BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

10 aprile 2012

RIUNIONE IN COMUNE. IL DOCUMENTO DEI SINDACI INVIATO ALLA REGIONE


CIRCUMVESUVIANA, DOCUMENTO DEI SINDACI DEL VESUVIANO

Si è appena conclusa, al Comune di Boscoreale, la riunione convocata per iniziativa del sindaco Gennaro Langella, con gli amministratori dei comuni di Boscotrecase, sindaco Agnese Borrelli, Torre Annunziata, assessore Ciro Alfieri, Pompei, consigliere delegato ai trasporti Alfonso Gerardo Conforti, Scafati, assessore Sabato Cozzolino, e Poggiomarino, assessore Antonio Boccia, per intraprendere azioni comuni a tutela degli utenti a seguito della paventata chiusura della tratta Torre Annunziata-Poggiomarino della Circumvesuviana o anche l'ulteriore soppressione di treni che stanno creando notevoli disagi agli utenti del servizio pubblico, e per riaffermare l'importanza e l'utilità del servizio ferroviario per questa vasta area ves uviana.
Alla fine della riunione, dopo approfondito esame della problematica, è stato stilato e sottoscritto il seguente documento immediatamente inviato al presidente della giunta regionale della Campania e all'assessore regionale ai trasporti.
"Il taglio dei fondi operato dalla Regione Campania nell'ambito del trasporto pubblico regionale ha duramente colpito la capacità operativa della Circumvesuviana s.r.l.. La Circumvesuviana da sempre fornisce un insostituibile servizio di collegamento tra la città di Napoli e l'area vesuviana, garantendo a lavoratori, studenti e turisti la possibilità di raggiungere luoghi di lavoro, di studio, di interesse. Considerata la tipologia di utenza dei servizi resi da detta società, il venire meno, anche solo parzialmente, delle corse previste, cosa che sta già accadendo da diversi mesi, mette in crisi l'intero sistema del lavoro, del diritto allo studio e dell'economia del turismo, assolutamente preziosa in un ambito territoriale in cui è già venuta a mancare la quasi totalità delle realtà produttive. La drastica riduzione delle motrici efficienti per l'effettuazione delle corse comporta quotidianamente l'improvvisa e continua soppressione di corse, con conseguente caduta della qualità del servizio e di grandissimi disagi per i numerosissimi soggetti che ne restano colpiti. La gravità della situazione è tale da indurci a chiedere con forza che vengano rese disponibili le risorse finanziare necessarie a fare riassumere alla società Circumvesuviana il proprio ruolo fondamentale nella mobilità pubblica regionale. Nella qualità di rappresentanti delle comunità tra le maggiormente colpite, dallo svilimento delle risorse tecnologiche ed umane proprie della Circumvesuviana, continueremo a seguire da vicino l'evolversi della situazione fino a quando non vedremo restituiti ai cittadini residenti, siano essi lavoratori, studenti, o anziani, nonché ai graditi ospiti, interessati al nostro patrimonio archeologico e paesaggistico, servizi di mobilità resi in maniera efficiente e in misura adeguata alle esigenze".

Nessun commento: