BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

12 novembre 2012

DAL MACCHINISTA CATELLO DI MARTINO RICEVO E PUBBLICO

Caro Gio,capisco che in questo momento di caos e transizione,tutto e tutti sparano su qualsiasi cosa che si muove,ma purtroppo è il prezzo che si paga quando si sta in prima linea.Forse per risolvere i problemi bisognerebbe andare alle origini,politici dirigenti sindacalisti (pseudo tali) lavoratori che hanno fatto finta che tutto era a posto,ed ora che tutto sta cambiando (per mancanza di fondi) è scoppiata la guerra.Sono molto contento perchè si sta verificando quello che normalmente sarebbe dovuto succedere,i lavoratori dalla base chiedono (senza delegare a questi venduti sindacalisti) i loro diritti,ma purtroppo, devono non solo combattere con dirigenti aziendali ma anche con queste associazioni delinquere di stampo sindacale,infatti dopo aver avuto mandato da una libera assemblea di lavoratori per i problemi che in questi giorni stiamo subendo,questi oscuri e viscidi personaggi,cercano la soluzione attraverso le firme delle loro segreterie regionali.A questo punto questa gentaglia non ha capito che come i politici anche per loro la fine è molto vicina saranno spazzati da questa onda purificatrice che si sta alzando,i lavoratori ,finalmente,si stanno risvegliando e cosi' riprendendo il loro futuro nelle loro mani.Forse ti stavi chiedendo chi è questo matto che mi scrive?

Mi presento, Catello Di Martino macchinista in Circum e lavoratore in prima fila in questa guerra tra poveri.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

n questi infuocati giorni leggo articoli sommari di giornalisti che sentendo la sola campana del potere ,invece d'informare correttamente l'opinione pubblica,buttano benzina sul fuoco mettendo a repentaglio l'incolumità dei poveri lavoratori che sono in prima linea.Mi riferisco ai giornalisti della carta stampata e delle tv che appaiono per pochi minuti, e scappano via,tornando nelle loro redazioni e chiedendo ai loro direttori e padrini politici,come scrivere qualcosa che non danneggi questo sistema.Il codice deontologico di queste categorie ormai è alla deriva ,è governato dalla parte politica e governativa del momento,infatti non si spiega come mai l'opinione pubblica non è a conoscenza di tutto quello che succede nel Consorzio Unico e EAV,milioni di euro che scompaiono in holding che essendo regionali non presentano bilanci da anni,senza che giornilisti come Gravetti e c. non facciano un'indagine giornalistica degna di questo nome.Il sig.Gravetti s'è chiesto come mai in regione Campania per i fondi FAS sono venuti da Roma due commissari?Inchieste come Report perchè non viene in Circum a farle?A chi deve chiedere il permesso?Ho capito che il mio pensiero è da molto tempo anacronistico rispetto alla realtà delle cose e alla coscienza dei famosi guardiani della democrazia,ma non dispero.Saluti a GIO,Catello Di Martino

Anonimo ha detto...

Tutto giusto, ma mi soffermerei pittosto sulle “distrazioni” della Magistratura che nonostante circa 20 anni di, chiamamola, "cattiva amministrazione",non ha mai trovato il tempo per andare a scoperchiare il pentolone maleodorante del trasporto pubblico locale campano? E' questo secondo il mio modesto avviso il nocciolo della questione. Un'ultima cosa: diffidate dei sindacati e dei loro proclami di lotta. Fanno parte del sistema e ciò lo dico con la morte nel cuore. E' poco credibile la recente inversione di rotta, in particolare di qualche associazione sindacale che, non dimentichiamolo, è essa stessa firmataria di quell'accordo regionale che ha pienamente supportato e sottoscritto a nostra insaputa.

Bruno De Marco

Anonimo ha detto...

Il sign Carbone dice che per 15 minuti al giorno si chiedono 300 euro mensili.
Allora per 15 minuti al giorno si chiedono 10 euro di aumento.
Mi pare logico 15 è la quarta parte dell'ora significa che i macchinisti percepiscono 40 euro all'ora insomma 300 euro al giorno.
In totale 9000 euro al mese.
108.000 euro all'anno.
Difatti in Circumvesuviana ci sono 300 dirigenti che scortano i treni oltre i 27 che compaiono nella lista sul sito diodato.it e quelli veramente percepiscono quelle somme ..non sono chiacchiere mistificatorie.
Che poi si cali il jolly della manutenzione dei treni è vero,non sapendo a che santo votarsi.
I sindacati con i loro pseudo referenti sono stati delegittimati e non possono fare accordi all'insaputa del comitato unitario perchè le tessere le abbiamo già restituite e si spera che abbiano il buon senso di capire che stavolta tira una brutta aria.
Siamo stanchi di giochetti a nostra insaputa.Siamo in democrazia si propone ci si confronta e si decide tutti insieme liberamente senza che nessuno si avalli il diritto di decidere per tutti.


Anonimo ha detto...

Come mai oggi ci sono i treni? Miracolosamente aggiustati i treni?
Attendo risposta urgenteeeee.........


Anonimo ha detto...

Vergognatevi! In Campania veri lavoratori del settore trasporto stanno lavorando da due mesi senza stipendio e voi parlate di aumento. Vergognoso. Non ci sono altre parole.

Anonimo ha detto...

No ma infatti i treni non ci sono neanche oggi, sulla linea di Baiano una decina di soppressioni, aggiornate alle 17.37.

Anonimo ha detto...

Vergognatevi! Non sapete nemmeno lontanamente che significa la parola lavoro.

Anonimo ha detto...

Anonimo con l'intercalare VERGOGNATEVI noi chiediamo ci vengano restituiti (come promesso e come permesso a Sepsa e Cumana ) i soldi che ci hanno tolti.Di quale aumento parli ?
Sei un parente del mistificatore ?
Il sign Polese in Circum alza la voce ma nelle consociate che si "dovrebbero" fondere fà finta di non vedere nè sentire nulla ed i soldi decurtati ( come a noi ) a settembre 2011 sono stati restituiti.
I 300 euro sono i soldi che ci hanno tolti e una parte di quello che provano a toglierci con i nuovi turni.
SE NON SAPETE LE COSE STATE ZITTI.

Gennaro Conte ha detto...

A chi ci accusa di non conoscere la parola lavoro, io rispondo semplicemente che egli non conosce assolutamente il mio lavoro. Oggi stavo per investire a San Giovanni a Teduccio, col treno, un ragazzo di circa 16 anni. A chi altri può succedere che per un errore, anche non suo, di poter subire un processo penale ? In merito ai tanto criticati aumenti è bene che si capisca che la cifra, qualunque essa sia, è AUTOFINANZIATA dai lavoratori, in sintesi io accetto di lavorare di più e la mia azienda diminuisce i turni, e quindi risparmia. La cifra risparmiata dai mancati stipendi che pagherebbe, ce lo dividiamo... è scandaloso tutto questo ??