BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

....

24 gennaio 2014

RACCONTA CHE TI....REPAS ! DA UN'IDEA DELLA COLLEGA MARIA CRILLO DELL'UFFICIO C.O.T.


PARE CHE CON QUESTI BENEDETTI TICKET NON ANDIAMO PROPRIO BENE. LE LAVORATRICI E LE MOGLI "EAVIANE" SI LAMENTANO MOLTO E RIMPIANGONO I RESTAURANT CHE INVECE ANDAVANO A RUBA. BENE, LA COLLEGA MARIA CIRILLO DELL'UFFICO COT (POGGIOREALE), MI HA SUGGERITO QUESTA IDEA CHE NON MI SONO FATTO SCAPPARE. GRAZIE MARY. 

LA MAIL DI MARIA
Come tu ben sai ci sono grossi problemi con i Repas, molti negozi si prendono la percentuale 
o addirittura ci sta qualcuno che non li accetta proprio,
Siamo andati sul sito della REPAS, dicono di segnalare chi ne fa un abuso..
Ho pensato: “ perché non dirlo a Gianni così mette un bel annuncio sul Blog? “
Se siamo in tanti a far segnalazione dei vari esercenti forse qualcosa otterremo.
Se solo io ( a dir il vero io non ho problemi perché fanno metà ticket e metà contanti) faccio segnalazione penso che non mi penseranno, ma se siamo in tanti e tu con il tuo blog lo inoltri alla REPAS, DI SICURO qualcosa avverrà…

Pensaci e fammi sapere..Ciao GIO’


RACCONTA DUNQUE LA TUA ESPERIENZA CON I BUONI PASTI DELLA REPAS. IN CHE NEGOZIO VAI, COME SE LI PRENDONO SE SE LI PRENDONO E OGNI ALTRA COSA RIGUARDANTE L'UTILIZZO O IL TENTATIVO DI UTILIZZO DI QUESTI BUONI PASTO. 

TUTTI I COMMENTI CHE VERRANNO RACCOLTI IN QUESTA PAGINA SARANNO INVIATI  ALLA SOCIETA' NEL TENTATIVO "AIUTARLI" A MIGLIORARE IL SERVIZIO DI CUI AL MOMENTO NON SI PARLA GRANCHE' BENE. 

OK ADESSO A VOI LA PAROLA......

INVIA IL TUO COMMENTO A:



DAL COLLEGA GENNARO COZZOLINO

Caro giona invece di segnalare gli esercenti che abusano non sarebbe meglio chiedere alla societa' quali sono i  convenzionati con loro? Ciao

DA ANONIMO 

Caro Giovanni vogliamo parlare dei ticket? Lasciami fare un pò di ironia.
Ogni qualvolta si prospettano problemi alle persone deputate al "controllo ed al vi terremo informati" o quantomeno a quelli che sono "informati a livello aziendale"si riceve sempre la stessa risposta.
Ti rendi conto che si rischiano i licenziamenti?Capisci che si parla di contratti di solidarietà?
Forse falliamo...
Allora mi dico a che serve fare riunioni e verbali per farci dare questi ticket mensa se nessuno o pochi possono utilizzarli?
Non sono iscritto al sindacato da 5 anni ormai e quindi non ho titolo per criticare ma la cosa mi diverte.Si parla di cataclismi aziendali (che stiamo vivendo e magari ce ne aspettano di peggiori)ma poi si scrivono comunicati che vengono disattesi solo allo scopo del"vigileremo e vi terremo informati" ahahahahah...
Una domanda è lecito/legale che una azienda eroghi i ticket mensa con tanto ritardo?Fanno o no parte dello stipendio? E sopratutto paghiamo tasse sugli stessi? perchè se è così manco è tanto lecita la cosa che dobbiamo anticipare pure soldi per non avere nulla.Inoltre una azienda quando stipula un contratto ha diritto a che i ticket siano fruibili?Perchè nessuno "vede" nè "sente " il problema?Qualche "sommo depositario delle verità" può rispondere?
Proprio vero "c'è del marcio in danimarca".
Per la cronaca in penisola nessuno o quasi vuole i Repass.Solo 2 supermercati.
Un Sigma(che definire supermercato è un eufemismo)al 50% ed un alimentari Decò che ha mediamente prezzi maggiorati del 20% rispetto agli esercizi commerciali vicini e li ritira solo per il 50% del totale.I rimanenti supermercati ti ridono in faccia quando li tiri fuori e ci sono avvisi in tutte le lingue che non li vogliono.
C'era un Decò poi Superò a Sant'agnello sotto il ponte Circum che nelle fasce pomeridiane li accettava al 100%.
E' FALLITO !!!!Colpa dei Repas?(asd)

In piccolo su un avviso al TRESSE di Piano c'era scritto:

REPAS
ssi nnà finit rò domandà vi vattime..
muahahahahahah

Vigilate e teneteci informati...


DAL COLLEGA MACCHINISTA FRANCESCO TORTORA


Ciao Giovanni, prendendo spunto dal tuo blog ti voglio segnalare il Supermercato SISA CATANIA PIU’ di Via S.Giacomo dei Capri a Napoli che addirittura prende il 10% di commissioni sui nostri tickets (infatti non mi vedrà più).
Un saluto, Francesco Tortora (Macchinista)

DAL COLLEGA SALVATORE DI LEVA

Salve Torre del greco,supermercato SUNRISE che qualche mese fa li prendeva per intero  adesso al 50% la DECÒ non se ne parla proprio, non li accetta.
SALUTI

DAL COLLEGA CLAUDIO DE CATALDO 

 "C'è il carrefour di Scafati che li prende al 100%"

DAL COLLEGA GENNARO BUONDONNO

 "L' Italia che lavora vuole poter spendere i ticket dovunque e nel modo piu' semplice."

DAL COLLEGA MARIO MASTROBERTI

Ciao Giovanni,i “famigerati “REPAS 6.1 nella mia zona SAN GIOVANNI A TEDUCCIO (NA), i negozianti appena li vedono ti guardano in malo modo,non li accettano per niente,l’unico negozio che li accetta e’ il supermercato SIMPLY  in via Protopisani ,pero’ con la trattenuta dell’otto percento.  Si ringrazia “vivamente”chi ha stipulato il contratto con la societa’ REPAS.  Grazie

DAL COLLEGA CAPOTRENO EX M.C.N.E. PEPPINO PASTORE
Egr. sig. Navarone sono un collega Capotreno dell'ex Metrocampanianordest e sono di Benevento, per quanto rigurda i ticket Repas anche a Benevento abbiamo difficoltà. Alcuni centri commerciali non li prendono ed altri al 50% . 
Distinti saluti Giuseppe Pastore

DAL COLLEGA ERMES BARBATO
Caro Giovanni, il supermercato Sisa a Casoria sito in Via Principe di Piemonte si prende l'8%

DAL COLLEGA PASQUALE DI BONITO

Entro nell'argomento in oggetto per dire che i ticket mensa furono istituiti a  fronte di un mancato servizio mensa però l'uso che se ne fa è totalmente diverso mentre la dicitura che resta dietro il ticket è chiara:essi non sono cumulabili , cioè vanno spesi uno al giorno e questa potrebbe essere la garanzia di ottenere appieno il suo valore e pertanto, gli esercenti, i titolari di supermercati potrebbero rifiutare sia un numero superiore sia il valore complessivo se si acquista , si badi bene , merce non commestibile, cioè tutto quello che anche io compro con i tickets: detersivi e generi non alimentari.Tant'è che l'IPERCOOP di Quarto anche con i buoni SODEXO che accettava per intero e fino ad una massimo di 10 attuava importi diversi sui generi acquistati : per il contante e per il buono-spesa. Oggi con i Repas non c'è più il problema: non li accetta evidenziandomi che ci sarebbe una sorta di trattenuta per loro direttamente dalla REPAS, trattenuta che loro inaccettabile sotto il punto di vista commerciale e fiscale...e forse questo è il motivo del taglio percentuale che tantissimi esercenti , ognuno in piena autonomia, attuano chi del  5 chi dell'8 fino al 10%.
Senza dilungarmi oltre, l'IPERFAMILA del Centro Commerciale LE CAMPANE di Pozzuoli ne ritira fino a 10  a scontrino e per intero del loro valore. 

DA DANIELA PRODI DA ROMA

Volevo portare la mia testimonianza per la città di Roma.
Pur essendo la capitale con migliaia di esercizi commerciali non li accetta nessun supermercato,
nemmeno con la decurtazione sull' importo. Il 90% dei negozi  indicati come convenzionati sul loro sito non li accetta, molti sono chiusi da anni e altri chiedono inutilmente da tempo di essere cancellati dall' elenco.
E' una vergogna che la PA tramite la Consip possa affidare loro il servizio dei Tickets.


DALLA COLLEGA FRANCA RAGO DI EX MCNE


Buongiorno Giovanni,
sono Franca Rago dipendente ex MCNE , su informazioni recepite anche dai colleghi amministrativi e tecnici delle  varie U.O.  (Luciano Ellida, Cairella Cosimo, Collarile Leonida, Zarcone Vincenzo, Catalano Agostino, Bello Roberto, Giorgione Oscar, Maietta Francesca, Sorice Antonio, D’Alesio Sabino, D’Onofrio Gerardo,ecc……)  con residenza di servizio Benevento-1° piano, p.di b. e officina, segnala che i Ticket  REPAS distribuiti da qualche mese in sostituzione di quelli precedenti  (Ticket Restaurant) non possono essere più spesi per intero. Nel dettaglio si comunica che i Supermercati SISA e CARREFOUR non li accettano, CONAD e IPERSTORE BARLETTA AL 50% della spesa e alcuni MARKET applicano una commissione tra il 10% e il 16%. Considerando che ogni dipendente ha buoni pasto arretrati che verranno distribuiti nei prossimi mesi, come e dove poterli spendere per intero senza alcun aggravio? Grazie Giovanni, saluti  


DAL COLLEGA ASCIONE CIRO

Caro Giona, dopo aver chiesto (l’ elemosina) in molti negozi della Penisola Sorrentina, sono andato al carrefour di Scafati dove i ticket sono accettati tutti i giorni per il 100% dell’importo.



IL 31 GENNAIO 2014, HO INVIATO UN FAX ALLA REPAS (sul sito non ho trovato un'email), IN CUI HO INSERITO I COMMENTI FINORA RACCOLTI SUL BLOG, CIRCA IL PESSIMO SERVIZIO OFFERTO DALLA SOCIETA'.

HO  INOLTRE RICHIESTO ALLA REPAS L'ELENCO DEGLI ESERCIZI CONVEZIONATI E LI HO INVITATI AD ESPRIMERSI SULL'ARGOMENTO ATTRAVERSO LE NOSTRE PAGINE.

giona

DA STEFANO PERNA DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DI NAPOLI

Caro giovanni, sono Stefano Perna dipendente del MInistero della Giustizia e ti scrivo da Napoli, come gli altri colleghi ho difficoltà (difficoltà è in eufemismo) a poter effettuare acquisti con i buoni pasto repas, dove abito io, ovvero a Ponticelli e dintorni non li ritira più nessuno nemmeno con la percentuale.

Secondo te e voi colleghi, non sarebbe opportuno raccogliere delle firme o denunciare alle autorità competenti quello che accade in alcune regioni del sud, perchè non dimenticate che c'è qualche dipendente pubblico del centro e del nord che non ha di questi problemi inquanto riceve buoni pasto di tipo ticket restaurant. Come è possibile che ci siano nella stessa amministrazione trattamenti così impari?


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Giovanni vogliamo parlare dei ticket?Lasciami fare un pò di ironia.
Ogni qualvolta si prospettano problemi alle persone deputate al "controllo ed al vi terremo informati" o quantomeno a quelli che sono "informati a livello aziendale"si riceve sempre la stessa risposta.
Ti rendi conto che si rischiano i licenziamenti?Capisci che si parla di contratti di solidarietà?
Forse falliamo...
Allora mi dico a che serve fare riunioni e verbali per farci dare questi ticket mensa se nessuno o pochi possono utilizzarli?
Non sono iscritto al sindacato da 5 anni ormai e quindi non ho titolo per criticare ma la cosa mi diverte.Si parla di cataclismi aziendali (che stiamo vivendo e magari ce ne aspettano di peggiori)ma poi si scrivono comunicati che vengono disattesi solo allo scopo del"vigileremo e vi terremo informati" ahahahahah...
Una domanda è lecito/legale che una azienda eroghi i ticket mensa con tanto ritardo?Fanno o no parte dello stipendio? E sopratutto paghiamo tasse sugli stessi? perchè se è così manco è tanto lecita la cosa che dobbiamo anticipare pure soldi per non avere nulla.Inoltre una azienda quando stipula un contratto ha diritto a che i ticket siano fruibili?Perchè nessuno "vede" nè "sente " il problema?Qualche "sommo depositario delle verità" può rispondere?
Proprio vero "c'è del marcio in danimarca".
Per la cronaca in penisola nessuno o quasi vuole i Repass.Solo 2 supermercati.
Un Sigma(che definire supermercato è un eufemismo)al 50% ed un alimentari Decò che ha mediamente prezzi maggiorati del 20% rispetto agli esercizi commerciali vicini e li ritira solo per il 50% del totale.I rimanenti supermercati ti ridono in faccia quando li tiri fuori e ci sono avvisi in tutte le lingue che non li vogliono.
C'era un Decò poi Superò a Sant'agnello sotto il ponte Circum che nelle fasce pomeridiane li accettava al 100%.
E' FALLITO !!!!Colpa dei Repas?(asd)

In piccolo su un avviso al TRESSE di Piano c'era scritto:

REPAS
ssi nnà finit rò domandà vi vattime..
muahahahahahah

Vigilate e teneteci informati...

Giovanni Navarone ha detto...

SCUSA, PERCHE' NON TI SEI FIRMATO ?
UNA DIMENTICANZA ?