BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

....

10 novembre 2013

HALO ! HALO ! C' E' NESSUNO IN CASA ? MI SENTITE ?

Non me ne voglia il Direttore,ma qualcosina avrei da dire pure io,su questa miserevole storia locale....
Una miserevole storia locale:fatta di debiti,di sprechi e di vergogna....E la faccenda della riduzione della fornitura elettrica operata dall'ENEL per morosità,da la misura dell'indecenza che ha raggiunto e superato  il limite di guardia nell'assordante silenzio di chi non solo ha bruciato i milioni,ma che ha rottamato pure il cervello......

Domenica 10 Novembre 2013,turno di lavoro 6,05-13,53,per questioni legate a dei fuori servizio sui Passaggi a livello automatici ed ai Segnalatori Ottici Acustici timbrerò il cartellino di uscita alle ore 16,00.....Ne potevo fare a meno;e ne avrei fatto volentieri a meno;ma se la squadra ha deciso di prolungare l'orario di servizio,è per quel senso di appartenenza che ancora oggi ci lega ad un azienda,cosa che evidentemente non interessa ne ai trombati(in genere sono Amministratori)e ne ai dirigenti,che sono solo ornamenti nello spregevole gioco della politica.......

Si doveva stabilire con certezza se il fuori servizio era addebitabile alla riduzione di potenza elettrica erogata dall'ENEL,oppure se c'erano altre anomalie che causavano il fuori servizio agli impianti....La ragione non era per niente banale,visto che si doveva decidere sul Presenziamento dei P.L. automatici sguarniti di personale....Sia la normativa che gli affidamenti reciproci tra le parti sociali,sulla procedura tecnica del fuori servizio,impone che per tale funzione sia obbligatoria l'abilitazione alla " custodia" dei Passaggi a livello........Per chi è a digiuno di ferrovia,il problema " tecnico" del fuori servizio causava la limitazione del servizio ferroviario alla Stazione di Scafati,con gli ovvi disagi del caso,per chi doveva proseguire e raggiungere Poggiomarino......

Per non infliggere ulteriori torture all'intelligenza di chi ci legge,mi limiterò a riportare il fonogramma del fuori servizio comunicato alla Dirigenza Centrale Operativa di 4 tra P.L. e S.O.A sulla tratta Scafati Poggiomarino(2 di questi avevano già emesso il DE PROFUNDIS nella giornata di ieri):
" A seguito della riduzione della potenza elettrica di alimentazione operata dall'Ente Nazionale Energia Elettrica i seguenti Impianti sono da ritenere fuori servizio...(Seguono i nominativi degli Impianti).."(.Quindi,nel tardo pomeriggio di Domenica 10 Novembre:SEI Impianti non funzionavano per riduzione della potenza elettrica....

...Intanto sono trascorsi 5 giorni,con impianti di Sicurezza e fermate al buio,senza che nessuno profferisca parola...Nel più totale silenzio,di chi per compito,funzione,ruolo,e responsabilità aveva il dovere di comunicare pensieri e provvedimenti.......Halo!C'è qualcuno in casa?
E invece,non c'è NESSUNO!Non c'è mai Nessuno!
La classe dirigente aveva l'obbligo di rispondere ad una semplice domanda,che esigeva un comportamento convincente....Perché qualche giorno prima,ma forse è meglio dire una settimana prima,non ha sentito il bisogno di comunicare alle Istituzioni;agli organi di informazione;al personale;alla cittadinanza;che c'era il rischio di subire il taglio dell'alimentazione della potenza elettrica ad Impianti e fermate della rete ferroviaria?

Adesso,visto lo stato dell'arte,sarebbe anche simpatico,pubblicare un commento;che sò un ordine di servizio;un comunicato;una disposizione di servizio,per dire che cosa pensano della Sicurezza;che cosa hanno fatto e pensato;cosa hanno da dirci su quest'ennesima vergogna....I cittadini ed i lavoratori potrebbero così valutarne le capacità;le responsabilità;se sono giustificate le loro laute retribuzioni;se sono in grado di rivestire ed occupare i ruoli e le funzioni......
Quanto alla confusione,continua a regnare sovrana,e le scemenze di un apparato inconcludente,sono sotto gli occhi di tutti,visto che non riescono nemmeno più a comunicare bene tra di loro ..

Per concludere:in un paese normale,dopo " l'onta" della riduzione di potenza elettrica qualcuno avrebbe dovuto di certo dare le dimissioni..E invece niente....Nel Palazzo,dominato da burocrazie inefficienti e assediato da un chiacchiericcio continuo,c'è poca voglia di sfogliare fino in fondo il grande romanzo del potere.....Si preferisce sopire e troncare.....E così escono tutti indenni...Esaustivi i chiarimenti(Tra di loro);e assoluzione con formula piena(Sempre tra di loro)
Non solo non si dimettono per palese incapacità,ma alla fine fanno quadrato e rinserrano le fila....Tace il Governatore;Tace l''Assessore Vetrella;Tace L'Amministratore;Tace il responsabile all'Infrastruttura;Tace il Trasporto;Tacciono i Sindacati più rappresentativi;Tace la R.L.S sui rischi che possono derivare da una mancata Sicurezza....Tutti zitti e quieti...Ed in quanto a sopire sono maestri....Troncare e sopire,come il Conte Zio,quel personaggio dei Promessi Sposi,reso celebre dal Manzoni.....E quindi di dimissioni:nemmeno a parlarne....Nessuno le chiede;e nessuno le da.....
Come direbbe M. Giannini(Repubblica)Ci vorrebbe un soprassalto di dignità...Un sussulto di responsabilità...Vale il motto di Ennio Flaiano:"In Italia la Rivoluzione non si farà mai,perché alla fine si conoscono tutti"
Ecco è proprio così...Caro Giannini:Loro si conoscono bene.......MOLTO,MA MOLTO BENE....


P.S.:Ci vorrebbe un ribaltamento di sistema...Vista l'aria che tira è impossibile crederci...Ma non tutto è perduto,in questa azienda a saldo e alla mercè dei " POTERI MORTI ".....E l'onore???Se è per quello l'abbiamo già perso....
L'ultima vergogna del taglio subito,con il silenzio-assenso di tutti,non solo ne è la testimonianza più sgradevole,ma è l'ennesimo nostro(SIC!)capolavoro.....
Per quanto riguarda il futuro,l'unico santo(SIC!)a cui accendere i ceri,in tanto sfacelo è il Commissario......
L'E.A.V,allora,come l'Araba Fenice?Che sia destinata a rinascere è assai probabile.Non si sa quando,ma un progetto c'è....Il progetto sarà rivelato al momento opportuno,ci continua a ripetere il Commissario...Ma chi scruta nel dettaglio le vicende tragicomiche di un azienda perita più volte,ma che riesce nonostante tutto a sopravvivere,aspetta scetticamente LA SCISSIONE per capire che margini di sopravvivenza può ancora avere.....

Cordiali saluti
Valerio Salvatore


1 commento:

Anonimo ha detto...

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/11/09/news/caos_circumvesuviana_manca_la_corrente-70580834/