BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

6 dicembre 2012

DAL COLLEGA ARMANDO BUGLIONE RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO


NAZIONALIZZAZIONE

NAZIONALIZZAZIONE è una parola che potrebbe spaventare, in tempi odierni  dove tutto si vuole privatizzare, il fatto è che una cattiva gestione, che essa sia privata o pubblica non porta al cittadino e di conseguenza alla nazione  uno sviluppo economico, ma solo fallimenti, disoccupazione e debiti, con gravi ripercussioni sulla psiche di lavoratori onesti, tanto a volte da indurli a compiere atti estremi.
Questi eventi possono verificarsi in tutte le nazioni, se la cattiva gestione persevera negli anni, è il caso “disperato” della  HOLDING EAV che tutti conosciamo.
In Francia quando la Peugeot voleva chiudere, il Presidente Hollande per evitare che ciò accadesse , ha finanziato 7 miliardi di € chiedendo alla Peugeot di investire  su auto elettriche e nuovi modelli (Ricerca e Innovazione).
In Germania la Wolkswagen  ha ridotto l’orario di lavoro , ma investendo in assunzioni di giovani lavoratori, rimanendo cosi un 20% di proprietà pubblica alla regione dove è insediata.
La Fiat , negli anni passati quanto denaro ha ricevuto dallo Stato?
Senza parlare di Obama nonostante la crisi, ha investito 15 miliardi di dollari per il risanamento della Chrysler.
Questi sono i risultati che si ottengono da una buona gestione governativa; quando lo stato vuole salvare l’economia del proprio Paese.
Il Governo italiano potrebbe, volendo, prendere esempio da questi Stati con “un prestito forzato” finanziando l’azienda controlla e garantisce che gli investimenti vengano effettuati, entra nel controllo delle azioni e nel consiglio di amministrazione diventando garante.
 In questo modo si potrebbe risolvere la crisi Holding EAV e tante altre situazioni disperate in Italia.
Invece dai tecnici del governo Monti alle nostre domande di come risolvere le crisi delle aziende, rispondono sempre con la solita risposta“dove li prendiamo i soldi?”
Ed io, un semplice impiegato gli rispondo che i soldi si possono ricavare semplicemente applicando una patrimoniale, comprando un cacciabombardiere in meno , tagliando le pensioni d’oro, gli stipendi ai Parlamentari e ai Direttori, soltanto in questo modo si può salvare l’economia e di conseguenza il lavoro in Italia.
Tra non molto si voterà per il nuovo Governo meditate gente “MEDITATE”.


Armando Buglione
.
DI SEGUITO I COMMENTI ALL'INTERVENTO 
DI ARMANDO
   

In merito all'articolo di Buglione (che come al solito non posso commentare)
Ci pensò La Malfa (Ugo) alla nazionalizzazione dell'energia elettrica e, società come l'EAV furono quasi bandite (ecco perchè i lumini dei camposanti)
D'altronde il grande ispiratore di questa politica fu Keynes (al quale dovremmo farci un monumento prima o poi) ed attuata da Roosvelt negli USA dopo il tracollo del '29. Ahinoi, all'epoca per l'Europa non fu così, ma senza dubbio, le conquiste sociali del fascismo sono ancora sotto gli occhi di tutti, quali? L'inps per esempio. Ma lasciamo stare.
Indubbiamente il collega Buglione ha posto un buon accento su questa scelleratezza di politica liberista oggi in Italia. Non sono per una nazionalizzazione ad oltranza, ma per un correttivo statalista alle aberrazioni liberiste. Come quella di voler un trasporto a prezzo pubblico in logica di libero mercato. Il prezzo fisso cozza contro uno dei principi cardine!  Alfredo Ciaramella

Rammento ai lettori che il blog ha una chat nella quale in tempo reale è possibile scambiare quattro chiacchiere in liberta'. Il link sul quale cliccare per entrarci è il seguente:


Nessun commento: