BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

..... ...... ......

13 dicembre 2013

Sintesi della riunione tenutasi in EAV il giorno 12/12/2013.

- Le OO.SS. contestano all’azienda l’attivazione della procedura di mobilità per n.74 amministrativi e successiva apertura dei contratti di solidarietà difensiva, in quanto ritengono che vada prima affrontata una seria riorganizzazione ed efficientamento dei costi generali che vengono sostenuti e di una attenta valutazione delle attività che si possono implementare per ottenere aumento dei ricavi.

- Le OO.SS. ribadiscono che in tema di nuova O.d.L. vada sempre prima intrapresa la possibilità di riqualificare il personale interessato verso quei settori che a seguito di carenza di organico producono ore di straordinario, e solo dopo possono essere prese in considerazione altre soluzioni.
- Inoltre è stato chiesto alla dirigenza EAV certezze sulle risorse disponibili in quanto senza la giusta tranquillità sul proprio futuro sia in termini occupazionali che economici è molto difficile chiedere al personale di discutere su ulteriori sacrifici da affrontare.

La dirigenza EAV (Voci, Polese, Casizzone), rappresentano una situazione finanziaria del gruppo al momento ancora difficile in quanto dei 176ml di euro disponibili in Regione Campania, non si ha ancora certezza sulle risorse che saranno messe a disposizione entro il 31/12/2013.

- Vi è comunque la necessità di un riequilibrio dei costi aziendali in quanto a fronte dei 167ml necessari al pareggio di bilancio il nuovo contratto di servizio che propone la Regione Campania non supera i 152ml per cui bisogna recuperare 15ml/anno.

- In questa ottica deve vedersi la richiesta di avvalersi per i prossimi tre anni di un recupero di 3ml/anno di costo lavoro attraverso i contratti di solidarietà difensiva. Durante la riunione l’azienda comunica che per abbassare il valore economico individuale richiesto ai lavoratori avevano pensato eventualmente di inserire anche il personale ausiliario portando così a circa n.550 agenti interessati.

Le OO.SS. chiedono e l’azienda accetta di iniziare a breve le prime riunioni tecniche sui vari argomenti presenti nel piano di rientro.

Le OO.SS. dichiarano di ritenere inaccettabile la procedura di mobilità e ne chiedono il suo ritiro, l’azienda non concorda ma si riserva ulteriori approfondimenti.

Ex EAV BUS.

- E’ stato richiesto un incontro tecnico con il commissario Voci, sulla questione TFR maturato pre-fallimento.

-Inoltre sembrano essere risolti i problemi tecnico-normativi posti dal comune di Napoli sul passaggio di autisti da EAV a ANM, a breve notizie ufficiali a riguardo.

Napoli,13/12/2013 Paolo Carrabba.



7 commenti:

Anonimo ha detto...

Riqualificazione del personale? Cosa buona e giusta...Visto e considerato che i 74 esuberi sono in essere tra i quadri e i funzionari,chiediamo ai sindacati di fare una volta tanto gli interessi degli impiegati,riqualificando quadri e funzionari tra gli operai,i controllori,i bigliettai...
Bravi Sindacalisti ancora una volta ci avete visto giusto.La loro riqualificazione vedrete che servirà a salvare il comparto e a creare un criterio di equità e giustizia...visto che i piccoli hanno già dato....

Anonimo ha detto...

Lavorare, lavorare! non vogliamo vedere piu' nessun nullafacente in giro.

Anonimo ha detto...

Ottima idea quella di riqualificare i quadri nullafacenti...e quelli che percepiscono super minimi di almeno 500 euro in più,quelli che sono seduti inboscati e senza fare niente dietro una scrivania e da soli negli stanzoni di via Cisterna dell'Olio...di F.Frotta....quelli che non hanno mansioni specifiche e che rubano lo stipendio...quelli che si nascondono dietro una sigla sindacale e che sono tanti...così otterremmo un vero risparmio...Che ci vuole a capirlo....bisogna solo fare proseliti....

Anonimo ha detto...

Lavorare?
Questa è buona.Ahahahaahahah.
Veramente buona.
Solo con un privato si inizierà a lavorare.
Andate in giro.
Guardate quanti imboscati ci sono.
Osservate ogni attività e poi guardate quante persone la svolgono e quante sono nello stesso comparto.
Prendiamo un gruppo di esperti ESTERNI (magari quelli che DOVREBBERO certificare la nostra pessima qualità )e facciamogli verificare quanti impiegati sono in sovrannumero nei vari uffici,depositi,stazioni.
Vi saluto colleghi,siamo già dei gran "lavoratori",sperando che Giona pubblichi.

Anonimo ha detto...

dopo scapati i buoi .cercano le corna.abbiamo fatto una fusione al ribasso.tutti i colleghi delle altre aziende ,hanno avuto o meritato tutti parametri piu alti ,come si dice a napoli, hann. venut e sic e sann mis e chiat.e mo che volete. vi dovete riqulifivare e be quale il problema, voi amm. che avete fstto le messe scaze per correre ad occupate la poltrana non site stati capaci di tenrvela.e mo ovulit rosindscat.ma gliat a fatica. perche ni delle stazioni abbiamo gia dato e pure tanto. g. rippa

Anonimo ha detto...

Ma chi ha scritto quest'ultimo commento?Ma che lingua parla?Certo un ostrogoto del genere,ignorante di questa maniera non avrebbe mai potuto fare l'amministrativo...

Anonimo ha detto...

certo tu sei un dotto .per questo sei un amministrativo. g.rippa,io ci metto la firma tu no.