BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

9 novembre 2012

DAL CAPOTRENO NONCHE' SINDACALISTA CISAL, LUCIANO GRAZIANO, LA RISPOSTA AL VIAGGIATORE SIG. ERNESTO ESPOSITO


Egregio signor Ernesto Esposito, sono Graziano Luciano il sindacalista e capotreno a cui Lei fa riferimento nel blog vesuvianando.
Lungi da me voler scendere in polemica con lei, in quanto voi utenti state pagando tutte le inefficienza del trasporto locale fatte di tagli di corse, ritardi, e soppressioni per cui facendovi viaggiare in quei pochi treni ancora a disposizione, ai limiti della sicurezza, io
personalmente come lavoratore, mi sento di chiedervi scusa per tutti questi disagi che state subendo
Però le voglio dire che noi lavoratori circum questi disagi li paghiamo almeno quanto voi. Infatti noi oltre ad essere dipendenti circum, siamo anche viaggiatori e quindi non vogliamo essere i capri eispiatori del sistema e pagare insieme a voi tutte le inefficienze del trasporto frutto di una scellerata politica del management che vorrebbe
far passare il risanamento delle aziende in crisi, solo ed esclusivamente attraverso la riduzione del costo di lavoro.
Noi dipendenti circum abbiamo già dato tanto, con recuperi
già operati dall'azienda attraverso la riduzione di organico, tagli alle nostre retribuzioni, e ridimensionamento di diverse conquiste sindacali. Ora è giunto il momento di dire basta !
Che cominciasse a fare un po' di dieta anche il nostro management. Invece lì, lei m'ìnsegna c'è "obesità."
Per quanto riguarda la nostra mancata collaborazione con l'azienda, noi non siamo più disposti più a prenderci tutte le responsabilità che tra l'altro non ci competono. Per questo motivo ci stiamo attenendo unicamente a quelle che sono le nostre mansioni e il nostro
compito in modo tale che al viaggiatore, sia al più presto garantita sicurezza e regolarità del viaggio.
Colgo l'occasione per porgerle i migliori saluti con l'auspicio di avere al più presto, un trasporto pubblico locale che soddisfi finalmente tutti. 

Luciano Graziano

2 commenti:

faito ha detto...

Gentile sig. Graziano gradirei qualche delucidazione: Cosa intende quando scrive :"siamo anche viaggiatori e quindi non vogliamo essere i capri espiatori del sistema e pagare insieme a voi tutte le inefficienze del trasporto frutto di una scellerata politica del management che vorrebbe
far passare il risanamento delle aziende in crisi, solo ed esclusivamente attraverso la riduzione del costo di lavoro. Ed inoltre :"Per quanto riguarda la nostra mancata collaborazione con l'azienda, noi non siamo più disposti più a prenderci tutte le responsabilità che tra l'altro non ci competono". Grazie.

Anonimo ha detto...

Caro signor Graziano lei essendo anche un sindacalalista conosce meglio di tanti altri la realtà attuale i tagli di posti di lavoro i tagli degli stipendi persone che non arrivano a fine mese che non possono mandare i figli all'università e lei cosa fa, si batte perchè vuole 300 euro in più sulla busta paga e non per lavoro straordinario ma lavorare nel suo normale orario di lavoro. Come vuole che noi utenti bistrattati da lei e dalla sua dirigenza possiamo capirla.
Cordialmente
Gennaro Romano
settore commercio 2 figli 1300 euro al mese