BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

....

2 febbraio 2014

LA SANNINO SE NE VA !


TRASPORTI PUBBLICI

«Eliminata la tariffa integrata, vado via»
Sannino lascia il consorzio Unico

Il dg si è «dimessa consensualmente». Poi l'affondo a Comune e Regione: la mia rigidità dava fastidio


NAPOLI — Antonietta Sannino, da circa un ventennio alla guida del Consorzio Unico, si è dimessa. L'ingegnere, che ha curato la nascita della tariffa integrata tra le varie aziende di trasporto della Campania, ieri ha lasciato la direzione dell'azienda «in maniera consensuale», con «una decisione sofferta ma inevitabile». 


Perché va via?
«Non avrei potuto fare altrimenti. Se per venti anni lavori per mettere a regime una tariffa integrata con una strategia che ci ha condiviso tutta Europa, e poi ti viene chiesto di fare il contrario, cosa puoi decidere se non andartene?»

Ma qual è la decisione che non ha inteso condividere?

«Semplice: il progetto di annullamento o danneggiamento della tariffa integrata; un progetto che prevede la reintroduzione del biglietto aziendale. La mia vita lavorativa è sempre stata caratterizzata dalla coerenza, oggi non potevo fare una scelta diversa. Anche in passato ho fatto scelte anche più importanti, sempre per la coerenza. Ho lottato, poi ho detto basta».

Va bene. Ma cosa non ha voluto avallare?

«Non voglio in nessun modo essere coinvolta in un organizzazione che non condivido. Dal primo gennaio sono già partite con la stampa del loro biglietto sia la Sita che Trenitalia. E a breve ritengo che partiranno anche le altre, è una cosa a catena. Ma una cosa che non condivido. Invece per me il biglietto doveva rimanere unico e basta».

Molte aziende, però, hanno spiegato di rimetterci con la tariffa integrata.

«Col biglietto aziendale ci rimetteranno tutti. Atteso che la previsione, come ho già detto molte volte in passato, è di almeno 25 milioni di incassi in meno. Soldi che non si distribuiranno più e che inesorabilmente si ripercuoteranno sulla qualità del servizio».

Cosa ha fatto per opporsi?

«Ho scritto, ho parlato. Ho anche alzato la voce. Poi ho detto basta. Se la politica vuole questo è la politica che decide, non Antonietta Sannino».

E la politica ha deciso che le aziende possano stamparsi nuovamente i biglietti.

«Io dico che la politica ha distrutto il trasporto in questa regione. Noi avevamo il migliore utilizzo del trasporto pubblico, eravamo all'avanguardia fino al 2010. Poi sono cominciati i tagli. Ma lei ricorda la Sepsa e Circumvesuviana come funzionavano prima e come vanno oggi? E che dire dell'Anm, che attualmente non eroga neppure il 50 per cento del servizio fornito anni fa?».

Non ci dica però che il trasporto, prima, fosse rose e fiori.
«Guardi, parlano i numeri. Siamo arrivati al 27% dell'utilizzo del trasporto pubblico in regione, un record. La Lombardia è al 22, l'Emilia al 13. Questi numeri come li definisce? Poi, è chiaro che col biglietto unico si paghi di meno, un euro invece di un euro e trenta. Però le aziende incasseranno meno e i cittadini ci rimetteranno pure. Vedrà».

La norma prevede però che la tariffa integrata scompaia definitivamente dal prossimo primo maggio. Cosa accadrà da quel momento?
«Davvero non lo so. Non immagino cosa voglia fare l'assessore Vetrella. Spero solo che non distruggano il Consorzio Unico, che ha un know how da salvaguardare, è pieno di eccellenze e professionalità: dalla gestione al marketing».

Nel Consorzio ci sono Regione e Comune: chi l'ha mandata via?

«Diciamo che non andavo bene a nessuno perché io non mi metto a tappetino, non sono un persona gradita. La competenza e la mia rigidità forse danno fastidio. Sono un tecnico, anche se di sinistra, ma né al Comune né in Regione ho molti amici. De Magistris, poi, mi ha mandata via da subito, mi riferisco a Metronapoli».

Ora che fara?

«Lavoro a Citysightseeing, azienda che vive solo di mercato. Mi basta quello, poi vedrò».

3 commenti:

vincenzo201 ha detto...

Biglietto a bordo? A bordo di che cosa? C'erano quelle belle biglietterie, così comode.
http://www.ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/treni-eav-biglietto-bordo-circum/notizie/493767.shtml

francesco ha detto...

chi non ha pagato il biglietto, continuerà a farlo indisturbato; questo vale per tutte le aziende di mobilità...

franciros@hotmail.com

Di Giovanni Saverio ha detto...

.
In tempo di crisi del mercato del lavoro gradirei sapere come si diventa Direttore Generale del Consorzio Unico Campania.
Grazie.