BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

20 maggio 2014

"DA LEONARDO" A NAPOLI. IL NOSTRO EMILIO ANCORA ALLA SCOPERTA DI POSTI DELIZIOSI DOVE RINFRANCARE LO SPIRITO MA ANCHE IL CORPO

IL NOSTRO REDATTORE CAPO,
EMILIO VITTOZZI

In una zona in cui Scrittori come Peppe Lanzetta e Tonino Scala potrebbero facilmente ambientare un loro racconto, da circa 15 anni opera il "Ristorante Caffetteria da Leonardo". Il luogo è da tutti chiamato "'ncopp 'e mura" ("sulle mura"), intendendo così la zona compresa fra Porta Nolana e Piazza Guglielmo Pepe, famosa per il mercato del pesce e per la frequentatissima Chiesa del Carmine (dove è sepolto Corradino di Svevia).
In Via Cesare Carmignano n.75 c'è "da Leonardo", dei fratelli Mario, Titti e Tonia Ferro. Senza nulla togliere ai dinamici fratelli, la vera "anima" del Ristorante è Mamma Nunzia Cervasio, regina dei fornelli, coadiuvata dal Marito Enzo, trade union fra cucina e tavoli. Se Nunzia "dialoga" con pentole e fornelli, Enzo è a colloquio con la variegata clientela, formata da Autoferrotranvieri dell'ex Circumvesuviana (la cui stazione terminale è proprio a pochi passi...), docenti, impiegati, studenti e... turisti, tanti turisti, che rimangono colpiti dal colorato circondario e dalla qualità del cibo offerto.
Come affermava Anthelme Brillat-Savarin "Il piacere della tavola è di tutte le età, di tutte le condizioni sociali, di tutti i paesi e di tutti i giorni". E ciò accade nell'accogliente ristorante, dove c'è tanto mare grazie al pesce freschissimo della "Pescheria Ferro", attigua al locale.
Accolti dai sorrisi dell'atletico Mario e delle belle Titti e Tonia, affrontiamo l'artistica scaletta che ci porta dalla caffetteria al ristorante. Enzo, simpaticamente, ci consiglia i piatti del giorno, sempre vari, a seconda della stagionalità di pesce, verdura ed ortaggi fra cui lasagna di mare, pasta e patate con cozze, pennette noci e gamberi. Anche nei secondi la scelta è varia: spiccano il calamaro imbottito, polipetti alla luciana, pescespada arrosto, parmigiana di pesce. Pure per i contorni c'è l'imbarazzo con zucchine, melenzane, friarielli, peperoni cucinati in vari modi.
L'atmosfera è veramente familiare: d'altronde ci lavorano padre, madre e figli. E' un vero piacere ascoltare i racconti di Enzo, i suoi consigli, le sue considerazioni e trovarsi a dialogare con il vicino di tavolo in una informale ed amichevole chiacchierata sul cibo, sulla Napoli che non c'è più, su quella di ora...
EMILIO VITTOZZI 


___________________________________________________________

SEMPRE A PROPOSITO DI TICKET.....

A QUANTO SEMBRA LA PREVISIONE IN MERITO ALLA DATA DI DISTRIBUZIONE DI BEN DUE BLOCCHETTI DI TICKET ERA ERRATA. MA ABBIAMO PIACERE A CONFERMARLO IN QUANTO LA NUOVA DATA E'STATA ANTICIPATA A GIOVEDI' 22 MAGGIO. QUINDI NON DOVREMO PIU' ASPETTARE LO STIPENDIO...PER COMINCIARE A MANGIARE. A PROPOSITO EMI'MA LEONARDO S'E PIGLIASS STI CAZZ E TICKET ? 

LA REDAZIONE

Nessun commento: