BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

23 febbraio 2014

NO TAV + VESUVIANE. DI EMILIO VITTOZZI


Due anziane signore mi osservano mentre scatto la foto della scritta apparsa nel pomeriggio di Sabato 22 Febbraio sul binario 1 di Napoli Piazza Garibaldi.
"Giuvinò, hanno ragione! Che ce ne fotte ra TAV se non tenimm 'e trene ra Vesuviana?".
Mi avvicino alle due signore e scopro che una è diretta a Madonnelle, l'altra a Casalnuovo. La prima, senza ovviamente sapere che lavoro in Azienda, mi dice delle sue difficoltà a muoversi da Madonnelle soprattutto nei giorni festivi. "Siamo isolati da Dio e dal mondo, la domenica e le feste...". La seconda, invece, si dichiara più fortunata dell'amica perchè per raggiungere Casalnuovo può utilizzare i treni per Acerra e per Baiano. Solo che la linea Napoli-Acerra la Domenica e i giorni festivi, come la Napoli-San Giorgio via Centro Direzionale, è chiusa! Ma lei ha la possibilità di usufruire idei treni della linea Napoli-Baiano...
"Eppure, giuvinò, nun sapete quante persone la utilizzerebbero la Vesuviana se funzionasse regolarmente...".
E' un leit- motiv che ben conosco, un grido di dolore, un lamento di tanti, tantissimi viaggiatori.
"Che me ne fotto di arrivare presto in Francia se io la sera non so come ritornare a casa?" mi urla un anziano pendolare.
Nonostante quel che affermano i mass-media, i no-Tav non sono dei terroristi: sono persone comuni, di ogni età, che si ribellano allo scempio della violenza alla natura per costruire una ferrovia inutile.
Invece di potenziare i treni del Trasporto Pubblico Locale...
 
EMILIO VITTOZZI

Nessun commento: