BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

23 ottobre 2012

DAL SITO DI STABIA CHANNEL, IL RESOCONTO DEL TAVOLO TENUTOSI IERI IN CIRCUMVESUVIANA


Il primo tavolo sul trasporto pubblico su ferro si è insediato ieri mattina. Erano presenti oltre ad i vertici della Circumvesuviana guidati da dell' amministratore unico Gennaro Carbone, Francesco Emilio Borrelli, commissario campano dei Verdi Ecologisti, Enzo Ciniglio del gruppo "No ai Tagli della Circumvesuviana", Rosario Stornaiuolo, Presidente regionale della Federconsumatori, l' avvocato Angelo Pisani di noi Consumatori e l' Assoutenti.
"La Circumvesuviana - ha spiegato l' amministratore unico Carbone - è come un malato di cancro che stanno cercando disperatamente di salvare. Per fare ciò abbiamo bisogno dell' aiuto di tutti".
"Al tavolo tecnico - spiega il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli - abbiamo discusso di alcuni punti critici del trasporto della vesuviana e verificato delle proposte operative. Le corse giornaliere attualmente sono 316 a fronte delle 500 di due anni fa ma potrebbero aumentare se l' azienda fosse dotata dalla Regione Campania di più mezzi rotabili visto che il parco treni è vecchio e con molti vagoni fuori uso. L' azienda ha cumulato 250 milioni di debiti ereditati dalle gestioni del passato. Questo ebito enorme ha portato i vertici dell' azienda ad eliminare anche la realizzazione della stazione di Pompei".
"Inoltre - continua Borrelli - ci è stato comunicato che l' azienda sta procedendo alla gestione della controlleria in proprio, attualmente ad appannaggio del consorzio Unico Campania, visto l' altissimo numero di coloro che non pagano il biglietto pari a circa il 33% dell' utenza. Noi vogliamo che il servizio sia garantito nel migliore dei modi anche in un momento difficile come quello attuale. Noi siamo disponibili a fare la nostra parte anche nel contrasto ai delinquenti e per questo con alcuni utenti abbiamo deciso di presidiare le carrozze per segnalare le inefficienze ma anche per aiutare le forze dell' ordine ad individuare i trasgressori, i teppisti e le baby gangs. Nelle prossime settimane partiranno le "ronde" anti vandali e teppisti che attraverso utenti, pendolari e volontari presidieranno i vagoni della Circumvesuviana aiutando forze dell'ordine e controllori".
"Infine - conclude Borrelli - per rendere più sicure le stazioni spesso luoghi di atti criminali o abbandono proponiamo che i comuni dove insistono le adottino trasformandole in luoghi d' arte, cultura e aggregazione cittadina".

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Come è facile usare l'espressione "malato di cancro"!
Che la disperazione e la sofferenza di quella terribile malattia vengano strumentalizzate associandole a situazioni che dipendono piuttosto dall'incompetenza, dalla malafede e dal menefreghismo fa rabbrividire, e indignare.
Sarebbe anche interessante sapere che conseguenze ha per le casse della Circumvesuviana il fatto che "l' azienda sta procedendo alla gestione della controlleria in proprio, attualmente ad appannaggio del consorzio Unico Campania".
Si pensa forse di internalizzare lavorazioni date in appalto? (ma si, facciamoci una risata).
Otto

Anonimo ha detto...

Bellissima l'ultima parte...propongo una mostra del Caravaggio da tenere alla stazione di Ponticelli,e magari un simposio con Stephen Hawking da tenera a Pollena,dove finalmente ci spiegherà l'essenza dei buchi neri....a S.Vitaliano,magari si potrebbe far giocare il Napoli,al coperto, quando è indisponibile il S.Paolo....