BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

31 dicembre 2012

IL COLLEGA FRANCO REGINA, UNA VITA DEDICATA ALLA MUSICA.


Con la solita educazione che lo contraddistingue, Lunedì 24 Dicembre, Vigilia del Santo Natale, Franco Regina mi avvicina e porgendomi un cd mi dice "Auguri, Emì, e questo è il mio disco...".
Lo abbraccio, lo ringrazio e a casa mia, dopo una giornata di duro lavoro all'U.R.P. di Porta Nolana, mi accingo ad ascoltare "Fiori spenti" di Franco Regina. Cinque pezzi suoi e di Mario Simeoli più un altro di L.Dalla. Batteria, basso, chitarre, percussioni, piano e tastiere, cori per un risultato dedicato al primo fan di Franco, il Padre.
Un suggerimento per il prossimo cd, che mi permetto di dare proprio per la stima che io e la Redazione abbiamo con Francesco, è l’inserimento nella copertina dei testi delle canzoni, magari rinunciando a più di qualche foto (7 son veramente troppe!).
Subito dopo salta... "alle orecchie" la grande rassomiglianza della voce di Franco con Enzo Gragnaniello: bassa, calda, "pastosa","arrabbiata".
Il pezzo che più mi ha colpito è cantato in Lingua Napoletana, "Totore", una reale, cruda, drammatica canzone dei nostri tempi, autentico "spaccato" della società. Ma tutte, e sottolineo tutte, hanno un filo conduttore unico: una tristezza di fondo, che cozza contro il celebre ottimismo dei Napoletani.
I Musicisti che accompagnano Franco in questo lavoro, unitamente alle voci, fanno la loro brava figura, non esagerando in personalismi di sorta, non abbandonandolo al suo... destino.
In definitiva, un gran bel lavoro, degno di nota, di menzione per un caro Collega, in passato valentissimo Collaboratore Musicale di questo blog.
- Franco, come nasce il Tuo amore per la Musica?
- A casa mia si ascoltava dalla canzone classica napoletana alla canzone cosiddetta “leggera”…
- Quali Cantanti o quali Gruppi ascolti più volentieri?
-  Sicuramente ho ascoltato di tutto, in particolar modo quello che la Napoli musicale ci ha regalato…
- Quali sono i Tuoi idoli musicali?
- Allora, carissimo Emilio, per forza mi vuoi far  fare dei nomi? Franco Regina (e ride di gusto…).
- Ricordi la Tua prima esibizione?
-  Al “Teatro Roma” di Portici.
- Anche Tu, come Ligabue, pensi che Lucio Battisti abbia scritto la più bella musica popolare di qualità del nostro dopoguerra?
-  Amo Battisti e Ligabue, due “gioielli” o due “pietre preziose”, chiamali come vuoi, o… emozioni!
- Lo "sognavi" da molto questo cd?
-  Chi mi conosce solo come Autoferrotranviere non sa che questo non è un capriccio: questa è la mia vita…
- Stai preparando la "presentazione" ufficiale del disco?
- E’ una cosa che prenderò in considerazione con la Synfonica Records, la mia casa di produzione.
- Cosa bolle nella Tua pentola, musicalmente parlando?
-  Certo, ripetere brani come “Totore” non sarà facile, ma io ci metterò tutto il mio cuore per scriverne altri così…
- "Fiori spenti" è il titolo del lavoro. Alle Tue Ammiratrici, al Tuo Concerto "dal vivo" regalerai fiori freschi di campagna?
-  A tutte loro vorrei regalare un futuro degno di questo nome…
- Cosa vuoi comunicare con questo lavoro? Parafrasando la seconda canzone, "Amore"?
-  Quando ho scritto questo disco è uscita fuori tutta la mia rabbia contro questa società, così come è struttura.
- Quali sono i  Tuoi punti di riferimento nella quotidianeità?
- I miei genitori che non ci sono più…

**************************************************************
L'INTERVISTA INTEGRALE CHE PER ALCUNI PROBLEMI TECNICI, NELLA VERSIONE IN ALTO E' STATA TAGLIATA IN PI' PUNTI.

Intervista:Lasciatemi innanzitutto ringraziare Emilio per questa recensione sincera come del resto e' lui come persona poi il Blog di Giona che in tempi non sospetti come si suol dire mi ha dato sempre visibilita'musicalmente.
1)A casa mia si ascoltava dalla canzone napoletana classica alla canzone leggera (mia mamma in particolare ascoltava che non c'è piu' dal 20/03/1988) a raoul Casadei per intenderci" Romagna mia" pero' se la mente non m'inganna non ricordo di avere avuto avi musicanti o forse non ricordano i miei familiari ma l'amore per la musica da parte mia avviene quasi naturalmente non comincio proprio presto ma all'eta'dicirca 15-16 anni non dimentichero' mai mia sorella e mia madre volevano regalarmi la mia prima chitarra per il mio onomastico ma io gia' allora oltre ad andare a scuola lavoricchiavo per qualche soldino e mi comprai la mia prima "eko" classica mod.549 SPANICH 70000 lire che dopo 30 anni ho gelosamente conservato......
2)Sicuramente ho consumato ascoltando tutto quello di bello che la Napoli musicale ci ha regalato e ci regala di moderno,classico e antico dalle famose "villanelle" a oggi sarebbe infinito il percorso della canzone napoletana tutta premetto quella di "qualita'" e non sarebbe giusto non citare qualcuno che sicuramente dimenticherei che ha contribuito a questo patrimonio dell'umanita'oltre poi ascolto jazz-fusion....sono un pessimo rockettaro....un mio limite non amo molto la musica straniera.....amo i cantautori italiani amo la melodia italiana ascolto molto i chitarristi di nuova generazione amo l'amore per la musica e' questo che contraddistingue un artista dall'altro.....non faccio nomi e' un mio difetto me li tengo per me...oggi con la rete tutti si sono fatti una cultura musicale e' inutile citare gia' chi conoscete ascoltate e amate.......... 
3)Allora per forza mi vuoi far fare dei nomi.........FRANCO REGINA :):):)
4)Come potrei dimenticare la mia prima esibizione "voci nuove"1°mio concorso "TEATRO ROMA"PORTICI(NA) con strana e' la vita(95-96)che poi con Mario Simeoli abbiamo ridimusicato dandole una versione piu' acustica nel disco...........
5)AMO BATTISTI E LIGABUE due "gioielli o due pietre preziose diverse chiamali come vuoi "emozioni"entrambi molto spesso in passato criticati secondo me ingiustamente.....il passato e il presente....noi italiani abbiamo la mania dell'esterofilia.......quando da casa nostra abbiamo esportato in tutto il mondo la nostra melodia si fa fatica ad accettarlo ma e' cosi'parlo della musica e l'arte in genere....per altro ne possiamo discutere......
5)Preciso a chi mi conosce solo come ferroviere che questo cd non e' un capriccio per allontanare i fantasmi della vecchiaia o cosa faro' da grande.....questo e' un progetto che e' nato 20 anni fa ed era chiuso in un cassetto e che al momento opportuno ho aperto.... la mia vita per deformazione professionale e' trascorsa transitando su due rotaie una parallela all'altra ferrovia e musica hanno sempre viaggiato insieme perche' l'una non poteva annullare l'altra le ho sempre distinte dividendo la giornata in due momenti con una divisa e imbracciando una chitarra.....ho imparato l'arte e l'ho messa da parte certo non ho scelto forse il momento giusto... ma era arrivato il momento giusto per fare qualcosa di qualita' e consacrarmi come autore e compositore dopo anni di suonate e suonatine gavetta e studi... cantando e suonando gli altri avevo il bisogno di incominciare a cantare e suonare le mie cose uscendo da certi stereotipi che non mi stimolavano piu......la mia e' una passione che accompagna e ha accompagnato la mia vita di solito crescendo certe passioni svaniscono a me invece e' rimasta si e' accresciuta e con tanti sacrifici l'ho portata avanti....progetti non e' ho.....lascio fare al "fato" come ho sempre fatto continuo a fare quello che ho sempre fatto scrivere ,comporre , suonare e cantare oltre al mio lavoro quotidiano da Operatore di Stazione per il momento mi godo questo disco cooprodotto dal mio amico/maestro MARIO SIMEOLI amicizia quasi ventennale a cui piaceva l'idea nonostante la crisi anche della musica ha avuto il coraggio di aiutarmi realizzato con grandi sacrifici da solo non mi sarei potuto permettere di fare un prodotto di questa qualita' suonato da musicisti professionisti di un certo spessore che gli addetti ai lavori conoscono lo sapevo che faceva rumore ma chi mi conosce un po' meglio sa che sono anni che faccio musica e non ho mai mischiato musica e ferrovia sono due cose distinte e separate percio' forse molti al lavoro mi rivendicano che mi conoscono da anni ma non mi sapevano musicante............
6)E 'una cosa che poi prendero' in considerazione con la mia produzione la SYNFONICA RECORDS
7)Certo ripetere un brano come totore e ne cito uno a caso non sara' facile......ma sicuramente ci mettero' il cuore come ho sempre fatto.......
8)Alle mie ammiratrici oltre ai fiori di campagna vorrei regalare loro un lavoro.....un futuro.....un sogno pieno di aspettative.....ma purtroppo oltre a regalarle una mia canzone non posso.......devono essere gli altri preposti a questo e speriamo che questi bei fiori giovani e pieni di vita e colore non diventino fiori spenti senza amore per la vita dopo aver fatto sacrifici di anni di studio aiutati dalle famiglie preoccupate per il loro futuro girovagando dovunque come anime in balia del vento e andare chissa' in quale paese per una realizzazione personale desiderata e sognata..........
9)Ho fatto questo disco dopo anni perche' avevo da dire qualcosa.....purtroppo quando ho scritto queste cose ero arrabbiato e deluso da questa politica dell'affare e dell'arricchimento sul sangue della poovera gente perche' vedo che passano gli anni ei problemi sono sempre la........lavoro,immigrazione,poverta', sviluppo zero .......vedo solo rigore da parte della politica verso i cittadini.....ma non riesco a vedere una poltica disinteressata avrei voluto buttare una bomba nel televisore quando per un periodo ho sentito gente che si e' ammazzata per il lavoro(imprenditori e operai) e nella mia frustrazione totale e nell'impotenza di non poter far altro che trasformare la mia rabbia con una canzone.....cito a caso "Totore"una storia inventata ma purtroppo una dura realta' dei nostri giorni....siamo oggi tutti dei potenziali TOTORE...... a rischio lavoro ma io non ci sto a perdere e voglio gridare con la musica e la pace che in futuro non ci dovranno essere piu' TOTORE ma dei lavoratori che ritrovino la loro dignita'...........combattendo per un loro diritto di vita........
10)Mi mancano i miei genitori che sono andati via molto presto....sono una persona fortunata ho un lavoro......amo la musica ho una persona al mio fianco LOREDANA che ogni giorno mi regala tutta se stessa anche nei piccoli gesti.........mi da fastidio chi punta il dito....chi si ferma su un piedistallo e non scende mai....la guerra l'uno contro l'altro....la mancanza di rispetto........chi non ama la vita........e chi ha smesso di sognare.......chi crede di essere piu' furbo e offende l'educazione...chi ha spento dentro di se quella fiammella dell'amore e non lo trasmette piu'......mi piace chi al coraggio di sorridere.......sono innamorato dell'amore perche' penso che sia la benzina che fa camminare questo mondo anche se ogni tanto picchia in testa ma so che non smettera'mai di VIAGGIARE o almeno lo spero......buon fine anno a tutti e un buon 2013 specialmente ai giovani che sono il futuro del mondo.....non fermatevi mai la vita e' troppo bella per perdersi........FRANCO REGINA


Franco, a nome di tutti i Lettori, Ti porgo un caro Augurio di... "buon Viaggio!".-
EMILIO VITTOZZI


Quando è mosso da passione, l'uomo è in grado di realizzare qualsiasi sogno. Una passione infinita per la musica ha consentito al nostro "Franctiello" di vedere finalmente trasformato in realtà, il suo. Ho ascoltato il cd. Non sono un musicista tantomeno un tecnico del suono ma i pezzi in esso contenuti mi piacciono tutti e tutti trasudano di quella passione che è stata il motore per il raggiungimento di questa meta. Frank, mi ricordo tutte le volte che me ne hai parlato, l'ultima circa un mese fa. Me ne hai dato anticipazione e gli occhi ti brillavano e il tuo cuore sorrideva. Ce l'hai fatta. Te lo meritavi e a me non resta che complimentarmi con te, per i testi, per la bella musica e per quella testardaggine che grazie a Dio, ti contraddistingue. 
Un abbraccio e un grazie per aver voluto che io ti ospitassi su queste pagine che finalmente, dopo tante polemiche e tanti articoli all'insegna della preoccupazione per il futuro, lasciano spazio al tuo sogno realizzato che non posso non utilizzare come augurio a FARE, per i giovani ma anche per chi maturo come me, dopo tanti anni, nel suo piccolo, ancora non molla, ne sul lavoro tantomeno nel suo impegno di scribacchino. 
LA MIA ESORTAZIONE DUNQUE E' QUELLA AD ESSERE PIU' TESTARDI, FACCIAMO DI UN'OCULATA CAPARBIETA', IL NOSTRO MOTORE PER AFFRONTARE UN 2013 CHE NE VUOLE TANTA....... MA PROPRIO TANTA. 

PERTANTO AL DI LA' DEL MIO PROVOCATORIO E PER ALCUNI, IDIOTA AUGURIO DI UN "ANO" MIGLIORE, AUGURO A TUTTI: AMICI, SIMPATIZZANTI, NEMICI, MACCHINISTI, FUOCHISTI E UOMINI DI FATICA, INNANZITUTTO LA SALUTE E POI LA DETERMINAZIONE PER POTER REALIZZARE UN ANNO CHE ANCHE SE DI POCO, POSSA ESSERE MIGLIORE DI QUESTO PRECEDENTE. 

GIONA 

PS

GRAZIE FRANK, PER AVERMI DATO LO SPUNTO, PER FARE QUESTI AUGURI A TUTTI.       

Nessun commento: