BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

E' DECEDUTO IL MACCHINISTA IN PENSIONE PASQUALE COPPOLA...

21 settembre 2015

DAL COLLEGA SALVATORE TESTA MEMBRO DEL COMITATO PRO FESTA DELLA MADONNA DEL LAURO RICEVO E PUBBLICO

SALVATORE TESTA GESTORE A META
E MEMBRO DEL COMITATO
Sono passati bene 26 lunghi anni dal quel 12 settembre 1989 quando un gruppo di ferrovieri, decise di far celebrare una messa nel giorno della festività del SS.mo nome di Maria, nel piccolo spazio antistante l’edicola votiva posta al termine del secondo binario del piccolo scalo ferroviario.
Il piccolo spazio andava bene, fino a quando poi di anno in anno il numero dei fedeli che partecipavano a questo semplice ma significativo rito religioso è cresciuto e si è passati dapprima negli spazi adiacenti la stazione per poi passare come avviene a tutt’oggi nel parcheggio che affianca la piccola stazione. Per questa cerimonia, sono gli stessi dipendenti ed ex ferrovieri a contribuire secondo le loro disponibilità ed ogni anno si è fatto sempre meglio sentendo anche le voci entusiaste di chi partecipa alla celebrazione.

Si diceva una cerimonia semplice, è così è. Infatti il programma della festa dei ferrovieri in onore della Vergine del Lauro, si compone di una Messa che come ogni anno, viene celebrata da Don Giuseppe Cappiello, attuale parroco di Montechiaro in Vico Equense ed accompagnato dai canti del coro della stessa Parrocchia Aequana diretto da Annarita Mercatelli e Margherita Savarese. Al termine della Celebrazione Eucaristica si svolge il “Momento del Ricordo” nel quale mediante il gesto simbolico della deposizione di una corona d’alloro ai piedi della Vergine, vengono ricordati tutti i ferrovieri e dipendenti della strada ferrata che hanno già raggiunto la loro stazione d’arrivo, ” La Casa del Padre”.

Quest’anno come dicevamo all’inizio, è stato sempre un crescendo unanime di commenti positivi per la realizzazione della giornata dedicata ai ferrovieri nel giorno della festa del Lauro, infatti non solo la numerosa partecipazione ha sancito ancora una volta l’affetto che i fedeli di Meta riservano alla “Madonnina dei Ferrovieri” ma è stata anche l’occasione per ascoltare oltre alla preghiera del ferroviere composta per l’occasione e che ne farà parte anche per gli anni a venire, quella di sentire una poesia scritta dalla giovanissima poetessa metese Lucia Russo, nipote di un dipendente scomparso qualche anno fa, che ha fatto vibrare le corde del cuore a parecchi ferrovieri pensionati presenti ed anche fatto sgorgare qualche lacrima nel ricordo di chi non c’è più.

Il Comitato



I MOMENTI SALIENTI NELLE SPLENDIDE FOTO DEL FOTOGRAFO 
UFFICIALE DEL BLOG, IL COLLEGA GENNARO IOVINO.




























IL GESTORE IN PENSIONE ANTONIO DE SIMONE, SENZA DI LUI E GLI ALTRI 
MEMBRI DEL COMITATO QUEST'APPUNTAMENTO 
FORSE SI SAREBBE PERSO NEL TEMPO.







LA SIGNORA E' LA VEDOVA DEL COMPIANTO DIRETTORE DI EX CIRCUM F.ORIGO


DUE DEL GRUPPO DI COLLEGHI CHE OGNI ANNO RENDONO
POSSIBILE TECNICAMENTE IL RIPETERSI DELL'EVENTO






1 commento:

EMILIO VITTOZZI ha detto...

* Le foto del caro Gennaro Iovino ben illustrano alcuni momenti della riuscita iniziativa, a cui, anni or sono, partecipai anch'io, dopo aver "studiato" l'Evento... Nel senso che mi informai su come è nata la manifestazione, chi fu l'artefice, da chi-come-perchè fu realizzato il quadro della Vergine del Lauro con artistiche mattonelle: tutto questo, ed altro ancora, fu espresso in un volantino distribuito ai tantissimi presenti all'epoca, unitamente ad una mia assai modesta ode a Maria.
Di tutto questo, oltre alle foto, ho bei ricordi impressi nel cuore e nell'anima, a cominciare dai volti di Salvatore Testa, Michele Cannavacciuolo, Alberto d'Angelo, Rosario Criscuolo, Enzo Parlato, Giampiero Arpaia, Francesco di Palma, Gianfranco Lombardi, Mario Borrelli...