BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

29 novembre 2012

CARO DIRIGENTE TI SCRIVO....

Immagino il disappunto dei nostri dirigenti quando e se leggeranno queste righe, disappunto e una domanda per tutte:" Ma chist che vò ?"
Vi assicuro niente. Anzi forse qualcosa, una piccola- grande cosa. Un cenno, una parola magari scritta..chiedo troppo? Forse. Insomma ma voi come la pensate su quello che sta accadendo alla nostra-vostra Azienda ?
Su questo blog e non solo, si leggono giornalmente le considerazioni, gli stati d'animo di tanti lavoratori di questa che una volta era una grande azienda ma le vostre considerazioni, il vostro stato d'animo qual'è ?
Inutile dirvi come la pensa la totalità dei lavoratori della Circumvesuviana sul vostro stato d'animo, anzi ve lo dico, pensano che l'unica preoccupazione per voi sia la poltrona su cui sedete. La paura di perderla, solo questo. Ma io non voglio credere che sia così. Certo è legittimo che così come io mi preoccupo per il mio posto di lavoro, il dirigente si preoccupi per il suo ma a me vengono le lacrime agli occhi nel vedere cosa siamo diventati e non so cosa ancora diventeremo. Mi piange il cuore ascoltare colleghi fino a qualche mese fieri d'indossare la divisa, dire che preferiscono mescolarsi ai viaggiatori pur di non farsi riconoscere.
A voi fa lo stesso effetto ? In particolare tra voi c'è chi è cresciuto a pane e Circumvesuviana, tra cui figli "d'arte"  che oggi occupano posti apicali. Cosa ne pensate di tutto ciò ?
Qualche giorno fa l'ing. Roberto Pirozzi, mi "accusava" di essere schierato, con questo mio blog, unicamente dalla parte dei lavoratori mentre dimentico i Dirigenti anche loro con le loro problematiche. 
Ebbene, io non dimentico affatto che anche i dirigenti sono persone, con i loro affetti, i loro problemi, le loro responsabilità. Ricordo loro che il blog è aperto a tutti compresi i dirigenti, ma del resto lo sapete bene, infatti attraverso il blog abbiamo donato un'ambulanza all'ospedale Loreto mare in memoria delle vittime dell'incidente dell'agosto di 2 anni fa.
E' stata un'idea dei dirigenti di quest'azienda, se lo ricorda ing. Borrelli ? Mi avete fatto chiamare dall'allora Capo del personale dott. Izzo Vincenzo e siamo partiti con l'iniziativa portandola a termine grazie alla corale partecipazione dei lavoratori di Circumvesuviana, dirigenti compresi. 
Oggi alcuni dirigenti fuggono il blog e lo scrivente come la peste perchè in qualche occasione si è preannunciata qualche notizia che ha messo in moto la macchina dei media. E meno male, aggiungo, perchè in una delle occasioni citate, si parlava di scindere la Circum in più pezzi ed il documento ufficiale (la delibera) che ne parlava, è stata pubblicata sul blog. Si è scatenato un putiferio, tutti hanno gridato allo scandalo e la conseguenza è stata che poi di scissione non si è più parlato. Il sottoscritto nell'occasione si è beccato la seconda contestazione. Mai "abbuscato" per servizio ma per il blog si. Ma lasciamo perdere sono le responsabilità di chi decide di mettersi in gioco.
Il blog è un mezzo per arrivare tempestivamente ai lavoratori della Circum e oggi anche a molti viaggiatori ma mai una volta ho ricevuto una mail da parte della nostra dirigenza. Una lettera, una nota, nella quale in qualche modo si tentasse di parlare del  futuro che attende noi lavoratori e la nostra utenza. Ma certo, il blog è un giocattolo e mannaggia a me che non me lo voglio mettere in testa. Bene il blog, giocattolo (quando conviene a voi) è a vostra disposizione e da questo blog, così come ho chiesto ai colleghi di impegnarsi nel tentativo di chiudere anche con qualche piccola rinuncia questa "partita" da troppo tempo aperta, oggi lo chiedo a voi. 
Se ci tenete all'azienda per la quale qualcuno di voi in particolare lavora da tanti anni, ai viaggiatori trattati "manc a chiaveca" (licenza poetica) e non soltanto alla poltrona sulla quale siete seduti, date una prova di coraggio e sottraetevi per un attimo al giogo politico che vi obbliga a dei comportamenti che sono convinto non essere del tutto vostri ma vi vengono imposti. Fate la voce grossa per una volta, fatevi rispettare ma non da noi, da quelli che stanno sopra di voi. Siete i "capi" di un'azienda che ancora può dare tanto perchè non fate qualcosa di concreto per evitare che vada completamente in malora ? 
La 148 e le leggi italiane in genere sono piene di richiami al "buon padre di famiglia" e voi che come noi sicuramente siete dei buoni padri per le vostre famiglie, dimostrate di esserlo almeno per una volta anche per questa nostra grande famiglia che è la Circumvesuviana....o almeno per quello che ne resta.

giona  


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi rendo conto che in questo momento ,avrai pensieri diversi e anche qualche ma........forse avro' fatto bene ,male ha scrivere quella cosa ieri.Pero' sinceramente mi sarei aspettato da parte tua un commento, un intervento sull'accaduto, invece ti sei limitato a riportare le notizie cosi come riportate da vari giornali on-line.Troppo poco .....Giova' scusa se ti dico cosi, troppo poco per uno che fa della penna (tastiera), un utilizzo continuo, appassionato e qualche volta sbagliato. Bruno Ioime

me medesimo ha detto...

Carissimo Bruno. Non credo di aver afferrato a quale episodio ti riferisci quando scrivi..."mi sarei aspettato da parte tua un commento sull'accaduto." Nel caso si trattasse delle minacce al macchinista nella stazione di Barra, mi permetto di ricordarti un articolo, forse l'unico, che difendeva il macchinista accusato di aver schiaffeggiato una signora
http://vesuvianando.blogspot.it/search/label/macchinista%20circum%20vittima%20dle%20fuoco%20amico
Non mi ricordo che in quel caso tu mi abbia scritto per dire una qualsiasi cosa,magari anche grazie a nome della categoria ma forse te lo sarai perso e non ti preoccupare più di tanto, perchè nessuno lo ha fatto. Ora invece mi chiedi perchè non ho commentato.

Per quanto riguarda quello che ho scritto ieri e cioè l'appello rivolto anche a te, ti assicuro che l'ho scritto convinto di quello che stavo facendo, convizione che permane ancora adesso e certo di fare una cosa buona. Infine, ricordo ma non a te che sei l'autore di un recente intervento firmato e pubblicato su queste pagine, che tutti hanno la possibilità di commentare, nessuno escluso, mettendoci però la firma e la faccia, così come facciamo io, tu e altri. Non vedo perchè dovrei farlo sempre e soltanto io. Il blog è mio ma anche vostro.
Ti saluto

Anonimo ha detto...

MA DAVVERO CREDEVI CHE QUALCHE DIRIGENTE SCRIVESSE DUE PAROLE SU QUESTA VICENDA?
OLTRE AD ESSERE INCOMPETENTI, SE NE STRAFOTTONO DI TUTTI NOI!!!!!!