BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

E' DECEDUTO IL COLLEGA ALFREDO CIARAMELLA.LE ESEQUIE OGGI POMERIGGIO ALLE 17.00. LA MESSA PRESSO LA CHIESA DELL'IMMACOLATA DI VIA LEOPARDI IN NAPOLI. ....

2 giugno 2014

GLI SPETTRI DI POZZANO. A CURA DE IL POSTINO DI BASKERVILLE.


ALL'UNA del pomeriggio,apparve un fantasma,sotto forma di un pizzino,che c'era e non c'era.....Una frase incorporea volò,fu raccolta,messa a referto e comunicata alla moltitudine di curiosi attraverso un:" SI DICE..".
Scossi dalla pioggia i Signori feudatari della Manutenzione dal chiuso della Torre di avorio osservarono la scena ma non ebbero paura come sarebbe accaduto agli abitanti di un paese che scoprono che una delle loro case pullula di spettri....
Di ritorno da POZZANO I LAVORATORI provarono rabbia per la pioggia che cadeva....Lì(dissero),i fantasmi si materializzano con i guasti;
I RESPONSABILI LOCALI provarono imbarazzo per l'acqua;
IL POSTINO manifestò il suo sdegno;
I DIRIGENTI,avevano affidato le loro certezze ad un telo di plastica per coprire un solaio già fradicio d'acqua,ed erano convinti per l'ennesima volta di averla fatta franca,quindi manifestarono soddisfazione....
In questo contesto GLI SPETTRI non avrebbero potuto scegliere città migliore:NAPOLI e i suoi misteri;il barocco;i munacielli;il principe di San Severo ed il presepe di San Martino;e capuzzelle del cimitero delle fontanelle a Sanità;le tele del CARAVAGGIO;QUESTI FANTASMI DI EDUARDO;la ferrovia Circumvesuviana e il tragitto ferroviario con le gallerie di Pozzano...
GLI SPETTRI,visti i tragici precedenti della ferrovia(5 morti e 60 feriti):decisero di aspettare........ 








........FU TUTTA COLPA DI MEUCCI: INVENTO' SOLO IL TELEFONO....


  1. (....E l'abilitazione? Non c'era..!.)

28 MAGGIO 2014

Tutto ebbe inizio con una telefonata galeotta.......PIANSE AMARAMENTE IL TELEFONO,che già conosceva i fatti mentre squillava:ed infatti la comunicazione del fuori servizio degli ACEI non ci colse di sorpresa........Con la borsa a tracollo,il giubbotto imbottito per difenderci dall'umidità della galleria,il faro,ed il telefonino:ci incamminammo nella " selva oscura"che la dritta via fu da tempo smarrita.........Prendemmo il primo treno,in partenza da Torre Annunziata alle 6.43,e chiedemmo una fermata per discesa operai in quel di Pozzano........

I tre omini delle missioni impossibili,si ritrovarono ad aprire quel maledetto sarcofago diventato,dopo 90 giorni trascorsi aspettando inutili interventi,solo persecuzione e tormento....Prima,un sentimento di stupore,e d'incredulità!Poi un apparizione!E infine:l'estasi,e l'incantamento....Riosservammo quell'acqua che nonostante tutte le menati mentali,tutte le promesse,tutti i tentativi(SIC!)mal pensati,continuava imperterrita a colare dal solaio riversando le goccioline nel locale...La consolle dell'apparato ACEI era completamente bagnata....L'acqua scendendo si era depositata sul vetro che delimitava il banco ACEI,dal quadro comando dove sono alloggiati i pulsanti e i tasti di soccorso.....Era innaffiato il libro di registrazione dei piombi,la pinza arrugginita,le chiavi ,lo spago e gli schemi inumiditi:un macello!

Mentre ci dividevamo i compiti(Pozzano è una stazione im-presenziata ed è aperta ai viaggiatori solo nel periodo estivo)ricevemmo sul telefono esterno,alloggiato in una cassetta fissata sulla parete adiacente al locale, una telefonata della Dirigenza Centrale Operativa........Non immaginavo che la mia risposta di lì a poco,avrebbe scatenato nelle stanze ovattate del palazzo,quel po-po di baccano,ed un successivo putiferio:(Dissi)"STIAMO VERIFICANDO LE CAUSE DEL FUORI SERVIZIO...

Senza omettere nulla,in un attimo feci la descrizione del luogo:"PIOVE NEL LOCALE;CI SONO DEGLI INTERRUTTORI DISARMATI;C'E' UN'OCCUPAZIONE FITTIZIA DEL CIRCUITO E PERTANTO I CIRCUITI VANNO ACCURATAMENTE ISPEZIONATI...(Continuando aggiunsi)UNA VOLTA CHE SI E' PROVVEDUTO ALLA RIPARAZIONE DEL GUASTO,BISOGNERÀ' FARE UNA VALUTAZIONE SUI RISCHI PER CAPIRE SE L'IMPIANTO E' IN CONDIZIONE DI ASSICURARE LA SICUREZZA E LA REGOLARITÀ' DELL'ESERCIZIO FERROVIARIO....(Venne concordato un iter procedurale,ovverosia):QUALSIASI OPERAZIONE DOVEVA ESSERE CONCERTATA CON LA DIRIGENZA CENTRALE OPERATIVA".....

(La legittima preoccupazione del dirigente richiamava la nostra attenzione verso i deviatoi della stazione che erano ferma-scambiati sul retto tracciato)

Ovviamente la telefonata fece il giro del palazzo:a Peppino Apicella il caffè mattiniero,gli andò di traverso;l'Ercolino sempre in piedi,sbandò,e non riuscì a digerire ne il cornetto e ne la cioccolata;il responsabile dell'impianto raggiunto al telefono rintracciò i tre omini snocciolando sia l'orario della telefonata registrata(ore 7.10)e sia il nominativo dell'agente che aveva colloquiato amabilmente con il dirigente della UNO...

In quel posto abitato da ratti e da pipistrelli;in quel luogo salmastro tenebroso e oscuro era stato commesso un delitto di lesa maestà:il POSTINO aveva cantato...Le menati mentali erano state di nuovo sgamate......E così tornavano alla mente:le incredibili iniziative,le immarcescibili promesse,il telo posizionato a copertura dell'armadio,il cambio del telo,un nuovo telo spostato sul solaio per prevenire affluenti,torrenti e ruscelli vari....

In poche parole:tutta la gerarchia,come morsa da una tarantola,si era mossa all'unisono,tempestando di telefonate il responsabile del reparto per capire se l'impianto era stato messo fuori servizio in conseguenza dell'acqua che gocciolava dal solaio,oppure l'acqua poteva tranquillamente incanalarsi perché il guasto era solo un evento fortuito,occasionale,e dovuto al caso per la sua eccezionalità.....(Come si vede:un quesito geniale,per la sua stupidità...)

Dotti,medici e sapienti conclusero:"Il maledetto postino aveva consegnata di nuovo la sua diabolica posta,stornellando come il GIANNI NAZIONALE(MORANDI) che nel locale SCENDE LA PIOGGIA...(Ma che fa se crolla il mondo attorno a noi...)"

Trascorsero circa tre ore,e con la riparazione del guasto venne comunicata al dirigente della UNO,la messa in servizio dell'impianto......Ci imbarcammo nel trenino delle meraviglie per uscire da quella selva oscura,labirinto dei nostri peccati....

Una volta tornati a Torre Annunziata,aprimmo la porta:eravamo stanchi,ma nell'aria si avvertiva quell'impercettibile TENSIONE ELETTRICA....Inoltre si ascoltavano flebili voci,un cinguettio,un chiacchiericcio appena accennato...

Una voce chiara,improvvisamente ruppe gli argini e deflagrò nell'aria....E' TUTTA COLPA DI MEUCCI!"IL MEUCCI " SI E' PREOCCUPATO DI INVENTARE SOLO IL TELEFONO,MA NON HA PREVISTO NESSUNA ABILITAZIONE....

Bella frase,potente,uno slogan efficace che resta....Resta,appunto...Resta da capire cosa diavolo significa.... Meucci ha inventato il telefono,e fin qui siamo tutti d'accordo,ma cosa c'entra l'abilitazione???E di quale abilitazione si tratta???Del telefono senza filo:forse il cellulare?Dell'abilitazione per la protezione cantiere?Dell'interruzione?Della scorta?Non si sa.....Non si riusciva a capire niente:un enigma,una cabala,forse un segno esoterico?BOH!

Si chiamarono i migliori esperti per riuscire a decifrare questo pizzino aereo leggero come l'aria.....Vennero convocati persino gli operatori del SAP,ma nessuno di loro si sbilanciò......Sta cosa non durò a lungo:il chiacchiericcio proseguì e rivelò più presto di quando s'immaginasse il progetto degli svitati e i loro vuoti mentali......

Radio rotaia ci informava che una nuova disposizione era in procinto di essere consegnata al gran teatro dei burattini.....Venne appena sussurrata ma si capì bene sia il senso che la portata.....

Fu riportata così come era stata sentita:"E' PREFERIBILE CHE DA " DOMANI " IN POI, RISPONDONO AL TELEFONO SOLO I CAPI-OPERATORI..."(PUNTO!)

Questa nuova disposizione trovò consensi inattesi...Uno disse:"BISOGNA GUARDARE IL BICCHIERE MEZZO PIENO.....NON E' PROPRIO UN IDEA BISLACCA,E NON SAREI COSI' PESSIMISTA....."

(Ma no,figuriamoci può sempre andare peggio!)

Un altro aggiunse:"RAGIONO CON LA MIA TESTA,E CONTINUO A PENSARE CHE PUNTARE SULL'ABILITAZIONE AL TELEFONO PER POTER COLLOQUIARE CON IL DIRIGENTE,VORREBBE DIRE ANDARE A SBATTERE...SE C'E' UN IMPELLENZA FISIOLOGICA DELL'ABILITATO:L'ABILITATO CHE FA???SIAMO TUTTI D'ACCORDO SUL CELLULARE DEL TURNO CHE SEGUIRÀ IL PREPOSTO ANCHE AL BAGNO:MA SULL'UTENZA FISSA?.......SE LA POSTAZIONE RESTA VACANTE,COSA SI FA?VERRÀ' INSERITO UN CODICE DI ACCESSO???BISOGNERÀ' INSERIRE LA SEGRETERIA TELEFONICA???

(Un altro osservò):E QUANDO SI OPERA IN STAZIONE E C'E' BISOGNO DI CONCERTARE LE OPERAZIONI CON LA DIRIGENZA CENTRALE OPERATIVA:CHI DOVRÀ' PARLARE AL TELEFONO???

SAREMO COSTRETTI AI SENSI DELL'ARTICOLO 37 e precedenti del D.LGS. 81/2008 AD AVERE UN ABILITAZIONE???CHI LA DOVRÀ' AVERE: IL PEI(Persona idonea);IL PEV(Persona esperta);o IL PAV(Persona avvertita)????


Morale:..PIANGE IL TELEFONO!!!!!!Ma piange di vergogna.......

(N:B:Invece di preoccuparsi,secondo le norme CEI EN 50110-01,di certificare ruoli e competenze del personale manutentivo....Invece di valutare,individuare,sviluppare le competenze per operare nella direzione di un organizzazione di lavoro:flessibile,efficiente e con organici certi...Questi si attardano ancora sulle stronzate....)

POZZANO :CAPORETTO O WATERLOO

Il gruppo-ne degli svitati è de-caduto rovinosamente.Ed è decaduto per colpa di un pasticcio sulla pioggia di Pozzano,per eccesso di zelo(o di ZELIG,quando si prendono decisioni trasformiste sussurrate a mezza bocca,o per avere sclerato offendendo la dignità di quelli che lavorano in quel degrado):come si usa fare da un pò di tempo nel palazzo,appunto....La strana storia della telefonata registrata(vera o presunta che sia)e la cervellotica idea delle abilitazioni telefoniche dimostrano che non si fanno esperimenti con il logos,e se sì bisogna almeno saperli spiegare....Se la radio rotaia gracchia,se twitter ed i cigolii confondono,come nella sua diabolica natura,poi non se ne esce...Peccato,perché una TENSIONE evitabile copre l'ambiente di lavoro peggio dei teli di plastica posizionati sul sarcofago di pozzano.....Non ce n'era bisogno,così come non si sentiva l'esigenza di subire gesti offensivi ed al limite del dileggio....Denotano crisi isteriche.....La SICUREZZA è fisiologicamente refrattaria agli esperimenti,soprattutto se bislacchi....Ci dite che idea avete della Manutenzione? Vi siete chiesti:cosa si aspetta il personale da capitani,generali e ufficiali di bordo?

Dire sempre di si?Fare lo yes-man ha un solo e unico risultato:la distruzione del cervello!!!

