BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

1 marzo 2012

COMUNICATO CONFAIL


COMUNICATO CONFAIL
AI LAVORATORI CIRCUMVESUVIANA, SEPSA
METROCAMPANIA NORDEST

Esiti dell’incontro del giorno 29/02/2012

L’incontro tenuto con l’Amministratore dell’EAV Dott. Polese e i responsabili delle Relazioni Sindacali e Personale si è svolto sui temi della fusione, delle risorse finanziarie e dell’applicazione degli accordi sulla retribuzione e sul fondo di sostegno.
Sulla nuova retribuzione la CONFAIL è stata convocata per il giorno 7 marzo. È nostra intenzione tenere dopo l’incontro una serie di assemblee le cui date saranno successivamente comunicate.
Nell’incontro è emerso che:

• L’operazione di fusione risulta legata all’intenzione della Regione di reperire le risorse finanziarie necessarie alla continuità aziendale. Ciò secondo EAV, dovrebbe avvenire con una apposita delibera da approvare entro dieci giorni; su questo argomento la CONFAIL ha espresso la convinzione che occorrono risorse immediate per assicurare un servizio ferroviario che al momento peggiora giorno per giorno con gravi ripercussioni sugli utenti e sui lavoratori.
In questo quadro abbiamo chiesto ai dirigenti EAV la massima attenzione al problema della disaffezione degli utenti e del calo degli introiti.

• La volontà di EAV di utilizzare nell’ambito del fondo di sostegno il contratto di solidarietà per il personale “indiretto” ritenuto in esubero dall’Azienda; su tale questione la CONFAIL ha chiesto un apposito tavolo di discussione non essendo disponibile ad accettare a scatola chiusa ragionamenti che non partono dalla reale organizzazione del lavoro e dai programmi di esercizio.

• Una rigidità di EAV sull’applicazione dell’intesa sulla nuova retribuzione rifiutando ogni proposta avanzata dalla CONFAIL in termini di riconoscimento degli accordi sul recupero delle competenze e sullo stretto rapporto che esiste tra il salario, la professionalità e l’organizzazione del lavoro.
L’EAV non può pretendere, secondo la CONFAIL, che l’organizzazione rimanga inalterata e il salario e la professionalità non seguano tale organizzazione.

• Uno schema di ragionamento su un’eventuale trattativa sul premio di risultato, da tenersi secondo EAV in un secondo momento che non è convincente perché non tiene conto del reale svolgimento delle prestazioni di lavoro.

Verificheremo nei prossimi giorni a partire da mercoledì 7 marzo le reali intenzioni di EAV per un proficuo e costruttivo dialogo con le Organizzazioni Sindacali



Nessun commento: