BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

......

22 novembre 2012

DOPO UN PERIODO DI ASSENZA DA QUESTE PAGINE, TORNA FRATE GUGLIELMO E A MIO AVVISO FARESTE COSA BUONA A LEGGERLO DALL'INIZIO ALLA FINE. I FLAGELLI.


                                                    
I FLAGELLI                                                    
                                                   
19° Mese dell’Anno dei MAYA
                                                         
(Anno dei Professori)

"E quando venne aperto uno dei sigilli,si  udii la voce di un’animale dire: “Vieni”. Guardai, ed ecco un cavallo scialbo, e chi vi stava sopra si chiama Morte, e l'accompagna l'Inferno. E fu dato loro il potere sopra un quarto della terra,di uccidere ,con la spada, la fame e la peste………..


                                               PROLOGO
Nella prima parte della visione apocalittica, vengono descritti i flagelli che si abbatteranno sulla terra e sul cielo, annunciando la fine dei tempi. Anche in questo caso, come sempre nella Bibbia, la peste non ha significato né rilievo particolare: è solo uno fra i diversi castighi divini....
                                                    LA   PESTE


La fine del nostro piccolo mondo antico si rivelò con l’apertura dei sigilli…..
La supercommissione composta da dotti,medici e sapienti: controllò bilanci e rendiconti finanziarisi….. Spulciarono i libri contabili, e dopo aver ispezionato la scena del crimine,si chiesero:CHI HA TAROCCATO I BILANCI????Non contenti, convocarono i testimoni: Ragionieri,politici,mandarini, tromboni,azzeccagarbugli e dirigenti…
I politici chiosarono:”Abbiamo la responsabilità solo dei servizi di trasporto e non anche dei bilanci e della gestione delle società regionali(come appunto quelli dell’E.A.V)”…..
Si rivolsero a tutti i ragionieri Pastetta sempre presenti nei posti che contano…
Si giustificarono così:”Le aziende si ascrivono a bilancio gli adeguamenti dei contratti….Stipendi,contributi?Sempre ottimo e abbondante…Ad ogni consuntivo eravamo sempre in attivo…Dichiarazioni?Tante!L’azienda?Perbacco:Era la più solida d’Italia!!!”
Ed i Dirigenti?Arturo di Camelot,cavaliere della nostra tavola rotonda dichiarò su Collegare:”I PUNTI CARDINALI del mio lavoro sono stati e saranno:sostenibilità, formazione, sviluppo e occupazione….….MESE?MAGGIO 2009!
Praticamente:Non c’erano prove per cacciarli a calci nel deretano..….Sbalorditi gli SPIN DOCTOR ammisero:E’ un delitto perfetto… Se ci sono i colpevoli,sono stati “ I BRAVI “.. Non hanno lasciato tracce …..


Morale:IL DEBITO,non iscritto al BILANCIO,evita di dichiarare il dissesto finanziario ed il DEFAULT!Risultato:LO SPRECO era fuori controllo e non c’era modo di saperne l’entità…. Ma l’esperto in numerologia e moti celesti che subentrò all’affabulatore dei cantieri infiniti interrogando le stelle,comunicò agli agonizzanti che l’ammontare del debito era di 550 milioni di euro per le tre aziende decotte….
STIKAZZI!!!Masticate fratelli….MASTICATE!!!!!
….Seguirono dei,decreti emanati dal Governo…..In primis,la riduzione del fondo destinato al T.P.L,e poi tagliando-tagliando,la scure si accanì sui previsti trasferimenti economi agli Enti Locali….……
Il Vetrella intanto,dichiarava:”I tagli dell’ultimo anno,hanno portato i fondi per i trasporti da 2 Miliardi e 50 milioni del passato,ad 1 Miliardo e 200 Milioni di Euro….UNA CATASTROFE!
Inaspettatamente le lacrime napulitane del Vetrella,si unirono alle fontane lacrimali della FORNERO e inondarono le sacre stanze istituzionali….Il Governo non avendo più un becco di un quattrino e preoccupato per l’ennesima emergenza del fiume E.A.V Volturno che intanto straripava,si impegnò a garantire:nuovi criteri per ripartire i fondi del T.P.L,e la nascita di un patto tra Governo e Regioni…..
Non era una gelata improvvisa e nemmeno una sorpresa,eppure per le casse anemiche del PARTITO DELLA PROSTATA aveva l’effetto di uno shock imprevisto:il Governo sembrava dire,c’è la crisi economica fratelli,per il debito vi nomino il COMMISSARIO AD ACTA,ma per il resto sbrigatevela da soli….Abituatevi a recepire,metabolizzare,e digerire l’articolo 16 BIS della Spending Review di prossima Istituzione….
In pratica,“Affidava “ alle  Istituzioni Regionali ed a Enti ed aziende indebitate,la delega alla  macelleria sociale: con la riduzione delle corse;tagli ai diritti ed ai salari; drastico ridimensionamento degli organici;ed  una pesante ipoteca sull’aumento dei biglietti ….
E senza i trasferimenti economici erogati dalle Istituzioni,le aziende devono reggersi solo con la bigliettazione ed il Contratto di servizio…..UNA MAZZIATA!
Il CONTRATTO DI SERVIZIO DEL 2012 esaurì subito le sue scorte con le retribuzioni di settembre,e senza scorte per pagare gli stipendi di Ottobre,di fatto “i soldini uscirono fuori “con i FONDI REGIONALI DEL CONTRATTO DI SERVIZIO DEL 2013….(I DEBITI SI PAGANO…NULLA SFUGGE AL COMMISSARIO,di fresca nomina governativa) E con la bigliettazione e l’evasione tariffaria?
La bigliettazione se la continuava a pappare la Sirenetta Superstar ….E con l’evasione tariffaria?Passate DOMANI…….
IL  TRACOLLO!!!!
Ma riavvolgiamo il nastro e andiamo con ordine….
                                              IL   RACCONTO
Le origini del dissesto finanziario,delle aziende di trasporto,vanno ricercate nelle scelte scellerate che generarono consenso e debiti…
Tutto è poltrona qui da noi…E la poltrona serve a sistemare gente;a premiare quelli della tua parte;ad assicurare stipendi…La corsa indiscriminata ad una carica;la distribuzione cieca degli incarichi;far lievitare costi,cantieri e Consulenze:ha impedito sia il controllo sulla gestione amministrativa e sui bilanci,ed ha inibito la formazione di una vera classe dirigente…..
Enti e consorzi nati per fagocitare ingenti risorse economiche nutrendo le numerose clientele politiche….
L’Ente Autonomo Volturno,è una società nata a inizio secolo per produrre energia idroelettrica dal fiume…Il Volturno oggi,c’entra ben poco…Ma ciononostante, è un fiume in piena che si sta portando via l’EAVBUS dichiarata fallita e che come un domino potrebbe trascinare con se le altre aziende dell’holding…..
Il CONSORZIO UNICO-CAMPANIA fu il Primo tra i flagelli …..Su di un biglietto di 1 Euro e Quaranta centesimi,le aziende incassavano solo 0,30 centesimi…..E il resto? Pappa e ciccia….!


Come lo stesso Consorzio dichiara:l’evasione tariffaria è elevatissima ….(fonti accreditate la quantificano intorno al 35-40%).... ....Vale a dire che 35 viaggiatori su 100 sono sprovvisti di titolo di viaggio…..Tra tante patacche annunciate i numeri ci raccontano il fallimento delle scelte politiche e il di-sinteresse pubblico  sull’amministrazione delle aziende …..
Un fallimento che ha  coinvolto classe politica,Amministratori Unici, e dirigenti…..Una Casta padrona e predona. Un gruppo che in ogni azione o pensiero fa riferimento solo a se stesso,alla propria vita ed ai propri interessi….Tutt’ora,non c’è uno straccio né di politica industriale e né di Organizzazione di lavoro….In tutti questi anni:non siamo riusciti a recuperare l’evasione tariffaria…E né tantomeno ci siamo posti il problema di come recuperarla….
Lo snodo a questo punto è la bigliettazione,e la delibera della Regione Campania che introduce dal 1 Gennaio i nuovi titoli di viaggio integrati per singola azienda di trasporto pubblico,va nella direzione giusta ….Nel frattempo le azioni di disturbo si moltiplicano. L’Antonietta Sannino,non finisce di stupire per l’impudenza delle sue richieste….
Un CONSORZIO(L’UNICO CAMPANIA),che mangia all’ombra del palazzo,che si muove come un privato,e succhia linfa e denaro da aziende pubbliche…..
La CONTESA tra il cavaliere del settimo sigillo e la morte,(il BIANCO e il NERO che muovono gli scacchi)riflette la nostra miseria e la straziante agonia a cui ci hanno costretto i cosiddetti “ Spin Doctor “…(Avvelenatori di pozzi,manipolatori di notizie,e autori di raggiri)…..
E’ chiaro a tutti che il CRONO-PROGRAMMA,ha un senso industriale se ogni azienda deve sopravvivere con CONTRATTO DI SERVIZIO,PROPRIA BIGLIETTAZIONE E RECUPERO DELL’EVASIONE TARIFFARIA….Ed è chiaro a tutti che l’attuale soluzione,in vita da troppi anni,sacrifica le aziende per preservare il proprio sistema di potere;mentre il crono-programma fa leva sul patto di stabilità e sul “ COMMISSARIO AD ACTA “ per “SABOTARE”il vecchio sistema di potere…..
Il problema,in questo gioco di ruolo che si consuma sulle spalle di cittadini e lavoratori, è che nessuno si può considerare senza peccato….Nè la CASTA e né L’HOLDING;né i nostri azzeccagarbugli di Bisanzio(dirigenti),né tromboni e mandarini sindacali…..
Se poi con queste operazioni,si guarda alle gare di appalto ed ai futuri spezzatini di servizio,al momento,concorrenti in vista non se ne vedono e chi pensa ad altri soggetti si ricordi di cosa è successo con L’ALITALIA…
Carissimo Assessore,il problema sulla tariffazione non può rimanere ostaggio del Presidente UNICO-CAMPANIA…Un Presidente arroccato a difesa di un sistema che svuota,soffoca, penalizza ed altera la riuscita del piano di Risanamento, spolpando le già esigue risorse economiche delle aziende di trasporto.
Politicamente ed economicamente suicida al punto di non avvertire l’urgenza assoluta di mettere il nostro sistema al passo con le indicazioni contenute nel patto di stabilità… E soprattutto  emerge da questa penosa vicenda l’insensibilità verso utenti e lavoratori che non capiscono e non tollerano più furbizie ed abusi….…
Non più tardi di 20 giorni fa il Vetrella lamentandosi dei ritardi del Governo nel distribuire i fondi e denunciando i ritardi sulla sottoscrizione del Patto per il Trasporto Pubblico, dichiarava:”In questo anno non abbiamo potuto pagare molte fatture. Non abbiamo i soldi per gestire l’ordinario,figurarsi per la manutenzione straordinaria o per mettere in sicurezza le reti:tutte operazioni che sarebbe indispensabile fare. Il rischio,è il blocco del sistema e quindi dei lavoratori che viaggiano:bisogna intervenire al più presto….”
L’Assessore non può fare il notaio delle decisioni altrui…Vada avanti e non si lasci ingannare dal canto delle sirene….Quando l’Amministratore delegato di Unico-Campania dichiara che l’introduzione dei nuovi titoli di viaggio integrati per singola azienda produrrà il collasso delle aziende e della tariffazione integrata mostra di non vedere e non sentire nulla,di non accorgersi di quello che già da tempo accade intorno….
Le aziende sono state già DISINTEGRATE per foraggiare il suo SISTEMA… La Sirenetta fa come si suol dire IL PESCE IN BARILE e pensa solo agli affari suoi….
La riforma del sistema della TARIFFAZIONE è la prima vera risposta per rompere monopoli e clientele …… Il CAMBIAMENTO può cominciare qui ed oggi…..
In conclusione:la verità,amara quando si vuole,è che si doveva commissariare già da tempo,quando tutto era già chiaro….Bonificare,ripulire:macerie e classi dirigenti inamovibili…. Vecchie mummie sclerotizzate avvezze sempre ad i soliti maneggi…..
Con l’arrivo del Commissario mi auguro che chi ha fallito esca di scena con il “ meritato DISONORE” trascinando con se il dissennato sistema ideato dall’Affabulatore dei cantieri infiniti e delle cattedratiche stazioni…..E che i Cantieri infiniti e le stazioni abortite diventino : “ memento morti “ per non dimenticare MAI PIU’!!!!!
Il rischio di dimenticare alla svelta si accentua quando ci si misuri con “ IL PASSATO “ superficialmente dai “ più giovani “scambiato per vecchiume….Che si curi la memoria collettiva:fatta di ricordi,di storie,di racconti ed esperienze personali…Che diventino esperienze condivise e storie collettive…..Ma :BASTERA’ PER RICORDARE?
(L’ORACOLO di AFERS,nuotando nella VASCA VESUVIANA ci ammonisce:


1)La peste da sempre ha fatto irruzione nella vita degli uomini, portando loro dolore e morte. E' difficile accettare un dolore troppo grande; più facile se gli si attribuisce un senso. Questo è il perno di ogni lettura sacra. Nella BIBBIA la peste non viene per nulla, ma per insegnare; infatti viene interpretata come risultato di una colpa, vendetta o monito superiore. La sua comparsa non può essere imprevista, nè casuale…….Al contrario di altri testi, la BIBBIA è completamente indifferente alla narrazione vera e propria della malattia. Pone, invece, grande attenzione alle cause di cui essa è proseguimento ed effetto naturale.
Caro frate Guglielmo,contro “ la peste “l’unico sollievo all’angoscia è l’azione…Una testarda necessità di lottare da parte di quegli uomini che si rifiutano di ammettere “ I FLAGELLI”come punizione divina…..Qui di divino non c’è traccia…..La peste è frutto degli uomini e del loro degrado morale……Più si è potenti e più si tende a non rispettare le normi comuni che regolano il vivere civile….
2) 4 anni fa per salvare l’Alitalia e consegnarla con 7 mila dipendenti in meno ai patrioti,amici di merenda sponsorizzati da Silviuccio il Re Lanterna,ci siamo fatti carico di 2 miliardi di debito;di 300 milioni di prestito ponte andati in fumo;pagati qualcosa come 1,5 miliardi per gli ammortizzatori sociali che hanno fatto da paracadute agli esodati della vecchia compagnia non riassunti da CAI…Conto finale:tra i 4 ed i 5 miliardi… Risultato:la nuova società alleggerita a spese nostre,fatica a rimanere in quota ed AIR FRANCE potrebbe acquistarla per 700 milioni…Praticamente un quinto di quanto aveva offerto 4 anni fa…..
(Lo guardo negli occhi e mi chiedo questo figlio e n’trocchie  dove vuole andare a parare?)
(Quello che ne sa una più di Gennarino Cirillo Primo A.U.del conclave cardinalizio vesuviano,altrimenti  detto il Parsifal, continua così): Hanno tentato persino il fallimento come ultima chance ….Il rischio adesso dopo i numerosi  tentativi abortiti di fondersi,scindersi e suicidarvi,è quello dello smembramento del gruppo. Fare a fette l’azienda,facendone uno spezzatino societario.. Vendere poi i singoli pezzi e liberarvi di buona parte del personale…
(Mi chiedo:numeri per numeri 900 saranno gli eletti?E gli altri????)
Ego Vobis,” VOS MIHI “
Guglielmo da Baskerville
P.S:Navigando per “la rete”,”ho incrociato”le poesie di G De Luca ….
Non lo conosco e non so chi sia,ma il Canto “PER LA SIRENA” è suo….
Il canto della sirena (Ulisse e i naviganti - Iliade)
Oh voi che non temete,
udite il suo canto!

Con voce ammaliante irrompe
 
nella farraginosa mente.

Mulinate le braccia e remate,
alla ricerca di colei sì desiderata.

Stremati,
 
vi abbandonate al lungo sonno.

L'onda si apre...

Beffarda emerge e vi ruba l'anima.



22 Novembre 2012…..
Abbazia di Melk…


Nessun commento: