BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

1 ottobre 2012

RICEVO E PUBBLICO LA MAIL DEL SIG. ROLANDO MARTELLO



Circumvesuviana di Napoli: medici compiacenti complici dei dipendenti


Oggi si è consumato l'ennesimo dramma in provincia di Napoli. Nessuno è morto. Per fortuna. Ma in questi casi la morte arriva lentamente, con l'avvilimento, l'esasperazione, lo scoramento e la rabbia.

I dipendenti della circumvesuviana si sono incredibilmente ammalati tutti (o quasi) contemporaneamente. Ed ecco quindi che migliaia di pendolari hanno dovuto rinunciare alla giornata di lavoro o al giorno di scuola.

Questa incredibile epidemia era stata preannunciata dal sindacato Orsa, come si può leggere in un comunicato. 

Come faceva il sindacato Orsa a sapere in anticipo che oggi tutti i dipendenti (o quasi) si sarebbero ammalati? Non è, questa sorta di preveggenza, la prova che le malattie dichiarate oggi dai dipendenti della Circumvesuviana sono false e quindi configurano un reato?
Dato che esiste la prova che la malattia dei dipendenti è stata programmata a tavolino, non si configura alcun reato in questa situazione? La società Circumvesuviana ha richiesto i certificati medici? I dipendenti ammalati hanno prodotto i certificati medici? Quali sono i medici collusi  che hanno attestato questi presumibilmente falsi stati di malattia dei dipendenti? Perchè la Procura non interviene e consente che tutto ciò accada? Perchè non si applicano le sanzioni previste dal  decreto legislativo 27 ottobre 2009 n. 150, in vigore dal 15 novembre 2009, art. 55-quater, inserito dall’ art. 69 del decreto e 55-quinquies che in questi casi prevedono il licenziamento senza preavviso? Perchè non si indaga sui medici compiacenti che hanno uguali responsabilità, se non più gravi, dei dipendenti della Circumvesuviana?

Forse noi cittadini dobbiamo pensare che nel nome della crisi, della miseria e delle difficoltà economiche, tutto è consentito? Ogni forma di protesta è permessa? Non esiste più il diritto a vedere applicata un po' di giustizia? Un sindacato e un manipolo di medici compiacenti può farsi beffa in maniera così spudorata di noi cittadini nonchè della Procura della Repubblica che resta bellamente a guardare? Se questo è il mondo che ci meritiamo, allora si salvi chi può

R.M.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Se fra cento anni si andasse a cercare il motivo dei disagi del 1/10/2012 si troverebbe solo la documentazione relativa alla malattia: se sei malato non stai protestando, se il treno è guasto non stai protestando e così via. Paradossalmente quelli che vengono accusati di non impegnarsi mai, gli impiegati, hanno messo in gioco qualcosa in più rispetto a chi li denigra in continuazione.
Poi i "non aderenti", come si è visto oggi, ci sono un pò dappertutto.

franco alfano ha detto...


Il solito buonista del caxxo......Scommetto che vota per Berlusconi......

Anonimo ha detto...

Vergogna. a tutti quelli che si sono dati ammalati ed ai medici che li hanno coperti. puoi anche non pubblicare questo ma la vergogna nei confronti di tutti i finti ammalati rimane. speriamo che si faccia piazza pulita di tutta questa zavorra. non sanno cosa signigica lavorare essendo una categoria di privilegiati che vigliaccamente invece di utilizzare lo sciopero si fingono ammalati ptendendosela con i pendolari.

Anonimo ha detto...

finché ci sara` gente in italia come questo signore, le cose non cambieranno mai.. Dov`era il signor Martello quando hanno tagliato le corse, i compensi dei lavoratori? Ha protestato giorni fa quando i dirigenti hanno avuto lo stipendio e i lavoratori no? Ma si`, teniamoci tutto, teniamoci i fiorito, i penati, i lusi, che é sto schifo di ammalarsi e lasciare a piedi la gente?? Licenziateli tutti questi scansafatiche, radiate i medici.. Da come scrive ipotizzo che sia un lavoratore delle forze armate..

Anonimo ha detto...

sarò felice quando tutti gli anonimi che inveiscono contro i lavoratori circum anzichè andare ad inveire contro i tagli della Regione ed il piano di disfacimento del TPL, andranno tutte le mattine A PIEDI perchè la Circum non esisterà più.
Così poi vediamo chi sono i privilegiati... i dipendenti della circum licenziati oppure i viaggiatori rimasti a piedi? Allora, forse, qualcuno penserà a questi giorni: forse era il caso di dare una mano ai ferrovieri ....

Alessio.