BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

CHIUSO PER FERIE

5 dicembre 2013

DALLE SEGRETERIE REGIONALI DELLA CAMPANIA


Segreterie Regionali Campania


COMUNICATO


         Ancora una volta si sono verificati intollerabili riduzioni di servizio nel Gruppo EAV (ex Circumvesuviana, ex Sepsa, ex Metrocampania N/E), oltre ai disservizi quotidiani dell’EAV gomma, che abbiamo più volte denunciato.

            Alle roboanti dichiarazioni della Giunta Regionale della Campania e del Commissario ad “acta”, Prof. Voci, dell’arrivo di risorse cospicue e di rilancio dell’Azienda non corrisponde nessun concreto miglioramento del servizio di trasporto pubblico offerto ai cittadini.

            E’ necessaria una svolta profonda mettendo fine ad annunci di miglioramento del servizio pubblico che sono completamente falsi e quindi lontani dalla realtà quotidiana dei tanti pendolari, studenti, operai ed anziani, che sono costretti a subire un servizio di trasporto che peggiora sempre di più.

            Le OO.SS. FILT-CGIL FIT-CISL UILTRASPORTI E UGL.T dichiarano lo stato di mobilitazione generale del Gruppo EAV Ferro e Gomma con una prima iniziativa che si svolgerà in data odierna con un presidio presso la sede dell’EAV, in Via Cisterna dell’Olio – Napoli, e che nei prossimi giorni continuerà con ulteriori iniziative sindacali per sollecitare la Giunta Regionale della Campania a dare risposte tempestive e concrete.

            In caso contrario il Gruppo Dirigente dell’EAV e la Giunta Regionale della Campania prendano atto del fallimento della politica dei trasporti attuati in questi anni in Campania e si dimettano.



               
Napoli, 5.12.2013                                                      LE SEGRETERIE REGIONALI    
                                                                       FILT-CGIL  FIT-CISL  UILTRASPORTI  UGL.T





BREVI...MA IMPORTANTI.
Il collega Giancarlo Naso ha bisogno ancora del nostro fattivo aiuto per poter sostenere le spese dei periti al processo che lo vede imputato, ci ha pertanto chiesto un piccolo sostegno.
Coloro che si vogliono impegnare, fino a giugno 2014, a versare mensilmente la quota di 5€ sono pregati di contattare i macchinisti Aurino, Petrillo, Conte, Fiore, Piermatteo, Del Prete.
Se ci fosse qualcun altro che potesse e volesse far parte di coloro che si interessano della raccolta sarebbe cosa gradita.


2 commenti:

il postino di baskerville ha detto...

Aspettando GODOT
IN ATTESA DEL NULLA
Che cosa dobbiamo attenderci da un ENTE che ogni giorno da oltre due anni con i suoi personaggi da caravanserraglio ci riserva:una patacca,;una promessa;un incendio;le soppressioni di treni; i guasti;la disorganizzazione;la confusione;la morosità; le rappresentazioni scenografiche e la pubblicità;le conferenze stampa con il Ministro templare LUPI?????Dico:che cosa ci dobbiamo attendere?E qui sta l'inghippo....
Ci fu un tempo in cui l'attesa si rivestiva di speranze.... L'attesa,dicono i saggi,è un apertura sul futuro;un modo di pensare:domani andrà meglio di oggi;un modo di attrezzarci ad acchiappare il domani,se verrà e quando verrà.....
L'attesa nell'era della pubblicità e delle fregature è tramontata....
Beckett imprigionò l'attesa sulla disillusione...Sull'atrofizzazione della speranza....
Aspettando Godot è la sua opera più importante....La storia è semplice:Due tizi attendono invano un terzo che non giungerà mai....
L'irrinunciabile e disperata coazione dell'attesa... Aspettavano Godot...Ma Godot non arrivava....
Godot avrebbe potuto essere Dio,il destino,la fortuna,ma l'autore si rifiutò sempre di dargli un volto.
Dichiarò:Se sapevo chi fosse lo avrei scritto...Disse:non è una dichiarazione d'impotenza la mia, ma un modo per rivestire l'attesa con il nulla.....Geniale vero?
Lo stesso NULLA che oggi inghiotte i nostri sogni....
Abbiamo aspettato il Bianconiglio. Abbiamo sperato nel piano di Risanamento,e nel piano industriale..
Abbiamo cercato nei buchi di bilancio:Le Risorse economiche necessarie per salvarci dal fallimento...
Poi,ci siamo incapati su di un piano di salvataggio per farci ripartire.....Insomma:Soldi,tanti soldi!
Infine ci dissero:Per salvare l'EAV serve un miliardo....
Capimmo male:“«Nu milion’ uanm ro’ priatorio»” disse la buon’anima del padre di Maria, moglie di Gennaro Bellavista. Per il suocero del professore il milione era una cifra vitale per risolvere i problemi di una vita. Lo è anche per l’E.A.V,con la semplice differenza che quello a cui si fa riferimento nel film "Così parlò Bellavista" era un milione di lire. In questo caso si tratta di un miliardo di euro.
Dice il Lupi,a nome del Governo,vi garantisco il miliardo pronto cassa…..
Praticamente,dopo le promesse del Vetrella,e le assicurazioni di Caldoro,sono state presentate le garanzie del TEMPLARE...Il NULLA!
E noi continuiamo ad aspettare GODOT.....

Anonimo ha detto...

Carissimi sindacalisti(eufemismo) firmatari di comunicati et similia che ne dovremmo fare dell'accordo che avete sbandierato e che ha permesso di eliminare lo sciopero del 18 novembre per i ticket e gli arretrati?
Sembra evidente che i ticket non li abbiamo avuto con la retribuzione di novembre e manco li avremo a breve.
Chiedete le dimissioni della giunta regionale e dei dirigenti EAV ma voi perchè non andate a casa visto che fate grosse figuracce e vi dimostrate a più riprese inadeguati?
Un pò di coerenza signori,prendete atto della vostra incpaacità ed andate a casa non siete in una condizione di irreprensibilità per poter criticare gli altri.