Nessun dubbio quindi,che gli omini(i vecchietti con le cime innevate dal tempo)dovevano intervenire per garantire la sicurezza,però i nostri capoccioni dovevano interrogarsi sull'impianto che sopravvive in quelle condizioni indecenti da 90 giorni e senza dire che nell'eventualità che persiste tale anomala situazione: la disfatta di Caporetto è più che vicina.....Una Caporetto o una WATERLOO?

Trascorsi 100 giorni:fu la disfatta di WATERLOO!

Ci ammonisce il saggio:"Conoscere il passato è indispensabile per capire il presente."....

Parole Sante!!

(La battaglia di Caporetto, o dodicesima battaglia dell'Isonzo,venne combattuta durante la prima guerra mondiale tra il Regio Esercito italiano e le forze austro-ungariche e tedesche.


Lo scontro, che iniziò alle ore 2:00 del 24 ottobre 1917, rappresenta la più grave disfatta nella storia dell'esercito italiano,tanto che, non solo nella lingua italiana, ancora oggi il termine Caporetto viene utilizzato come sinonimo di sconfitta disastrosa.
La fama di Waterloo è legata all'omonima battaglia del 18 giugno 1815, fra il Primo Impero Francese di Napoleone Bonaparte e la settima coalizione (Regno Unito, Austria,Prussia, e altri), guidata dai principali generali alleati, il Duca di Wellington e il generale von Blücher.)

PIANGE IL TELEFONO




I fermi-immagini di impianti che collassano raccontano da soli una manutenzione in continua sofferenza...Pozzano,Scafati,Pompei,Moregine cannibalizzata,vie di fuga impedite,batterie che rantolano,apparecchiature vecchie ed obsolete ,etc,etc,etc ...

Non c'è bisogno di nessun commento,le storie vissute parlano da sole....Ed ancora una volta la classe dirigente deve interrogarsi su di se....Sul proprio assuefarsi, perlomeno,a questo degrado,o sul proprio oscillare fra l'assuefazione e l'esasperazione urlata di chi ci lavora in quelle condizioni...Una corte di replicanti incapaci o refrattari a riflettere sulla qualità della MANUTENZIONE e della SICUREZZA,e che continua largamente ad ignorare o a sottovalutare il baratro che sta lì,a pochi passi da noi...Che ancora non sembra cogliere l'urgenza di interventi drastici sui 14 impianti S.O.A.;sui percorsi a rischio;sull'effetto ghigliottina dei Passaggi a livello;per renderli meno esposti ai rischi incidenti...

Misure comprensibili ,chiare,certe,sicure.....Questo è doveroso attendersi,insieme ad altre scelte radicali con un soprassalto di ragione....E soprattutto la dismissione drastica delle logiche di corte e di fazioni dove a prevalere sono solo gli interessi particolari....E invece la musica stonata continua sulle stesse note e con lo stesso spartito...

RINGRAZIAMENTI

Ringrazio quindi,quelli che hanno letto le mie storie sul teatrino della sicurezza e le hanno capite. Ma ringrazio soprattutto quelli che non le hanno lette o non le vogliono capire (sono abituati a pontificare negando...Gli costa fatica : informarsi e tenere collegato il cervello). E dunque mi scagliano addosso quella che ritengono un’accusa infamante: e cioè di essere un non collaborativo,di osteggiare,di denunciare,di sparare sulla croce rossa,di essere un bastian contrario e da sempre all'opposizione, sempre in minoranza(dicono), mai schierato con la loro idea di azienda.....Il che vuol dire:con i tromboni e gli azzeccagarbugli che gestiscono il potere ....

Insomma,mai sul carro del vincitore,(che peraltro ha portato l’azienda in queste vergognose condizioni), il che secondo loro farebbe di me un menagramo perché le mie idee “sono perdenti,non raccolgono ne consensi ne un beneamato cazzo”.

Questi poveretti non sanno quant'è bello e nobile ed eccitante combattere battaglie giuste si,ma perdenti....Battaglie dunque generalmente di minoranza,in un azienda delle meraviglie che oggi collassa,rantola,sparpateia,esala il respiro affannoso tipico del malato che non è capace più di respirare da solo...Un azienda governata per molti anni dai cloni del centro-sinistra:quelli di Cascetta;dell'Antonietta Sannino superstar; di dirigenti allineati e coperti;di cooptati da nominare e quelli già nominati....

Poi sono arrivati il Nick mano svelta,il Mago del monopoli,il Gennarino Parsifal e i suoi derivati;i Lanzicanecchi del centro-destra,la Norma Desmond,i riciclati,i trombati alle politiche,e ultimamente da un paio di palloni gonfiati che per ingraziarsi i nuovi negrieri,sono diventati passeggeri a loro insaputa.....Non contano niente,e non sono capaci di guardare oltre la punta del proprio naso..... ...

In soldoni:è sempre la stessa,maledetta,endemica storia fatta di genuflessioni,sepolcri imbiancati,amici degli amici,galoppini e strane entità di collegamento.

Evidentemente,i palloni gonfiati:non conoscono l'ebbrezza di avere ragione in minoranza anziché avere torto in maggioranza. Ignorano che questa è la differenza fondamentale fra i tanti che tacciono; gli zebedei che devono ingraziarsi i potenti di turno;i rais che devono misurarsi con il consenso " famelico "della corte,e infine,un battitore libero che non ha avuto piaceri da nessuno e che continua a lavorare in condizioni indecenti,vista la carenza endemica di uomini e di materiale.....In quelle penose condizioni che sono ignorate da molti;che sono invise alla corte e che sono negate dalla claque.....Pertanto,visto il panorama,cosa dovevo fare se non raccontare,facendo bene attenzione a misurarmi solo con i fatti e con le mie idee.......

E così mi sono ritagliato un ruolo su misura...Un cantastorie?Probabilmente,si!Storie,però,da incorniciare considerate le mentali mentali a cui siamo quotidianamente sottoposti....Ed a volerla raccontare tutta:il mio è solo un piccolo contributo ad un idea di azienda,che da tempo non esiste più....Una missione?Forse si....Ma anche un piacere sottile che si insinua nella mia mente.....Da invasato quale sono:posso dire che " gli svitati "non conoscono l'ebbrezza nel raccontare queste storie...Volare con discese ardite e le risalite,e poi planare percependo uomini e cose da un altezza smisurata....

Egregio Direttore,lei che dirige un blog,e ha collezionato sul suo percorso ferroviario due censure e qualche contestazione,sicuramente mi potrà capire,quando dico, che:un lavoratore che percepisce i rischi e non li nega,sta all'opposizione di chiunque stia al potere che censura,nega,vieta,o dimentica la vera ragione sociale per un azienda di trasporto:LA SICUREZZA......

Non essere collaborativo vuole significare questo????

Secondo la loro idea ricorrente,bisognerebbe,farsi i cazzi propri.......Lo sport praticato da tanti in quest'azienda fusa e anche confusa.....NEGARE?Forse!DIMENTICARE ?Probabile;DIRE COSE DIVERSE DA QUEL CHE SI VEDE???Questo:No!Basta solo OMETTERE dei particolari,non proprio piacevoli da sentire........La parolina c'è,basta cercarla sul dizionario italiano:OCCULTARE.....

IL POSTINO DI BASKERVILLE,per gli illuminati ed i soloni: NON E' COLLABORATIVO......

Chi l'avrebbe mai detto che trattenuto dalla FORNERO : mi dovevo sorbire le accuse e le inettitudini al comando di personaggi di cui conosco la vita,ed anche i miracoli...

Convinti di provocarmi o di "insultarmi ", a loro insaputa mi fanno il più grande complimento che abbia mai ricevuto.

Mi raccomando:continuate sempre così,e grazie di cuore .........




IL POSTINO DI 
BASKERVILLE

2 commenti:

il postino di baskerville ha detto...

...Ieri,si è bloccato un treno sotto la galleria....
I passeggeri,sono rimasti bloccati per quasi due ore tra le stazioni di POZZANO e di VICO EQUENSE.... Per i viaggiatori è stato necessario il trasbordo su un'altro treno,inviato subito in soccorso dalla Dirigenza Centrale Operativa.....Le cronache ci raccontano,che turisti e pendolari hanno vissuto un pomeriggio da incubo.......

Le vie di fuga sono inesistenti... (Castellammare Terme è chiusa da troppo tempo,e quindi,di fatto è inibita,per essere utilizzata e far uscire i viaggiatori da quell'inferno).....

Pochi viaggiatori si sono addentrati in quella selva oscura, ma fortunatamente sono stati immediatamente segnalati.......
Il personale tecnico(ACEI)si è recato sul posto per aiutare i viaggiatori in difficoltà .....E' stato divelto il catenaccio di POZZANO......

Ah,dimenticavo:l'azienda si è scusata per i disservizi,che (dice) sono in via di accertamento....

(Amministratore e dirigenti,una volta:che avranno accertato e verificato il disservizio chiuderanno l'indagine e constateranno:l'ineludibilità delle prossime inefficienze....
Il servizio è scadente;i rotabili arrancano;gli impianti collassano.)

I collegamenti sono ripresi in serata....

TREMANO I BINARI;PIANGE IL TELEFONO;SALTA LO SCUDO INTERSTELLARE CHE PROTEGGE L'HOLDING DEI TRASPORTI DALL'ASSALTO DEI CREDITORI...IL 30 GIUGNO SCADE IL BLOCCO DEI PIGNORAMENTI....E AMEN!VIA AI DECRETI FALLIMENTARI,che saranno operativi dal 1 Luglio 2014


Di prossima pubblicazione:

"LA FOTO DI GRUPPO DEL BOLLITO: QUINTO STATO...."

il postino di baskerville ha detto...

SCADE IL BLOCCO PIGNORAMENTI:I CREDITORI PRONTI ALL'ASSALTO.....
"TREMANO I BINARI"

Sta per saltare lo scudo che protegge l'E.A.V.,dall'assalto dei creditori....Il 30 Giugno scade il blocco dei pignoramenti....E la società ha appena approvato i bilanci del 2011 e del 2012 con una perdita di 283 milioni di euro....Si tratta del primo atto contabile dopo LA FUSIONE in E.A.V di SEPSA CIRCUMVESUVIANA e METROCAMPANIA NORDEST....
Palazzo Santa Lucia,socio unico,ha assicurato la copertura dell'ultimo buco nelle casse di un azienda che viaggia su una massa passiva di almeno 800 milioni di euro....Ma la relazione dell'Amministratore Nello Polese accende i riflettori sui contenziosi che minano la la continuità aziendale....
I fornitori,appaltatori, concessionari sono alle porte....
Dal 2011 a tutt'oggi si rivela un notevole incremento di azioni di recupero crediti...
Dei 283 milioni di perdite, infatti,181 milioni sono risorse che EAV ha accantonato per far fronte alle richieste di risarcimenti danni avanzate dalle imprese creditrici....
Liti scoppiate in tribunale dopo che la giunta di Stefano Caldoro decise nel 2010 di sospendere le delibere con cui la vecchia amministrazione finanziava opere e infrastrutture...
Non solo...
La società,scrive POLESE,ha intrapreso,già da tempo,azioni giudiziarie nei confronti della regione per il pieno riconoscimento dei propri crediti ammontanti a 442 milioni di euro..
Somme relative ai contratti mai rivalutati con SEPSA e CIRCUMVESUVIANA,ma anche ai servizi garantiti da EAV per l'apertura di nuove tratte e stazioni...
A completare l'ammanco nel 2011 e nel 2012 ci sono i 40 milioni del fallimento di EAVBUS e i 62 milioni causati dall'attuale gestione,per la riduzione dei trasferimenti da Via Santa Lucia di 24 milioni di euro in 3 anni,per incentivare gli esodi di 270 dipendenti con 11 milioni di euro e per oneri finanziari di 21 milioni di euro imposti dalle banche per anticipare liquidità...
Per non parlare poi di mancati ricavi per 5 milioni di euro dovuti al taglio delle corse rispetto al 2011,ce ne sono 130 in meno nei giorni festivi sulle linee della circumvesuviana....
Per il risanamento si è rientrati in primis dai debiti con gli istituti di credito da 160 milioni del 2010 e 14 milioni del 2013...Il resto è affidato al piano predisposto dal Commissario di governo Pietro Voci che prevede un prestito del ministero del tesoro di 360 milioni di euro e fondi CIPE per altri 200 milioni.
Con l'opzione per la regione di aumentare le tasse ai cittadini,IRAP E IRPEF sul 2013 e parte sul 2014 per un gettito complessivo di 260 milioni di euro....
Non c'è traccia ancora del bilancio 2013,ma c'è la ragionevole attesa,scrive POLESE,che registrerà un inversione di tendenza......