BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

9 ottobre 2013

E' DECEDUTO L'ISPETTORE FRANCO GATTUSO

SI E' SPENTO L'ISPETTORE FRANCO GATTUSO PAPA' DELL'INGEGNERE GIANCARLO GATTUSO, AL QUALE VANNO LE NOSTRE PIU' SENTITE CONDOGLIANZE. 

"O' SICILIAN", NATIVO DELLA TRINACRIA, L'ISOLA DEL SOLE, COSI' VENIVA "FAMILIARMENTE" APPELLATO DAI FERROVIERI DI UN TEMPO CHE FU, L'ISPETTORE GATTUSO. 

NE ODO ANCORA L'ACCENTO AFFATTO SBIADITO, ANCHE DOPO DIVERSI ANNI VISSUTI A NAPOLI, DI QUELLO CHE FU UNO DEI DOCENTI DEL CORSO PER SOTTO CAPO ALLE GESTIONI DEL LONTANO 1988, DI CUI LO SCRIVENTE FU UN PARTECIPANTE.

NON MOLTO INCLINE ALLE CHIACCHIERE FINI A SE STESSE, DAL CARATTERE FUMANTINO, ERA UN FERROVIERE DI ANTICO STAMPO. NON DIMENTICHERO' MAI IL SUO "ORARIO GENERALE DI SERVIZIO" PUNTUALMENTE AGGIORNATO, CON NOTE VERGATE A MANO,  UNA "BIBBIA". 

OGGI SALUTO PER L'ULTIMA VOLTA L'ISPETTORE, RINGRAZIANDOLO PER AVER CONTRIBUITO ALLA MIA FORMAZIONE DI FERROVIERE ANCHE SE ORMAI... DI UNA FERROVIA CHE NON ESISTE PIU'. 

CHE DIO L'ABBIA IN GLORIA. 


GIONA 
________________________________________________

LE ESEQUIE SI TERRANNO GIOVEDI' 10 OTTOBRE ALLE ORE 10.00. LA MESSA VERRA' CELEBRATA PRESSO LA CHIESA DI 
S. ANTONIO DI PADOVA IN PINETA.

L'INDIRIZZO DEL FIGLIO GIANCARLO E': VIALE DEGLI ASTRONAUTI N. 10 - 80131 - NAPOLI  

________________________________________________________________________________

DAL COLLEGA BRUNO VINCI RICEVO E PUBBLICO

QUANDO LA FERROVIA AVEVA UNO SPIRITO
(In memoria dell’Ispettore Gattuso)

Nella religione cattolico cristiana, si parla dell’importanza dell’anima, il nostro corpo e solo un contenitore della divina estensione del potere della luce Divina e quando il corpo lo abbandoniamo la si restituisce a Dio che valuterà come abbiamo usato il suo prestito.
Essa è come un investimento Spirituale, ci sono anime che hanno dato all’umanità e altro che hanno tolto.
Io, l’Ispettore Francesco Gattuso l’ho conosciuto quando ero un giovane agente della Circumvesuviana e alla notizia della sua andata a Dio, la mia mente ha attraversato i ricordi e l’ho rivisto nel suo atteggiamento bonario e la sua pazienza con noi, allora, nuovi ragazzi della Ferrovia.
Ho ricordato i suoi discorsi espressi sempre con tono pacato ma deciso, rispettoso di quel rispetto che ha chiunque è tollerante verso i giovani. Spesso pacificatore e mediatore, anche tra banali beghe tra noi, ripeto allora giovani e talvolta anche fin troppo esuberanti ferrovieri. Ed in varie occasioni ebbi lunghi colloqui lavorativi  e amichevoli con lui.
Purtroppo un mio problema, mi impedisce di rendere omaggio ai suoi funerali, proprio ad una persona come lui, che alle sue spalle ha lasciato solo una scia di rispetto e sano spirito del dovere.
Ma ci tenevo a ricordarlo e lo faccio grazie al blog, perché, ora come ora, la nostalgia di quei tempi e di quella Ferrovia, fa esaltare e capire il valore di tali personaggi che ci furono da guida agli inizi e solidi come l’acciaio delle rotaie .

Mi piace pensare che lassù lo accoglieranno e saluteranno con lo stesso rispetto che noi avevamo per lui.


Bruno Vinci

1 commento:

ANDREA SPOSITO ha detto...

SENTITE CONDOGLIANZE PER LA FAMIGLIA GATTUSO,UN ETERNO RIPOSO