BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

15 dicembre 2011

"APPALTARLO" PUR DI FARLO ?

Certo il titolo è provocatorio ma fatto sta che quest'anno, per quanto riguarda il presepe in carrozza, di Circumvesuviana c'è solo la carrozza o meglio le carrozze visto che sono due.  
Una gloriosa motrice in gergo conosciuta con la sigla BD ed un'altrettanto gloriosa carrozza che fino a qualche anno fa, formando assieme il Sorrento Express, conduceva i turisti da Napoli a Sorrento http://comunedipartenope.it/content/canali/turismo/sorrento-express-un-tuffo-nel-passato-da-napoli-a-sorrento  Le uniche utilizzabili dell'ormai depauperato parco rotabile esistente in circum, senza con questo aggravare ulteriormente la mancanza di etr ed il conseguente disagio per i viaggiatori. 
All'interno delle due motrici però l'amara sorpresa di quest'anno e che non c'è un solo presepe manufatto da personale di Circumvesuviana. Tutte opere degne, per l'amor del cielo ma manco un pastore prodotto da un collega. Purtroppo pare che a seguito di più di una defezione tra chi in grado di fare da direttore artistico, la dott.ssa Nadia Vitiello che siamo soliti chiamare affettuosamente "nostra signora del marketing" area della quale è capo, si sia trovata di fronte ad una "tragica" scelta: "Affidare esternamente l'onere di riempire le teche o lasciar abortire la ventennale iniziativa."
Un bel rompicapo che alla fine come soluzione ha preso la via "dell'appalto" come noi impropriamente abbiamo voluto definire l'operazione. L'abbiamo fatto però senza cattiveria ma con l'animo di chi si vede sfuggire di mano quelle che sono o meglio credevamo fossero, tradizioni radicate. Era meglio dunque non farlo ? Rinviare la manifestazione a momenti migliori ? Belle domande che se magari fossero state lanciate tra il popolo circumvesuviano magari ci  avrebbero potuto rimandare un'indicazione. Ma sono solo propositi e talvolta non c'è nemmeno il tempo sufficiente per organizzare una sorta di referendum che resta sempre il sistema più democratico per decidere in certi casi.
E' andata così. Tra l'altro come blog non siamo nemmeno stati invitati all'inaugurazione, non sappiamo se per il fatto che siamo "in castigo" vedi oscuramento ancora vigente in azienda o per evitare proprio che ponessimo l'attenzione sull'assoluta mancanza di opere "autoctone". 
Certo quest'anno  almeno  possiamo dire che la "carrozza" è nostra, ma l'anno prossimo chi si fiderebbe di riconfermarlo ? 
Un'ultima cosa che mi corre l'obbligo di sottolineare, la certezza che non ci sono opere "nostrane" in quelle due carrozze, l'ho avuta una settimana prima dell'inaugurazione e da fonte affidabilissima, per cui, se nel frattempo qualcosa fosse cambiato e questa volta sarei ben felice di essermi sbagliato, chiedo scusa anticipatamente...ma ahimè temo di averla imbroccata giusta, questa volta.


giona 


Le foto le abbiamo e sono del nostro Gennaro Iovino che da normale visitatore ha ritenuto opportuno riprendere qualche immagine, non avrebbe mancato di farlo così come sempre si è prestato a fare, se ufficialmente invitato.