo,consentendogli una vita brevissima,un attimo di luce,milioni di " mi piace", e poi un veloce precipitare nel nulla......Persino chi ha in mano il nostro futuro,quelli cui abbiamo dato il potere con il nostro voto,appaiono sempre più precari. Stiamo già per dimenticarci di Berlusconi....Mario Monti ed Enrico Letta faticano a trovare uno spazio per non essere cancellati..Solo il continuo fracasso permette che lo spettacolo continui ancora.. Il prossimo passo per la celebrità,assicurano gli ESPERTI,è scomparire,scoprire il potere dell'ANONIMATO...----"
Sia benedetto il postino e quel Sant'uomo di Guglielmo:decisamente,hanno precorso i tempi....Il referto finale della giornalista di Repubblica,ci comunica che solo facendosi dimenticare,si può riconquistare la " celebrità "(SIC!)......
Per cui,ERGO,ci dimenticheremo facilmente della "OLIGARCHIA" del VOLTURNO...E se è vero che solo il continuo fracasso permette che lo spettacolo continui ancora,c'è la concreta speranza che eliminato il fracasso,questo vergognoso spettacolo,finisca....Tra 18 mesi,archiviata l'elezione regionale,è facile che il Cappellaio Matto,il Conte Attilio, l'Azzeccagarbugli,e il Conte Zio,vengano spazzati via......E' dall'inizio di questo mese che sanno di essere giunti al capolinea per una serie di ragioni,non ultima:La LIBERALIZZAZIONE DEL TRASPORTO PUBBLICO in CAMPANIA...
---TRA POCHI MESI PARTE LA LIBERALIZZAZIONE DEL TRASPORTO PUBBLICO DELLA CAMPANIA....IL SISTEMA SU FERRO E.A.V.CON TRENITALIA E SISTEMA SU GOMMA VALGONO,INSIEME,PER LA REGIONE CAMPANIA,680 MILIONI DI EURO L'ANNO...ED,A BREVE, SARANNO INDETTE ANCHE LE GARE PER L'ASSEGNAZIONE DEI LOTTI...---
Quindi,come s'intuisce,con il nuovo organigramma,la casta inamovibile del Volturno,ha inteso solo guadagnare del tempo prezioso,in attesa di un salvagente,che chissà se verrà mai buttato...
Probabilmente,usciranno di scena,e torneranno a casa più soli,lontani da tutto e da tutti...Qualcuno tenterà il riciclaggio,qualcun'altro darà da mangiare i piccioni sedendosi sulla panchina di un parco pubblico...Con UN FOGLIO DI VIA,in cui non serve firmare carte...Usciranno di scena,non solo,per  quello che non sono stati capaci di fare,ma anche per la loro vistosa assenza.....
Nel copione della grande farsa ci sono anche le loro ultime parole famose... Ne hanno fatte tante di previsioni sbagliate e di patacche in libera uscita....Poi,nel conto,ci sono i festeggiamenti per una pianta organica dirigenziale:numerosa;sconclusionata;manifestamente inconcludente;senza virtù,senza conoscenza e senza nessun senso.....
A loro vanno addebitati,(mentre brindavano e ridevano)i costi del fallimento,di tre aziende precipitate in quest'Inferno,e senza che nessuno gli abbia mai chiesto:"Se non facciamo il piano di ricavi,come faremo a salvare l'azienda???"
Misteri della fede,annunciava l'officiante dall'altare,rivolto verso i fedeli(SIC!),mentre increduli aspettavano il COMMISSARIO AD ACTA....
Adesso,i fedeli,dopo un'indignazione che non c'è mai stata,devono portare un pò di pazienza... 
Li dimenticheremo questi signori,perché è giusto dimenticarli,ma ci ricorderemo bene:dei torti subiti,dei danni procurati,del supplizio sopportato....
Ma,se permettete,gli articoli di denuncia del SAN GIOVANNI DECOLLATO ce li ricorderemo ancora per un bel pò....
                                                                                                 
 ASPETTANDO GODOT
Le foglie che cadono,le stagioni che si susseguono rincorrendosi l'una dietro all'altra,ed i giorni che inutilmente passano...E così forse domani,e poi dopodomani e poi tra un mese,e poi quell'altro mese e poi quell'altro ancora...Nella saga dell'E.A.V. c'è sempre un domani che è uguale all'altro se non peggio...Stiamo tutti aspettando GODOT...Samuel Beckett aspettò Godot per 40 anni.Ne venne fuori un'opera assurda sull'eterna attesa....Adesso si sono tutti stancati:i creditori che bussano alla porta perché vogliono i loro soldi;i lavoratori che si erano illusi e speravano in un futuro migliore;i viaggiatori che,ci hanno lasciati e ormai stufi si "trasportano da soli";il Commissario che non sa più che pesci prendere;la Regione che vuole liberalizzare....
A tal proposito,riporto,le affermazioni dell'uomo seduto sulla panchina:il Governatore della Campania Stefano Caldoro.....
(Lui controllava la rubrica telefonica mentre aspettava un messaggino che non arrivava mai...Bisogna capirlo,era condizionato da troppi attori ingombranti,e da troppi personaggi scomodi sotto inchiesta,e con l'aggiunta di una maggioranza che perdeva " i pezzi "....)
(Caldoro qualche giorno fa,ha dichiarato alla cronista di Repubblica):"TRA QUALCHE SETTIMANA,PARTIRÀ LA GARA PER AFFIDARE IN GESTIONE A SOGGETTI PRIVATI IL COMPLESSO DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO,SU FERRO E GOMMA....RESTA FUORI DALLA GARA SOLO LA METROPOLITANA DI NAPOLI,IN QUANTO IL SERVIZIO E' STATO GIÀ AFFIDATO...VOGLIO RIBADIRE CHE STIAMO AVVIANDO UNA LIBERALIZZAZIONE E NON UNA PRIVATIZZAZIONE,SUL MODELLO DI REGIONI COME LA LOMBARDIA,LA TOSCANA,L'EMILIA. VERRANNO GARANTITI I LIVELLI OCCUPAZIONALI..."
Adesso facciamoci delle domande e diamoci delle risposte.....
Ci dite,quali livelli occupazionali verranno garantiti,se non è stato discusso,pianificato,concordato un PIANO INDUSTRIALE decente?
(Un Piano Industriale che deve rispondere a dei criteri quali:la Sicurezza;l'efficienza;la funzionalità;l'abbattimento dei ritardi;la certezza delle corse;colpire un evasione tariffaria elevatissima;applichi una propria bigliettazione autonoma; assicuri il potenziamento del parco rotabile;garantisca un Contratto di servizio che copra i costi di gestione.)....
Senza dimenticare la più volte annunciata:Scissione tra Trasporto e Infrastruttura.....
E l'azienda,nel più totale e completo silenzio, poteva permettersi in questi anni di ignorare le condizioni indecenti della ferrovia???Questa è una domanda che ne tira altre TRE....
1)Quanto ci è "costato" l'Amministratore Unico e la sua corte ?L'azienda quanto vuole spendere per migliorare la qualità dei dirigenti?
2)Possono essere cambiati?E se si,quale dovrà essere il criterio?
3)E l'indirizzo,la gestione,ed il controllo,insomma la separazione dei poteri(ma i praticata),è stata una delle condizioni che ci ha portato " al fallimento"?E se alla politica tocca l'indirizzo delle scelte sul Trasporto Pubblico:chi controllava e cosa si controllava??Chi gestiva:e per conto di chi????
Queste domande portano ad una sola regia:indovinate quale....
4)E adesso cosa ci aspetta dietro l'angolo????C'è qualcuno che mi può rispondere????
                                                                                                     ........Morale.....
---Siamo stati obbligati a subire un suicidio assistito....Eravamo in cerca di un futuro e invece,siamo stati parcheggiati in uno squallido presente:mentre aspettavamo tutti GODOT...---




 Francesco Guccini & Enzo Jannacci - L'avvelenata
(L'avvelenata è di F. Guccini)
                                                                                                           Ma s' io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, le attuali conclusioni credete che per questi quattro soldi, questa gloria da stronzi, avrei scritto canzoni; 
va beh, lo ammetto che mi son sbagliato e accetto il "crucifige" e così sia, chiedo tempo, son della razza mia, per quanto grande sia, il primo che ha studiato... 

Mio padre in fondo aveva anche ragione a dir che la pensione è davvero importante, mia madre non aveva poi sbagliato a dir che un laureato conta più d' un cantante: 
giovane e ingenuo io ho perso la testa, sian stati i libri o il mio provincialismo, e un cazzo in culo e accuse d' arrivismo, dubbi di qualunquismo, son quello che mi resta... 

Voi critici, voi personaggi austeri, militanti severi, chiedo scusa a vossìa, però non ho mai detto che a canzoni si fan rivoluzioni, si possa far poesia; io canto quando posso, come posso, quando ne ho voglia senza applausi o fischi: vendere o no non passa fra i miei rischi, non comprate i miei dischi e sputatemi addosso... 

Secondo voi ma a me cosa mi frega di assumermi la bega di star quassù a cantare, godo molto di più nell' ubriacarmi oppure a masturbarmi o, al limite, a scopare... 
se son d' umore nero allora scrivo frugando dentro alle nostre miserie: di solito ho da far cose più serie, costruire su macerie o mantenermi vivo... 

Io tutto, io niente, io stronzo, io ubriacone, io poeta, io buffone, io anarchico, io fascista, io ricco, io senza soldi, io radicale, io diverso ed io uguale, negro, ebreo, comunista! 
Io frocio, io perchè canto so imbarcare, io falso, io vero, io genio, io cretino, io solo qui alle quattro del mattino, l'angoscia e un po' di vino, voglia di bestemmiare! 

Secondo voi ma chi me lo fa fare di stare ad ascoltare chiunque ha un tiramento? Ovvio, il medico dice "sei depresso", nemmeno dentro al cesso possiedo un mio momento. 
Ed io che ho sempre detto che era un gioco sapere usare o no ad un certo metro: compagni il gioco si fa peso e tetro, comprate il mio didietro, io lo vendo per poco! 

Colleghi cantautori, eletta schiera, che si vende alla sera per un po' di milioni, voi che siete capaci fate bene a aver le tasche piene e non solo i coglioni... Che cosa posso dirvi? Andate e fate, tanto ci sarà sempre, lo sapete, un musico fallito, un pio, un teorete, un Bertoncelli o un prete a sparare cazzate! 

Ma s' io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, forse farei lo stesso, mi piace far canzoni e bere vino, mi piace far casino, poi sono nato fesso e quindi tiro avanti e non mi svesto dei panni che son solito portare: ho tante cose ancora da raccontare per chi vuole ascoltare e a culo tutto il resto!





Nessun commento: