BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

24 febbraio 2012

Napoli-Chelsea 3-1 a cura di Ciro Orazzo


Napoli-Chelsea 3-1



Napoli: De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Gargano, Inler, Zuniga, Hamsik (36' st Pandev), Lavezzi (29' st Dzemaili), Cavani. A disp. Rosati, Grava, Britos, Fernandez, Dossena. All. Frustalupi (squalificato Mazzarri)


Chelsea: Cech, Ivanovic, Cahill, David Luiz, Bosingwa (12' pt A.Cole), Ramires, Meireles (25' st Essien), Malouda (25' st Lampard), Sturridge, Drogba, Mata. A disp. Turnball, Mikel, Kalou, Torres. All. Villas Boas

Arbitro: Velasco Carballo (Spagna)

Marcatori: 27' pt Mata, 38' pt Lavezzi, 45' pt Cavani, 20' st Lavezzi
Note: ammoniti Cavani, Meireles, Cahill


Napoli-Chelsea è molto più di una partita di pallone. È l’occasione che si prospetta davanti ad un’intera città di rispondere “Presente”, all’appello delle migliori 8 squadre di Europa; l’occasione di prendersi una rivincita dopo l’umiliazione dei campetti provinciali di serie C.;  l’occasione di andare dove nemmeno un certo Diego Armando Maradona era mai arrivato.
Nella serata del San Paolo , 55.000 persone spingono gli azzurri verso la partita più importante dell’era De Laurentiis. Il Napoli è reduce da due vittorie consecutive senza subire gol, mentre il Chelsea dal pareggio contro il Birmingham. La squadra di Villas Boas è in difficoltà e al San Paolo viene subito messa sotto dagli azzurri che vanno vicini al gol prima con Cavani e poi con Maggio, due belle parate di Peter Cech. Sono però gli inglesi a passare: passaggio poco pretenzioso di Drogba, rimbalzo beffardo per Cannavaro che involontariamente mette Mata a tu per tu con De Sanctis. Lo spagnolo non può sbagliare e con freddezza fa 1-0 al 27’. Il Napoli non si disunisce dopo la rete del Chelsea ma non è comunque brillante come in precedenza. La scossa la da il Pocho Lavezzi che al 38’ si inventa un destro a giro che Cech proprio non può prendere: 1-1. Rinfrancati, gli azzurri trovano addirittura il sorpasso nel recupero: Inler pesca Cavani sul secondo palo e il Matador di spalla la butta dentro. 2-1 al 46’. Si va così al riposo. Il secondo tempo è sulla falsa riga del primo, salgono in cattedra Cavani e soprattutto Lavezzi, che dopo essersi divorato un gol già fatto a tu per tu con Cech, fa 3-1 a porta vuota sfruttando il grande lavoro del Matador in pressing su David Luiz. È il 20’ e il Napoli mette una grande ipoteca sulla partita. Sporadici gli attacchi dei Blues, che risultano pericolosi davvero di rado. Al 45’ ci sarebbe addirittura l’opportunità di fare Poker e mettere il risultato in ghiaccio in vista del ritorno, ma Maggio sotto porta è indulgente e spara addosso a Cole. Al fischio del signor Velasco Carballo è festa grande, la rimonta è compiuta e per il Napoli ora si prospetta un match di ritorno da far venire davvero l’acquolina in bocca. Grande prestazione di tutta la squadra che ha saputo mettere in ginocchio una delle squadre più forti degli ultimi anni. Ora però c’è già da pensare al campionato, Domenica al San Paolo ci sarà l’affamata Inter di Ranieri che ha perso 5 delle sei ultime partite disputate. Un abbraccio a tutti, e FORZA NAPOLI !

Ciro e Rosario Orazzo.


Photobucket

1 commento:

Anonimo ha detto...

di nuovo il Napoli che ci ha fatto sognare.
Grazie azzurri....