BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

......

3 novembre 2013

SECOND LIFE......(Spoon River....La nostra seconda vita?). DA IL POSTINO DI BASKERVILLE

Ci ricorda Marino Niola(Antropologo)che sempre più spesso i profili di Facebook ,di chi passa a " miglior vita ",restano attivi e che nei Social Network riposano 20 milioni di anime...Una community che dialoga con i vivi,come una toccante Spoon River,digitale.L'effetto è un folgorante cortocircuito tra l'assenza e la presenza;tra la scomparsa dell'individuo in carne e ossa e la sua sopravvivenza tecnologica;tra l'altra vita e la SECOND LIFE....

Ma i profili,dunque,sono lapide eterne?L'aldilà è ON LINE,nei secoli dei secoli:AMEN?

Non so cosa potrei rispondere,a chi mi ponesse tali domande... E la notizia francamente,mi colpisce in quanto inattesa:chissà se a Foscolo gli è stata mai comunicata....Le cronache del tempo,ci dicono che Ugo scrisse:I Sepolcri,per protestare contro l'editto di Saint Cloud di Napoleone che vietava la sepoltura all'interno dei centri abitati....Quanta acqua n'è passata sotto i ponti.....

Caro Ugo, troveresti sorprendente che non solo i vivi si aggrappano ai morti(L'E.A.V. docet),ma che i morti,entrano in casa e dialogano con i vivi.....E dialogano a tal punto che le notizie provenienti da Roma sulla Legge di stabilità,ci vengono recapitate proprio nella giornata che il calendario dedica ai morti.....

" 3 Miliardi,di cui la metà entro fine anno e il resto nei prossimi mesi del 2014.Fondi che andranno in gran parte ai Settori della Sanità e dei TRASPORTI!!!!Fondi per Sanità e Trasporti ma anche contributi ai comuni per pagare i debiti con le Imprese;per gli accordi di programma;il fondo sui fitti;per i lavori di Edilizia Scolastica;per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili;etc,etc,etc.....Le domande si rincorrono....Improvvisamente come evocato il Guglielmo si presenta e mi chiede:Ti sembra possibile?Ma dimmi:tu ne sapevi qualcosa di questi fondi?Ah,nemmeno tu?Come vedi,non è una semplice notizia...E poi non trovi strano che:questa notizia,con quelle cifre e proprio in quel preciso giorno:il 2 Novembre?Come mai: i morti lo sapevano?E' questo,vecchio postino:il vero grande mistero......

(Io lo guardo,lui mi guarda,e mi chiedo dove vuole andare a parare?)

Non ancora contento,il fratacchione fastidioso e pungente,continuando mi chiede:come farai adesso a giustificare;a far convivere il tuo proverbiale scetticismo con la casualità e le circostanze che ne hanno determinato gli esiti?

SECOND LIFE

(La nostra seconda vita)

Tra speranze e illusioni,il nostro futuro si prospetta come una nebulosa(ammasso confuso di cose o di idee)e pieno di interrogativi....Interrogativi di cui presto ve ne darò conto....Ma oggi è il tempo delle rimembranze e dei saluti.....

Come si sa,da che mondo è mondo i brindisi si fanno in compagnia......Il postino,alza il calice:augurando una buona vita a tutti quelli che ancora lottano nel presente.....Un particolare pensiero(considerata la ricorrenza)lo rivolgo a tutti quelli che ci hanno lasciato ed ai nostri morti,comunque sempre presenti tra di noi.....

P.S.:Sentivo il dovere di parlarne,non solo perché ieri era il 2 Novembre,ma perché sembra che in tutto quello che ci accade,ci sia sempre un messaggio nascosto........ E chissà se il futuro non è nella nostra " SECOND LIFE"???????

Ci suggerisce il saggio:"Essere superstiziosi è da ignoranti,ma non esserlo porta male"(Eduardo De Filippo).......Nun' se pò mai sapè....

Chiudo con l'Amaca di Michele Serra......

«L’AMACA» DEL 2 NOVEMBRE 2013 (Michele Serra)

«Lou ha speso i suoi ultimi giorni felice e sbalordito dalla bellezza, dal potere e dalla delicatezza della natura. È morto domenica mattina guardando gli alberi e facendo le famose ventuno figure del Tai Chi, muovendo nell'aria solo le sue mani di artista». È un passaggio del breve, bellissimo addio scritto da Laurie Anderson, moglie di Lou Reed, sul giornalino del paese di campagna dove la coppia di musicisti cercava la quiete, e dove lui ha voluto finire la vita. 

“Necrologio” è una parola troppo torva, e burocratica, per definire un saluto così luminoso.
Le donne hanno più dimestichezza con la morte (e con la malattia, con il dolore, con l’assistenza) e non credo sia un caso che i commiati più belli che ho letto negli ultimi tempi siano di donne ai loro uomini. Quando morì Roger Vadim, la Bardot gli dedicò solo una mezza riga formidabile, cento volte più commovente di qualunque straziato lamento: «Ti aspetto a Saint Tropez». La mia amica Eva, per il suo Guido morto nel sonno, scelse un saluto stoico, degno dei padri classici: «Dormi bene, come hai sempre fatto negli ultimi cinquant'anni». Buon due di novembre ai vivi e ai morti, che come ognuno sa sono in mezzo a noi.......

Altro che Halloween..........

EDGAR LEE MASTERS

(ANTOLOGIA DI SPOON RIVER)Dove sono Elmer, Herman, Bert, Tom e Charley,
il debole di volontà, il forte di braccia, il buffone, l'ubriacone, 
l'attaccabrighe? 
Tutti, tutti, dormono sulla collina. 
Uno morì di febbre, 
uno bruciato in miniera, 
uno ucciso in una rissa, 
uno morì in prigione, 
uno cadde da un ponte mentre faticava per moglie e figli - 
tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina. 
Dove sono Ella, Kate, Mag, Lizzie e Edith, 
il cuore tenero, l'anima semplice, la chiassosa, la superba, 
l'allegrona? - 
tutte, tutte, dormono sulla collina. 
Una morì di parto clandestino, 
una di amore contrastato, 
una fra le mani di un bruto in un bordello, 
una di orgoglio 
infranto, inseguendo il desiderio del cuore, 
una dopo una vita lontano a Londra e Parigi 
fu riportata nel suo piccolo spazio accanto a Ella e Kate e Mag - 
tutte, tutte dormono, dormono, dormono sulla collina. 
Dove sono zio Isaac e zia Emily, 
e il vecchio Towny Kincaid e Sevigne Houghton, 
e il maggiore Walker che aveva parlato 
con i venerandi uomini della rivoluzione?- 
tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina. 
Li portarono figli morti in guerra, 
e figlie che la vita aveva spezzato, 
e i loro orfani, in lacrime - 
tutti, tutti dormono, dormono, dormono sulla collina. 
Dov'è il vecchio Jones, il violinista 
che giocò per novant'anni con la vita, 
sfidando il nevischio a petto nudo, 
bevendo, schiamazzando, infischiandosi di moglie e parenti, 
e danaro, e amore, e cielo? 
Eccolo! Ciancia delle sagre di pesce fritto di tanti anni fa, 
delle corse di cavalli di tanti anni fa a Clary's Grove, 
di ciò che Abe Lincoln disse 
una volta a Springfield..... 

(La Collina
Come l'Antologia di Spoon River [da cui è tratto]:L'album Non al denaro, non all'amore né al cielo si apre con La collina, una piccola panoramica di alcuni personaggi del camposanto. [...] La forma interrogativa, che torna nel corso del testo, rimanda allo stile che pervade tutta l'opera letteraria. Questi morti prolungano nell'oltretomba le loro domande, le loro ansie, le loro contraddizioni, anche le questioni irrisolte si protraggono dialetticamente in alcuni botta e risposta fra le vite intrecciate.
Amore - guerra - morte è il trinomio che domina e che ci conduce, sotto forme diverse, negli altri brani del disco. )



IL POSTINO DI 
BASKERVILLE



Nessun commento: