BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

E' DECEDUTO IL MACCHINISTA IN PENSIONE PASQUALE COPPOLA...

1 settembre 2015

RICEVO E PUBBLICO

SERGIO CALABRESE
"TUTTI PAZZI PER IL TRAP" 
Edizioni Selecta
€ 15,00
 
Chi scrive, in passato, più volte ha urlato "Tutti pazzi per Materazzi", roccioso difensore dell'Inter di Josè Mourinho. Slogan urlato a squarciagola in tutti gli stadi dai tifosi nerazzurri, in contrapposizione a "Materazzi figlio di puttana" di tifoserie avverse...
Ma il titolo di questo libro di Sergio Calabrese mi ha colpito per il "soggetto" di cui si parla: Giovanni Trapattoni, personaggio vero, vivo, sincero, volitivo, sicuro, deciso.
Io di Trapattoni rammento benissimo un aneddoto che denota lo spessore della persona: una delegazione di Inter Club Campani si recò un sabato sera, verso le 22 circa, nell'albergo dove era alloggiata l'Inter allora allenata dal Trap. Il portiere di albergo lo rintracciò telefonicamente preannunciando la nostra presenza nella hall. Dopo poco scese e la prima cosa che disse fu "Scusate se non ho la cravatta: mi accingevo a mettermi a letto...". Che stile, che eleganza, che educazione in un personaggio che, sicuramente, prima è una persona perbene!
Questo libro vede la collaborazione di Franco Fava, Bruno Pizzul, Franco Zuccalà e Marco Civoli, tutte autorevoli penne sportive.
Ma chi è e chi è stato nel mondo del calcio Giovanni Trapattoni? Non è assolutamente semplice descrivere un personaggio così ricco, così vitale, sia dentro che fuori il rettangolo di gioco: il Trap è passato alla "storia calcistica" oltre che per i suoi meriti sportivi (da giocatore e da allenatore) anche per i suoi tortuosi giochi di parole (le "trapattonate"), che lo facevano paragonare ad un altro celebre gaffeur quale Mike Bongiorno.
I suoi fischi da carrettiere per attirare l'attenzione dei suoi giocatori sono inimitabili.
Così l'Inter che in un dolce e luminoso pomeriggio di giugno del 1989 portò allo scudetto tricolore! E due anni dopo la condurrà alla conquista della Coppa UEFA!!
Quando allenava il Cagliari non disdegnò di scendere a mezzo chilometro di profondità per portare, ai minatori della Sulcis in lotta per il proprio posto di lavoro, dolci, solidarietà e una buona parola, da vecchio cuore operaio, socialista e passionale alla Sandro Pertini!!!
Ce ne fossero tanti altri Trapattoni in questo mondo calcistico italiano...
 

EMILIO VITTOZZI




Nessun commento: