BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

28 febbraio 2012

CIRO ORAZZO CI RACCONTA NAPOLI - INTER 1 - 0




Napoli-Inter 1-0

Napoli: De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Inler, Gargano, Zuniga, Dzemaili (44' st Dossena), Lavezzi (37' st Britos), Cavani. A disp. Rosati, Grava, Fernandez, Pandev, Vargas. All. Mazzarri
Inter: Julio Cesar, Faraoni, Lucio, Samuel, Nagatomo , Zanetti, Stankovic (21' st Poli), Cambiasso, Sneijder (1' st Pazzini), Milito, Forlan (1' st Cordoba). A disp. Castellazzi, Obi, Palombo, Zarate. All. Ranieri

Arbitro: Bergonzi di Genova

Marcatore: 14' st Lavezzi

Note: osservato un minuto di raccoglimento per la scomparsa dei tre soldati italiani in Afghanistan. Ammoniti Nagatomo, Gargano, Milito, Cordoba, Faraoni, Poli. Espulso al 34' st Aronica per fallo da ultimo uomo.

La peggiore Inter degli ultimi anni approda al San Paolo dopo aver perso 6 delle ultime 7 partite. Il Napoli è invece lanciatissimo dopo tre vittorie consecutive tra campionato e Champions. Quale migliore occasione per staccare la squadra di Ranieri in classifica?
Si parte, Napoli determinato che produce bel gioco soprattutto sulle fasce, Inter compassata e imprecisa nei passaggi e nei controlli. Paradossalmente però le occasioni capitate agli azzurri nel primo tempo sono poche: un gran destro di Dzemaili su cui Julio Cesar si supera al 24’ e un colpo di spalla di Cavani al 29’ terminato di poco a lato. Si spegne un po’ il Napoli e sul finale rischia addirittura di andare sotto, gran punizione di Sneijder terminata di poco alta al 43’. Finisce così il primo tempo, partita non troppo divertente.
Comincia la ripresa ,il Napoli accelera e va’ vicino al vantaggio al 7’ quando Zuniga imbecca Maggio e l’esterno azzurro schiaccia a lato di testa. Il vantaggio però non tarda ad arrivare: al 14’ ennesimo errore nel controllo di Milito che lancia così Dzemaili, scatto da rugbista dello Svizzero che serve Lavezzi. Destro a giro dell’argentino e palla in fondo al sacco. Ripartenza micidiale e grande conclusione , vantaggio meritato. Ennesimo goal del Pocho che è davvero in una forma fisica eccezionale. Gli azzurri continuano a spingere e va vicino al raddoppio con Dzemaili in un altro paio di occasioni, ma lo svizzero è sfortunato . La partita sembra essere indirizzata verso una resa senza condizioni da parte dei neroazzurri. E invece non è così, perché con l’espulsione di Aronica al 34’, l’Inter ha 10 minuti e un uomo in più per rimontare. I neroazzurri ci provano e ci vanno vicino al 43’ con Pazzini che da due passi manda fuori di testa. Errore colossale che rispecchia bene la serata e il momento no di tutta la squadra neroazzurra. La partita finisce senza altri particolari rischi.
Festa grande al San Paolo, dopo la sconfitta della Roma per 4-1 a Bergamo con tripletta del Tanque Denis. E con il Derby tra una settimana e gli azzurri impegnati a Parma, c’è addirittura la possibilità di guadagnare terreno nei confronti della Roma o di recuperarne dalla Lazio. Grande momento, e continuità di rendimento ritrovata dopo un inizio di stagione così e così. La Champions è a soli 5 punti e ci sono ancora tutti gli scontri diretti da giocare. Nulla è impossibile, avanti Napoli!



CIRO ORAZZO

Nessun commento: