BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

17 novembre 2012

LE CONSIDERAZIONI DEL COLLEGA SAVERIO DI GIOVANNI SUL COMUNICATO DELL'ASSESSORE VETRELLA

Nel Comunicato stampa della Regione Campania del 16/11/2012,   nel ricercare le responsabilità del fallimento Eavbus, l'Assessore regionale ai trasporti, Vetrella, dichiara:
1 Non sono certo io che ho fatto lievitare l’esposizione finanziaria del gruppo Eav fino a una clamorosa voragine di circa 500 milioni di euro.
2 Non è stato certo Sergio Vetrella (parlando in terza persona) a moltiplicare a dismisura e con stipendi e benefit da favola i dirigenti delle tre aziende e della holding
3 (continuando con i "non sono stato io") a non pagare i contributi dovuti per legge all’Inps per i lavoratori
4 (continuando ancora con i "non sono stato io") a creare un consorzio per la bigliettazione integrata che ogni anno accumulava perdite per 18 milioni di euro
5 (continuando ... ) a fare consulenze inutili e costose agli amici degli amici e, nel caso di alcuni amministratori, persino a se stessi.
Bene, pur ammettendo che il Professor Vetrella non sia l'autore di alcuna delle suddette azioni viene da chiedersi: Ma allora, da quando Lei é Assessore, di cosa si é occupato?
Credo che un Assessore ai trasporti debba occuparsi di ... trasporti.
E cosa é l'Eav bus se non la principale azienda di TRASPORTO su gomma della Campania.
Sugli stipendi ed i benefit dei Dirigenti non voglio proferire verbo ma chi, se non il proprietario di Eav holding, e quindi la Regione Campania, e quindi l'Assessore ai trasporti della Regione Campania, e quindi Lei, Professor Vetrella, poteva informarsi e, nel caso non li avesse ritenuti consoni, intervenire sugli stessi.
Stesso discorso vale per l'eventuale controllo sui mancati versamenti dei contributi all'Istituto previdenziale.
Capitolo a parte merita il discorso "Consorzio Unicocampania"; da quanto mi risulta alcuni sindacati e diverse aziende, senza voler essere di parte, "premono" da tempo per una soluzione al problema.
Si era anche parlato della possibilità di una "doppia bigliettazione", autonoma per ogni azienda nel caso di viaggi limitati al singolo utilizzo.
Senza voler mettere in discussione il sistema di tariffazione integrata, mi sono sempre chiesto il perché della creazione di un Consorzio per realizzare un'attività che, con le competenze diffuse in ogni azienda aderente, poteva essere gestita "all'interno" delle stesse, con il personale già in servizio, senza costi aggiuntivi.
Riguardo alle consulenze, spesso chiamate in causa anche impropriamente come il problema dei problemi di ogni sperpero, basta poco per controllarne l'effettivo peso sui bilanci aziendali.
Ma questo non é compito dell'Assessore ai Trasporti; dovrebbe essere interesse di una proprietà, la Regione Campania, tramite l'Eav holding, vigilare ed eventualmente intervenire laddove si dovessero riscontrare "anomalie".
Scorrendo il Comunicato stampa, si legge un ulteriore passaggio dell'Assessore Vetrella, parimenti importante: "Una vergogna per la quale dovrebbero chiedere scusa non a me, ma ai cittadini della Campania, costretti a pagare il cattivo uso dei soldi pubblici senza poter contare su un sistema di treni e autobus degni della seconda regione d’Italia."
Mai parole sembrano più indicate: VERGOGNA, SCUSE.
C'è sicuramente, in tutta questa storia, qualcuno che deve VERGOGNARSI di dove siamo giunti.
C'è sicuramente qualcuno che dovrà chiedere SCUSA, sempre ché i lavoratori e gli utilizzatori del TPL siano ancora disposti ad accettarle.
Un saluto a tutti, in particolare agli amici di Eav bus.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

grazie Giovanni per aver chiaramente esposto tutte le nostre domande di cui però conosciamo anche le risposte!!!
gli amici di Eav Bus

Anonimo ha detto...

Verissimo..... è anche il titolo di una trasmissione televisiva mi pare???
E credo che parecchi politici e amministratori e sindacalisti e in ultimo anche lavoratori o pseudo lavoratori che hanno transitato e transitano ancora come zombies nel nostro beneamato settore dei trasporti....
lo ripeto sempre purtroppo il detto
"o pesce fet da a capa"
i personaggi come il citato pseudo assessore e ricordo anche senatore e professore ( uno che si suda proprio il salario, visto le mansioni multiple che ha...) è in grande sintonia con chi da tempo governa o dirige a tutti i livelli, prende i super stipendi e anche i bonus, e poi nelle strette dice la famosa frase
"è colpa di quelli di prima, io non c'ero...ecc"
Giustissimo dire " amico ma mo che stai da tutto sto tempo, che hai fatto tu di tuo? aproposito non eravate voi che dicevate prima che l'EAV era un inutile carrozzone , uno spreco di soldi pubblici....
TOTO diceva "ma va la la la...mi faccia il piacere....di scomparire almeno!!!!!!!!!!!!!
Ciro Tierno